Quando la storia si ripete: schiavi dei faraoni del Terzo Millennio?

Lunedì, 10 luglio/ 2017 

di Pasquale Leone / Sete di Giustizia Lamezia

 Redazione Quieuropa, Pasquale Leone, Egitto, Giuseppe e i suoi fratelli, schiavitù, faraoni, La storia si ripete  

Quando la storia si ripete: schiavi dei

faraoni del Terzo Millennio?

Se non prendiamo al più presto in mano le redini del nostro destino

ci troveremo come quei poveri contadini egizi contemporanei di

Giuseppe: schiavi dei faraoni del terzo millennio

 

di Pasquale Leone / Sete di Giustizia Lamezia

SCHIAVI DEI FARAONI DEL TERZO MILLENNIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 In Egitto, durante la grande carestia…                 

Lamezia Termedi Pasquale Leone / Sete di Giustizia Lamezia Le risorse cono state da sempre l'ago della bilancia della libertà. L'uomo nel tempo ha spesso approfittato del controllo delle risorse per schiavizzare i suoi simili. Come diceva Gian Battista Vico, la storia è fatta di continui ricorsi. Allora, senza tanti preamboli andiamo subito al nocciolo del problema partendo da un fatto della Bibbia non noto sufficientemente al grande pubblico. "Durante la grande carestia che affamò le terre egizie e di Canaan, Giuseppe (figlio di Rachele e di Giacobbe e venduto, per invidia  dai fratelli, a dei mercanti che lo portarono in Egitto, dove, seguendo un preciso piano di risatto e salvezza del Signore.. divenne primo ministro del faraone) fornì al popolo grano e pane e aumentò i tesori del faraone. Prima Giuseppe, tuttavia, ritirò tutto il denaro che si trovava in Egitto e a Canaan in cambio del grano che si veniva comprando. Quando venne a mancare il denaro, tutti gli egiziani andarono da Giuseppe e gli dissero: dacci del pane! Dovremmo forse morire sotto i tuoi occhi perché non abbiamo più denaro? Portatemi il vostro bestiame e vi darò il pane – rispose Giuseppe. Ed essi condussero a Giuseppe il loro bestiame e Giuseppe diede loro pane in  cambio di cavalli, pecore, buoi ed asini; e così per quell'anno li rifornì di viveri in cambio del loro bestiame. Passato un anno, il popolo tornò da Giuseppe e gli disse: non possiamo nascondere al nostro signore che il denaro è finito, il bestiame è passato al nostro signore, non ci resta altro che il nostro corpo ed il nostro terreno per il nostro signore. Dovremmo forse morire sotto i tuoi occhi, noi e le nostre terre? Compra noi ed il nostro terreno in cambio di pane e noi e le nostre terre diventeremo schiavi del faraone. Giuseppe si approfittò della terra dei contadini e ridusse il popolo egizio in schiavitù. Solo la terra dei sacerdoti non fu proprietà del faraone. Giunti a questo punto Giuseppe disse al popolo: ecco, oggi ho comprato voi e le vostre terre per il faraone, ma ora eccovi la semente: seminate la terra ed alla raccolta voi darete il quinto al faraone e le altre quattro parti saranno vostre per la semina dei campi e per il consumo vostro e delle vostre famiglie. Il popolo accolse con gioia le parole di Giuseppe che impose questa forma di proprietà in Egitto con il benestare del faraone" (1)

(1) Una storia al giorno, LA SACRA BIBBIA, p. 40,  Edizioni italiana: Artemisia Progetti Editoriali (GE) – Traduzione: Anna Viola Sborgi ed Elisa Rampone

 Schiavi dei faraoni del Terzo Millenio?                 

Se vogliamo sapere come sarà il futuro che ci attende, non bisogna fare molti sforzi: basta soltanto leggere tra le riche quanto sta avvenendo oggi nel nostro mondo, prendendo come modello di riferimento il brano che abbiamo appena riportato sopra. Sembra purtroppo che la Storia, puntualmente, si ripeta: i governanti dei popoli non stanno facendo altro che arricchire il Grande Capitalismo Economico-Finanziario Mondiale - che già ha a disposizione tutto il denato che vuole, poiché lo crea dal nulla, senza riserva aurea - allo stesso modo di come Giuseppe arricchì il faraone d'Egitto al tempo della grande carestia di cui si dice nella Bibbia (ovviamente Giuseppe poi fu misericordioso, sia con il popolo che con i fratelli che lo vendettero: non altrettanto possiamo dire dei nostri aguzzini e padroni della moneta-debito). Se non prendiamo al più presto in mano le redini del nostro destino, se ognuno continuerà a fare di testa sua pensando che prima o poi le cose si aggiusteranno da sole, se non sapremo unirci in un fronte compatto, ben organizzato e pronto a passare all'attacco, a resistere alla grade usura e difenderci da essa, in un futuro non molto lontano, ci troveremo come quei poveri contadini egizi contemporanei di Giuseppe: schiavi dei faraoni del terzo millennio, molto più avidi, più cattivi e più potenti di quelli del passato, per via dei grandi mezzi di controllo e di coercizione che le tecnologie odierne mettono loro a disposizione. Il conto alla rovescia per noi è già iniziato da un pezzo. Svegliamoci, ora che siamo ancora in tempo, o faremo una brutta fine.

Pasquale Leone (Copyright © 2016 Qui Europa)

partecipa al dibattito – infounicz.europa@gmail.com

pasqualeillione@libero.it


___________________________________________________________________________________________

 Articoli correlati                                                       

Debito Pubblico verso un nuovo record storico – Cosa non ci dicono sull’emissione monetaria e sui Titoli di Stato

Debito Pubblico verso un nuovo record storico – Cosa non ci dicono sull’emissione monetaria e sui Titoli di Stato

Martedì, 12 Aprile/ 2016    – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Sete di Giustizia, Giacinto Auriti, BCE, Banca d'Italia, Debito Pubblico, Cartolarizzazione, Emissione monetaria, origini del debito pubblico, origini dei titoli di Stato, Moneta Debito, nuovo record del Debito Pubblico   Economia e Moneta / Origini occulte dei Titoli di Stato e del Debito Pubblico [...]

Controrivoluzione – La via della tradizione: tempo di agire in un ordine militante, contro l’Impero Mondiale del Capitale

Controrivoluzione – La via della tradizione: tempo di agire in un ordine militante, contro l’Impero Mondiale del Capitale

Domenica, 10 Aprile/ 2016    – di Pasquale Leone / Sete di Giustizia Lamezia / Redazione Qui Europa - Redazione Quieuropa, Pasquale Leone,  Alfredo Bonatesta, Sopraggiungerà un'angoscia mai provata prima, La crisi si abbatterà su una massa impreparata, attonita, indifesa, Già oggi si deve preparare la via da percorrere domani, il Signore di tutti gli eserciti, Impero Mondiale del Capitale, Grande Parassita, Oscuro Signore del Male, Mario Consoli, Hugo von [...]

Repubblica Italiana: 70 anni di ipocrisia

Repubblica Italiana: 70 anni di ipocrisia

Venerdì, 3 Giugno/ 2016 - di Roberto Pecchioli  -  Redazione Quieuropa, Roberto Pecchioli, Roma, 2 giugno, Repubblica Italiana,  Berlinguer ti voglio bene, Meccanismo Europeo di Stabilità, 70 anni di ipocrisia, i grandi architetti della Repubblica, Bruxelles e Francoforte, Repubblica dell'usura, Ciampi, Andreatta e Draghi, Renzi Repubblica Italiana: 70 anni di ipocrisia Da 70 anni al servizio di potenze straniere   [...]

Il grande tradimento: la Costituente rifiutò di inserire la Sovranità Monetaria

Il grande tradimento: la Costituente rifiutò di inserire la Sovranità Monetaria

Mercoledì, 27 Aprile/ 2016    – di Sara Lapico - Redazione Quieuropa, Sara Lapico, Il grande tradimento, Costituente, Sovranità Monetaria, On. Romano, Professor Giacinto Auriti, moneta debito, padri costituenti,  governatore della Banca d'Italia, Luigi Einaudi, abbiamo sostituito la qualità dell'oro con la saggezza dei governatori delle banche centrali, Einaudi fu eletto presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, Unione Europea, Stati nazionali, attuazione della Costituzione Italiana, integrazione, completamento della Costituzione, popolo e sovranità, democrazia [...]

Schema temporale di scristianizzazione della società

Schema temporale di scristianizzazione della società

 Domenica, Febbraio 7th, 2016 - Redazione Qui Europa  – Redazione Qui Europa, Schema della scristianizzazione della società temporale, Rivoluzione nella Chiesa, Rivoluzione Umanista, Rivoluzione Protestante, Rivoluzione Bancaria, Rivoluzione Monetaria, Rivoluzione Socialista, rivoluzione Liberale, Nuova Rivoluzione, Nuovo Ordine Mondiale, satanismo pratico, satanismo scientifico    Schema temporale di scristianizzazione della società  La Cristianità non è un ordine qualsiasi, ma l'unico vero [...]

Il Sionismo e l’arma economico-finanziaria – Confessioni di un rabbino

Il Sionismo e l’arma economico-finanziaria – Confessioni di un rabbino

Martedì,  Luglio 29th/ 2014 - Redazione Qui Europa - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, sionismo-ebraico, ebraismo sionista, messianesimo terreno, comunismo, ebraismo moderno, sionismo, arma economico finanziaria per la conquista del mondo, controllo dell'oro e delle ricchezze, titoli di stato del debito pubblico e moneta debito, rabbino Waton  Il Sionismo e l'arma economico-finanziaria Dichiarazioni del rabbino Waton sui titoli di [...]

25 Aprile e Nuovo Ordine Mondiale: le profezie di Padre Pio e Benedetto XV

25 Aprile e Nuovo Ordine Mondiale: le profezie di Padre Pio e Benedetto XV

Sabato,  Aprile 25th/ 2015       – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, 25 Aprile, Sergio Basile, Nuovo Ordine Mondiale, Repubblica Universale, Profezia di Padre Pio, Ecumenismo, Liberazione, Castigo preannunciato a Fatima, grande bluff satanico, annientamento del Cristianesimo, Papa Benedetto XV,  Motu Proprio Bonum Sane, Benedetto XV  25 Aprile e Nuovo Ordine Mondiale: le profezie di Padre Pio [...]

Rivoluzione o Contro-Rivoluzione: da che parte stiamo? / 1

Rivoluzione o Contro-Rivoluzione: da che parte stiamo? / 1

Sabato, 10 Settembre/ 2016    di Pasquale Leone e Sergio Basile / Sete di Giustizia  Redazione Quieuropa, Leone XIII, Pasquale Leone, Sergio Basile, Rivoluzione e Contro Rivoluzione, Studio della storia, Rivoluzione d'Ottobre, confessioni di un rabbino, moneta debito   Rivoluzione o Contro-Rivoluzione: da che parte stiamo? / 1 L'importanza dello studio della storia e della scelta di campo [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa