Giacinto Auriti: l’inganno monetario, la trappola del mercato dei cambi e della borsa valori

Venerdì, 6 Gennaio/ 2016   

di Nicola Arena e Sergio Basile / Sete di Giustizia

 Redazione Quieuropa, Giacinto Auriti, sistema bancario, Nicola Arena, Sergio Basile, Sete di Giustizia, moneta, schiavitù monetaria, sistema dei cambi, controllo  

Giacinto Auriti: l'inganno monetario, la

trappola del mercato dei cambi della

borsa valori

Le variazioni della domanda e dell'offerta di valuta estera possono

portare a delle oscillazioni dei cambi. 

Queste oscillazioni determinano una certa instabilità dei tassi che 

favoriscono manovre speculative.. Ecco come il Grande Usuraio, 

padre della moneta-debito, manovra l'economia globale

(Giacinto Auriti)

 

di Nicola Arena e Sergio Basile / Sete di Giustizia

Moneta-Debito, Mercato dei Cambi e Borsa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 La casa del Grande Usuraio: premessa storica   

Premessa – Oggigiorno è sempre più viva l’idea della pianificazione e costruzione di un "Nuovo Ordine Mondiale", antico progetto giudaico-massonico – religioso e ideologico – basato sul controllo e sulla sottomissione reale e spirituale dell’intera umanità al volere di una elite di banchieri e personaggi senza scrupoli. Infatti, in un mercato globale e monopolizzato, le multinazionali e big banks, attraverso la massa monetaria in circolazione emessa a debito e "prestata alle nazioni", hanno via via preso l’assoluto controllo sui prezzi al consumo e persino sulle materie prime, mediante l'ulteriore condizionamento della borsa valori e del mercato dei cambi: luoghi d'astrazione convenzionale capaci, come vedremo, di attrarre e consumare o sviare enormi quantità di ricchezza reale, programmando la vita di miliardi di uomini e centinaia di nazioni. Il socialismo anglo-americano giocò un ruolo essenziale nell'ambito di questo progetto sinarchico di controllo mondiale a partire dal 1971, con Richard Nixon, e ancor prima con la rivoluzione dei cambi. Interessanti furono anche i preparativi agli incontri di Bretton Woods, orchestrati dall'alta giudeo-massoneria internazionale legata a doppio filo con lo stesso socialismo anglo-americano (*). Il 19 maggio 1919, in particolare, i membri della loggia illuminista e sinarchica dei Masters of Wisdom e della Round Table, riunirono in un summit segreto un gran numero di dignitari e delegati inglesi e americani, molti dei quali appartenenti – tra l'altro – alla stessa Round Table e alla cosiddetta "Conferenza della Pace": tutte organizzazioni a trazione giudeo-massonica.  Il rappresentante Usa fu il rabbino Stephen Wise; tra i rappresentanti inglesi spiccava l'economista socialista John Maynard Keynes, autore di opere preconizzanti la nascita di un Nuovo Ordine Mondiale, fondato proprio sulla dottrina socialista (*). In quell'incotro furono gettate le basi per un collaborazionismo con Mosca nella direzione della promozione a vasto raggio e su scala mondiale del socialismo anglo-americano e del contestuale "anglo-israelismo". In appena un ventennio si giunse al summit di Bretton Woods, tappa essenziale – anche se transitoria – del piano mondialista. Appoggiati da influenti scienziati dell’economia, da Nobel di comodo spinti al "riconoscimento internazionale" per mere ragioni ideologiche, politiche e "religiose" (**)si è costruita nei secoli una scienza basata su questi parametri: per cui, seppur ingannevole, questa pratica viene riconosciuta a livello globale come l'unica strada percorribile.

       Il sistema monetario globale dollarocentrico targato FMI

        unitamente all'emissione monetaria a debito dei popoli

- e senza riserva aurea a copertura – da parte delle banche centrali

                   (con la statunitense Federal Reserve Bank in testa)

  ha sancito la definitica manomissione del sistema economico globale

             e il passaggio dall'economia reale alla perniciosa

                    finanziarizzazione del sistema economico. 

Il Grande Usuraio ha costruito la sua casa ideale, il "Nuovo Ordine".

(*) vedi qui Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 1 e qui Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 2 (**) Il mondialismo (Nuovo Ordine Mondiale) è la religione giudeo-massonica dei seguaci di Lucifero e nemici dichiarati di Gesù Cristo

  Il falso mito dei manipolatori della ricchezza 

Roma, Catanzaro di Nicola Arena e Sergio Basile, Sete di Giustizia - Iniziamo il nuovo anno ponendoci delle domande su un argomento poco discusso, perché accettato ormai come dogma economico a livello mondiale e quindi non messo mai in discussione. L’argomento riguarda il mito della borsa e il correlato mito del mercato dei cambi o mercato valutario, che "regolamenta" gli scambi fra le varie monete mondiali: sistema viziati a monte dall'emissione a debito della moneta in generale e del dollaro Usa in particolare. Quando parliamo di mercato valutario facciamo riferimento al foreign exchange market (scambio di valuta estera) o Forex (FX) luogo in cui una valuta viene scambiata con un'altra ad un prezzo variabile. Ovviamente il mercato prevede prezzi diversi e il variare dei prezzi è funzionale alla variazione o oscillazione dei valori delle diverse valute monetarie. Il valore è, quindi, elastico e controllabile, di conseguenza! Il foreign exchange market è il più grande mercato al mondo, in termini di valore delle transazioni ed include gli scambi che avvengono tra grosse istituzioni bancarie, ma anche gli scambi tra banche centrali, speculatori valutari, governi, imprese multinazionali e altri attori istituzionali e finanziari. Tutto è maledettamente correlato! L'attività quotidiana di scambio che ha luogo nei mercati fx globali è di poco inferiore ai 2000 miliardi di dollari. I piccoli speculatori o trader - privati, broker e operatori bancari - rappresentano, contrariamente a quanto si possa pensare, solo una minima parte del mercato in questione.

 Oscillazione e speculazione                                  

Prima di andare oltre, tuttavia, è necessaria una breve premessa: la moneta (fra le tante funzioni alle quali assolve – vedi es.: art. 1277 cc.) è un’unità di misura dei beni e dei servizi e quindi misura il valore della totalità degli elementi esistenti in natura, si materiali che immateriali. Inoltre, tutto ciò che esiste in natura ed è potenzialmente destinato allo scambio ha un valore è deve quindi avere un prezzo. Ovviamente in un mondo privo di prodotti e servizi, la moneta non avrebbe la necessità di esistere. Chiediamoci adesso: chi determina il valore di questa fondamentale unità di misura? Come mai questo valore cambia in continuazione? E’ un "ottimale" modo contabile per aggiustare continuamente i molteplici parametri economici condizionanti le varie attività commerciali e sociali mondiali, oppure c’è qualcos’altro che ci sfugge? Leggiamo brevemente, in merito, per dare un'idea più chiara della questione in esame, alcune definizioni presenti sul sito DirittoEconomia.net:

          le variazioni della domanda e dell'offerta di valuta estera

                   possono portare a delle oscillazioni dei cambi.

     Queste oscillazioni determinano una certa instabilità dei tassi 

                         che favoriscono manovre speculative.

Quindi, come  i nostri lettori comprenderanno senza possibilità di fraintendimenti, il termine oscillazione richiama e amplifica il concetto di speculazioneEsempio: quando il tasso di cambio di una moneta straniera è basso, uno speculatore acquista una notevole quantità di essa. Questo determina un aumento del tasso di cambio per effetto dell'aumento della domanda. A questo punto lo speculatore rivende la moneta straniera guadagnando la differenza tra il tasso di cambio di vendita e quello di acquisto.

     Tuttavia, la vendita di un forte quantitativo di moneta straniera

            porta a un nuovo abbassamento del tasso di cambio. 

   In genere, l'attività speculativa, accentua le oscillazioni dei cambi

 generando ulteriori elementi di rischio nel commercio internazionale (1)

(1) Cfr.: Oscillazione dei cambi – DirittoEconomia.net

 La risposta ideale del Prof. Auriti                               

Per semplificare ulteriormente questi concetti e per avere una visione più ampia del problema, chiediamo virtualmente un parere a un autorevolissimo esperto monetario il professor Giacinto Auriti (lo scopritore del valore indotto della moneta, nonché padre dell'omonima teoria) in merito ai veri motivi delle oscillazioni delle quotazioni delle varie monete mondiali. Virtuale poiché il grade professor Auriti l'11 Agosto del 2006 si spense a Roma, dopo aver tracciato un solco indelebile ed epocale della storia economica, giuridica e monetaria di ogni tempo.

             Professor Auriti, come mai in un determinato periodo

si verifica un aumento del valore di una moneta rispetto a un’altra

            e in un altro preciso momento, accade il contrario? 

"Le rispondo una cosa molto semplice: i valori monetari sono manipolati, perché i vertici monetari dispongono di due strumenti, un rubinetto e un aspiratoreFaccio un esempio: quando apro il rubinetto, prevedo che aumenti l’acqua. In pratica sono in grado di creare quel fenomeno che sono in grado di prevedere. Nella situazione opposta, nel momento in cui aziono l’aspiratore e prosciugo dal mercato, la moneta, la faccio più rara. 

                Le oscillazioni delle quotazioni delle monete

           sono create artatamente per ingrassare gli usurai 

               che stanno ai vertici delle banche centrali. (2)

                                       Prof. Giacinto Auriti

(2) Cfr.: ascolta il Prof. auriti  dal minuto 37 di questo video Kissinger, Napoleone, Waterloo e gerarchie massoniche – YouTube 

 Giacinto Auriti: come la FED controlla il mondo 

 La strategia della moneta debito sta in pugno della Federal Reserve,

     della Banca d'Inghilterra e in parte anche della Banca di Francia… (3)

                                        Prof. Giacinto Auriti

"Quando noi vediamo che crolla il mercato del Giappone è perché in partenza c'è moneta debito e non moneta proprietà. Cioé, quando la Federal Reserve Bank emette i dollari prestandoli e il dollaro diventa la moneta di riferimento, la moneta base, cioé la riserva, può dire in qualsiasi momento "io rivoglio indietro i miei soldi!". In quel momento che cosa avviene? Avviene che si ferma il giro della liquidità monetariaInfatti abbiamo detto che il valore della moneta è come la dinamo. La dinamo quanto più gira tanto più si accende la lampadina. Più aumenta la velocità di circolazione delle monete, dei valori monetari, più aumenta il valore indotto.

    Su questa regola noi abbiamo visto l'esplosione dei  valori di borsa...

                                       Prof. Giacinto Auriti

(3) Cfr.: ascolta il Prof. auriti  dal minuto 15 di questo video Evasione fiscale e Signoraggio. In tasca a chi vanno le tasse degli italiani?

 Cos'è la convenzione di borsa?                              

                            Che cosa sono i valori di borsa? Semplice!

                Mentre prima l'uomo si metteva d'accordo per attribuire

valore monetario alla conchiglia, alla pelle di castoro, o allo scarabeo di argilla,

                         che erano simboli monetari convenzionali,

 oggi (invece) hanno stabilito di incorporare il valore monetario nei titoli azionari.

                                        Questo che significa?

        Vuol dire che che il valore del titolo azionario non è più ancorato

ai valori reale del capitale conferito, ma si basa sulla convenzione di borsa

                e la convenzione di borsa è la dinamo accesa.

Ora che cosa avviene? Quando io fermo la dinamo si spegne la lampadina!

                Perché è crollato il mondo delle borse in Giappone?

Perché abbiamo avuto la crisi in Tailandia? Perché abbiamo avuto la crisi in Russia?

    Perché questi che immettono la moneta (moneta-debito) in circolazione

             a un certo punto fermano la dinamo e si spegne la luce.

                                             Prof. Giacinto Auriti

 Ecco perché hanno creato un sistema dollarocentrico

Allora è determinante (continua Auriti) far girare o non girare la dinamo, cioé emettere moneta in circolazione o ritirare moneta dalla circolazione (dal momento che la moneta, tutta la moneta in circolazione, è emessa dalle banche centrali tutta prestando). 

                    Quindi in qualsiasi momento la banca centrale 

                può ritirare dal mercato anche il 100% – se vuole - 

                                       del denaro in circolazione. 

         E questo lo può fare tanto più se il dollaro opera all'estero

                                          Prof. Giacinto Auriti

perché fintanto che si tratta del popolo americano nel ritirare il 100% ci sono delle reazioni anche di carattere sindacale, di carattere politico; quando però il dollaro viene utilizzato all'estero i grandi strozzini se ne fottono della reazione che hanno  i popoli o i lavoratori … Ne sono prova le crisi che si stanno realizzando in Russia… (…) Oggi il consumatore non è solo il cittadino che vive, ma anche chi ha i soldi per acquistare i beni di consumo! Ecco perché la soluzione sta nel redistribuire un reddito di cittadinanza (a credito) a tutti! Come cittadini! Così noi realizziamo una forma di attenuazione del bisogno disperato di denaro.

 Moneta, criminalità e stato di necessità perenne        

E' lo stato di necessità che induce il cittadino a rubare

                                La micro-criminalità è data dai 

              vuoti monetari programmati dalla banca centrale. (…) 

           Oggi la rarità è programmata e noi dobbiamo stare zitti 

                 quando ci danno i nostri soldi con il contagocce, 

                                  dopo che ce li hanno rubati!

                                          Prof. Giacinto Auriti

La struttura condiziona la scelte etiche… Noi abbiamo iniziato a vivere tempi di decadenza, quando è iniziato a cambiare il concetto di società! (…)

  La borsa non è un mercato di beni reali                  

La borsa non è un mercato di beni reali ma un mercato di crediti monetari. La grande opinione pubblica (continua Auriti) pensa che il titolo azionario sia una quota di proprietà del capitale che stà nelle mani dell'azionista. Non è vero nulla! Perché 

                              al momento del conferimento del capitale 

   la proprietà passa dal socio alla società, che è un "fantasma giuridico", 

                              cioé un concetto senza contenuto umano.

                In cambio questo fantasma rilascia all'azionista un titolo 

                               (una cambiale: che è il titolo azionario) 

     con cui la società si indebita verso l'azionista per un valore monetario 

                                  pari al valore del capitale conferito. 

Ciò significa che il titolo azionario esprime valori monetari e non valori reali… 

 Come il grande usuraio manovra la borsa valori 

Quando c'è una spinta inflazionistica i beni reali aumentano di valore, mentre i crediti e i valori monetari scendono di valore… Dunque quando c'è spinta inflazionistica la borsa crolla! Quando invece c'è una spinta deflazionistica la borsa sale, perché segue le oscillazioni di valore della moneta, non le oscillazioni di valore dei capitali reali. Allora chi è che comanda? Per capite tutto bene, prima di capire cos'è la borsa bisogna capire cos'è il titolo azionario, che cos'è la società anonima, che cos'è la moneta e che cos'è la banca. O uno capisce tutte queste cinque cose insieme o non capisce nessuna di esse… Quando io ho ridotto i valori di borsa a valori di crediti monetari, se io ho in mano il rubinetto e l'aspiratore, con il rubinetto posso stampare e mettere sul mercato tutto il denaro che voglio… con l'aspiratore faccio ritirare dal mercato, con prelievi fiscali o con interessi bancari quantità di denaro che io stabilisco. Quindi se io ho questo potere di creare o abbondanza di monetà o rarità monetaria, cioé creare arbitrariamente o spinte inflazionistiche o spinte deflazionistiche, io senza rischio, a costo nullo o tipografico, posso creare tutto il denaro che voglio, io sono in grado di far ballare la borsa come mi pare… 

 Le false previsioni del politico-cameriere                                            

I grandi vertici sono coloro che hanno il potere sul rubinetto e sull'aspiratore… Ecco perché quando io dico "prevedo che esce l'acqua dal rubinetto… e giro la manovella" subito qualcuno dice: "guarda quant'è bravo quello che è riuscito a prevedere gli incrementi di liquidità!" Grazie!

     Ecco perché il politico (che è il cameriere del banchiere) aumenta le tasse…

            Perché il padrone che è il banchiere vuole prosciugare il mercato.

         Il prelievo fiscale, dunque, non è il costo delle funzioni e dei servizi …

                         ciò valeva solo nel sistema di moneta-proprietà

                                        (quando c'era la moneta d'oro).

            Noi siamo i proprietari provvisori del denaro che abbiamo i tasca!

                                               Prof. Giacinto Auriti

 Il maestro della manipolazione                                    

Grazie alla risposta del professor Auriti, abbiamo compreso che pochi uomini che stanno ai vertici delle banche centrali sono in grado di causare le oscillazioni dei valori monetari, perché sono essi stessi anche in grado di prevederli e programmarli. Verrà il giorno in cui queste diavolerie contabili cesseranno di esistere e gli uomini vivranno nella semplicità, avulsi da tecnicismi fuorvianti e inutili. Quel giorno vedrà la luce quando gli esseri umani acquisteranno la consapevolezza di dover necessariamente pretendere ciò che essi stessi creano. Occorre, però, la cognizione che esiste un nemico silente che espropria e indebita del proprio valore l’intera umanità. Quel nemico è il GRANDE USURAIO.

                                     Fin quando il grande usuraio potrà

      manipolare le unità di misura del valore dei beni, a proprio piacimento,

    esso ne condizionerà il prezzo e il valore del nostro tempo per realizzarli,

             dominerà i nostri pensieri e il benessere dell’uomo sarà frutto

                                     delle sole sue arbitrarie concessioni.

Quando la gente avrà compreso di poter scegliere nel concreto se essere proprietaria o la debitrice dei propri soldi, allora potrà rivendicare, finalmente e per sempre, i propri diritti. Riacquisterà la capacità di modificare i prezzi dei propri prodotti, secondo logica e necessità, sottraendo all’usuraio la facoltà di modificare le unità di misura dei prodotti stessi. Con la proprietà popolare della moneta riusciremo a ripristinare l’esatto equilibrio di diritti e doveri fra noi esseri umani e la natura che ci circonda e della quale siamo parte essenziale nel progetto Divino.

Nicola Arena, Sergio Basile / Sete di Giustizia (Copyright © 2016 Qui Europa)

in collaborazione con "Sete di Giustizia" / Associazione Nazionale Auritiana

partecipa al dibattito – infounicz.europa@gmail.com

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

_______________________________________________________________________________________________________________

 Video correlati – Giacinto Auriti                            

Evasione fiscale e Signoraggio. In tasca a chi vanno le tasse degli italiani?

Kissinger, Napoleone, Waterloo e gerarchie massoniche – YouTube 

______________________________________________________________________________________________________________

 Sete di Giustizia – Seguici su Facebook               

NOI  SIAMO  PER LA PROPRIETÀ  POPOLARE DELLA   MONETA.

Oggi la moneta nasce di proprietà della banca che la emette prestandola ai cittadini.

Noi vogliamo che nasca di proprietà dei cittadini e che sia accreditata 

ad ognuno come " REDDITO di CITTADINANZA ".

DISEGNO DI LEGGE N°1282 SENATO XII LEGISLATURA 

DIS. LEGGE N°1889 SENATO XIII LEGISLATURA

Disegno di Legge proposto dal Sindacato Anti USura 

Segretario Generale  avv. prof. Giacinto Auriti

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

Vedi anche  www.simec.org e Sete di Giustizia

____________________________________________________________________________________________

 Articoli correlati                                                        

I Programmatori del tempo

I Programmatori del tempo

Venerdì, 30 Dicembre/ 2016    di Nicola Arena / Sete di Giustizia  Redazione Quieuropa, sistema bancario, Nicola Arena, Sete di Giustizia, moneta, schiavitù monetaria, programmatori del tempo, usurai, riconquista del tempo  I Programmatori del tempo Chi sono? Come fanno a condizionare il nostro tempo e la nostra intera esistenza? Che fare?   di Nicola Arena [...]

Nuovo Ordine – Come stravolsero il sistema dei cambi per mettere le mani sul mondo

Nuovo Ordine – Come stravolsero il sistema dei cambi per mettere le mani sul mondo

Venerdì, Maggio 29th/ 2015     - di Nicola Arena - con il contributo di Sergio Basile, Presidente "Sete di Giustizia" Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Giacinto Auriti, Moneta debito, lavoro umano, concetto sovversivo di moneta, Bretton Woods, Cambi fissi e cambi variabili, Hitler, Speculazioni, Nobel di Comodo, FMI, Fondo Monetario Internazionale, John Maynard Keynes, Giudeo-Massoneria, Anglo-israelismo, anglo-americamismo, socialismo, Fabian Society  Nuovo [...]

Il mercato dei cambi: una colossale truffa

Il mercato dei cambi: una colossale truffa

Domenica, Marzo 20th / 2016     - di Nicola Arena, Sete di Giustizia - Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Giacinto Auriti, Moneta debito, Mario Draghi, BCE, mercato dei cambi, Quadragesimo Anno, Pio XI, banchieri centrali   Il mercato dei cambi: una colossale truffa L'inganno della borsa e il controllo del prezzo dei prodotti al tempo del debito perenne e inestinguibile   di Nicola Arena, [...]

Giacinto Auriti: l’uomo che surclassò liberismo e socialismo

Giacinto Auriti: l’uomo che surclassò liberismo e socialismo

Venerdì, 22 Aprile/ 2016    – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Giacinto Auriti, Nuovo Ordine Mondiale, Benedetto XVI, Cardinal Ratzinger, Nuovo Disordine Mondiale", social-comunismo, liberal-capitalismo, contrapposizioni fittizie, Giudeo-Massoneria e Socialismo anglo-americano,  Bretton Woods, Masters of Wisdom, Round Table, John Maynard Keynes, deficit spending, debito pubblico, moltiplicatore economico della ricchezza nazionale, moneta-debito,Von Mises e Von Hayek, privatizzazioni e libero mercato, Patto di Bilancio, credito pubblico, moneta-credito, inutile contrapposizione tra profeti del liberismo [...]

La grande eresia – Commonwealth, moneta e giudaizzazione delle nazioni

La grande eresia – Commonwealth, moneta e giudaizzazione delle nazioni – 1

Sabato, 4 Giugno/ 2016    –  di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia, Giacinto Auriti, Repubblica dell'usura, Valori cristiani, ebraicizzazione della società, protestantesimo, Banca d'Inghilterra, Diego Fusaro, causa ebraica, Cardinal Ratzinger, eresia giudeo-protestante, Test Act, L'Etica Protestante e lo Spirito Capitalismo, Max Weber, Protestantesimo  La grande eresia -  Commonwealth, moneta e giudaizzazione delle nazioni – I Parte Londra & dintorni – L'intreccio [...]

Moneta-debito e Debito pubblico: siamo vittime di un ciclopico plagio culturale

Moneta-debito e Debito pubblico: siamo vittime di un ciclopico plagio culturale

Venerdì, 1 Aprile 2016  - Redazione Qui Europa - Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia, Prof. Giacinto Auriti, moneta-debito, crisi economica, truffa del debito pubblico, censura, teoria auritiana, buon senso del contadino  Moneta-debito e Debito pubblico: siamo vittime di un ciclopico plagio culturale Non è una questione di sprechi! Il debito è un fenomeno indotto e studiato per schiavizzare e controllare le nazioni e i [...]

La più maestosa opera satanica della storia: la moneta-debito

La più maestosa opera satanica della storia: la moneta-debito

Lunedì,  Gennaio 18st/ 2016  - di Nicola Arena, Sete di Giustizia / introduzione di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia, Nicola arena, Giacinto Auriti, moneta, moneta debito, confusione tra soggetto e oggetto, la più maestosa opera satanica della storia  Storia ed Economia – Moneta-Debito: la più grande truffa contro i popoli La più maestosa opera [...]

Verso l’eliminazione delle pensioni: un crimine profetizzato dal Prof. Auriti

Verso l’eliminazione delle pensioni: un crimine profetizzato dal Prof. Auriti

Lunedì, 20 Giugno/ 2016  - Redazione Qui Europa - Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia, Ape, Prof. Giacinto Auriti, moneta-debito, crisi economica, truffa del debito pubblico, teoria auritiana, pensioni, reddito di cittadinanza  Verso l'eliminazione delle pensioni: un crimine profetizzato dal Prof. Auriti "Il problema di fondo è quello di vedere la nascita dell'usura  al momento in cui viene emessa la moneta, quando viene emessa [...]

Moneta Debito: la più grande opera di Satana

Moneta  Debito: la più grande opera di Satana

- di Nicola Arena, Sete di Giustizia / introduzione di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia, Nicola arena, Giacinto Auriti, moneta, moneta debito, confusione tra soggetto e oggetto, la più maestosa opera satanica della storia  Storia ed Economia – Moneta-Debito: la più grande truffa contro i popoli Moneta  Debito: la più grande opera di Satana [...]

Chieti inaugura la “Scalinata Giacinto Auriti”: genio della teoria monetaria, padre della proprietà popolare della moneta

Chieti inaugura la “Scalinata Giacinto Auriti”: genio della teoria monetaria, padre della proprietà popolare della moneta

Domenica, 25 Settembre/ 2016    di Sergio Basile, Presidente "Sete di Giustizia"  Redazione Quieuropa, Scalinata Giacinto Auriti, Chieti, Sovranità dignità e Moneta, Moneta debito, sistema bancario, Sergio Basile, Giacinto Auriti, SIMEC, Brecciaio, Antonio Pimpini, Umberto Di Primio, Madonna di Fatima  Chieti inaugura la "Scalinata Giacinto Auriti":  genio della teoria monetaria, padre della proprietà popolare della moneta [...]

Denaro-debito e Cabala: il maledetto trucco per schiavizzare i popoli

Denaro-debito e Cabala: il maledetto trucco per schiavizzare i popoli

Mercoledì, 2 Novembre/ 2016    di Matteo Mazzariol / Presidente Movimento Distributista Italiano  Redazione Quieuropa, Movimento Distributista, Chesterton, Matteo Mazzariol, banchieri, Cabala, Moneta Debito, satanismo, magia, schiavitù  Denaro-debito e Cabala: il maledetto trucco per schiavizzare i popoli Il nesso fondamentale tra cabala e pane quotidiano è costituito dal denaro ed in particolare dal meccanismo di creazione [...]

Il Liberalismo: l’anello di congiunzione tra Capitalismo, statalismo (Marxismo) e permissivismo morale

Il Liberalismo: l’anello di congiunzione tra Capitalismo, statalismo (Marxismo) e permissivismo morale

Giovedì, 17 Novembre/ 2016    di Sergio Basile e Matteo Mazzariol  Redazione Quieuropa, Movimento Distributista, Chesterton, Sergio Basile, Matteo Mazzariol, Liberalismo, Capitalismo, Marxismo, permissivismo morale, Karl Marx, Lenin, Rivoluzione Bolscevica, sistema bancario  Il Liberalismo: l'anello di congiunzione tra Capitalismo, statalismo (Marxismo) e permissivismo morale I figli di Hegel in tv: un imbarazzante e ingannevole monologo che dura da [...]

Il messaggio di Fatima e la rivoluzione monetaria di Giacinto Auriti

Il messaggio di Fatima e la rivoluzione monetaria di Giacinto Auriti

- di Sergio Basile, Presidente "Sete di Giustizia" - Redazione Quieuropa,  Sergio Basile, Madonna di Fatima, 13 Maggio, Guardiagrele, Giacinto Auriti, Supplica alla Madonna di Fatima, Approvazione eclesiastica, Sete di Giustizia, Guardiagrele, Padre Colombano, Codice Civile Greco, Nuovo Testamento, scontro finale tra bene e male di cui parla l'Apocalisse, citazione di Gesù, San Bernardino da Siena, usurai medievali ebrei, Sant’Eusanio del Sangro, testimonianza di [...]

La falsa Democrazia e i cattivi profeti del nostro tempo, marxisti, liberisti & Co

La falsa Democrazia e i cattivi profeti del nostro tempo, marxisti, liberisti & Co

Lunedì, 7 Novembre/ 2016    – di Sergio Basile e Matteo Mazzariol -   Redazione Quieuropa, Sete di Giustizai, Movimento Distributista, Matteo Mazzariol, Sergio Basile, Moneta Debito, Socialismo, Gilbert Keith Chesterton, Giacinto Auriti, Ezra Pound, Social comunismo, socialismo, liberismo, sistema bancario internazionale, falsa democrazia, dittatura  La falsa Democrazia e i cattivi profeti del nostro tempo: marxisti, liberisti & Co.  L'alternativa auritiana e quella distributista [...]

Stato Servile, una diabolica convergenza – Che fare?

Stato Servile, una diabolica convergenza – Che fare?

Domenica, 13 Novembre/ 2016    di Matteo Mazzariol / Presidente Movimento Distributista Italiano  Redazione Quieuropa, Movimento Distributista, Chesterton, Matteo Mazzariol, corporazioni  La svolta distributista: la necessità di restituire il potere reale alla gente  Il bluff delle moderne democrazie: cosa lo regge in piedi   di Matteo Mazzariol / Presidente Movimento Distributista Italiano         [...]

Donald Trump, l’uomo utile al Nuovo Ordine

Donald Trump, l’uomo utile al Nuovo Ordine

Sabato, 12 Novembre/ 2016    di Sergio Basile  Redazione Quieuropa, Donald Trump, Mondialismo, Strategie, media,  AIPAC, Palestina, Israele, Iran, marketing, Nuovo Ordine Mondiale, Stati Uniti d'America, Federal Reserve, Casa Bianca, Presidenziali Usa 2016   Donald Trump, l'uomo utile al Nuovo Ordine Per quanto un uomo possa essere razionale, ci sarà sempre una favola alla quale finirà per credere…   [...]

Da Babilonia a Gerusalemme – Qual è la divinità dell’ebraismo e della Cabala? / 1

Da Babilonia a Gerusalemme – Qual è la divinità dell’ebraismo e della Cabala? / 1

 Martedì, 15 Novembre/ 2016    – di Elizabeth Dilling -  Redazione Quieuropa, Elizabeth Dilling, Piero Pisani, Centro Sa Giorgio, esoterismo, Cabala, Kabbalah, origini occulte, Massoneria, Governo Globale, Ebraismo, Satanismo, Zohar   Da Babilonia a Gerusalemme – Qual è la divinità dell'ebraismo e della Cabala? / 1  Panteismo, magia, paganesimo: la rottamazione del Vecchio Testamento   di Elizabeth Dilling  (1)  [...]

Da Babilonia a Gerusalemme – Cabala ebraica, culla di gnosticismo, sincretismo, darwinismo, marxismo / 2

Da Babilonia a Gerusalemme – Cabala ebraica, culla di gnosticismo, sincretismo, darwinismo, marxismo / 2

Mercoledì, 16 Novembre/ 2016    - di Elizabeth Dilling (1894-1966)  -  Redazione Quieuropa, Elizabeth Dilling, Piero Pisani, Centro Sa Giorgio, esoterismo, Cabala, Kabbalah, Ebraismo, Satanismo, Zohar, Spinoza, Marx, Darwin, Induismo, Gnosticismo, Panteismo, Sefirot, National Conference of Christians and Jews  Da Babilonia a Gerusalemme – Cabala ebraica, culla di gnosticismo, sincretismo, darwinismo, marxismo / 2 Cabala: alienazione e detronizzazione di Dio: glorificazione luciferina [...]

Duello Trump-Clinton: la Grande Farsa

Duello Trump-Clinton: la Grande Farsa

Martedì, 18 Ottobre/ 2016    di Sergio Basile  Redazione Quieuropa, Sergio Basile, elezioni Usa, Clinton, Trump, sionismo, Farsa elettorale  Duello Trump-Clinton: la Grande Farsa I retroscena di un falso scontro già deciso a tavolino: il vincitore è già noto… Ed è sempre lo stesso!    di Sergio Basile                   [...]

Come in un gioco – Moneta e ricchezza viste con gli occhi di un bambino

Come in un gioco – Moneta e ricchezza viste con gli occhi di un bambino

Mercoledì, 9 Novembre/ 2016    di Nicola Arena e Sergio Basile / Sete di Giustizia  Redazione Quieuropa, Nicola Arena,  Sergio Basile, Sete di Giustizia, moneta-debito, Giacinto Auriti, Bambini, domanda, Apocalisse, Monopoli, Nuova era  Come in un gioco – Moneta e Ricchezza, viste con gli occhi di un bambino  Il punto di vista di un bambino? Auspicabile e provvidenziale, quando il [...]

III Cerchio VII Girone infernale: è questo il posto più adeguato per i banchieri?

III Cerchio VII Girone infernale: è questo il posto più adeguato per i banchieri?

Lunedì, 31 Ottobre/ 2016    di Matteo Mazzariol / Presidente Movimento Distributista Italiano  Redazione Quieuropa, Movimento Distributista, Chesterton, Matteo Mazzariol, banchieri, Medici, San Tommaso d'Aquino, Dante Alighieri  III Cerchio VII Girone infernale: è questo il posto più adeguato per i banchieri? Lo snaturamento dello strumento denaro: origini e cause dell'usura in San Tommaso d'Aquino e Dante [...]

5 Stelle, il diversivo utile ai poteri forti

5 Stelle, il diversivo utile ai poteri forti

Domenica, 30 Ottobre/ 2016    di Matteo Mazzariol / Presidente Movimento Distributista Italiano  Redazione Quieuropa, Movimento Distributista, Chesterton, Matteo Mazzariol, Hilaire Belloc, capitalismo e socialismo, Beppe Grillo, Movimento 5 Stelle, Famiglia, Proprietà popolare della moneta, Capitale e lavoro, superamento della partitocrazia, rete sovrana, bluff della democrazia in rete  5 Stelle, il diversivo utile ai poteri forti [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa