TTIP e TISA: annullamento totale della volontà popolare e legalizzazione del crimine – 2

Venerdì, 8 Aprile/ 2016   

- di Roberto Pecchioli -

Redazione Quieuropa, Roberto Pecchioli, TTIP e TISA, trattati Usa-Ue, politica e sovranità, Macchinazioni globali, sinedrio comunitario, assoluta segretezza, epurazione di mercato, abbandono massivo delle campagne,  Annullamento totale della volontà popolare; Un mondo di "crimini legali" e delinquenti legittimati e protetti, Meccanismo di Protezione degli Investimenti, ISDS, le controversie non verranno giudicate da tribunali ordinari, Organismi Geneticamente  Modificati, Popoli in balia delle multinazionali ed epurazioni aziendali di massa 

TTIP e TISA: annullamento totale della

volontà popolare e legalizzazione

del crimine – 2

TTIP e TISA, macchinazioni globali del sinedrio comunitario, in

assoluta segretezza: un mondo di "crimini legali" e delinquenti

legittimati e protetti. Popoli in balia delle multinazionali,

neutralizzazione del diritto, epurazioni aziendali di massa. 

Cosa fare?

 

di Roberto Pecchioli / Seconda Parte

TTIP e TISA - annullamento totale della volontà popolare

 Negazione della funzione sociale, ambientale e culturale dei servizi     

Bruxelles, Washington, Roma – di Roberto Pecchioli  – (continua da qui TTIP e TISA: i trattati Usa-Ue che uccidono la politica e la sovranità – 1Il TISA tratta i servizi come beni commerciabili e nega  la loro funzione sociale, ambientale e culturale, ai fornitori non è richiesta alcuna connessione alle comunità destinatarie delle loro attività. Potranno lavorare entità off shore ( paradisi fiscali), aziende straniere con una più o meno fittizia rete locale, ma la cui mission ( scusate l’abuso di termini dell’anglo tecno neo lingua ) è di assicurare rapidi profitti agli azionisti di chissà dove. Nessuno di questi sedicenti fornitori di servizi avrà alcuna forma di responsabilità o dovere di rispondere ai cittadini (sudditi) della nazione consumatrice. Tra i servizi di cui si parla , ricoprono un ruolo  centrale l’acqua ( l’acqua!), la sanità (dunque la nostra stessa sopravvivenza fisica), le reti energetiche, le connessioni informatiche.

 Se pagheremo l'acqua e non ci potremo curare…                                      

Tutto nelle loro mani, legando per sempre le mani agli Stati ed alla stessa Unione Europea, impossibilitata legalmente a mantenere od adottare limitazioni di qualsiasi tipo . L’art. I-8 è chiarissimo “restrizioni non saranno adottate a protezione di particolari settori.”  Se pagheremo il triplo l’acqua o non ci potremo curare, sapremo chi ringraziare: è tutto già scrittoLa previsione di aumento del PIL del 0,6% in Italia a causa di TTIP e TISA è del tutto falsa, a detta di tutti gli osservatori indipendenti,  avremo al contrario danni economici rilevanti, ma se anche fosse vera, non giustificherebbe in alcun modo   il trionfalismo dei circoli industriali, finanziari e dei loro servitori, tra i quali il giovin signore di Palazzo Chigi.

 Mistificazioni e propaganda                                                                           

Il sito dell’Unione Europea brilla, come al solito, per distorsione della verità: nessun accenno ai veri protagonisti delle discussioni, pagine di entusiastica propaganda a favore del Trattato, il che, in corso d’opera, è quanto meno sospetto, e deboli accenni alla possibilità che le legislazioni europee possano saltare sotto la pressione dei giganti americani e multinazionali.  Le gioiose manifestazioni di approvazione della concorrenza “libera e leale” e la vergognosa affermazione dell’”accesso ai mercati dell’energia” sono anzi il disvelamento della falsa coscienza europoide.

 Espulsione – di fatto – dal mercato europeo delle pmi                              

Tutto è mercato, ma a vendere qualcosa sono abilitati solo poche centinaia, tutt’al più qualche migliaio di giganti. Per tutti gli altri, il mercato ha un’unica porta, quella di uscita. Siamo ormai al punto in cui occorre difendere il diritto di proprietà dai monopolisti! La differenza con il presunto "comunismo sconfitto" (sconfitto in teoria… Ndr) minaccia di essere minima, o addirittura favorevole  al demone rosso (che tuttavia, sembra aver solo mutato pelle e bandiera – Ndr).

TTIP e TISA - annullamento totale della volontà popolare

 Annullamento totale della volontà popolare                                                

Il peggio, tuttavia, è l’istituzione di due organismi “tecnici” ( le virgolette sono essenziali ), devastanti e fuori da ogni controllo da parte degli Stati ed ancor meno dei cittadini. Il primo è un Meccanismo di Protezione degli Investimenti (ISDS) che consentirà di citare i governi eletti qualora introducessero per legge, dunque con legittimi meccanismi di consenso, normative lesive dei loro interessi, passati, presenti e futuri.  Sì, perché varranno i principi civilistici di danno emergente e lucro cessanteLa ciliegina sulla loro torta è che le controversie non verranno giudicate da tribunali ordinari, vincolati ad un corpo legislativo, ma da un collegio arbitrale riservato formato da avvocati superspecializzati legati alle multinazionali, che sentenzieranno in base alle sole regole del trattato, infliggendo multe pesantissime agli Stati oppure obbligandolo, contro la stessa volontà popolare, a ritirare la normativa oggetto della lite. Anche la giustizia , pertanto, verrà privatizzata.

 Un mondo di "crimini legali" e delinquenti legittimati e protetti            

Il lettore che apprende per la prima volta i termini del Trattato non creda ad uno scherzo, o ad esagerazioni politicamente orientate: è tutto vero. Facciamo un semplice esempio: la legislazione contro gli Organismi Geneticamente  Modificati (OGM) potrà essere facilmente attaccata e rovesciata da una pioggia di cause per “limitazione del commercio” da parte di Monsanto o Syngenta, alla faccia del principio di prudenza e della schiacciante maggioranza dell’opinione pubblica. Chi produce sigarette  potrà ricorrere contro gli avvertimenti relativi alla nocività del fumo stampati sui pacchetti, e, nel settore dei servizi, organizzatori di gioco d’azzardo impediranno legalmente, in nome del sacro commercio, l’attività di associazioni che operano contro la ludopatia. Gli sforzi per ridurre emissioni nocive per l’ambiente saranno bersaglio delle cause degli inquinatori seriali di certe industrie, che verranno compensati con concessioni regolate, cioè sarà il contribuente a dover pagare i danni delle corporations. Dovranno essere drasticamente ridotti i controlli sanitari all’importazione, che ne aumentano i costi. In più, solo le multinazionali potranno rivolgersi al loro tribunale privato: singoli cittadini, associazioni, sindacati, movimenti sociali non avranno questa possibilità.

TTIP e TISA - annullamento totale della volontà popolare

 La nuova concezione/evoluzione del dirittto                                               

Questa è la nuova certezza del diritto: quella che vincono loro e perdiamo noi tutti. Per ulteriore sicurezza, viene prevista l’introduzione di un Consiglio Regolatore della Cooperazione, che nella lingua di legno in cui i significati sono invertiti, significa che ci sarà chi potrà valutare l’impatto commerciale di ogni marchio, regola, etichetta, ma anche contratto di lavoro o standard di sicurezza. A sua discrezione sarà valutato il rapporto costi/ benefici – monetari, naturalmente – di ogni misura ed il livello di conciliazione tra le normative nazionali e comunitarie e quelle americane, e quindi deciderne l’effettiva introduzione e mantenimento.  La chiusura dei parlamenti, e la stessa disoccupazione dei governi, è assicurataSempre, ed ovviamente, in nome del mercato, del dogma liberoscambista, e, ça va sans dire , della conclamata "democrazia".

 Parlamento Europeo e Commissione – un gioco al massacro                   

La materia è esplosiva, ma il Parlamento europeo, verbosa istituzione utile solo a chi ne fa parte, ha rilasciato la delega esclusiva ai negoziati alla Commissione, la quale ha la piena facoltà di negare informazioni, e comunque è a sua volta nelle mani degli “esperti” e dell’alta dirigenza di Bruxelles, tutta schierata dalla parte del mercatismo e devotissima alla religione del denaro.

 Gridiamo la nostra indignazione in ogni luogo                                           

Si può fare qualcosa, si può impedire questa vergogna che abolisce in un solo colpo la democrazia, la sovranità e lo Stato di diritto?  Difficile dirlo, ma conoscere per capire e decidere dovrebbe essere l’alfabeto minimo della libertà, insieme con la diretta partecipazione. Per questo, anche noi utilizziamo i residui spazi di libertà per gridare la nostra indignazione e per mettere in guardia chi vuole essere ancora, nonostante tutto, un uomo liberoNel Giulio Cesare, William Shakespeare fa dire ad Antonio una celebre frase, che rivolgiamo a tutti i tiepidi, ai prudenti, a tutti gli indifferenti : “La colpa, caro Bruto, non è nelle nostre stelle, ma in noi stessi, se restiamo schiavi".

Roberto Pecchioli (Copyright © 2016 Qui Europa)

Partecipa al dibattito - Redazione Quieuropa - infounicz.europa@gmail.com

_______________________________________________________________________________________________________________

  Articolo Correlato – Prima Parte                                                                    

TTIP e TISA: i trattati Usa-Ue che uccidono la politica e la sovranità – 1

TTIP e TISA: i trattati Usa-Ue che uccidono la politica e la sovranità – 1

Giovedì, 7 Aprile/ 2016    – di Roberto Pecchioli - Redazione Quieuropa, Roberto Pecchioli, TTIP e TISA, trattati Usa-Ue, politica e sovranità, Macchinazioni globali, sinedrio comunitario, assoluta segretezza, epurazione di mercato, abbandono massivo delle campagne,  salute sotto scacco, produzione e prezzi nel caos, schiavitù di massa plirusettoriale, trattato transatlantico di partenariato sul commercio e gli investimenti, Unione Europea,  liberalcapitalismo, social-comunismo  TTIP e TISA: i trattati Usa-Ue che uccidono la politica e la sovranità [...]

_______________________________________________________________________________________________________________

  Articoli Consigliati                                                                                            

La lezione di Auriti e i pericoli degli accordi di libero mercato Usa-Ue

La lezione di Auriti e i pericoli degli accordi di libero mercato Usa-Ue

Lunedì,  Luglio 28th/ 2014 – di Gianluca Monaco e Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Redazione Giacintoauriti.eu, Giacinto Auriti, Gianluca Monaco, Sergio Basile, Diritto societario, Società, Azioni, iper-liberismo, TTIP ennesima assurdità economico-politica, abolizione dei dazi doganali e accentramento della ricchezza, cinesizzazione delle economi europee, cambi e speculazione, la lezione del professor Giacinto Auriti, Sistema Target2, Cambi, Usa, [...]

Ratzinger e il Nuovo Disordine Mondiale. La trappola per ridurre il numero dei commensali alla tavola dell’umanità

Ratzinger e il Nuovo Disordine Mondiale. La trappola per ridurre il numero dei commensali alla tavola dell’umanità

Lunedì, Giugno 1st, 2015 – Prefazione del Card. Joseph Ratzinger – 1997 –  al libro "Nuovo disordine mondiale. La grande trappola per ridurre il numero dei commensali alla tavola dell’umanità" di Mons. Michel Schooyans Redazione Quieuropa,  Nuovo Disordine Mondiale, Papa Benedetto XVI, Cardinal Joseph Ratzinger, Gender, Conferenza di Pechino, Nuovo Ordine Mondiale, Ideologia gender, Joseph Ratzinger, Michel Schooyans, Cairo, Una [...]

Il Trucco delle multinazionali svelato da Auriti e l’inganno della borsa

Il Trucco delle multinazionali svelato da Auriti e l’inganno della borsa

Lunedì,  Luglio 28th/ 2014 – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Diritto societario, Società, Azioni, borsa valori, mercato azionario, multinazionali, la lezione di Giacinto Auriti, TTIP, Accentramento globale, società per azioni o – per meglio dire – di gruppi di società anonime, moneta sottovalutata, sistemi valutari, sistemi monetari, incorporare i valori monetari, Wall Street e la City of London  Il trucco delle [...]

Patto di Stabilità – Come l’Europa dal 97 chiede il suicidio dell’economia italiana

Patto di Stabilità – Come l’Europa dal 97 chiede il suicidio dell’economia italiana

Lunedì, Marzo 10th/ 2014 – di Sergio Basile -  Trattato di Maastricht, Romano Prodi, Trattato di Lisbona, Trattati di Roma del 1957, Iniquità del rapporto debito/Pil, Parametri di Maastricht, Redazione Quieuropa.it, Redazione losai.eu, Alessio Pascucci, Daniele Di Luciano, Losai.eu, Patto di Stabilità, Sindaco di Cerveteri, Dentro la Notizia, Conseguenze del Patto di Stabilità, Conseguenze del patto [...]

Speciale – L’Inganno monetario dietro le grandi manovre di Bruxelles e Francoforte

Speciale – L’Inganno monetario dietro le grandi manovre di Bruxelles e Francoforte

Domenica,  Giugno 29th/ 2014  - Speciale di Sergio Basile e Nicola Arena - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Nicola Arena, Mario Draghi, BCE, Matteo Renzi, Jean Cloude Juncker, Costo del denaro, minimo storico, strategia mondialista, mercati finanziari, Vertice europeo, misure lacrime e sangue, politici camerieri dei banchieri, moneta debito, credit crunch, signoraggio, Giacinto Auriti  Speciale – L'Inganno monetario dietro [...]

Draghi e il festival delle ipocrisie: Denaro al minimo storico. Cosa cambia?

Draghi e il festival delle ipocrisie: Denaro al minimo storico. Cosa cambia?

Sabato,  Settembre 6th/ 2014  - di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Mario Draghi, Banca Centrale Europea, Spread, moneta, questione monetaria, BCE, Politiche accomodanti, ABE, credit easing, usura internazionale, cartello europeo, denaro al minimo storico, credit crunch, Basilea3, ABS, quantitative easing, credit easing, deismo massonico, legittimazione del sistema monetario, Matteo Renzi  Draghi e il festival delle ipocrisie: Denaro al minimo storico. Cosa [...]

BCE e Quantitative Easing: il trucco per estorcere col sorriso la ricchezza reale dei popoli

BCE e Quantitative Easing: il trucco per estorcere col sorriso la ricchezza reale dei popoli

Venerdì, Febbraio 23rd / 2015     - di Nicola Arena, Sete di Giustizia - Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Giacinto Auriti, Moneta debito, Mario Draghi, BCE, Quantitative Easing, enorme operazione finanziaria in atto, liberal capitalismo e social-comunismo  Mario Draghi e il marketing di regime: arriva il Quantitative Easing BCE e Quantitative Easing: il trucco per estorcere col sorriso la ricchezza [...]

L’essenza della truffa monetaria da Signoraggio – Il Denaro non ha Costi di Produzione

L’essenza della truffa monetaria da Signoraggio – Il Denaro non ha Costi di Produzione

Venerdì, Maggio 9th/ 2014  - di Nicola Arena e Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Sergio Basile, professor Giacinto Auriti, Stampa del denaro a costo nullo, trucco tipografico, Teoria del Valore Indotto della Moneta,  Valore Indotto, simbolo di costo nullo, reddito di cittadinanza, sopravvivenza propria, male autoprodotto, giustificabili agli occhi di Dio, signoraggio bancario, banconota di 100 euro, simbolo di costo nullo, conferiamo il [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa