Motivazioni e moventi veri di Lutero… errori ed eresie

Venerdì, 23 Settembre/ 2016   

di Corrado Gnerre

 Redazione Quieuropa, Corrado Gnerre, Confederazione Civiltà Cristiana, Martin Lutero, Riforma Protestante, volontarismo, fideismo, transustanziazione, 95 tesi, eresia protestante  

Motivazioni e moventi veri di Lutero…

errori ed eresie

Perché nacque la Riforma Protestante? Quali furono

i suoi reali motivi? Quali i miti da sfatare?

Eresie ed errori del Protestantesimo

 

di Corrado Gnerre / Confederazione Civiltà Cristiana

lutero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Perché nacque la Riforma Protestante?               

Wittemberg, Erfurt - Con il termine “Riforma” s’intende quella importante rivolta religiosa che diede vita al Protestantesimo. Rivolta che ebbe origine con Martin Lutero (1483-1546), il quale, nella notte del 31 ottobre del 1517, espose al pubblico 95 tesi con cui si scagliò contro la Chiesa cattolicaPerché nacque la Riforma? Prima di tutto va negato ciò che solitamente si afferma e cioè che la Riforma sarebbe nata dalla cosiddetta “vendita delle indulgenze”. In quegli anni si costruiva la nuova Basilica di San Pietro e per finanziare i lavori si decise di raccogliere in tutta la cristianità offerte per lucrare indulgenze. In Germania l’operazione venne affidata ad un personaggio tutt’altro che edificante, Johan Tetzel. Ma attenzione: questo non fu il vero motivo della nascita della Riforma! Un altro mito da sfatare è quello secondo cui Lutero avrebbe voluto solo “riformare” la Chiesa. Faccio un esempio per farmi capire. Se prendo un vaso prezioso molto impolverato, un conto sarebbe se mi limitassi a spolverarlo, facendolo tornare alla lucentezza originaria, altro se lo scagliassi a terra facendolo in mille pezzi e poi pretendessi di ricostruirlo a mio piacimento. “Riformare” significa tornare alla forma originaria (ri-formare); ebbene, Lutero non riformò ma distrusse tutto. Un solo esempio: su sette sacramenti ne conservò solo due: il Battesimo e l’Eucaristia (ma sarebbe meglio dire uno e mezzo, poi vedremo perché).

 Il faso mito della lotta alle indulgenze                  

Torniamo alle indulgenze. Che la Chiesa del tempo non navigasse in buone acque, è vero. Era quello un periodo assai triste e non era raro trovare cardinali e prelati che preferissero la lettura di Orazio e Seneca piuttosto che delle Scritture. Ma Lutero era fin troppo intelligente per non poter capire che la possibile non santità degli uomini di Chiesa non compromette la santità della Chiesa stessa. Lo aveva capito San Francesco, certamente più sapiente di Lutero ma indubbiamente meno colto, figuriamoci se non lo poteva capire lui, il monaco che tradurrà l’intera Bibbia in tedesco moderno. Tanto lo poteva capire che quando nel 1510 andò a Roma, da novizio, non si scandalizzò della corruzione nei sacri palazzi e concluse così come dovrebbe saper concludere ogni cristiano: un conto è la fallibilità degli uomini altro la santità della Chiesa. Ma poi, dopo l’affissione delle 95 tesi, iniziò ad affermare che il Vescovo di Roma (cioè il Papa) era un “anticristo”, e ciò indipendentemente dal comportamento, degno o indegno che fosse. Insomma, è Lutero stesso a dirlo: non faccio quello che faccio perché scandalizzato da monsignor Tizio o da monsignor Caio, ma perché la Chiesa così com’è non è la chiesa di Cristo. Scrisse a papa Leone X una lettera che accompagnava il suo trattato Sulla libertà religiosa: 

                «Mi sono scagliato contro le dottrine empie, 

                 e ho severamente criticato i miei avversari, 

                       non a causa dei loro cattivi costumi, 

                           ma a causa della loro empietà».

  Contro la Transustanziazione                                

Per quanto invece riguarda il secondo mito (cioè che Lutero avrebbe voluto solo riformare la Chiesa), basti vedere ciò che fece il monaco tedesco. Abolì: il sacerdozio ministeriale, il primato di Pietro, il potere temporale. Affermò la salvezza solo attraverso la Fede, una giustificazione non reale ma apparente (la Grazia non rende veramente giusti ma spinge Dio a considerare giusto l’uomo quando invece non lo è davvero), la libera interpretazione delle Scritture. Negò l’esistenza del Purgatorio. Ridusse i sacramenti da sette a due: Battesimo ed Eucaristia; ma, come ho detto prima, sarebbe meglio dire a uno e mezzo, perché dell’Eucaristia rifiutò il concetto di transustanziazione per accettare solo quello di consustanziazione. In parole più semplici: con l’Eucaristia, secondo Lutero, l’ostia non si trasformerebbe solo in Corpo di Gesù, ma, accanto alla sostanza dell’ostia ci sarebbe la sostanza del Corpo di Gesù. Ciò comportava l’impossibilità di adorare il Santissimo Sacramento perché l’adorazione sarebbe stata rivolta non solo al Corpo di Gesù ma anche all’ostia e ciò avrebbe comportato un atto d’idolatria. Si capisce bene come questa teoria luterana costituisca la possibilità per i suoi seguaci di arrivare a negare totalmente la presenza reale di Gesù nell’ostia consacrata.

lutero

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

  I reali motivi della Riforma di Lutero                  

Infine Lutero apportò modifiche sostanziali alla cristologiaDunque, Lutero non fu spinto da ciò che solitamente si dice: corruzione della Chiesa, “vendita delle indulgenze” e quant’altro. Ci fu dell’altro. Visto poi che è sapienza comune del cristiano il saper distinguere tra santità della Chiesa e peccabilità degli uomini di Chiesa, non ci si accorge che se si afferma che tutto ciò che Lutero fece, lo fece solo perché scandalizzato dalla corruzione della Chiesa del tempo (e molto spesso questo lo si dice per motivi ecumenici), a pagarne le conseguenze è la stessa memoria di Lutero. In tal caso, infatti, Lutero figurerebbe come un personaggio dall’intelligenza e dalla preparazione teologica tutt’altro che interessanti. Allora quali furono i veri motivi che spinsero Lutero? Mi sembra che si possano ridurre almeno a tre. Uno culturale, uno filosofico ed un altro psicologico.

 Motivo Culturale (rifiuto dell'autorità)                  

Il motivo culturale ci fa capire che Lutero era figlio dei suoi tempi; tempi di successo dell’umanesimo e del filologismo come “segni” di un evidente antiautoritarismo. Per umanesimo s’intende un vasto movimento culturale e spirituale sorto nei primi decenni del 1400 in Italia, incentrato sullo studio e sulla valorizzazione dell’uomo. Per filologismo s’intende lo studio critico dei testi comprendente la ricerca delle fonti e la loro analisi. L’abolizione luterana del Primato di Pietro, del sacerdozio ministeriale e del Magistero sono segni chiari di questo rifiuto del concetto di autorità.

 Motivo Filosofico (trionfo del nominalismo)        

Passiamo al motivo filosofico. I tempi di Lutero segnavano il trionfo del cosiddetto nominalismo (negazione del valore degli universali) che fu un’estremizzazione della ragione per cui i fatti e le idee erano messi sullo stesso piano. Questo nominalismo avrebbe determinato nel protestantesimo tanto una causa scatenante quanto una causa reagente. Causa scatenante: il razionalismo che venne fuori dal nominalismo facilitò l’insorgere del soggettivismo (senza gli universali non è possibile la metafisica e, senza la metafisica, è possibile solo il soggettivismo). Causa reagente: la reazione allo scetticismo del razionalismo nominalistico condusse facilmente alla fiducia nella sola fede, cioè al fideismo; e infatti il Protestantesimo è convintamente fideista.

 Motivo Psicologico (assenza di vocazione)            

E infine il motivo psicologico. Lutero, in realtà, non aveva la vocazione né alla vita monastica né al sacerdozio; da qui la sua infelicità. Una tesi molto accreditata afferma che quando era all’Università di Erfurt, si batté a duello con un compagno, Gerome Bluntz, uccidendolo. Ed entrò nel monastero degli agostiniani solo per sfuggire alla giustizia. Lui stesso lo dice:

            «Mi sono fatto monaco perché non mi potessero prendere.

                        Se non lo avessi fatto, sarei stato arrestato.

   Ma così fu impossibile, visto che l’ordine agostiniano mi proteggeva».

Questa assenza di vocazione lo rese nevrotico e infelice. Si narra che durante la sua prima Messa, al momento dell’offertorio, stava per fuggire e fu trattenuto dal suo superiore. Potremmo chiederci: ma se eventualmente si sbaglia la vocazione, è possibile mai che il Signore non dia la grazia sufficiente per andare avanti? Certamente. Il problema di Lutero fu un altro e cioè che non volle rendersi docile alla Grazia. Quando si abbandona tutto e si tradisce la verità è sempre perché si è prima abbandonato la preghiera. Lutero stesso scrisse nel 1516, cioè prima della svolta della sua vita:

  «Raramente ho il tempo di pregare il Breviario e di celebrare la Messa.

                Sono troppo sollecitato dalle tentazioni della carne,

                                      del mondo e del diavolo». 

Fu così che credette di trovare la soluzione della sua infelicità nella Lettera ai Romani (1,17): «Il giusto vivrà per la sua fede». Per la salvezza non occorre nessun sforzo di volontà se non quello di abbandonarsi ciecamente alla fede nel Signore (fideismo).

lutero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Volontarismo e Fideismo in Lutero                      

In Lutero dunque si ritrova tanto il volontarismo quanto il fideismo. Il volontarismo: darsi una vocazione che non si ha; il fideismo: negare totalmente qualsiasi contributo della volontà. Due errori completamente diversi, ma, proprio perché errori, dalla origine comune. L’ipotesi di una successione diacronica di volontarismo e di fideismo in Lutero troverebbe conferma negli Esercizi spirituali di Sant’Ignazio di Loyola, contemporaneo di Lutero, che impostò la spiritualità del suo Ordine (i Gesuiti) in chiara prospettiva antiluterana. Scrive Sant’Ignazio: «Ci sono tre tempi o circostanze per fare una buona e sana elezione. Il primo: è quando Dio nostro Signore muove e attrae tanto la volontà che, senza dubitare né poter dubitare, l’anima devota segue quello che le è mostrato, come fecero san Paolo e san Matteo nel seguire Cristo nostro Signore. Il secondo: quando si riceve molta chiarezza e conoscenza per mezzo di consolazioni e desolazioni, e per l’esistenza del discernimento degli spiriti. Il terzo: è il tempo di tranquillità. L’uomo, considerando prima perché è nato, e cioè per lodare Dio nostro Signore e salvare la sua anima, e desiderando questo, elegge come mezzo uno stato o un genere di vita nell’ambito della Chiesa, per essere aiutato nel servizio del suo Signore e nella salvezza della propria anima. È tempo di tranquillità quello in cui l’anima non è agitata da vari spiriti e usa delle sue potenze naturali liberamente e tranquillamente». Dunque, dice sant’Ignazio, è molto importante non sbagliare la propria vocazione avendo come unico scopo quello di rendere gloria a Dio. Che ci sia anche un’allusione all’esperienza di Martin Lutero?

Corrado Gnerre / Confederazione Civiltà Cristiana

partecipa al dibattito – infounicz.europa@gmail.com

___________________________________________________________________________________________

 Articoli correlati                                                       

L’origine ebraica del protestantesimo in Bernard Lazare

L’origine ebraica del protestantesimo in Bernard Lazare

  Domenica, Marzo  1st / 2015       – di Andrea Giacobazzi - Iniziativa di Libero confronto, "Pensa e Scrivi" di "Qui Europa" Redazione Quieuropa, Andrea Giacobazzi, Cattolicesimo Romano, Bernard Lazare, Protestantesimo ed ebraismo, Giudaismo ed eresie cristiane, semitismo ed antisemitismo, Lutero e Maometto, Ebionismo, cristiani giudaizzanti,  il Messia non fu riconosciuto da tutti i giudei, eterodossie farisaiche, Pasagiani, l’eresia di Orléans, setta [...]

Protestantesimo & Co – La falsa gnosi, da Lutero a Hegel

Protestantesimo & Co – La falsa gnosi, da Lutero a Hegel

Mercoledì, Giugno 24th, 2015 – di Piero Vassallo -  Redazione Quieuropa, Falsa gnosi, Piero Vassallo, protestantesimo, luteranesimo, gnosi, Karl Rosenkranz, Alma von Stockhausen, Alexandre Kojève, Jacques Lacan, Pierre Klossowski, Jean Paul Sartre, Georges Bataille e André Breton, Alexandre Kojève, Lutero, filosofia della morte  Religione – Riflessioni su gnosi, luteranesimo, protestantesimo e modernismo Protestantesimo & Co – La falsa gnosi, da Lutero a [...]

Mondanizzazione e giudaizzazione massonica nella Chiesa, da Lutero ad oggi – 1

Mondanizzazione e giudaizzazione massonica nella Chiesa, da Lutero ad oggi – 1

Sabato,  9 Aprile/ 2016  - di Floriana Castro / Antimassoneria  - Redazione Qui Europa, Redazione Antimassoneria, Floriana Castro, Messia, Lutero, Protestantesimo, giudaizzazione della Chiesa  Mondanizzazione e giudaizzazione massonica  nella Chiesa, da Lutero ad oggi – 1 Breve storia dell’assedio (temporaneo) alla civiltà cristiana  da parte della giudeo-massoneria    di Floriana Castro / Antimassoneria  L'ondata massonico-protestante contro la Chiesa di Cristo [...]

Chiesa, Famiglia e Protestantesimo – Deriva UK: Figli su Misura per Omosessuali

Chiesa, Famiglia e Protestantesimo – Deriva UK: Figli su Misura per Omosessuali

Martedì,  Agosto 5th/ 2014 - Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Inghilterra, Londra, omosessuali, Gender, UK, Dudley Wright, John Ankerberg, America, sinodo di ottobre sulla famiglia, columnist del National Catholic Reporter, mondo protestante, massoneria, chiesa evangelica, chiesa anglicana, matrimonio, adozione, Instrumentum Laboris, Assemblea Generale della Chiesa di Scozia, Michael Nazir-Ali, Conferenza Metodista d’Inghilterra del 1985, questo nuovo documento di lavoro non accusa i teologi dissidenti, [...]

La strada protestante – Donne Vescovo per la Chiesa Anglicana UK

La strada protestante – Donne Vescovo per la Chiesa Anglicana UK

Mercoledì,  Luglio 16th/ 2014  - Redazione Qui Europa - Redazione Quieuropa, vescovi donna, chiesa anglicana, York, Londra, tradizione della chiesa cattolica, Giovanni Paolo II, arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, Regina elisabetta II, sinodo generale dei vescovi anglicani, la tradizione delle sacre scritture  La strada protestante – Donne Vescovo per la Chiesa Anglicana UK. Cosa dice la Scrittura?  [...]

Deriva Gender, Massoneria e Protestantesimo: a Cagliari la prima unione gay battista

Deriva Gender, Massoneria e Protestantesimo: a Cagliari la prima unione gay battista

 Martedì,  Luglio 8th/ 2014  - di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Massoneria, protestantesimo, deriva gender, chiesa battista di Cagliari, matrimonio Ggay, origini del piano gender, alice Bailey,  clamorose dichiarazioni della chiesa protestante tedesca, Protocolli dei Savi di Sion", "l'Agenda degli illuminati, Duca di Kent, Edward Windsor, Gran Maestro della Gran Loggia  Unita di Inghilterra, Enrico VIII, Edoardo VI, Riforma anglicana, [...]

Le dichiarazioni shock della Chiesa Anglicana tedesca

Le dichiarazioni shock della Chiesa Anglicana tedesca

Lunedì, Luglio 8th/ 2013 – di Maria Laura Barbuto -  Europa, Unione Europea, Germania, Berlino , Matrimonio, Etica, Società, Morale, Cristianesimo, Religione, Famiglia tradizionale, Genitori, Figli, Matrimoni gay, Unioni civili, Libertà, Diritti umani, Chiesa Evangelica, Protestanti, Vita, Die Welt   La pazzia protestante: "Allarghiamo il concetto di famiglia e matrimonio!" Le dichiarazioni shock della Chiesa Anglicana e la [...]

Anglo-Israelismo e Protestantesimo: le filantropiche dichiarazioni del Duca di Edimburgo

Anglo-Israelismo e Protestantesimo: le filantropiche dichiarazioni del Duca di Edimburgo

Lunedì, 25 Luglio/ 2016     - di Sergio Basile - Redazione quieuropa, Regno Unito, Sergio Basile, Angloisraelismo, Duca di Edimburgo, Regina Elisabetta, Londra, Protestantesimo, Commonwealth, British Israel, Nuovo Ordine Mondiale, Test Act   Anglo-Israelismo e Protestantesimo: le filantropiche dichiarazioni del Duca di Edimburgo Lo spirito eugenetico del Nuovo Ordine Mondiale nelle vive parole del consorte della Regina Elisabetta   [...]

La grande eresia – Commonwealth, moneta e giudaizzazione delle nazioni 

La grande eresia – Commonwealth, moneta e giudaizzazione delle nazioni – 1

Sabato, 4 Giugno/ 2016    –  di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia, Giacinto Auriti, Repubblica dell'usura, Valori cristiani, ebraicizzazione della società, protestantesimo, Banca d'Inghilterra, Diego Fusaro, causa ebraica, Cardinal Ratzinger, eresia giudeo-protestante, Test Act, L'Etica Protestante e lo Spirito Capitalismo, Max Weber, Protestantesimo  La grande eresia -  Commonwealth, moneta e giudaizzazione delle nazioni – I Parte Londra & dintorni – L'intreccio [...]

E’ possibile un Accordo Pratico tra Cattolici e Modernisti? No!

E’ possibile un Accordo Pratico tra Cattolici e Modernisti? No!

Mercoledì, 2 Giugno/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia / Premessa di Sergio Basile – Redazione quieuropa, Don Curzio Nitoglia, modernisti, Chiesa cattolica, Roma, Lutero, Rousseau, Locke, ebraismo, Bergoglio, eresie ebraiche, protestantizzazione della Chiesa, clero comunista e clero massonico, soggettivismo e relativismo, inconciliabilità tra ebraismo e cattolicesimo, Massoneria e Nuovo Ordine Mondiale   E' possibile un [...]

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 1

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 1

Martedì,  Aprile 14th/ 2015 – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa,  Nuovo Ordine Mondiale, British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo,  Giudeo-Massoneria, minando la cultura cristiana, unità "spirituale" delle chiese a livello mondiale, ecumenica, Fratellanza Mondiale, messaggio eucaristico e salvifico del Cristo, regno di Dio sulla terra, Richard Brothers, John Wilson, Lady Diana, Royal Family, Principe di Galles,  Rabbi Jacob Snowman, comunità giudeo-britannica, re britannici, Stato di Israele. La madre della [...]

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 2

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 2

Giovedì,  Aprile 30th/ 2015 – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa,  Nuovo Ordine Mondiale, British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo,  Giudeo-Massoneria, minando la cultura cristiana, unità "spirituale" delle chiese a livello mondiale, ecumenica, Fratellanza Mondiale, messaggio eucaristico e salvifico del Cristo, regno di Dio sulla terra, visione razzista ed élitaria del popolo di Dio, William Smith, Epiphanius, la Provvidenza ha scelto come guida il popolo nordico, falsa e strumentale filantropia, falce [...]

Giovani fedeli all’ebraismo: siamo destinati a dominare il mondo – Risposta ideale di due grandi santi

Giovani fedeli all’ebraismo: siamo destinati a dominare il mondo – Risposta ideale di due grandi santi

Mercoledì, 10 Agosto/ 2016    - di Redazione Qui Europa / Premessa Redazione Antimassoneria - /  Redazione Quieuropa, Redazione Antimassoneria, Nuovo Ordine Mondiale, ebrei, Talmud, San Giovanni Bosco, San Massimiliano Kolbe    Giovani fedeli all'ebraismo: siamo destinati   a dominare il mondo    La confessione: i goym saranno nostri schiavi!  Parlano i protagonisti del New World Order  La risposta ideale della Chiesa, [...]

La duplice strategia dei nemici di Cristo per la dissoluzione: ecumenismo e scisma nella Chiesa

La duplice strategia dei nemici di Cristo per la dissoluzione: ecumenismo e scisma nella Chiesa

  Venerdì, 5 Agosto/ 2016     - di  Sergio Basile  -  Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Michael Snyder, Mondialismo, Massoneria, guerra di religione, Bergoglio, apostasia nella  Chiesa, Roma, ecumenismo, unica religione mondiale, unico tempio di preghiera, The House of One, Berlino, San Giovanni Bosco,  Il Cattolico istruito nella sua religione   La duplice strategia dei nemici di Cristo per   la dissoluzione: ecumenismo [...]

Nuovo Ordine Mondiale – Sinarchia satanica che si vince con le armi dello Spirito

Nuovo Ordine Mondiale – Sinarchia satanica che si vince con le armi dello Spirito

Giovedì, Maggio 28th, 2015 – di Sergio Basile e Massimo Mancinelli  -  Redazione Quieuropa, Madonna di Fatima, Terzo Segreto di Fatima, Massimo Mancinelli, Sergio Basile, San Pio da Pietrelcina, San Giovanni Paolo II, Conciclio Vaticano II, Benedetto XV, Benedetto XVI, Popolo eletto, apostasia, tradimento di Dio, Giudeo-Massoneria, Ebraismo, Giusta interpretazione della Bibbia, nemici di Cristo, Ecumenismo, 13 Maggio 1981, Mehmet Ali Agca, [...]

Il Nuovo Ordine, la moda e l’errore dell’ecumenismo

Il Nuovo Ordine, la moda e l’errore dell’ecumenismo

Mercoledì,  Settembre 10th/ 2014  – di Don Floriano Pellegrini - Redazione Quieuropa,  Belluno, Roma, Don Floriano Pellegrini, Ecumenismo, Belgio, moda dell'ecumenismo, errori dell'ecumenismo, Anversa, Nuovo Ordine mondiale, a braccetto con i sommi sacerdoti, cattolicesimo modaiolo, veri testimoni, fraternità cristiana e fratellanza mondialista, Gesù non ha fatto ecumenismo, morte in croce per la verità  Il Nuovo Ordine, [...]

Papa Francesco simpatizza con i protestanti. Dalla scomunica alla legittimazione?

Papa Francesco simpatizza con i protestanti. Dalla scomunica alla legittimazione?

Mercoledì,  Luglio 30th/ 2014 - di Don Floriano Pellegrini - Iniziativa di Libero Confronto, Pensa e Scrivi di Quieuropa Redazione Quieuropa, Don Floriano Pellegrini, Papa Francesco, Caserta, protestanti, scomunica, legittimazione, chiesa modernista, ecumenismo, Giovanni Traettino, Buenos Aires, Papa Bergoglio, Unità nella diversità  Papa Francesco simpatizza con i protestanti. Dalla scomunica alla legittimazione? Ecumenismo, Globalizzazione e "unità nella diversità" (motto dell'UE): [...]

Il Messia del Talmud e quell’abbraccio inopportuno

Il Messia del Talmud e quell’abbraccio inopportuno

Sabato,  Agosto 30th/ 2014 - di Giuseppe Federici e Redazione Quieuropa - Iniziativa di Libero Confronto, "Pensa e Scrivi" di Quieuropa Redazione Quieuropa, Giuseppe Federici, ebraismo, Talmùd, Papa Francesco, Cardinal Bergoglio, rabbino Skorka, Buenos Aires  Il Messiah del Talmud e quell'abbraccio inopportuno Bergoglio: cardinale e Papa dallo stile decisamente "rivoluzionario" Il cardinal Jorge Bergoglio così premiò il rabino Abraham [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa