Moneta-debito: come un tappeto mobile che funziona al contrario

Sabato, 16 giugno / 2018 

di Nicola Arena, Sete di Giustizia  -

 Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Giacinto Auriti, Moneta-debito, tappeto mobile, valore, tempo 

Moneta-debito: come un tappeto mobile che

funziona al contrario

Il tappeto mobile, come la moneta, deve servire la gente, agevolandone

il cammino. Se funziona al contrario, come la moneta-debito, esso

condanna gli individui incapaci a reggere il passo imposto

e annulla gli sforzi di tutti gli altri

 

di Nicola Arena / Sete di Giustizia

MONETA-DEBITO: UN TAPPETO MOBILE CHE FUNZIONA AL CONTRARIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Percepire il valore dallo spostamento delle cose 

Roma di Nicola Arena - Lo scandire del tempo lo percepiamo dagli spostamenti degli oggetti o delle persone attraverso lo spazio. Abbiamo spiegato in altre occasioni che

                         il valore è tempo oggettivato in un simbolo.

                          Come possiamo quindi percepire il valore

                                 dallo spostamento delle cose?

          Lo possiamo percepire mettendo in relazione alcuni oggetti

      molto diversi fra loro nelle funzioni, nella forma e nel contenuto.

Nell’era tecnologica dove si produce un’infinità di prodotti, molti sono inutili, altri superflui ma ce ne sono tanti che sono davvero pratici per il miglioramento della vita sociale. Uno di questi il marciapiede mobile, noto anche come tappeto mobile: è un dispositivo che permette il trasporto di persone fra due punti allo stesso o a diverso livello. Il marciapiede mobile è dotato di una superficie piana, mossa da un motore elettrico che utilizza il principio del nastro trasportatore applicato come mezzo di trasporto pubblico urbano. È usato diffusamente negli aeroporti e nelle stazioni delle grandi metropolitane. È molto funzionale nei casi in cui è necessario far defluire molte persone in spazi ristretti, poiché in questo caso la velocità delle persone stesse è ridotta a causa della folla. Per non urtarsi, i singoli pedoni in marcia devono, infatti, mantenere una distanza minima e sono costrette a camminare a zig zag perciò tendono a variare la loro velocità, causando un rallentamento a catena di chi li segue. Invece la velocità costante del marciapiede mobile, anche se modesta, risolve questo problema. Ci siamo soffermati nella descrizione di quest’oggetto perché in esso possiamo notare degli aspetti di natura sociologica, infatti, il marciapiede mobile è quello che descrive vari aspetti della vita quotidianamente vissuta dalle persone in movimento. Osservandone il suo funzionamento notiamo lo scandire del tempo attraverso la velocità, lo spostamento dei corpi da un punto a un altro dello spazio. Il tempo di vita vissuto dalle persone è percepito, da un osservatore esterno, attraverso uno spazio percorso.

 Il tappeto mobile e la moneta                                  

Stavolta vogliamo porre in parallelo alcune prerogative del marciapiede mobile e dello strumento monetario. Cos’hanno in comune questi due oggetti così diversi fra loro? Il primo è logicamente creato per facilitare il benessere della gente, permette di velocizzare del doppio la marcia a piedi e accorciare i tempi facendo impiegare meno sforzo fisico e mentale per raggiungere la meta. Il tappeto mobile è a disposizione di tutti quelli che lo usano, permette a chi cammina di raddoppiare la propria velocità, nelle soste comunque fa continuare il proprio cammino. Per chi non riesce a camminare con le proprie gambe o che ci riesce con enorme fatica, il t.m. è un ausilio molto importante. In tutto questo ragionamento elementare non emerge una prerogativa dell’oggetto descritto, ovverosia quella di funzionare nella stessa direzione di marcia dei passeggeri. E’ ovvio direte. Le cose ovvie però spesso devono essere valutate, altrimenti non si possono notare nella loro importanza. Riepilogando:

          il tappeto deve servire la gente e per farlo deve agevolarne il cammino.

                                    E' stato investito per questo motivo

 E se funziona al contrario?                                       

Pensiamo per un attimo a un tappeto mobile che funzioni al contrario della direzione prescelta. E pensiamo che la gente sia obbligata a doverlo usare. Pensiamo anche a una situazione in cui per legge non ci si possa spostare su un’altra strada e camminare liberamente fuori da quello strumento.

                                        Esso annullerebbe la nostra velocità,

        ci costringerebbe a raddoppiare il lavoro per mantenere un ritmo normale,

quando subentrerebbe la stanchezza, la sosta diventerebbe un motivo di sconforto,

         perché farebbe compiere il percorso inverso, vanificando la doppia fatica

                        e costringendo ad altri sforzi per continuare il camino.

Un tappeto mobile così concepito non darebbe alcuna possibilità alle persone anziane, ai disabili e ai bambini piccoli e comunque a tutti coloro che non hanno la forza di raggiungere con tranquillità la meta, alcuna possibilità di poter esprimere le proprie capacità e rivendicare la dignità di esseri umani. Il tempo di vita impiegato per lavorare e andare avanti sarebbe vanificato, sacrificando il proprio tempo da dedicare a noi stessi e al prossimo.

 Moneta-debito e annullamento del tempo di lavoro  

In tutto questo ragionamento cosa c’entra la moneta? La moneta è anch’essa uno strumento, il cui valore risiede nella previsione dell’uomo di poter comprare un oggetto che gli dia benessere. La moneta quindi è un contenitore di valore previsionale. Come tutti gli oggetti dovrebbero essere costruiti per soddisfare il benessere dell’uomo, quindi anche la moneta dovrebbe seguire questo ragionamento logico. Invece

       la quasi totalità delle persone ignora che la moneta nasca come debito.

Ora cosa significa che nasce come debito? Intanto dobbiamo dire che per sua natura la moneta essendo un’unità di misura del valore è essa stessa una parte di valore dell’oggetto che deve misurare. In pratica la moneta raddoppia specularmente il valore di tutti gli oggetti presenti e che richiedono essere acquistati. La sua creazione a debito, però, da parte delle banche centrali, realizza una mostruosa truffa perché annulla la proprietà dei beni e comporta il fatto di dover produrre il doppio degli oggetti per riuscire ad ottenere il valore iniziale. La moneta debito quindi annulla il tempo di lavoro delle persone per produrre quegli oggetti. Il discorso forse comincia ad essere più interessante. La moneta permette di scambiare le merci e il loro spostamento dal punto di fabbricazione alle nostre case.

 Moneta-debito ed effetto dell'interesse                        

Se aggiungiamo al debito, anche un aggravio degli interessi è come aumentare la velocità al contrario del t.m. Affermava il professor Auriti

       Il contribuente si illude che il prelievo fiscale sia utilizzato per le funzioni dello Stato,

                        la verità è invece che in buona parte va a finirenelle tasche

                                           degli azionisti della banca centrale

                                                         ( Giacinto Auriti )

Da un lato, quindi, bisogna lavorare il doppio dall’altro, bisogna aggiungere altro lavoro per pagare gli interessi.

       La moneta debito quindi annulla il nostro cammino e ci riporta indietro di altrettanto.

                         E nelle soste? Come nella sosta sul t.m. che ruota al contrario,

                    le tasse non fanno altro che aumentare la velocità al contrario del t.m.

                                            e sottrarci parte del lavoro guadagnato

                           facendo diminuire costantemente il nostro valore prodotto,

                                           costringendoci a lavorare ulteriormente

                               per recuperare quel valore che già avevamo raggiunto.

 3 servi fedeli dei banchieri che oscurano il cammino 

Cosa accadrebbe invece se la gente si rendesse conto della truffa monetaria in atto? Ognuno di noi prenderebbe spontaneamente la strada propria, abbandonando le imposizioni che ci sono state cucite addosso dai padroni del denaro e dai loro servi fedeli che, forse, non tutti conoscono e che possiamo racchiudere in tre categorie principali: i politici (di qualsiasi schieramento che abbia visibilità mediatica), gli economisti, che vediamo scorrazzare nelle televisioni, fornendoci le ricette economiche sempre però rimanendo all’interno del sistema del debito, e i giornalisti prezzolati che fanno da collante fra le altre due categorie.

                           Il popolo non ha quindi nemmeno gli strumenti percettivi

                                                    per comprenderne la truffa.

Non ha punti di rifermento per capire  (come sopra un t.m. dentro una galleria buia). Speriamo di aver prodotto altri elementi di riflessione e che possano suscitare quella curiosità necessaria per comprendere l’essenza ovvia delle cose che ci circondano. Attraverso questa percezione possiamo scoprire che la bellezza del nostro mondo dipende dalla capacità di riconoscere e discernere la verità dalla menzogna, la differenza fra un tappeto mobile che va nella giusta direzione o in quella contraria, la differenza che c’è fra la moneta debito che ostacola, affanna e impoverisce fino ad annullare la dignità umana, e la moneta proprietà che nasce come dono e come giusto corrispettivo per una prestazione resa. La moneta proprietà ci farebbe guadagnare parte del tempo della nostra vita che potremmo impiegare per stare insieme e aiutare gli altri e per noi stessi, assaporando il piacere della preghiera in un ambiente puro e incontaminato dei nostri pensieri.

Nicola Arena (Copyright © 2018 Qui Europa)

partecipa al dibattito:
 

infounicz.europa@gmail.com / redazione.quieuropa@gmail.com

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

________________________________________________________________________________________________________________

 Video - B.A.R. – Buono Agevevolaz. Reddituale 

Intervista B.A.R. Sergio Basile e Nicola Arena – YouTube

https://www.youtube.com/watch?v=mh1J-WOrTjI

2 lug 2017 Intervista B.A.R. - Sergio Basile e Nicola Arena

 

 

__________________________________________________________________________________________________________________

 Articoli correlati                                                           

Moneta-debito, strategie bancarie, crisi: tutto nei Protocolli di Sion

Moneta-debito, strategie bancarie, crisi: tutto nei Protocolli di Sion

Domenica, 27 maggio/ 2018 – di Sergio Basile  –  Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Kolbe, Protocolli dei Savi di Sion, moneta-debito, banche  Moneta-debito, crisi economiche e strategie bancarie: tutto nei Protocolli di Sion Il caos economico imperante sarebbe una delle prove maggiori  dell'autenticità del documento più sovversivo della storia   di Sergio Basile, Presidente Sete di Giustizia           [...]

27 maggio 2018Commenti disabilitatiRead More

Le tasse, il denaro contante, il denaro virtuale e la perdita di libertà

Le tasse, il denaro contante, il denaro virtuale e la perdita di libertà

Sabato, 21 aprile / 2018  - di Nicola Arena, Sete di Giustizia  -  Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Giacinto Auriti, Denaro contante, moneta elettronica  Le tasse, il denaro contante, il denaro virtuale e la perdita di libertà   Il fenomeno della dematerializzazione del contante nasconde crimini contro l'umanità: è il più grande attacco alle libertà dei singoli. Perché dematerializzare il denaro? [...]

 

21 aprile 2018Commenti disabilitatiRead More

Bitcoin, strumento mondiale di controllo delle ricchezze reali: analogie con il titolo azionario

Bitcoin, strumento mondiale di controllo delle ricchezze reali: analogie con il titolo azionario

Sabato, 6 gennaio / 2018  - di Nicola Arena, con contributi di Sergio Basile –  Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Sergio Basile, Giacinto Auriti, Bitcoin, titolo azionario  Bitcoin, strumento mondiale di controllo delle ricchezze reali: analogie con il titolo azionario Il fenomeno Bitcoin, l'ultima grande truffa del sistema mondialista per controllare ed accaparrarsi le ricchezze reali dei popoli   di Nicola [...]

Il Trucco delle multinazionali svelato da Auriti e l’inganno della borsa

Il Trucco delle multinazionali svelato da Auriti e l’inganno della borsa

Lunedì,  Luglio 28th/ 2014 – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Diritto societario, Società, Azioni, borsa valori, mercato azionario, multinazionali, la lezione di Giacinto Auriti, TTIP, Accentramento globale, società per azioni o – per meglio dire – di gruppi di società anonime, moneta sottovalutata, sistemi valutari, sistemi monetari, incorporare i valori monetari, Wall Street e la City of London  Il trucco delle [...]

Moneta-Convenzione: Spirito e Materia – L’inganno delle Criptovalute

Moneta-Convenzione: Spirito e Materia – L’inganno delle Criptovalute

Martedì, 24 ottobre / 2017  – di Nicola Arena / Sete di Giustizia -  Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Giacinto Auriti, Spirito e Materia, moneta convenzionale  Moneta-Convenzione: Spirito e Materia Il simbolo trasposto nella materia ci permette di percepire l'essenza spirituale con i nostri sensi e realizza il diritto: un altro motivo per detestare le cripto-valute   di [...]

Moneta elettronica: l’apoteosi del nulla, la perfetta moneta satanica

Moneta elettronica: l’apoteosi del nulla, la perfetta moneta satanica

Lunedì, 23 Gennaio/ 2017    di Nicola Arena e Sergio Basile / Sete di Giustizia  Redazione Quieuropa, sistema bancario, Nicola Arena, Sergio Basile, Sete di Giustizia, moneta, Bit-coin  Bit-coin: l'apoteosi dell'astrazione e del nulla, la perfetta moneta satanica L'ultima frontiera della schiavitù monetaria passa per l'impulso di un computer                [...]

Blockchain, un nome nuovo per attuare i vecchi paradigmi del Socialismo

Blockchain, un nome nuovo per attuare i vecchi paradigmi del Socialismo

Sabato, 7 ottobre / 2017  di Patrizia Arcana / gamerlandia.net  Redazione Quieuropa, Patrizia Arcana, Socialismo, Blockchain, Sistema bancario, trappola  Blockchain, un nome nuovo per attuare i vecchi paradigmi del Socialismo L'arma nuova dello gnosticismo e socialismo-massonico: alleanza bilaterale tra governo a carattere confiscatorio  e tecnologia pervasiva di sorveglianza   di Patrizia Arcana                 [...]

L’uomo sottomesso all’oggetto moneta

L’uomo sottomesso all’oggetto moneta

Mercoledì, 23 agosto/ 2017  di Nicola Arena, Sete di Giustizia  Redazione Quieuropa, Sete di Giustizia, Giacinto  Auriti,  Nicola Arena, Moneta  Debito, creazione del valore, criptovalute   L'uomo sottomesso all'oggetto moneta Il grande paradosso della mancanza di danaro nell'odierna società e la grandissima balla delle criptovalute   di Nicola Arena, Sete di Giustizia       [...]

L’essenza della truffa monetaria da Signoraggio – Il Denaro non ha Costi di Produzione

L’essenza della truffa monetaria da Signoraggio – Il Denaro non ha Costi di Produzione

Venerdì, Maggio 9th/ 2014  - di Nicola Arena e Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Nicola Arena, Sergio Basile, professor Giacinto Auriti, Stampa del denaro a costo nullo, trucco tipografico, Teoria del Valore Indotto della Moneta,  Valore Indotto, simbolo di costo nullo, reddito di cittadinanza, sopravvivenza propria, male autoprodotto, giustificabili agli occhi di Dio, signoraggio bancario, banconota di 100 euro, simbolo di costo nullo, conferiamo il [...]

Giacinto Auriti – L’uomo che distrusse la logica massonica delle lobby

Giacinto Auriti – L’uomo che distrusse la logica massonica delle lobby

Venerdì,  Ottobre 31st/ 2014       - di Don Floriano Pellegrini e  Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Don Floriano Pellegrini, Sergio Basile, Giacinto Auriti, reddito di cittadinanza, logica delle lobby, globalizzazione, democrazia, sistema bancario internazionale, fede all'ateismo, proprietà popolare della moneta, la via del debito e del controllo totale, la massificazione dei popoli, Vladimir Putin, ritratto politico [...]

Modello Blackrock e Accentramento Mondiale – La Profezia di Giacinto Auriti

Modello Blackrock e Accentramento Mondiale – La Profezia di Giacinto Auriti

Mercoledì,  Aprile 16th/ 2014 – di C.Alessandro Mauceri e Sergio Basile  – De Benedetti, Sorgenia, Mps, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Ubi, Bpm, Banco Popolare, Ignazio Visco, Bankitalia, CIR, Fabio Pavesi, Sole 24 Ore, Vado Ligure, Blackrock, Larry Fink, C.Alessandro Mauceri, Sergio Basile, Giacinto Auriti, Spa, fantasma giuridico, riforma del diritto commerciale greco, accentramento di tutte le ricchezze mondiali [...]

Denaro-debito e Cabala: il maledetto trucco per schiavizzare i popoli

Denaro-debito e Cabala: il maledetto trucco per schiavizzare i popoli

Mercoledì, 2 Novembre/ 2016    di Matteo Mazzariol / Presidente Movimento Distributista Italiano  Redazione Quieuropa, Movimento Distributista, Chesterton, Matteo Mazzariol, banchieri, Cabala, Moneta Debito, satanismo, magia, schiavitù  Denaro-debito e Cabala: il maledetto trucco per schiavizzare i popoli Il nesso fondamentale tra cabala e pane quotidiano è costituito dal denaro ed in particolare dal meccanismo di creazione [...]

III Cerchio VII Girone infernale: è questo il posto più adeguato per i banchieri?

III Cerchio VII Girone infernale: è questo il posto più adeguato per i banchieri?

Lunedì, 31 Ottobre/ 2016    di Matteo Mazzariol / Presidente Movimento Distributista Italiano  Redazione Quieuropa, Movimento Distributista, Chesterton, Matteo Mazzariol, banchieri, Medici, San Tommaso d'Aquino, Dante Alighieri  III Cerchio VII Girone infernale: è questo il posto più adeguato per i banchieri? Lo snaturamento dello strumento denaro: origini e cause dell'usura in San Tommaso d'Aquino e Dante [...]

Il Sionismo e l’arma economico-finanziaria – Confessioni di un rabbino

Il Sionismo e l’arma economico-finanziaria – Confessioni di un rabbino

Martedì,  Luglio 29th/ 2014 - Redazione Qui Europa - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, sionismo-ebraico, ebraismo sionista, messianesimo terreno, comunismo, ebraismo moderno, sionismo, arma economico finanziaria per la conquista del mondo, controllo dell'oro e delle ricchezze, titoli di stato del debito pubblico e moneta debito, rabbino Waton  Il Sionismo e l'arma economico-finanziaria Dichiarazioni del rabbino Waton sui titoli di [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa