La più maestosa opera satanica della storia: la moneta-debito

Lunedì,  18 gennaio / 2016

 - di Nicola Arena, Sete di Giustizia / introduzione di Sergio Basile -

Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia, Nicola arena, Giacinto Auriti, moneta, moneta debito, confusione tra soggetto e oggetto, la più maestosa opera satanica della storia

 

La più maestosa opera satanica della storia: 

la moneta-debito  

Se si vuol comprendere la storia, quella vera, non si

può far a meno di seguire la pista bancaria e

l'inconfondibile odore delle banconote

 

di Nicola Arena, Sete di Giustizia / introduzione di Sergio Basile

Moneta-Debito - La più grande opera satanica della storia per distruggere l'umanità e dominare

 La stirpe di Satana e lo strumento della moneta-debito                            

Roma Se si vuol comprendere la storia, quella vera, non si può far a meno di seguire la pista bancaria e l'inconfondibile odore delle banconote. Il Comunismo s'impose in Russia grazie all'azione ordinata e scientifica del sistema bancario internazionalista. Stesso avvenne ai tempi del gran pontefice della massoneria americana, Albert Pike (vedi foto) negli Usa: ai tempi, cioé, dell'assassinio di Abramo Lincoln e della guerra usuroctratica per il controllo dell'emissione monetaria mossa contro il popolo americano sotto l'egida del casato Rothschild (famiglia di banchieri – la più ricca e potente al mondo – da più parti definita come "la stirpe di Satana"). Tutte le maggiori guerre e rivoluzioni della storia sono state ingenerate dallo strumento satanico per eccellenza. Allora è utile, in tal sede, comprendere oltre quel che ci è dato di sapere… il futuro dei nostri figli, infatti, dipenderà anche da questo e dall'esito di una guerra di religione che va avanti da duemila anni…

introduzione di Sergio Basile

 

Moneta-Debito - La più grande opera satanica della storia per distruggere l'umanità e dominare

 La moneta nella confusione tra oggetto e soggetto                                     

Roma - di Nicola ArenaLe parole sono importanti per dare un significato alle cose. Spesso alcuni oggetti o concetti spirituali, per essere spiegati hanno bisogno di molte definizioni, che ne danno un significato appropriato e per questo motivo, a volte, si cercano termini sostitutivi che, però, non potranno mai rendere giustizia a un concetto più complesso. A volte, ancora, si usano degli acronimi che da un lato semplificano, dall’altro rendono incomprensibile il significato stesso; in definitiva, la buona o cattiva fede induce l’utilizzatore a un impiego delle parole con finalità di bene o di maleQuesta premessa appare doverosa, nonostante un’apparente ovvietà, per condurci alla spiegazione di un oggetto molto importante, semplice e che condiziona le vite di tutti noi, ovverosia la monetaAdesso per una più semplice spiegazione del significato di quest’oggetto, ci concentriamo esclusivamente sulla banconotaCominciamo con lo spiegare in maniera articolata il significato di moneta.

 Moneta: Promessa di pagamento, contenitore di valore convenzionale 

Esso indica: 1)    “una promessa di pagamento di beni reali o immateriali, che il beneficiario cioe’ colui che emette quella promessa si impegna ad onorare e a mantenere nel tempo nei confronti di chi gli ha gia’ erogato beni e servizi”. 2)      “un contenitore di valore convenzionale esigibile dal portatore, dalla comunita’ che ha emesso quel simbolo”: per questo motivo la moneta dev’essere dichiarata di proprietà del portatore. Questa promessa di pagamento, quindi, determina il “diritto assoluto di pretendere beni e servizi in cambio”, per ricompensare i servizi erogati o erogabili dall’accettante.

 Moneta: unità di misura di valore di beni reali, simbolo materiale         

Esso indica ancora: 3)  “un’unita’ di misura di valore di beni reali, corrispondente essa stessa a un valore incorporato nella stessa unita’ di misura”. Premettiamo che il professor Giacinto Auriti dopo quaranta anni di studi universitari ha già espresso chiaramente questo concetto nei suoi libri e nei tanti video realizzati e disponibili sul web. Egli affermava che poiché la moneta è un’unità di misura del valore e tutte le unità di misura hanno la qualità di quello che devono misurare, la moneta è quindi unità di misura del valore e valore della misura, cioè potere d’acquisto4)  un simbolo materiale necessario a rendere visibile un concetto spirituale, qual è appunto il valore.

 Cos'è il valore? Cos'è la moneta in veste giuridica?                                     

Ricordiamo sempre il concetto di valore espresso dal “professore”: il valore è una previsione fatta da una persona in un rapporto fra fasi di tempo conseguenti, finalizzata al raggiungimento del proprio benessere (fisico o spirituale). Es.: “la penna ha valore perché prevedo di scrivere” quindi non è l’oggetto a possedere un valore proprio ma è la persona umana che glielo conferisce. 5) La moneta e’ quindi una fattispecie giuridica oggetto di diritto individuale (nel riceverla, in cambio di beni o servizi resi) e allo stesso tempo, un oggetto di obbligo collettivo (nell’accettarla).  Questo connubio di diritti e doveri è regolato convenzionalmente e sancito dalla legge attraverso il corso legale.

 L'aspetto psicologico della moneta                                                                 

Ovviamente scrivere su una banconota tutte quelle definizioni sopra riportate – e sicuramente tante altre, che ne accrescano l’importanza e ne dettaglino il senso - sarebbe impossibile e oltremodo inutile, quindi, per semplicità ogni comunità o Stato ha chiamato la moneta con un proprio nome: dollaro, sterlina, lira, franco ecc. ecc.. Qui entra in gioco l’aspetto psicologico inizialmente spiegato. Chiamando con un nome unico un oggetto così complesso, se ne snatura semplicisticamente il significato e quindi lo stesso strumento potrà essere interpretato dalla comunità come oggetto avente un valore proprio. Si realizza così, erroneamente – come dimostrò Auriti - la dimostrazione del concetto Hegeliano, cioè quello di confondere il SOGGETTO (persona umana vera creatrice di valore, perché capace di previsione temporale, di cui al punto 4) con l’OGGETTO moneta (mezzo materiale utilizzato per rendere visibile il valore ma, per i motivi spiegati al punto 4, privo di valore proprio se scorporato dalla convenzione).

 La moneta è solo un "valore potenziale"                                                       

La moneta perciò, pur avendo un potere d’acquisto certificato dalla legge, è solo un potenziale valore, che lo rende effettivo solo dopo la materializzazione in beni reali ricevuti e che quindi realizza quella previsione temporale nel giudizio di valore creato dal pensiero umano.

 Un facile esempio                                                                                               

Facciamo adesso un breve esempio, per rendere meglio l’idea: Lo Stato (comunità) ha bisogno di un bene collettivo, per esempio un ospedale. Attraverso gare d’appalto, la ditta aggiudicatrice realizza l’opera per un valore di 10 milioni di euro. Lo Stato (comunità) consegna al titolare della ditta costruttrice una promessa di pagamento di 10 milioni di euro, che corrispondono al bene realizzato. A questo punto la ditta distribuisce tale somma a tutto il personale impegnato nell’opera. Queste persone adesso si rivolgono ai membri dello Stato (comunità) per ricevere in cambio beni e servizi, presentando quella forma di pagamento ricevuta in precedenza. A quel punto si compie il baratto e tutti sono soddisfatti. Inoltre, poiché la moneta è un bene ripetibile all’infinito, quel denaro ha accresciuto la ricchezza dei cittadini della comunità. Infatti, lo Stato si trova adesso in possesso sia dell’ospedale sia della moneta corrispondente.

 Ecco perché la moneta deve essere di proprietà del portatore               

Per questo motivo, chi accetta la moneta è sicuramente il creditore nei confronti della comunità, di beni e serviziRipetiamo il concetto ancora una volta: CHI ACCETTA È CREDITORE NEI CONFRONTI DI CHI EMETTE DENARO. Per questo per realizzare la vera giustizia, sul biglietto a corso legale dovrebbe essere riportata questa dicitura: PROPRIETA’ DEL PORTATORE, come avvenne sui SIMEC, messi in circolazione da Giacinto AuritiPer i motivi sopra riportati, chi accetta dev’essere DICHIARATO “ CREDITORE”, mentre chi emette, dev’essere dichiarato “DEBITORE”, almeno fino a quando tutti i beni reali non siano tornati in possesso del CREDITORE, a quel punto la moneta continua a circolare come ricchezza individuale.

 Il paradosso dei "privati abusivi" della BCE. in Europa                            

Tutti sanno che la Banca Centrale Europea è composta di una moltitudine di banche private e quindi di proprietà di azionisti privati e che emette la moneta solo prestandola. Per i motivi sopra esposti, appare doveroso chiedersi: che motivo c’è di affidare ai banchieri privati i privilegi e diritti che un’intera comunità si crea? Se ci riflettiamo attentamente, i banchieri si sono inseriti in questa catena, abusivamente, perché non avrebbero alcun titolo a emettere le promesse di pagamento, che non possono onorare, ma che invece obbligano a essere onorate da altri.

 L'errore di fondo                                                                                                

Codificando erroneamente un giudizio, si è indotti a pensare al valore come una caratteristica intrinseca della moneta per cui, tutti noi, attraverso un plagio culturale che dura da almeno 321 anni, se non più, siamo convinti che la banca centrale ci dia un valore reale (e non una promessa di valore con potere d’acquisto) e per questo ci sentiamo in dovere di dare qualcosa in cambio (pagamento interessi passivi su titoli di stato e tasse e balzelli vari per ripagare un debito pubblico ingannevole e fittizio).

 La più maestosa opera satanica della storia                                                 

Attraverso questo ribaltamento del giudizio di valore, si realizza la più maestosa opera satanica della storia: la moneta-debito. Per le ragioni sopra esposte, il ricevente della promessa di pagamento, da creditore verso la comunità, si è trasformato in debitore verso le banche. Una follia così mostruosa da far tremare i polsi persino i più grandi registi di film Horror. Occorre la consapevolezza da parte di tutti che viviamo in un regime di usura.

 Non esiste Democrazia, ma spietato democratismo usurocratico           

In tal contesto la democrazia, senza il diritto di pretendere ciò che ci appartiene, non ha alcun significato. Esiste solo un bizzarro democratismo usurocratico (dittatura dei numeri estorti con plagio mediatico e con il potere satanico del danaro). Togliere ai banchieri privati la possibilità di emettere moneta prestandola - come sosteneva il grande professor Auriti - è un atto dovuto che il dovere morale nei confronti delle future generazioni ci obbliga ad attuareNon esisterà vera libertà fino a quando non sparirà da questo mondo lo strumento satanico per eccellenza che è, ribadiamo, la moneta-debito.

Nicola Arena / introduzione di Sergio Basile (Copyright © 2015 Qui Europa) 

Partecipa al dibattito - Redazione Quieuropa - infounicz.europa@gmail.com

______________________________________________________________________________________

  Allegati – Articoli Consigliati                                                                                         

Il messaggio di Fatima e la rivoluzione monetaria di Giacinto Auriti

Il messaggio di Fatima e la rivoluzione monetaria di Giacinto Auriti

- di Sergio Basile, Presidente "Sete di Giustizia" - Redazione Quieuropa,  Sergio Basile, Madonna di Fatima, 13 Maggio, Guardiagrele, Giacinto Auriti, Supplica alla Madonna di Fatima, Approvazione eclesiastica, Sete di Giustizia, Guardiagrele, Padre Colombano, Codice Civile Greco, Nuovo Testamento, scontro finale tra bene e male di cui parla l'Apocalisse, citazione di Gesù, San Bernardino da Siena, usurai medievali ebrei, Sant’Eusanio del Sangro, testimonianza di [...]

La coscienza dell’usuraio e il “segreto dei segreti” celato alle masse

La coscienza dell’usuraio e il “segreto dei segreti” celato alle masse

Lunedì,  Gennaio 11st/ 2016  - di Nicola Arena e Sergio Basile, Sete di Giustizia - Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia, Nicola arena, Sergio Basile, Giacinto Auriti, Le aziende falliscono a ritmi impressionanti, i giovani lasciano in massa l'Italia, fiducia, Matteo Renzi, Sergio Mattarella, europeismo, l'Italia è in ripresa e la disoccupazione diminuisce, menzogne di stato, guerra di religione, inganno [...]

Il Volto di Satana e i Demoni del Danaro

Il Volto di Satana e i Demoni del Danaro

Martedì, Agosto 6th/ 2013 – Redazione Qui Europa - I Demoni del Denaro - Video di "Poetainazione" – Satana, Demoni del Danaro, Poeta in Azione, Lotta tra bene e Male, Guerre, Demoni, Debiti Fittizi, Crisi Fittizie, Massoneria, Logge, Avvocati Corrotti, Giudici Corrotti, Sacrifici Umani, Discorso della Montagna, Il Serpente Antico, Economia, Violenza, Sesso, Droga, Indifferenza ed assuefazione [...]

Il Grande inganno alchemico coperto da Renzi & Co. La bugia che sta dietro la moneta

Il Grande inganno alchemico coperto da Renzi & Co. La bugia che sta dietro la moneta

Sabato  Agosto 9th/ 2014  - di Nicola Arena e Sergio Basile - Redazione Quieuropa, produzione, Pil, Matteo Renzi, Pier Carlo Padoan, inganno alchemico, massoneria, controllo della moneta, sionismo, stime di Bruxelles, Giacinto Auriti e la verità sulla moneta, usura di stato, democrazia, paravento democratico, Pil, pareggio di bilancio, Re Mida  Il Grande inganno alchemico coperto da Renzi & [...]

Giacinto Auriti – L’uomo che distrusse la logica massonica delle lobby

Giacinto Auriti – L’uomo che distrusse la logica massonica delle lobby

Venerdì,  Ottobre 31st/ 2014       - di Don Floriano Pellegrini e  Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Don Floriano Pellegrini, Sergio Basile, Giacinto Auriti, reddito di cittadinanza, logica delle lobby, globalizzazione, democrazia, sistema bancario internazionale, fede all'ateismo, proprietà popolare della moneta, la via del debito e del controllo totale, la massificazione dei popoli, Vladimir Putin, ritratto politico [...]

Draghi e il festival delle ipocrisie: Denaro al minimo storico. Cosa cambia?

Draghi e il festival delle ipocrisie: Denaro al minimo storico. Cosa cambia?

Sabato,  Settembre 6th/ 2014  - di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Mario Draghi, Banca Centrale Europea, Spread, moneta, questione monetaria, BCE, Politiche accomodanti, ABE, credit easing, usura internazionale, cartello europeo, denaro al minimo storico, credit crunch, Basilea3, ABS, quantitative easing, credit easing, deismo massonico, legittimazione del sistema monetario, Matteo Renzi  Draghi e il festival delle ipocrisie: Denaro al minimo storico. Cosa [...]

L’età dell’inconsapevolezza – Tassazione come sistema di controllo e dominio dei popoli

L’età dell’inconsapevolezza – Tassazione come sistema di controllo e dominio dei popoli

Giovedì, Ottobre 15th, 2015 – di Nicola Arena / Sete di Giustizia Anguillara Sabazia - Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Sete di Giustizia, Anguillara Sabazia, tassazione, controllo di massa, l’inizio della colonizzazione mondiale da parte del Regno Britannico, informazioni inutili e fuorvianti, propaganda mediatica, professor Auriti, sistema delle imposizioni colonialiste, proprietà popolare della moneta, 3ª Guerra Mondiale, Potete ingannare tutti per qualche tempo e alcuni per tutto [...]

Nuovo Ordine – Come stravolsero il sistema dei cambi per mettere le mani sul mondo

Nuovo Ordine – Come stravolsero il sistema dei cambi per mettere le mani sul mondo

Venerdì, Maggio 29th/ 2015     - di Nicola Arena - con il contributo di Sergio Basile, Presidente "Sete di Giustizia" Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Giacinto Auriti, Moneta debito, lavoro umano, concetto sovversivo di moneta, Bretton Woods, Cambi fissi e cambi variabili, Hitler, Speculazioni, Nobel di Comodo, FMI, Fondo Monetario Internazionale, John Maynard Keynes, Giudeo-Massoneria, Anglo-israelismo, anglo-americamismo, socialismo, Fabian Society  Nuovo [...]

Grecia-Italia – La Guerra del Sangue contro l’Oro non deve finire!

Grecia-Italia – La Guerra del Sangue contro l’Oro non deve finire!

Giovedì, Febbraio 19th / 2015     – di Giovanni Agostino e Sergio Basile, "Sete di Giustizia" - Redazione Quieuropa, Giacinto Auriti, Ezra Pound, Giovanni Agostino, Sergio Basile, Sete di Giustizia, Messina, guerra del sangue contro l'orob, Grecia, Alexis Tsipras, programma di aiuti, Troika, Ue, eurss, BCE  La Grecia dell'eroe di cartapesta Tsipras nella morsa dell'usura bancaria Grecia-Italia – La Guerra [...]

La Libertà del Sistema e l’allungamento della Catena

La Libertà del Sistema e l’allungamento della Catena

Venerdì, Febbraio 21st/ 2014  – di Nicola Arena – Italia, Nicola Arena, Venezia, Roma, Quieuropa, Moneta Proprietà e Moneta Debito, Catena del Sistema usurocratico, L'allungamento della Catena, Lo schiavo e la catena, spezzare le gambe a fin di bene, frustrazione ed insicurezza, Comportamenti collettivi facilmente manipolabili dai media, Media di regime, La verità ci renderà liberi, Proprietà [...]

Speciale – L’Inganno monetario dietro le grandi manovre di Bruxelles e Francoforte

Speciale – L’Inganno monetario dietro le grandi manovre di Bruxelles e Francoforte

Domenica,  Giugno 29th/ 2014  - Speciale di Sergio Basile e Nicola Arena - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Nicola Arena, Mario Draghi, BCE, Matteo Renzi, Jean Cloude Juncker, Costo del denaro, minimo storico, strategia mondialista, mercati finanziari, Vertice europeo, misure lacrime e sangue, politici camerieri dei banchieri, moneta debito, credit crunch, signoraggio, Giacinto Auriti  Speciale – L'Inganno monetario dietro [...]

 

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa