Papa Luciani, amici e nemici: un caso aperto

 Mercoledì, 11 novembre/ 2017 

- di Don Floriano Pellegrini -

 Redazione Quieuropa, Don Floriano Pellegrini, Papa albino Luciani, morte, Mons. Marcinkus  

Papa Luciani, amici e nemici: un caso aperto

Alcuni interrogativi insoluti sul "Caso Luciani"

 

di Don Floriano Pellegrini

MORTE DI PAPA LUCIANI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 Alcuni interrogativi insoluti sul "Caso Luciani"  

Roma di Don Floriano Pellegrini Per amore di Papa Albino Luciani, che sento vicinissimo e al quale mi rivolgo tante volte nello spirito (dicendo: “Se puoi, aiutami!”), per amore e non per polemica, a chi non vuol ascoltare perché continua a tacere su alcuni punti con ostinata e pubblica riprovevole testardaggine,

                                                            chiedo:

1) perché non si vuole parlare dello scontro che l’allora vescovo Luciani ebbe (se ne conoscono i dettagli) con la banca vaticana dello IOR, diretta da quella figura losca che era mons. Marcinkus2) Perché non si vuol parlare del lavarsene le mani che allora fece Paolo VI3) Perché non si vuole parlare del fatto che Luciani, divenuto papa, morì proprio la notte dopo che aveva avuto un nuovo scontro con mons. Marcinkus e che questi s’era trovato con il francese card. Villot, segretario di Stato vaticano? 4)

        Perché non si vuol parlare del fatto che sia mons. Marcinkus che Villot

             erano in rapporti di amicizia (documentati) con la Massoneria e,

                             secondo la lista pubblicata da Mino Pecorelli

                                 (ucciso anche lui proprio in quei giorni)

                                                 massoni essi stessi?

5) Perché non si vuol parlare di autopsia della salma, da parte di una commissione medica neutra, per togliere una volta per tutte il dubbio di un avvelenamento, dal momento che a sospettarlo non sono solo dei giornalisti o gente del popolo, ma insigni cattedratici universitari? Non è che queste risposte servano per amare di più il povero Luciani; lo amiamo già con tutto il cuore. Ma amiamo anche la Chiesa e non vorremmo che succedessero delle cose gravi e criminali come quelle accennate e che siamo costretti ad ipotizzare.  

Don Floriano Pellegrini (Copyright © 2017 Qui Europa)

partecipa al dibattito:

infounicz.europa@gmail.com / redazione.quieuropa@gmail.com

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

_____________________________________________________________________________________________________________

 Articolo correlato                                                       

A Don Albino – Lettera Postuma a un uomo di Dio

A Don Albino – Lettera Postuma a un uomo di Dio

Lunedì,  Agosto 4th/ 2014 - di Don Floriano Pellegrini e Redazione Quieuropa - Redazione Quieuropa, Don Floriano Pellegrini, Giovanni Paolo I, Papa Luciani, morte strana, integro uomo di Dio, Cardinal Jean-Marie Villot, Paul Marcinkus e monsignor Donato de Bonis della Banca Vaticana, Agostino Casaroli, Ugo Poletti  A Don Albino – Lettera Postuma a un uomo di Dio A ricordo di Papa Giovanni Paolo I: integro [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa