Moneta elettronica: l’apoteosi del nulla, la perfetta moneta satanica

Lunedì, 23 Gennaio/ 2017   

di Nicola Arena e Sergio Basile / Sete di Giustizia

 Redazione Quieuropa, sistema bancario, Nicola Arena, Sergio Basile, Sete di Giustizia, moneta, Bit-coin 

Bit-coin: l'apoteosi dell'astrazione e del nulla,

la perfetta moneta satanica

L'ultima frontiera della schiavitù monetaria passa per

l'impulso di un computer 

 

                Computer: macchina progettata per velocizzare

                                    e automatizzare gli errori.

                                                  anonimo

                                   Una volta avevo una vita.

                  Ora ho un computer e una connessione wi-fi.

                                                  anonimo

 

di Nicola Arena e Sergio Basile / Sete di Giustizia 

moneta satanica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

di Sergio Basile / Sete di Giustizia

 Perché fidarsi di un bit?                                           

Premessa – di Sergio Basile - Come disse Luc Fayard, giornalista francese, esperto di tecnologie mediatiche, "l'informatica non è altro che una scienza inesatta e una attività umana fallibile". Chiediamoci allora:

Perché subordinare la nostra dignità e sovranità monetaria all'impulso di una tastiera?

                                                     Perché fidarsi di un bit? 

          Ha forse il computer uno spirito, un codice etico autonomo, dei sentimenti?

                     O è piuttosto l'ennesima forma avanzata di "fantasma giuridico"

                                        nelle mani dei "padroni della moneta"?             

L'amore e la vita non sono realtà statiche ma irriducibilmente dinamiche, in quanto si trasmettono, hanno bisogno di essere continuamente alimentate  e rigenerate mediante lo spirito e la materia. La comunicazione e il contatto tra esseri viventi e/o tra persone e cose sono essenziali, poiché attraverso la creazione, e quindi il tocco di Dio, l'Altissimo ha sugellato il patto primordiale tra il Cielo e la Terra, tra Lui e l'intero Creato. Il contatto genera vita, l'assenza di contatto morte! Anche il bambino fin dai primi vagiti ha bisogno di avvertire il calore della madre, ha bisogno di sentire e sperimentare la dolcezza del suo abbraccio, il conforto del suo seno, dal cui contatto egli prende vita, nutrimento. Senza contatto il neonato impazzisce o muore! Non basta il cibo! Così come non basta, per contro, la sola premura della madre. L'amore si manifesta da una perfetta sintesi tra materia e spirito.

  Spirito e materia                                                       

La vita tra gli esseri umani, dunque, non si limita  alla materia, come non può limitarsi assolutamente alle parole e alle immagini. Né tantomeno ad un bit! Essa ha bisogno di spirito e materia, emozioni, sentimenti e contatto, continua sperimentazione

                     La materialità diviene trasfigurazione del sentimento, 

                       come il mare è lo specchio in cui si affaccia il cielo. 

Lo stesso atto sessuale, funzionale al più grande miracolo dell'universo, è tra le cose più sacre che Dio abbia mai concepito in favore delle sue creature. L'atto sessuale è sacro: da esso dipende sia la Vita che l'armonia della coppia, il piacere e il sacrificio. Cosa sarebbe "l'amore" tra marito e moglie senza il contatto fisico? Oggi, travolti dall'era digitale, le nostre vite, il nostro quotidiano, hanno subito uno strano ed innaturale processo di accelerazione, ma nel contempo il grado di profondità delle nostre relazioni ha subito una metamorfosi in negativo. Infatti, mentre aumenta il numero degli amici virtuali su facebook e si chatta di più e più in fretta, paradossalmente aumenta il nostro stato di alienazione e ci si conosce sempre meno in profondità… Perché? Semplice!

              Perché manca sempre di più il contatto fisico tra le persone, 

                    il valore di un sorriso, di una carezza, di uno sguardo

                                 o di una semplice stretta di mano. 

Dio nella Genesi attraverso il tocco delle sue dita crea e trasmette la vita. Quel che manca davvero all'uomo del terzo millennio sono dunque la sintonia fisica e il contatto: quella scintilla atavica con i suoi simili, con la natura e il creato. Quell'attrito tra due corpi… che permise ai primi uomini di scoprire il fuoco.

 Maledettamente virtuale!                                         

Tutto è sempre più maledettamente virtuale. Anche il vile danaro! Oggi, attraverso la moneta elettronica vogliono farci perdere il contatto con l'essenza fisica del denaro, il supporto cartaceo (anche se in realtà si tratta di fibra di cotone), e con esso nascondere anche il "valore indotto" e spirituale dello strumento monetario. Perché?

 L'uomo, di questo passo, potrebbe essere destinato ad "evolversi" sempre più 

                                 in un semplice, insignificante, numero

              Venendo a mancare il suddetto "supporto", la mente umana, 

                in un futuro prossimo, potrebbe essere irrimediabilmente 

         "costretta" a cancellare e rimuovere il concetto stesso di "denaro" 

                    e, di conseguanza, di "diritto" e di identità personale. 

(Se è vero com'è vero che la compressione o rarefazione monetaria indotta, da parte delle banche centrali e dei governi, non è altro che una malcelata operazione di compressione dei diritti personali e delle libertà di una comunità sociale).

  L'apoteosi dell'astrazione                                        

La mente umana, inoltre, potrebbe confondersi sempre più in merito alla reale portata dello strumento monetario e potrebbe, inevitabilmente, perdere il contatto con la realtà e con il "senso del dono", della reciprocità e del mutuo-soccorso: qualità che la moneta-convenzionale (o moneta credito come originariamente concepita) dovrebbe importare in un sistema sociale organico e sano. Prerogative queste che gli inventori della moneta-convenzionale dell'era mosaica (le tribù d'Israele) difesero per un lungo tempo della loro storia, prima di sviare e di abbracciare, in gran parte, il dio dell'usura

                               Tale rivoluzione elettronica,

premesso che la moneta è una sublimazione geniale di spirito e materia

         (materia, previsione d'acquisto e potere d'acquisto) 

           equivarrebbe dunque all'apoteosi dell'astrazione,

  cioé al trionfo assoluto del nulla sulla materia e sullo stesso spirito.

L'ultima moda che minaccia le nostre intelligenze e le nostre anime, in tal senso, si chiama bit-coin: moneta elettronica, immateriale e costituita da semplici impulsi elettronici, ideata nel 2009 da Satoshi NakamotoIl bit-coin, come vedremo meglio di seguito, celebra proprio l'apoteosi del nulla, sottraendo alle potenzialità della mente umana la possibilità di elaborare il reale senso della moneta che esso surroga e sostituisce! 

 Deriva Bit-coin                                                           

Il Bitcoin non viene regolamentato da una banca centrale ma da un database - di un oscuro, anonimo ed invisibile regista - distribuito sfruttando la tecnica della crittografia, per gestire gli aspetti funzionali e transazionali. In pratica la rete Bitcoin permette e facilita  il possesso e il trasferimento anonimo di moneta elettronica tra più soggetti economici, mediante un "portafoglio digitale" e un correlato "indirizzo bitcoin". Tale modello di moneta virtuale rende impossibile a qualunque autorità il blocco dei trasferimenti, il sequestro o la svalutazione dello strumento monetario. Questi probabilmente – assieme alla velocità e facilità di trasferimento dei bit-coin – sono i punti forti della curiosa invenzione figlia "nobile" dell'era digitale. Ma non tutto oro è quel che luccica! Anzi! Di chi è il bit coin? Cosa rappresenta? In che relazione si pone con quel fondamentale processo socio-economico di trasmissione della vita, fatto di spirito e materia, che dovrebbe caratterizzare tutti i processi di relazione tra uomini? E soprattutto, chi gestisce i bit-coin, e in vista di cosa? Sono interrogativi che gli entusiasti profeti della criptovalura sembrano non porsi. Eppure, analizzando più da vicino la struttura giuridica e la stessa natura "spirituale" della moneta (tra i mezzi economico-sociali più diretti per favorire il "contatto" tra gli uomini) la pseudo-moneta chiamata bit-coin nasconde lati oscuri e perversi che è bene tenere in debita considerazione, onde evitare di restare per l'ennesima volta schiavi di un terzo padrone, capace di gestire con subdola maestria il nostro tempo ed il nostro spazio, togliendoci ancora una volta quella sovranità che lo stesso Dio diede ai primi uomini nell'Eden, mettendoli in guardia dal sommo inganno: sostituirsi all'Onnipotente.

  Bit-coin? No grazie!                                                

La moneta-convenzionale sganciata dal debito, come detto, rappresentò per il popolo ebraico – per un certo tempo - uno straordinario strumento di mutuo soccorso e moltiplicazione delle ricchezze. L'idolatria del popolo eletto (o meglio di una parte di esso che imboccò la via del Talmud e della Cabala) sublimata nel culto idolatrico del vitello d'oro di Aronnee nella degenerazione dell'uso del segreto della potenza: da mezzo di soccorso a ignobile strumento di dominio sul prossimo - inietto nelle vene del genere umano un veleno letale. L'uomo finì ben presto per togliere ai suoi simili quella dignità originale che L'Onnipotente riservò fin dalla Genesi alla sua creatura prediletta (fatta a Sua immagine e somiglianza). Il peccato e l'idolatria di parte del "popolo eletto" - reiterati nei secoli, specie dopo il sommo omicidio - trasformarono la Shekhinah in chèque, ovvero la provvidenziale manifestazione divina in moneta-debito (bancaria) o inquietante manifestazione di un contro-dio personalistico e disumano. Dalla moneta convenzionale si passò alla moneta merce, e dalla moneta merce (oro, ecc..) alla moneta-debito (avvelenata dall'interesse da usura). Oggi il processo di involuzione dello strumento monetario (divinizzato) sembra non conoscere fine. Il bit-coin, alla luce di quanto detto, non è altro che l'ultima frontiera di questo diabolico inganno, vecchio quanto il mondo. Una scintilla, un impulso capace in maniera sempre meno evidente – e sempre più sottile – di generare (arbitrariamente) il bene e il male, il diritto e la schiavitù, la ragione e il torto. Bit-coin? No grazie! 
 
          Un tempo esistevano domande per le quali non c’erano risposte.
 
                  Oggi, all’epoca dei computer, ci sono molte risposte
 
              per le quali non abbiamo ancora pensato alle domande.
 
                                                     Peter Ustinov
 
Sergio Basile / Sete di Giustizia (Copyright © 2016 Qui Europa)
 
 
 
 

Bit-coin: la realizzazione della perfetta

moneta satanica

L'uomo spossessato, in un bit, persino della capacità

di essere "portatore del proprio debito"

 

 
 di Nicola Arena / Sete di Giustizia 
 
Bit-Coin moneta satanica
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 La "perfetta moneta satanica"                                

Con la moneta elettronica

si realizza la perfetta moneta satanica,

e precisamente la "moneta di proprietà del portatore"

al contrario

Roma - di Nicola Arena –  Nel corso dei millenni la moneta, essendo un bene usato come strumento di scambio, ha avuto come soggetto del suo utilizzo l’uomo. Con il passare del tempo la struttura merceologica del simbolo moneta, come visto, è mutata varie volte anche in virtù delle diverse aree geografiche del pianeta. In antichità, prima della nascita della moneta in senso stretto, il denaro era costituito da svariate tipologie di oggetti: scarabei d’argilla, semi di cacao, conchiglie, barrette di ferro, sale, bestiame, ecc.. Il vero cambiamento però lo notiamo con la nascita della Banca d’Inghilterra nel 1694 e conseguente immissione sul mercato della sterlina Inglese, prima moneta nominale al mondo creata come puro debito. La sterlina emessa su "riserva fittizia", sancì uno stravolgimento epocale nella storia dell’umanità. Il motivo principale di questo radicale mutamento, non va ricercato semplicemente nell’aspetto materiale della moneta, bensì nella posizione giuridica del portatore.

  Quando la moneta era d'oro…                                

      Quando la moneta era d’oro, il portatore ne era anche proprietario.

L’importanza di esserne il proprietario garantiva al portatore non solo il diritto di poter spendere a proprio piacimento il denaro posseduto, ma anche e soprattutto quello di pretenderlo e rivendicarlo. Con l’avvento della moneta emessa a debito, il portatore è stato subdolamente espropriato del proprio valore e indebitato di altrettanto, con un abile gioco di prestigio satanico. Questo è stato possibile a causa dell’assoluta ignoranza dei popoli e dei governanti in ambito monetario. Tale profondo stato di inconsapevolezza non ha permesso loro di scoprire l’inganno.

          L’errore di aver ricercato e riconosciuto il valore negli oggetti,

                      ha spinto i popoli ad accettare denaro-carta

                        come titolo rappresentativo della riserva.

Da sempre però i banchieri conoscono il segreto del denaro, il cui valore non va ricercato negli oggetti, ma nel pensiero degli uomini.

  Il segreto del valore, svelato da Auriti                  

Con la scoperta del valore indotto della moneta del professor Giacinto Auriti, il segreto del valore è stato svelato. Il valore della moneta e di tutti gli oggetti materiali e spirituali, va ricercato nella mente delle persone.

                            Il valore infatti – come sosteneva Auriti - 

                    è una previsione in un rapporto fra fasi di tempo. 

Per semplificare: “Il telefono ha valore perché prevedo di telefonare”; “La calcolatrice ha valore perché prevedo di fare calcoli”; “Gli sci hanno valore perché prevedo di andare a sciare”; “La penna ha valore perché prevedo di scrivere”. Il valore da soggettivo può diventare però valore collettivo, attraverso una convenzione che mette d’accordo e/o obbliga tutti.

                 “La moneta ha valore perché prevedo di comprare”. 

  Portatore del "proprio debito"                                

Nella seconda fase storico-giuridica in esame, tuttavia, la banca di emissione è divenuta illegittimamente proprietaria del valore (che, come detto, è creato convenzionalmente dai cittadini: vedi l'esempio delle antiche tribù d'Israele, sopra citato). Ciò avviene ancora oggi! Per contro l’uomo è diventato debitore del suo stesso denaro, rimanendo, tuttavia, ancora il "portatore" dello stesso strumento monetario. Egli, quindi, ha ancora la facoltà di impiegare il suo denaro (sia pur avvelenato dal debito) secondo le proprie esigenze: avendo la facoltà, per esempio, di non pagare multe o tasse ritenute ingiuste, ecc.. Il portatore quindi – quantomeno – dispone ancora, sia pur temporaneamente, del proprio "debito".

 Disumanizzati da un bit                                            

Dall’era moderna ad oggi, la piramide massonico-bancaria, al fine di sottomettere definitivamente i popoli, ha dimostrato – e dimostra – di avere uno spasmodico bisogno di occultare l’inganno monetario con nuovi arditi stratagemmi. Oggi lmoneta elettronica risponde perfettamete a questo disegno, malgrado il paravento del "miracolo digitale": non si correrà il rischio di essere depredati dai ladri per la strada (dicono); non bisognerà avere il peso del contante da tenere nel portafogli; si potranno effettuare pagamenti on-line con vantaggi spaziali e temporali; aumenterà la velocità degli scambi fra le nazioni, ecc.. Nessuno, tuttavia, sembra cogliere il meschino declassamento della posizione giuridica dell’essere umano dinanzi al bit-coin. Né tantomeno la 

                       disumanizzazione dell'intero ciclo socio-economico 

                                    che soprassiede al ciclo monetario.

La banca di emissione, oltre alla sovranità monetaria in senso stretto (proprietà della moneta) con la "rivoluzione digitale finale" potrebbe gestire anche il "debito" di milioni, miliardi di uomini. Cioé l'essere umano verrebbe addirittura spossessato dalla capacità di gestire il proprio debito. Ma  anche – se ci riflettiamo bene – di pensare e di esercitare il suo libero arbitrio. Insomma l'uomo diverrà esso stesso un grande personal computer portatile, programmabile e formattabile a piacere di terzi padroni (Ndr).

 La piena realizzazione di un'antica profezia         

Nelle compravendite, come noto, ogni richiesta di denaro dev’essere registrata, sicché l’essere umano è totalmente controllato nei suoi movimenti spaziali; ma anche monitorato sulla tipologia e quantità di prodotti acquistati. Riepilogando: 1) Con la moneta d’oro, l’uomo conservava sia la posizione giuridica sia quella di portatore e proprietario della sua moneta; 2) Con la moneta nominale emessa a debito, l’uomo rimanendo ancora il portatore (sia pur temporaneo e suigeneris) dello strumento monetario ha assunto però la funzione di debitore (del suo denaro); 3) Con la moneta elettronica, emessa a debito, l’uomo non sarà proprietario dei propri soldi e perderà anche – in maniera sempre più netta – la funzione di esserne il portatore. Ne consegue che la banca (per meglio dire gli azionisti che controllano il pacchetto azionario delle banche) nella prima fase svolgeva la funzione di società di servizi, estranea alla creazione monetaria; nella seconda fase (attraverso l’espropriazione della funzione monetaria ai danni dei governanti e sovrani reali) iniziò a creare moneta debito, sottraendo la proprietà agli esseri umani e indebitandoli di altrettanto. Nella terza fase essa (o i controllori dei pc)

                          toglierà agli uomini anche il diritto di "portabilità",

                                               assumendo il controllo

e tracciando non solo i movimenti contabili di tutte le transazioni effettuate

                                       da ogni singolo essere umano,

                               ma anche la sua posizione geografica,

    attraverso – in aggiunta – l'uso sempre più frequente di microchips

  installati nelle carte di credito e bancomat, adibiti alla geo localizzazione.

Possiamo affermare, in sintesi, che con la moneta elettronica emessa a debito, le banche hanno realizzato la perfetta moneta satanica ovverosia: la proprietà del portatore … al contrario. In definitiva il processo di sottomissione dei popoli da parte delle banche è pressoché ultimato, rimarrebbe - in caso – soltanto l’installazione dei microchips sottocutanei  (peraltro già sperimentati con successo sugli animali e su alcuni cittadini "volontari") ad ogni "cittadino-personal computer" per il completo controllo dell’umanità, realizzando così – con maggior violenza – la profezia scritta nel libro dell’Apocalisse di San Giovanni.

             Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi

                     ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; 

           e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio,

    (N.B.: il "666" è già impresso in tutti i codici a barre dei prodotti immessi nel mercato)

                             cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. 

            Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia:

               essa rappresenta un nome d'uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.

                                                       Apocalisse 13, 16-18

 

Nicola Arena / Sete di Giustizia (Copyright © 2016 Qui Europa)

____________________________________________________________________________________________

Nicola Arena, Sergio Basile / Sete di Giustizia (Copyright © 2016 Qui Europa)

in collaborazione con "Sete di Giustizia" / Associazione Nazionale Auritiana

partecipa al dibattito – infounicz.europa@gmail.com

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

____________________________________________________________________________________________

 Sete di Giustizia – Seguici su Facebook               

NOI  SIAMO  PER LA PROPRIETÀ  POPOLARE DELLA   MONETA.

Oggi la moneta nasce di proprietà della banca che la emette prestandola ai cittadini.

Noi vogliamo che nasca di proprietà dei cittadini e che sia accreditata 

ad ognuno come " REDDITO di CITTADINANZA ".

DISEGNO DI LEGGE N°1282 SENATO XII LEGISLATURA 

DIS. LEGGE N°1889 SENATO XIII LEGISLATURA

Disegno di Legge proposto dal Sindacato Anti USura 

Segretario Generale  avv. prof. Giacinto Auriti

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

Vedi anche  www.simec.org e Sete di Giustizia

____________________________________________________________________________________________

 Video correlato                                                          

Convegno sulla moneta / 17 Settembre 2016

_______________________________________________________________________________________________________________

 Articoli correlati                                                        

Giacinto Auriti: l’inganno monetario, la trappola del mercato dei cambi e della borsa valori

Giacinto Auriti: l’inganno monetario, la trappola del mercato dei cambi e della borsa valori

Venerdì, 6 Gennaio/ 2016    di Nicola Arena e Sergio Basile / Sete di Giustizia  Redazione Quieuropa, Giacinto Auriti, sistema bancario, Nicola Arena, Sergio Basile, Sete di Giustizia, moneta, schiavitù monetaria, sistema dei cambi, controllo   Giacinto Auriti: l'inganno monetario, la trappola del mercato dei cambi e della borsa valori Le variazioni della domanda e dell'offerta di valuta estera possono portare a delle oscillazioni dei [...]

Expo 2015: palcoscenico per la Moneta Unica Mondiale?

Expo 2015: palcoscenico per la Moneta Unica Mondiale?

Mercoledì, Gennaio 29th/ 2014 – di Sergio Basile -   Quieuropa, Milano, Bruxelles, Expo di Milano 2015, Commissione Europea, Herman Van Rompuy, Parlamento Europeo, Romano Prodi, Rothschild, Moneta Unica Mondiale, Illuminati, MES, Primavere Arabe, NWO, New World Order, David Rockefeller, Sandro Sassoli, Silvio Berlusconi, Mammona, Dominio Globale, massoneria Internazionale, Orwell 1984, Big Brother e controllo delle masse, [...]

Il Volto di Satana e i Demoni del Danaro

Il Volto di Satana e i Demoni del Danaro

Martedì, Agosto 6th/ 2013 – Redazione Qui Europa - I Demoni del Denaro - Video di "Poetainazione" – Satana, Demoni del Danaro, Poeta in Azione, Lotta tra bene e Male, Guerre, Demoni, Debiti Fittizi, Crisi Fittizie, Massoneria, Logge, Avvocati Corrotti, Giudici Corrotti, Sacrifici Umani, Discorso della Montagna, Il Serpente Antico, Economia, Violenza, Sesso, Droga, Indifferenza ed assuefazione [...]

Dominio Mondiale e Moneta Elettronica – Rivelazioni Eccellenti

Dominio Mondiale e Moneta Elettronica – Rivelazioni Eccellenti

Lunedì, Novembre 4th/ 2013  - Redazione Qui Europa e Sete di Giustizia – Redazione Qui Europa, Moneta elettronica, Nuovo Ordine Mondiale, Aaron Russo, Professor Michel Schooyans, Papa Benedetto XVI, Nuovo Disordine Mondiale, Nick Rockefeller, Micro-Chip Rfid, Joseph Ratzinger, Deriva Mondialista, New World Order  Dominio Mondiale e Moneta Elettronica Le rivelazioni eccezionali di Aaron Russo sulla moneta elettronica [...]

Epilogo Euro: la fine della moneta unica è solo rimandata!

Epilogo Euro: la fine della moneta unica  è solo rimandata!

Giovedì, Agosto 23th/ 2012 – di Maria Laura Barbuto – Unione Europea / Europa / Italia / Spagna / Germania / Roma / Francoforte / Euro / Lira / Moneta Unica / Unione Monetaria / Unione politica / Crisi indotta / Economia / Previsione fine euro / Borse / Spread / Finanza / Mario Monti [...]

Nuovo Ordine, Euro, FED, BCE: quello che Tajani non dice

Nuovo Ordine, Euro, FED, BCE: quello che Tajani non dice

Lunedì, Gennaio 27th/ 2014 – di Nicola Arena, Sete di Giustizia / Redazione Qui Europa -   Nicola Arena, Quieuropa, Euro, Moneta Unica troppo forte per le esportazioni, Sete di Giustizia, Professor Giacinto Auriti, Moneta Debito, Fed, Antonio tajani, Nuovo Ordine Mondiale, Stati Uniti d'Europa, BCE, Mario Draghi, Spread, target2, Moneta Debito  Nuovo Ordine, Euro, FED, BCE: quello [...]

Idea Moneta Comune al posto di Moneta Unica. No Grazie

Idea Moneta Comune al posto di Moneta Unica. No Grazie

Mercoledì, Agosto 7th/ 2013   – Sergio Basile - Sistema Monetario Europeo, BCE, banche centrali, eurozona, Moneta Unica, Euro, Moneta Comune, Sovranità monetaria, Italia, Bruxelles, Roma, Pesetas, Dracma, Lira, Proprietà popolare della Moneta,  Idea "Moneta Comune" al posto di "Moneta Unica". No grazie!  L'Idea è quella di sottrarre la moneta ai meccanismi di cambio internazionali. Ma senza [...]

Euro – Guerra tra Falsari

Euro – Guerra tra Falsari

Mercoledì, Febbraio 20th/ 2013 – di Giuseppe Sacco e Sergio Basile -  Euro – Guerra tra Falsari , Ue: Lettera ai Ministri delle Finanze, monete falsificate, Taglio da 2 euro il privilegiato, 531 mila banconote falsificate, misure preventive, Proposte, Commissione Europea, regolamento, autenticazione delle monete, euro, nuove banconote, Mario Draghi, Banda degli Onesti, Monopoli, BCE, Francoforte, Dea [...]

Crisi – Costi della Politica? Falso problema, grande menzogna

Crisi – Costi della Politica? Falso problema, grande menzogna

Mercoledì, Giugno 10th, 2015 – di Giovanni Agostino e Sergio Basile, Sete di Giustizia –  Redazione Quieuropa, Giacinto Auriti, Giovanni Agostino, Sergio Basile, Sete di Giustizia Messina, Basilea 3,  credit crunch, Costi e sprechi della politica,  origini occultate della crisi, concetti auritiani, proprietà popolare della moneta, reddito di cittadinanza a credito, moratoria dei debiti, signoraggio bancario  Dietro la "crisi" truffa – Politica, Società e Sistema Bancario  Crisi [...]

Riflessioni sul Reddito di Cittadinanza auritiano e sull’ipotesi di fuoriuscita dall’Euro

Riflessioni sul Reddito di Cittadinanza auritiano e sull’ipotesi di fuoriuscita dall’Euro

Lunedì,  Maggio 11st/ 2015       – Redazione Qui Europa - Iniziativa di Libero Confronto, Pensa e Scrivi di Qui Europa Premessa di Sergio Basile, Presidente Sete di Giustizia / Qui Europa Articolo successivo di Cosimo Massaro, scrittore esp. teorie monetarie Redazione Quieuropa, Cosimo Massaro, Sergio Basile, euro, moneta debito, uscita dall'euro, economia locale, baratto amministrativo, stanze di [...]

Il messaggio di Fatima e la rivoluzione monetaria di Giacinto Auriti

Il messaggio di Fatima e la rivoluzione monetaria di Giacinto Auriti

- di Sergio Basile, Presidente "Sete di Giustizia" - Redazione Quieuropa,  Sergio Basile, Madonna di Fatima, 13 Maggio, Guardiagrele, Giacinto Auriti, Supplica alla Madonna di Fatima, Approvazione eclesiastica, Sete di Giustizia, Guardiagrele, Padre Colombano, Codice Civile Greco, Nuovo Testamento, scontro finale tra bene e male di cui parla l'Apocalisse, citazione di Gesù, San Bernardino da Siena, usurai medievali ebrei, Sant’Eusanio del Sangro, testimonianza di [...]12 maggio 2016Commenti disabilitatiRead More#

Il Liberalismo: l’anello di congiunzione tra Capitalismo, statalismo (Marxismo) e permissivismo morale

Il Liberalismo: l’anello di congiunzione tra Capitalismo, statalismo (Marxismo) e permissivismo morale

Giovedì, 17 Novembre/ 2016    di Sergio Basile e Matteo Mazzariol  Redazione Quieuropa, Movimento Distributista, Chesterton, Sergio Basile, Matteo Mazzariol, Liberalismo, Capitalismo, Marxismo, permissivismo morale, Karl Marx, Lenin, Rivoluzione Bolscevica, sistema bancario  Il Liberalismo: l'anello di congiunzione tra Capitalismo, statalismo (Marxismo) e permissivismo morale I figli di Hegel in tv: un imbarazzante e ingannevole monologo che dura da [...]

Lo strumento e il fantasma – Come nasce il valore della moneta?

Lo strumento e il fantasma – Come nasce il valore della moneta?

Giovedì, 12 Gennaio/ 2017    di Nicola Arena e Sergio Basile / Sete di Giustizia  Redazione Quieuropa, sistema bancario, Nicola Arena, Sete di Giustizia, moneta, fantasma, Giacinto Auriti  Lo strumento e il fantasma – Come nasce il valore della moneta? La moneta-debito è una promessa di pagamento condizionata da una menzogna.  Lo Stato è un semplice fantasma [...]

Dominio Rothschild – Evoluzione dei rapporti tra Finanza, Massoneria e Comunismo / 1

Dominio Rothschild – Evoluzione dei rapporti tra Finanza, Massoneria e Comunismo / 1

Domenica, 8 Gennaio/ 2017     - di  Sergio Basile e Don Curzio Nitoglia  Redazione Quieuropa, Don Curzio Nitoglia, Sergio Basile, Redazione luococomune, Alta Finanza, Giudeo Massoneria, Rothschild, Finanza, Comunismo, Italia, Occupazione, influenza Rothschild sull'Italia, Sistema Bancario   Evoluzione dei rapporti tra Alta-Finanza,   Giudeo-Massoneria e Comunismo:   dominio Rothschild / 1 Il lato occulto della storia: 150 anni di dittatura Rothschild,  150 anni [...]

Spinti a far Debiti dal mitico Stato-Apparato

Spinti a far Debiti dal mitico Stato-Apparato

Martedì, Marzo 17th/ 2015 – di Nicola Arena e Sergio Basile / "Sete di Giustizia" –  Redazione Qui Europa, Nicola Arena, Sergio Basile, Sete di Giustizia, spinti a far debiti, rating, spread, titoli di stato del debito pubblico, Giacinto Auriti, Moneta Debito  Retroscena – Dietro l'iper emissione di titoli del debito pubblico Spinti a far Debiti dal mitico [...]

La Schiavitù Monetaria: una mostruosità storica dal 1694

La Schiavitù Monetaria: una mostruosità storica dal 1694

 Lunedì, Marzo  9th / 2015       -  di Giacinto Auriti – Postfazione al libro di Bruno Tarquini: La Banca, la Moneta el'Usura - La Costituzione tradita Redazione Quieuropa, Debito, Risparmio, Giacinto Auriti, Auriti, Bruno Tarquini, Moneta Debito, Interessi passivi, tentazioni nel deserto, Banca d'Inghilterra, Costituzione tradita, commonwealth britannico, tutto il mondo è colonia monetaria, abolizione della transustanziazione, moneta di [...]

Moneta Debito – Come il giorno e la notte… Contraddizioni dei profeti del nulla

Moneta Debito – Come il giorno e la notte… Contraddizioni dei profeti del nulla

Martedì,  Settembre 23rd/ 2014  – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Libero Confronto, Paolo Barnard, Warren Mosler, MMT, sovranisti, Matteo Salvini, Claudio Borghi, Paolo Barnard, Beppe Grillo, Giulietto Chiesa, Alain Parguez , San Francesco d'Assisi, San Bernardino da Siena, Maurice Allais, Padre Quirino Salomone, Giacinto Auriti, Capitalismo e sistema bancario, come il giorno e la notte, dissenso controllato, falsi dissidenti e [...]

Moneta – Limiti dei sindacati e crimini moderni della società strumentale

Moneta – Limiti dei sindacati e crimini moderni della società strumentale

Sabato,  Marzo 28th/ 2015 - di Sergio Basile, Presidente "Sete di Giustizia"-  Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia, Giacinto Auriti, Sergio Basile, Maurizio Landini, logiche di partito, società organica e società Strumentale, sistema bancario, ruolo dei sindacati, surplus, Banca d'Inghilterra, logica tomista, San Tommaso d'Aquino, Hegel, Jobs Act, proprietà popolare della moneta, massoneria, uomini schiavi della moneta  San Tommaso d'Aquino [...]

Liberal-Capitalismo e Social-Comunismo: il patto segreto per la dissoluzione della società civile

Liberal-Capitalismo e Social-Comunismo: il patto segreto per la dissoluzione della società civile

Sabato, 7 Gennaio/ 2017   Matteo Mazzariol  Redazione Quieuropa, Movimento Distributista, Chesterton, Matteo Mazzariol, Liberalismo, Capitalismo, Marxismo  Liberal-Capitalismo e Social-Comunismo: il patto segreto per la dissoluzione della società civile Quello che il sistema partititco ci propina è il tipico doppio messaggio (insostenibile) caratteristico del funzionamento mentale schizofrenico. Quali soluzioni adottare?   di Matteo Mazzariol       [...]

Verso l’eliminazione delle pensioni: un crimine profetizzato dal Prof. Auriti

Verso l’eliminazione delle pensioni: un crimine profetizzato dal Prof. Auriti

Lunedì, 20 Giugno/ 2016  - Redazione Qui Europa - Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia, Ape, Prof. Giacinto Auriti, moneta-debito, crisi economica, truffa del debito pubblico, teoria auritiana, pensioni, reddito di cittadinanza  Verso l'eliminazione delle pensioni: un crimine profetizzato dal Prof. Auriti "Il problema di fondo è quello di vedere la nascita dell'usura  al momento in cui viene emessa la moneta, quando viene emessa [...]

Moneta – Limiti dei sindacati e crimini moderni della società strumentale

Moneta – Limiti dei sindacati e crimini moderni della società strumentale

Sabato,  Marzo 28th/ 2015 - di Sergio Basile, Presidente "Sete di Giustizia"-  Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia, Giacinto Auriti, Sergio Basile, Maurizio Landini, logiche di partito, società organica e società Strumentale, sistema bancario, ruolo dei sindacati, surplus, Banca d'Inghilterra, logica tomista, San Tommaso d'Aquino, Hegel, Jobs Act, proprietà popolare della moneta, massoneria, uomini schiavi della moneta  San Tommaso d'Aquino [...]

La moneta locale nel pensiero Auritiano: il Miracolo SIMEC

La moneta locale nel pensiero Auritiano: il Miracolo SIMEC

Martedì,  Marzo 24th/ 2015 - di Mara Saraniti e Giovanni Agostino, "Sete di Giustizia"Messina -  Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia,Messina, Simec, Giovanni Agostino, Mara Saraniti, Guardiagrele, Guardia di Finanza, Il SIMEC fu dissequestrato, suicidi, Atene, Caso Grecia  La moneta locale nel pensiero Auritiano: il Miracolo SIMEC SIMEC – Simbolo Econometrico di Valore Indotto: Un esperimento che fece decollare l'economia [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa