Padre Massimiliano Kolbe e la Giudeo-Massoneria – 3 – Il corpo e l‘armata del Serpente infernale

  Martedì,  Marzo 10th/ 2015

- A cura di Centro San Giorgio e Redazione "Qui Europa"   -

Redazione Quieuropa, Centro San Giorgio, Redazione Qui Europa, Milizia dell'Immacolata, Padre Massimiliano Kolbe,  Il Cavaliere dell'immacolata, Massoneria, Corpo mistico, le avanguardie protestanti, la testa del serpente, Papa Leone XIII, Humanum Genus,  I Protocolli dei Savi di Sion 

Padre Massimiliano Kolbe e la Giudeo-Massoneria – 3

Il corpo e l‘armata del Serpente infernale

Massoneria e Naturalismo: Sionismo, Laicismo, Socialismo, Marxismo,

Capitalismo e protestantesimo pilotati dall'armata infernale

Terza Parte – Video in allegato

 

A cura di

Centro San Giorgio e Redazione "Qui Europa"

San Massimiliano Kolbe e la Massoneria - L'armata infernale - Terza Parte

 Il corpo e l'armata del Serpente Infernale                                                     

Roma, Brescia – (continua da qui Padre Massimiliano Kolbe e la Giudeo-Massoneria – Prima Parte  e qui Padre Massimiliano Kolbe e la Giudeo-Massoneria – 2). Non solo esistono molti «nemici», ma essi, pur divisi e spesso in lotta fra loro, formano corpo nel lottare la Chiesa e la verità. Come, anzi, esiste un Corpo Mistico che è la Chiesa, pienezza di Cristo, Corpo misterioso di tutti i credenti in Lui; così esiste un «corpo mistico», misterioso, che raccoglie tutto il male, tutti i perversi (38), e che costituisce, possiamo ben dirlo, l’ennesima scimmiottatura di Satana, che è stato chiamato, a giusto titolo, la scimmia di Dio. Padre Kolbe lo afferma esplicitamente: «Tutte le eresie e ogni peccaminosa tendenza: ecco il corpo dell’antico Serpente» (39). Un corpo enorme «composto dalle più svariate eresie dei vari tempi e luoghi» (40). Anche qui il linguaggio di Padre Kolbe è perfettamente ortodosso e rispondente alla tradizione della Chiesa. Sant‘Ambrogio (334-397) afferma: «Impii sunt membra diaboli sicut sancti sunt membra Christi». E Sant‘Ilario (315-367): «Ut enim omnibus sanctis caput Christus est, ita omnibus iniquis caput diabolus est» (41).

(38) Del «corpo mistico» del diavolo e del male, opposto al vero «Corpo Mistico» della Chiesa parlano i SS. Padri e tutta la teologia cattolica; vedi S. Tromp s.j., Corpus Christi quod est Ecclesia. Introductio generalis, Univ. Gregor., Roma 1946, pagg. 160-166.

(39) Cfr. P. M. Kolbe o.f.m., op. cit., pag. 206 – I 339.

(40) Ibid., pag. 1330 – III 780; v. anche pag. 1046 – III 102.

(41) Cfr. V. Rotondi, «La Chiesa non ha dubbi: il diavolo esiste», in Gente, novembre 1984, pag. 103 e ss.

Origini reali del Protestantesimo

 Le avanguardie protestanti                                                                              

Corpo e anche «armata» del Serpente (42). Corpo dice identità di vita tra le membra, che si alimentano dello stesso sangue, e vivono della stessa vita e, quindi, corpo dice anche più stretta unità. «Armata» richiama più all’idea della lotta, nella quale sono uniti i «nemici» della Chiesa. Anche nell’armata, pur avendo ogni «corpo» il suo ruolo e il suo posto, tutti cooperano allo stesso fine, che è la vittoria e la distruzione dell’avversario. Nel corpo e nell’armata si distinguono delle membra, il grosso del corpo e il capo. Le «membra» del corpo o i vari «corpi» dell’armata sono le eresie. Di queste, alcune sono le avanguardie, costituite dai protestanti (43); mentre il «grosso» dell’armata è costituito dalla Massoneria e da tutte quelle forze o movimenti che, sotto i nomi e le denominazioni più diverse, sono comunque contro la Chiesa di Dio e la religione di Cristo. Esse si rifanno, in un modo o in un altro, a chi tutto coagula, manovra e spinge all’azione.

(42) Cfr. P. M. Kolbe o.f.m., op. cit., pag. 1254 – III 600.

(43) Ibid.

San Massimiliano Kolbe e la Massoneria - L'armata infernale - Terza Parte

 Massoneria – Il serbatoio unico delle forze occulte e avverse a Cristo    

Padre Kolbe è convinto che, a coagulare tutto, è la Massoneria; e che tutte le forze avverse alla Chiesa sono sempre e solo Massoneria. Padre Kolbe non è un pazzo che si autosuggestiona; ha invece visto giusto, già dai suoi tempi. Ecco come si esprime un Autore di oggi: «Trivellando qua e là negli scritti riguardanti la storia di questi ultimi secoli, mi ero reso conto che i focolai di agitazione nel mondo sono collegati da cavi occulti, e che la lava eruttata dai vari vulcani di sovversione sale da un unico serbatoio di antica data» (44). Quest’unico serbatoio è la Massoneria (45).

(44) Cfr. A.Z., «L’Occhio sopra la Piramide», in Spirito e Verità, Milano 1979, pag. 3.

(45) Che tutti i «nemici» laici facciano capo alla Massoneria o – il che è lo stesso – a quei circoli dell’alta finanza, lo ha documentato, in maniera irrefutabile, Pierre Faillant De Villemarest, con due volumi di eccezionale interesse: Les sources fìnancières du communisme. Quand l’URSS était alliée dei nazis («Le fonti finanziarie del comunismo: quando l’URSS era alleata dei nazisti»), 2ª ed., CEI, La lettre d’information, Cierrey 1984, e Les sources fìnancières du nazisme («Le fonti finanziarie del nazismo»), CEI, La lettre d’information, Cierrey 1984. La stessa tesi, abbondantemente documentata, in W. G.Skousen, Il capitalista nudo, Armando Ed., Roma 1978.

San Massimiliano Kolbe e la Massoneria - L'armata infernale - Terza Parte

 Massoneria – Capo dell'armata, testa del serpente                                      

Ma la Massoneria è anche «capo» dell’armata. Padre Kolbe lo afferma a più riprese: «Questi sventurati (i massoni), anche se nascostamente, costituiscono il cervello delle più eterogenee manifestazioni contro Dio, la Chiesa, la salvezza e la santificazione delle anime (46) […]. Nei nostri tempi il capo degli acattolici, la testa del Serpente infernale, si può ben dire, è la Massoneria»(47); «il capo delle svariatissime membra del drago infernale è, senza dubbio, nei nostri tempi, la Massoneria» (48). Di quale Massoneria intende parlare Padre Kolbe? E, cioè, quale Massoneria è «capo»?… Padre Kolbe sa bene, e non manca di annotarlo, che esiste una Massoneria nella Massoneria.

(46) Cfr. P. M. Kolbe o.f.m., op. cit., pag. 1330 – III 782; vedi anche pag. 206 – I 339.

(47) Ibid., pag. 1248 – III 576; vedi pure pag. 1046 – III 102.

(48) Ibid., pag. 1007 – III 26; vedi pure pag. 164 – I 291.

San Massimiliano Kolbe e la Massoneria - L'armata infernale - Terza Parte

 Massoni – Illusi e comandati                                                                            

Gli stessi massoni che si illudono di dirigere tutto e di comandare a tutti; in realtà, sono comandati da altri. I massoni, in genere, egli dice, «appartengono davvero alla Massoneria e nuocciono molto, ma non ne sono i veri capi. I capi sono i cosiddetti “massoni azzurri”, mentre la Massoneria cosiddetta “rossa” si restringe ad uno scarso numero di persone, in maggioranza ebrea, i quali, pienamente consci dei loro scopi, dirigono l’intera numerosa massa di coloro che sono più o meno “illuminati” nell’organizzazione massonica. Questi capi sono sconosciuti e agiscono sempre nel nascondimento, per rendere impossibile l’opposizione. Sono essi che predispongono i piani di lavoro» (49). Di qui l‘identificazione tra Massoneria ed ebraismo (vedi anche qui – Ndr - Affinità Elettive tra Ebraismo e Massoneria), almeno nei termini suggeriti da quanto abbiamo detto.

(49) Cfr. P. M. Kolbe o.f.m., op. cit., pag. 1254 – III 604.

San Massimiliano Kolbe e la Massoneria - L'armata infernale - Terza Parte

 I Protocolli dei Savi di Sion e il dominio del mondo                                   

Ciò che trova riscontro eloquente nel famoso I protocolli dei savi di Sion (50). Questo testo famoso fu pubblicato, in prima edizione, nel 1903, e lo si ritiene opera o di un solo ebreo o di un gruppo politico ebraico (51). Non ci interessa molto l’identificazione tra Massoneria ed ebrei; resta però il fatto fondamentale – di cui si parla appunto nei Protocolli, che non possono non colpire per il sorprendente numero di loro idee attuate – che«la cospirazione internazionale nella quale ebrei, massoni, comunisti ed altri avrebbero “complottato per minare l’ordine stabilito del mondo”, e cioè l’ordine nel quale la cristianità si trova tuttora, e la promozione “di una rivoluzione mondiale, che in ultima analisi sfocerebbe in un mondo dominato dagli ebrei“, non è un mito» (52).

(50) Ibid., pag- 1130 – III 293-300.

(51) Cfr. P. Charles, «Les protocoles des Sages de Sion», in Rencontre, 18, 1984, nº 77, pagg. 35-56.

(52) Cfr. Giertych, art. cit., pag. 192 e ss.

ebraismo e complotto contro la chiesa di Cristo

 Ateismo comunista e sionismo internazionale contro Cristo                   

Dunque, possiamo tranquillamente parlare di una Massoneria ebraica (vedi anche qui – Ndr - Affinità Elettive tra Ebraismo e Massoneria). O, se si vuole, ebraica o no, esiste una Massoneria che tende al dominio mondiale ed è a capo di tutti i movimenti sovversivi contro Dio e la Chiesa cattolica. Padre Kolbe scrive ancora: «All’origine dell’ateismo comunista possiamo tranquillamente collocare quella mafia criminale che si chiama “Massoneria”. La mano che manovra tutto questo verso uno scopo chiaro e determinato, il proprio scopo egoistico, è il “sionismo internazionale“, come diverse ricerche dimostrano con sempre maggiore evidenza» (53). La Massoneria, considerata soprattutto nei suoi capi, apparenti o nascosti, rappresenta, per Padre Kolbe, il più grande nemico della Chiesa. «Di primo acchito – dice egli – potrebbe sembrare esagerata l’affermazione che il principale, il più grande e il più potente nemico della Chiesa è la Massoneria» (54).

(54) Cfr. P. M. Kolbe o.f.m., op. cit., pag. 1130 – III 548.

(55) Ibid., pag. 1254 – III 600.

Satana e la Banca d'Inghilterra

 Il più grande nemico.. e lo strumento della moneta debito                      

Ma è questa semplicemente la verità: la Massoneria è il più grande nemico. Infatti, essendo ramificata ovunque, riesce ad influenzare tutto e tutti: «Disseminate nei modi più diversi e in maniera più o meno evidente in tutto il mondo, le cellule di questa mafia mirano proprio a questo scopo (a distruggere la religione). Si serve, inoltre, di tutta una congerie di associazioni, dai nomi e dagli scopi più svariati, che però, sotto il loro influsso, diffondono l’indifferentismo religioso e indeboliscono la moralità» (55). È il nemico più potente. Tra le sue fila, infatti, ci sono governanti, ministri, uomini di affari, personalità di altissimo rango (56); e quindi è così che essa può spadroneggiare ovunque e sempre (57). Dispone, poi, di mezzi abbondantissimi (58),(vedi anche qui – Ndr – perchè emettono e controllano la moneta attraverso il controllo delle banche centrali di emissione dal 1694, anno di fondazione della "privata" Banca d'Inghilterra - vedi qui La Schiavitù Monetaria: una mostruosità storica dal 1694 qui Il Male, la Moneta, L’asservimento Spiritualequi L’essenza della truffa monetaria da Signoraggio – Il Denaro non ha Costi di Produzione qui Signoraggio – La Confessione dell’élite e qui La lupa, il massone e la madre di tutte le schiavitù) sicché può avere nelle sue mani quasi tutti i mezzi di comunicazione: «Il cinema, il teatro, la letteratura, l’arte (sono) diretti in gran parte dalla mano invisibile della Massoneria» (59). A ragione, dunque, Padre Kolbe può parlare della Massoneria come del «capo» del Serpe infernale!

(55) Cfr. P. M. Kolbe o.f.m., op. cit., pag. 1254 – III 603.

(56) Ibid., pag. 1254 – III 604 e ss.

(57) Ibid., pag. 1328 – III 771.

(58) Ibid., pag. 164 – I 291.

(59) Ibid., pag. 1100 – III 224.

Il segreto di Karl Marx

 Laicismo, Socialismo, Marxismo, Capitalismo, pilotati dalla Massoneria             

Il grosso dell’armata nemica è costituito, secondo Padre Kolbe, dalla Massoneria: «Solo dopo queste avanguardie viene il grosso dell’armata del nemico. E chi è costui? Di primo acchito potrà sembrare esagerata l’affermazione che il principale, il più grande e il più potente nemico della Chiesa è la Massoneria» (60). Cosa s’intende per il «grosso dell’armata»?… Non solo la massoneria in sé stessa che, essendo «il principale, il più grande e il più potente nemico della Chiesa» è come il grosso di un esercito. Ma si vuole dire pure che, manovrate e guidate da un unico abilissimo «capo», innumerevoli forze del male si ritrovano a formare come il «grosso» di un’armata, lanciata contro la Chiesa. Abbiamo già visto come, in effetti, gli stessi fenomeni del laicismo, del socialismo, del marxismo, del capitalismo sono originati e manovrati dalla Massoneria. Le innumerevoli forze nemiche sono come amalgamate e scagliate, tutte, contro lo stesso fondamentale bersaglio. Non solo. Ma Padre Kolbe vuol dire pure che se i vari «corpi» o «specialità» possono anche attardarsi, singolarmente, in azioni di disturbo o di poco conto contro la Chiesa e il bene; nel loro insieme, invece, come nel loro capo che le manovra, esse combattono, tutte, la stessa battaglia decisiva e fondamentale. Qual è questa battaglia decisiva e fondamentale? È quella che mette fuori gioco, definitivamente, l’avversario, colpendolo alle radici o al cuore. Ma vediamolo più in dettaglio.

(60)Cfr. P. M. Kolbe o.f.m., op. cit., pag. 1254 – III 600.

San Massimiliano Kolbe e la Massoneria - L'armata infernale - Terza Parte

 L‘offensiva nemica                                                                                             

Nella Chiesa cattolica quello che conta massimamente è il soprannaturale: essa vive di soprannaturale, è tutta tesa al soprannaturale, e tutti gli uomini chiama al soprannaturale. La sua esistenza, il suo operare sarebbero assolutamente incomprensibili fuori che alla luce del soprannaturale. E, perciò, la Massoneria, nel suo insieme come nei suoi adepti di natura o di occasione. Combatte soprattutto il soprannaturale. Padre Kolbe ha già detto che la battaglia o scopo di tutta la battaglia della Massoneria è la liquidazione totale del soprannaturale: non la diminuzione – si badi! – non una modificazione qualsiasi di dottrina o di morale o di atteggiamento, ma la distruzione totale, la liquidazione completa. Il soprannaturale, cioè, per la Massoneria, non deve esistere affatto, non esiste. Il che significa che, per la Massoneria, non esistono, non devono esistere né la rivelazione, né la fede, né la grazia, né i sacramenti, né, in una parola, la redenzione.

Massoneria - Religione Solare e Laica - Padre Florido Giantulli

 Naturalismo – Il Principio fondamentale che sfocia nel Satanismo        

 «Il principio fondamentale di quanti professano (e perciò principalmente dei massoni) il naturalismo è, come il termine stesso indica a sufficienza, che la natura umana e la ragione umana debbano essere in tutte le cose maestre e sovrane (vedi qui Naturalismo – Essenza della Massoneria, Religione Solare e Laica). Una volta stabilito questo principio (proteso a divinizzare le cose e l'uomo stesso: principio e fondamento stesso del satanismo), dei doveri verso Dio o poco si curano oppure ne alterano la essenza per mezzo di opinioni erronee e vaghe. Negano completamente la rivelazione divina; non ammettono alcun dogma religioso; non accettano alcuna verità che non possa essere compresa dalla intelligenza umana; nessun maestro a cui si debba obbligatoriamente credere per l’autorità della funzione» (61). La liquidazione del soprannaturale è veramente la battaglia decisiva. Liquidato, infatti, il soprannaturale, annota Padre Kolbe, «non si parla più né di religione né di moralità» (62), giacché è rimosso il fondamento stesso o l’ubi consistam di ogni essere e di ogni moralità e religione.

(61) Cfr. Leone XIII, Enciclica Humanum genus, § 10, in Acta Apostolicæ Sedis, XVI, Roma 1906, pagg. 417-433.

(62) Cfr. P. M. Kolbe o.f.m., op. cit., pag. 1254 – III 602 e ss.

San Massimiliano Kolbe e la Massoneria - L'armata infernale - Terza Parte

 Papa Leone XIII - Humanum Genus, sull'accanimento degli avversari 

Combatte ferocemente e odia con odio inestinguibile la Chiesa cattolica e il Papa, che del soprannaturale sono assertori invitti e gli amministratori fedeli:«Poiché è compito singolare ed esclusivo della Chiesa cattolica possedere nella sua pienezza e conservare nella sua integrità il deposito delle dottrine divinamente rivelate, l’autorità del Magistero e i mezzi soprannaturali per la salvezza, perciò stesso somma è contro di essa la rabbia e l’accanimento degli avversari» (63). Ma lo sforzo più energico degli avversari si esercita principalmente contro la Sede Apostolica e il Romano Pontefice. Per i fautori di queste sètte massoniche «si deve eliminare la sacra autorità dei Pontefici e […] si deve distruggere dalle fondamenta lo stesso Pontificato, istituito per diritto divino. […]. Il vero obiettivo dei massoni è quello di perseguitare con odio implacabile il Cattolicesimo e […] non si daranno pace prima di avere visto stroncate tutte le istituzioni religiose fondate dai sommi Pontefici» (64). La Chiesa cattolica, il Papa non sono i pilastri che reggono tutto, il cemento di unione di tutte le forze del bene?… Si spiega perché la battaglia è rivolta soprattutto contro di loro. E si spiega pure perché la Massoneria è disposta a concedere tutte le libertà ad ogni cittadino o nazione, meno che alla Chiesa cattolica (65). Naturalmente, se si combatte così accanitamente il soprannaturale, è per affermare e far trionfare il più radicale e totale naturalismo.

(63) Cfr. Leone XIII, Enciclica Humanum genus, § 10.

(64) Ibid.

(65) Tipica è la lotta che, ovunque, la Chiesa deve sostenere perché le sue scuole siano equiparate del tutto a quelle pubbliche statali.

San Massimiliano Kolbe e la Massoneria - L'armata infernale - Terza Parte

 Papa Leone XIII – Sull'inganno dell'immolazione totale dell'uomo        

Il naturalismo e radicalismo massonico è in contrapposizione e in alternativa al soprannaturale. Si esalta, cioè, e si afferma solo la natura, solo l’uomo, oltre di che non esiste assolutamente nulla che possa effettivamente imporsi a lui. Ultimo e principale intento della Massoneria, ribadisce Papa Leone XIII è «distruggere dalle fondamenta tutto l’ordine religioso e sociale nati dalle istituzioni cristiane e creare un nuovo ordine a suo arbitrio, che tragga fondamenti e norme dal naturalismo» (66). Ci si deve chinare solo davanti alla natura, all’uomo, alla ragione. Bisogna lavorare e donarsi solo all’uomo, anche se, poi, tutto questo si risolve nell’immolazione totale dell’uomo individuo e persona. Di qui l’affermazione fondamentale, fanatica dei massoni, del libero pensiero e della più totale libertà. «Il criterio più alto, unico – per un massone – è la Ragione […] che è al centro della realtà massonica» (67).

(66) Cfr. Leone XIII, Enciclica Humanum genus, § 8.

(67) Cfr. S. Farina, Il libro dei rituali; cit. in G. Gili-O. Nardi, op. cit., pag. 51.

San Massimiliano Kolbe e la Massoneria - L'armata infernale - Terza Parte

 Obbedire solo alla propria ragione                                                                 

E, perciò, per il massone, il «principio superiore ad ogni altro […] è quello di restare fedele alla sola fede nel progresso dell’umana ragione» (68). Senza più «tutele», guidati solo dalla ragione, il «dogma del libero pensiero si impone come norma sovrana al massone: “il libero esame e l’indefinita ricerca del vero con tutti i mezzi acquisiti dalla ragione, dall’esperienza e dalla scienza”» (69). Autonomia del pensiero e, logicamente, autonomia della volontà con libertà assoluta. Agire liberamente significa obbedire solo alla propria ragione: «Libertà dello spirito, del giudizio, della critica: indagine razionale senza limiti, che autogiustifica i propri principî; libertà da tutti i culti e da tutte le fedi, che si risolve in quella di pensare e di credere secondo la propria ragione e la propria coscienza» (70).

(68) Ibid., pag. 51.

(69) Ibid., pag. 52.

(70) Ibid., pag. 54.

San Massimiliano Kolbe e la Massoneria - L'armata infernale - Terza Parte

 La ridicola presunzione della setta e la corsa verso l'annientamento     

L‘esaltazione e la rivendicazione di un‘assoluta libertà, in fatto di costumi; lo sganciamento da ogni legame soprannaturale e l’affermazione incondizionata dell’uomo e dei suoi diritti, porta la Massoneria ad una lotta, non meno feroce e totale, ad ogni espressione o rappresentazione di Dio e dell’autorità, e cioè della legge e del diritto naturale, della monarchia e di qualsiasi altra autorità trasmessa «in nome» di Dio. Il massone lotta ogni autorità, chinandosi solo agli imperativi della Massoneria, che sola gli comanda effettivamente. Davanti agli imperativi della Loggia, tutto deve cedere il passo, si trattasse della propria vita (71). La lotta a Dio e alla Chiesa, presentata, con immensa ridicola presunzione, come «lotta della luce contro la tenebra, della libertà contro l‘asservimento» è ritenuta dalla Massoneria, addirittura, come sua nobile irrinunciabile missione (72). Una battaglia, comunque, di eccezionale importanza, dal momento che dall’esito di essa dipendono la salvezza dell’uomo e l’avvenire stesso della Chiesa e dell’umanità.

(71) Ibid., pagg. 60-61.

(72) «Notre mission à nous est de servir l’avenir. Non contents d’ètre chez nous, dans nos temples, la république à couvert, nous sommes en mème temps la contre-Église, parce que nous sommes les hommes de la vie, les hommes de l’espoir, les hommes de la lumière, du progrés, de l’intelligence et de la raison» (cfr. G. Le Rumeur, La rivolte des hommes et l’heure de Marie, Argenton l’Eglise 1981, pag. 127).

Centro San Giorgio e Redazione "Qui Europa" (Copyright © 2014 Qui Europa)

Partecipa al dibattito – infounicz.europa@gmail.com

________________________________________________________________________________________

  Allegato - Prima Parte                                                                                                                     

Padre Massimiliano Kolbe e la Massoneria – Prima Parte

Padre Massimiliano Kolbe e la Massoneria – Prima Parte

Giovedì,  Marzo 5th/ 2015 – A cura di Centro San Giorgio e Redazione "Qui Europa"   - Redazione Quieuropa, Centro San giorgio, Redazione Qui Europa, Milizia dell'Immacolata, Padre Massimiliano Kolbe, massoneria, naturalismo, Papa Leone XIII, Milizia dell'Immacolata, Giacinto auriti, processione massonica inneggiante a Lucifero, dogma dell'Immacolata Concezione, Sete di Giustizia, Europa, Giappone, Giacinto Auriti, Redazione Quieuropa, naturalismo massocino, Il Cavaliere dell'immacolata, Hiram Abiff, architetto del Tempio [...]

Padre Massimiliano Kolbe e la Giudeo-Massoneria – 2 – Denuncia di Leone XIII sull’associazione infernale

Padre Massimiliano Kolbe e la Giudeo-Massoneria – 2 – Denuncia di Leone XIII sull’associazione infernale

Venerdì,  Marzo 6th/ 2015 – A cura di Centro San Giorgio e Redazione "Qui Europa"   - Redazione Quieuropa, Centro San Giorgio, Redazione Qui Europa, Milizia dell'Immacolata, Padre Massimiliano Kolbe,  associazione infernale, Naturalismo, massoneria, Papa Leone XIII, Milizia dell'Immacolata, Il Cavaliere dell'immacolata, Massoneria  Padre Massimiliano Kolbe e la Giudeo-Massoneria – 2 Denuncia di Leone XIII sull'associazione infernale Naturalismo, Ossessione per il Segreto, liquidazione sistematica [...]

________________________________________________________________________________________

  Video Correlati                                                                                                                                  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

____________________________________________________________________________________

  Articoli Correlati                                                                                                                       

Affinità Elettive tra Ebraismo e Massoneria

Affinità Elettive tra Ebraismo e Massoneria

Lunedì,  Settembre 1st/ 2014 – A cura di Paolo Baroni, Centro San Giorgio e Redazione Quieuropa - Iniziativa di Libero Confronto, Pensa e Scrivi di Quieuropa Redazione Quieuropa, Paolo Baroni, Centro San Giorgio, Ebraismo, Massoneria, Affinità elettive, Léon de Poncis, bolscevismo, socialismo, Abramo Lincoln, Adam Weishaupt, diede vita alla "Setta degli Illuminati", in data 1° Maggio 1776), guerra civile americana, Padre Massimiliano [...]

Naturalismo – Essenza della Massoneria, Religione Solare e Laica

Naturalismo – Essenza della Massoneria, Religione Solare e Laica

  Martedì,  Luglio 15th/ 2014  - di Padre Florido Giantulli, Centro San Giorgio - Redazione Quieuropa, Nuovo Ordine Mondiale, Massoneria, Religione solare e laica, Naturalismo, Giordano Gamberini, Logge Giustinianee, List of Lodges Masonic 1973, Grand'Oriente d’Italia, Palazzo Giustiniani, Padre Augustin Barruel , Léo Taxil, Il linguaggio massonico, i riti religiosi e la religiosità solare, San Giovanni, Giano e l'allegoria del Sole, Padre Florido Giantulli, [...]

La Schiavitù Monetaria: una mostruosità storica dal 1694

La Schiavitù Monetaria: una mostruosità storica dal 1694

 Lunedì, Marzo  9th / 2015       -  di Giacinto Auriti – Postfazione al libro di Bruno Tarquini: La Banca, la Moneta el'Usura - La Costituzione tradita Redazione Quieuropa, Debito, Risparmio, Giacinto Auriti, Auriti, Bruno Tarquini, Moneta Debito, Interessi passivi, tentazioni nel deserto, Banca d'Inghilterra, Costituzione tradita, commonwealth britannico, tutto il mondo è colonia monetaria, abolizione della transustanziazione, moneta di [...]

L’essenza della truffa monetaria da Signoraggio – Il Denaro non ha Costi di Produzione

L’essenza della truffa monetaria da Signoraggio – Il Denaro non ha Costi di Produzione

Venerdì, Maggio 9th/ 2014  - di Nicola Arena e Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Sergio Basile, professor Giacinto Auriti, Stampa del denaro a costo nullo, trucco tipografico, Teoria del Valore Indotto della Moneta,  Valore Indotto, simbolo di costo nullo, reddito di cittadinanza, sopravvivenza propria, male autoprodotto, giustificabili agli occhi di Dio, signoraggio bancario, banconota di 100 euro, simbolo di costo nullo, conferiamo il [...]

Signoraggio – La Confessione dell’élite

Signoraggio – La Confessione dell’élite

Mercoledì,  marzo 19th/ 2014 – di Daniele Di Luciano / Redazione Losai / Redazione Qui Europa  –  Teramo, Bruxelles, Unione europea, Signoraggio, Daniele Di Luciano, BCE, Parlamento europeo, unione europea, confessione, Alfredo Gigliobianco, Giovanni Piersanti, Europarlamento, Emissione della banconote a Debito, Un Debito inestinguibile, La natura giuridica della proprietà dell'euro, BCE e Mario Draghi  Signoraggio - La Confessione dell'élite [...]

La lupa, il massone e la madre di tutte le schiavitù

La lupa, il massone e la madre di tutte le schiavitù

Mercoledì, Febbraio 21st / 2015     – di Rocco Carbone e Sergio Basile, Sete di Giustizia - Redazione Quieuropa, Rocco Carbone, Sergio Basile, usura monetaria, Giorgio Napolitano, Papa Francesco, Giacinto Auriti, Moneta debito, proprietà popolare della moneta, lettera a Papa Francesco  La lupa, il massone e la madre di tutte le schiavitù La moneta-debito e la distruzione indotta [...]

La Guerra di Obama è la Guerra delle Banche Centrali: Giacinto Auriti insegna!

La Guerra di Obama è la Guerra delle Banche Centrali: Giacinto Auriti insegna!

Mercoledì,  Agosto 27th/ 2014 - di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Giacinto Auriti, Sarajevo, Genova, G8, Galli da combattimento, Barack Obama, sionismo internazionale, wahhabiti, integralismo islamico, ruolo delle banche centrali, moneta debito, Siria, Washington, intervento di Terra, debito, monopoli, globalizzazione, Abruzzo Press, Dragurin Dimitrievié, Francesco Ferdinando d'Asburgo, Norodna Obdrana, Ujedinjenje ili Smrt, Dragurin Dimitrievié, Vojislav Tancosié, Sofia Chotek  La Guerra di Obama è la [...]

Perchè Gesù Cristo è il Dio Vero – Riflessione del Prof. Giacinto Auriti

Perchè Gesù Cristo è il Dio Vero – Riflessione del Prof. Giacinto Auriti

Mercoledì,  Settembre 3rd/ 2014 – di Giacinto Auriti - Testimonianza tratta da uno scritto del 2001 Redazione Quieuropa, Giacinto Auriti, Gesù Cristo, Dio vero, Vangelo secondo Giovanni, Vangelo secondo Matteo, il Corano afferma ma non dimostra la divinità di allah, il Vangelo afferma e dimostra la divinità di Gesù, Due ipotesi, due alternative, prove inconfutabili della divinità [...]

Don Luigi Villa – Profilo della Massoneria

Don Luigi Villa – Profilo della Massoneria

Venerdì,  Novembre 7th/ 2014       - di Don Luigi Villa -  tratto da "La Massoneria e la Chiesa Cattolica" Redazione Quieuropa, La massoneria e la chiesa cattolica, Luigi Villa, Chiesa Viva, Massoneria, profanazione di ostie consacrate, sette, carrierismo, potere, Lucifero, vendita dell'anima, rapporti di potere all'interno e all'esterno della loggia, Chiesa Cattolica  Don Luigi Villa [...]

Il Male, la Moneta, L’asservimento Spirituale

Il Male, la Moneta, L’asservimento Spirituale

Venerdì,  Ottobre 10th/ 2014       - di Nicola Arena / Sete di Giustizia Anguillara Sabazia -  Premessa ed introduzione di Sergio Basile Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Sete di Giustizia, Anguillara Sabazia, Giacinto Auriti, Caserta, Angela Merkel, Manuel Barroso, Herman Van Rompuy, Matteo Renzi, Martin Schulz, Sergio Basile, rate del MES, austerity-crescita, onestà e irrazionalità unite insieme danno il fanatismo, Dottrina sociale della Chiesa, diritto [...]

Divide et Impera – Capire le regole del Gioco – Prima Parte

Divide et Impera – Capire le regole del Gioco – Prima Parte

Giovedì,  Ottobre 9th/ 2014       - di Francesco Letizia / Sete di Giustizia Caserta -    con il contributo di Sergio Basile Redazione Quieuropa, Francesco Letizia, , Sete di Giustizia, Giacinto Auriti, Caserta,  Richard Coudenhove Kalergi, ingannare gli osservatori del gioco, finanziarie, padroni delle banche private, primi sei esempi, 666, cittadino autoctono contro lo straniero extracomunitario, passpartout, moneta debito, usura, padroni del gioco, giovani contro vecchi, [...]

Divide et Impera – Capire le regole del Gioco – Seconda Parte

Divide et Impera – Capire le regole del Gioco – Seconda Parte

Lunedì,  Ottobre 27th/ 2014     - di Francesco Letizia e Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Francesco Letizia, , Sete di Giustizia, Giacinto Auriti, Caserta,  Richard Coudenhove Kalergi, disoccupati contro precari;  dipendenti contro datori di lavoro; cittadini autoctoni contro extracomunitari; non nati contro ultimi arrivati; cittadini di una nazione contro altri connazionali (si pensi ai regionalismi esasperati, ai separatismi a al femminismo); vecchi contro giovani (si pensi alle accuse [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa