La sfida del crocifisso: genesi di una grande civiltà e della scienza sperimentale

Mercoledì, 5 settembre / 2018

di Patrizia Stella -

 Redazione Quieuropa, Patrizia Stella, crocifisso, scienza sperimentale, civiltà cristiana,  Keplero 

La sfida del crocifisso: genesi di una grande civiltà

e della scienza sperimentale

Il Cristianesimo non mortifica la persona ma ne innalza

il valore, lo spirito e i talenti

 

di Patrizia Stella

Crocifisso e nascita della scienza sperimentale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 La sfida del Crocifisso                                              

Verona di Patrizia Stella - Portare il Rosario al collo con un bel crocifisso che penzola davanti al petto, come sta facendo con molto coraggio la conduttrice televisiva del TG1 Monica Nalesso, sembra quasi una provocazione, soprattutto in questo periodo storico in cui si tende a vivere la propria fede come fatto privato, o a combatterla come il peggior nemico. In realtà, pur nella consapevolezza che la fede cattolica non consiste essenzialmente nei segni esterni ma nell’adesione alla volontà di Dio, sono molti i cattolici che portano al collo come devozione una catenina d’oro col crocifisso o la medaglietta della “Madonna miracolosa”, cosiddetta perché protegge e guarisce chi la porta con fede. Anche il crocifisso appeso al muro nei luoghi pubblici rimane un punto di riferimento importante, grande aiuto nelle difficoltà, un richiamo e una speranza per tutti:

                                  quell’uomo crocifisso non è un mito,

    e neppure un simbolo di bontà e fratellanza universale, ma è ben di più:

          è una Persona vera, storicamente esistita circa duemila anni fa,

                            è Gesù Cristo, figlio di Maria e di Giuseppe,

                       proclamatosi Figlio di Dio e pertanto Dio stesso,

che ha dato prova della verità di quanto ha affermato con la sua dottrina sublime,

                                  con i miracoli passati e presenti,

       con la promessa della Vita Eterna per chi segue la sua Legge d’Amore.

Certo per il cristiano quell’uomo in croce è Dio che ci ha redenti, per tutti gli altri forse un profeta o un saggio, ma a chi può dare fastidio quel santo martire in croce venuto a ricordarci che dobbiamo vivere e lavorare onestamente per costruire la città terrena, senza però perdere di vista la “Città Eterna”?  Come dice Sant'Agostino.

 Il fondamento di una grande civiltà                        

E’ in nome di quel crocifisso che è sorta la “civiltà cristiana” in Italia, nel Mediterraneo e in Europa perchè ha segnato il progresso di molti popoli attraverso il lavoro meraviglioso di monaci agostiniani e benedettini prima, e domenicani, francescani, gesuiti e altri dopo, i quali fin dai primi secoli dopo Cristo, assieme alla preghiera e al Vangelo, hanno insegnato a popoli rozzi e pagani a bonificare paludi facendone fruttuosi campi agricoli, a costruire strade, case, ponti, pozzi, canali di irrigazione, scuole per imparare a leggere, scrivere, cucire, cucinare. Fino ad arrivare a costruzioni meravigliose come le cattedrali romaniche o gotiche che svettano ancora nel cielo, mentre innumerevoli chiese nel mondo sono tappezzate di dipinti, affreschi e sculture sacre che destano stupore e meraviglia. Senza speculazione alcuna ma per la gioia di vedere capolavori di grande bellezza e maestria uscire dalle proprie mani e dalla propria intelligenza e durare nei secoli perché il cristianesimo non mortifica la persona, ma potenzia e valorizza i propri talenti, aspirazioni, attitudini, come dall’esempio di molti grandi Santi, anche scienziati. Infatti i primi scienziati erano monaci, o sacerdoti o comunque persone di fede cattolica. Alle origini della Biologia e della Genetica troviamo un semplice monaco che amava fare esperimenti con i piselli nel suo orto, Gregor Mendel, e più tardi un sacerdote, Lazzaro Spallanzani.

  Alle origini della scienza sperimentale                 

Francesco Agnoli nel suo libro “Scienziati, dunque credenti” ed. Cantagalli, dimostra come sono state la Bibbia e la Chiesa a creare la scienza sperimentale attraverso illustri scienziati, tutti cristiani, quali ad esempio Keplero, Pascal, Newton, Pasteur, Copernico, Lemaitre, Giacinto Auriti (padre della Teoria del Valore Indotto della Moneta), ecc. Per non trascurare il ben noto Galilei, il quale, pur dovendo attraversare quella diatriba che conosciamo (anche se forse in maniera approssimativa: vedera nota per approfondimenti – 1), era e rimase sempre profondamente cattolico. E se il secolo Illuminista ha elevato come scienza assoluta e indiscutibile l’evoluzionismo di Darwin, come prova per negare l’intervento di Dio Creatore, mai come in questi ultimi decenni, a seguito delle scoperte del DNA e degli esperimenti di scienziati, tra cui Fernand Crombette,

                          la teoria di Darwin è stata smentita dalla stessa scienza.

(1) Come ci ricorda il Prof. Corrado Gnerre, nelle sue lezioni di apologetica, il caso "Galileo Galilei" fu dovuto a problemi di filosofia della scienza: Galileo sosteneva l’eliocentrismo basandosi su una “prova” sbagliata: in una lettera al cardinale Orsini affermava che la rotazione della Terra intorno al Sole sarebbe stata provata dalle maree. I giudici però contestarono questa “prova” e dissero, giustamente, che le cause delle maree dovevano ricercarsi in altro. Eppure Galilei pretendeva presentare l’eliocentrismo non come ipotesi ma come una tesi comprovata, mentre San Roberto Bellarmino (1542-1621), che svolse un ruolo importante nel processo a Galilei, lo invitava a fare l’opposto senza che rinunciasse alla convinzione eliocentrica. Così scriveva Bellarmino in una lettera del 12 aprile del 1615 al padre carmelitano Paolo Antonio Foscarini che appoggiava Galilei: «Dico che il Venerabile Padre e il signor Galileo facciano prudentemente a contentarsi di parlare “ex suppositione” e non “assolutamente”, come io ho sempre creduto che abbia parlato il Copernico. (…) Dico che quando ci fusse “vera dimostrazione” che il Sole stia nel centro del mondo e la Terra nel terzo cielo, e che il Sole non circonda la Terra, ma la Terra circonda il Sole, all’hora bisogneria andar con molta consideratione in esplicare le Scritture che paiono contrarie, ed è meglio dire che non le intendiamo, piuttosto che dire che sia falso quello che si dimostra». Bellarmino, d’altra parte, nel 1571 (cinquant’anni prima), scriveva nelle sue Praelectiones Lovanienses: «Non spetta ai teologi investigare diligentemente queste cose (…). Possiamo scegliere la spiegazione che ci sembra più conforme alle SS. Scritture (…). Se però in futuro sarà provato con evidenza che le stelle si muovono con moto del cielo e non per loro conto, allora dovrà vedersi come debbano intendersi le Scritture affinché non contrastino con una verità acquisita. È certo, infatti, che il vero senso della Scrittura non può contrastare con nessun’altra verità sia filosofica come astronomica (…)».

 Faro di luce per il mondo intero                               

Purtroppo, adesso che, in nome della tecnologia scientifica abbiamo emarginato Gesù Cristo considerandolo una minaccia per la nostra libertà o un intralcio per i nostri malaffari, emergono solo disastri, e la nostra cara Italia, prediletta e benedetta da Dio come “faro di luce per il mondo intero” sta toccando con mano i frutti iniqui del suo vile tradimento attraverso la sua decadenza strutturale che, come ribadiva Papa Benedetto, è segno evidente della sua decadenza morale. E’ ora di reagire, per il nostro bene, per quello dei nostri figli.

           E’ ora di tornare a Dio, a Gesù Cristo perché alla fine della nostra vita,

l’unica “Realtà” che ci troveremo davanti sarà proprio quel “Cristo in Croce” risorto,

                         vivo e glorioso, che giudicherà le nostre azioni,

                             e ci assegnerà il premio o il castigo eterno.

Questa è la nostra Fede cattolica per la quale milioni di martiri nei secoli hanno dato la vita pur di non rinnegare Gesù Cristo, forti delle parole di San Pietro “Solo in Cristo Gesù vi è salvezza. Non vi è infatti altro Nome dato agli uomini sotto il cielo nel quale è stabilito che possiamo essere salvati” (Atti, 4,12).

Patrizia Stella (Copyright © 2018 Qui Europa)

patrizia@patriziastella.com

partecipa al dibattito: infounicz.europa@gmail.com 

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

_________________________________________________________________________________________________________________

 Video correlato                                                            

_________________________________________________________________________________________________________________

 Articolo correlato                                                        

SETTE VERITA' SUL CASO GALILEO – di Corrado Gnerre

_________________________________________________________________________________________________________________

 Altri articoli correlati                                                 

La grande opera medievale della Chiesa Cattolica contro l’usura ebraica

La grande opera medievale della Chiesa Cattolica contro l’usura ebraica

Domenica, 2 settembre / 2018 - di Sergio Basile –  Redazione Quieuropa, Sergio  Basile, Medioevo, usura ebraica, Chiesa Cattolica, Monti  di Pietà  La grande opera medievale della Chiesa Cattolica contro l'usura ebraica Il francescanesimo e la mirabile opera dei Monti di Pietà   di Sergio Basile Tratto da: Sergio Basile, "Il Prezzo della Libertà. La Grande [...]

2 settembre 2018Commenti disabilitati

 

Gli hanno tolto la Croce… e il gelido vento protestantizzante soffia

Gli hanno tolto la Croce… e il gelido vento protestantizzante soffia

Giovedi, Maggio 21st, 2015 - di Pierfrancesco Nardini -  Confederazione Civiltà Cristiana / Sez. Teramo Redazione Quieuropa,  Teramo, Pierfrancesco Nardini, Croce, Crocifisso, protestantesimo, ebraicizzazione della società, modernismo, ecumenismo, errori, distorcere la fede, potere delle immagini  Presa di coscienza verso i pericoli della protestantizzazione Gli hanno tolto la Croce… e il gelido vento protestantizzante soffia La responsabilità principale è di [...]

Il Nuovo Ordine, la moda e l’errore dell’ecumenismo

Il Nuovo Ordine, la moda e l’errore dell’ecumenismo

Mercoledì,  Settembre 10th/ 2014  – di Don Floriano Pellegrini - Redazione Quieuropa,  Belluno, Roma, Don Floriano Pellegrini, Ecumenismo, Belgio, moda dell'ecumenismo, errori dell'ecumenismo, Anversa, Nuovo Ordine mondiale, a braccetto con i sommi sacerdoti, cattolicesimo modaiolo, veri testimoni, fraternità cristiana e fratellanza mondialista, Gesù non ha fatto ecumenismo, morte in croce per la verità  Il Nuovo Ordine, [...]

1870 – I congressi e la risposta dei cattolici alle persecuzioni dello stato giudaico-massonico liberale

1870 – I congressi e la risposta dei cattolici alle persecuzioni dello stato giudaico-massonico liberale

Martedì, Giugno 16th, 2015 – Redazione "Qui Europa" e Giuseppe Federici  –  tratto dal seminario di studi di Don Francesco Ricossa "i cattolici contro lo stato massonico: l'opera dei congressi (1870 – 1904)" Redazione Quieuropa, Giuseppe Federici, Don Francesco Ricossa, i cattolici contro lo stato massonico, l'opera dei congressi, liberalismo e massoneria, Giordano Bruno filosofo di riferimento della Massoneria, movimento [...]

16 giugno 2015Commenti disabilitatiRead More

 

 

Le tre religioni monoteiste hanno lo stesso Dio?

Le tre religioni monoteiste hanno lo stesso Dio?

 Venerdì, Gennaio 22th, 2016 - di Patrizia Stella - Redazione Quieuropa,  Gesù Cristo, Patrizia Stella, Ebraismo, Cristianesimo, Islam, ebrei, cristiani, musulmani, investitura divina, errore dell'ecumenismo, jihad, Abramo, Isacco, Giacobbe, deicidio, errori del popolo eletto, Novus Israel, Santissima Trinità, San Tommaso d'Aquino  Le tre religioni monoteiste hanno lo stesso Dio? Ebrei, Cristiani e Musulmani, sono tutti figli dello stesso Dio? [...]

Siamo in Guerra e dobbiamo combattere!

Siamo in Guerra e dobbiamo combattere!

Mercoledì,  Luglio 15th/ 2015       - di Massimo Mancinelli – Redazione Quieuropa, Massimo Mancinelli, Guerra, Dottrina sociale della Chiesa, San Basilio in Grande, San Pio X, dottrina tradizionale della Chiesa,  Cardinale Miloslav Vlk,Padre Agostino Fuentes, Madonna a Fatima, San Pio da Pietrelcina, Nuovo Ordine Mondiale, Protestantesimo, Pascendo Dominici Gregis, Notre Charge Apostolique, lettera apostolica, tradizione cattolica  Società, Religione e [...]

15 luglio 2015Commenti disabilitatiRead More

 

Nuovo Ordine Mondiale – Sinarchia satanica che si vince con le armi dello Spirito

Nuovo Ordine Mondiale – Sinarchia satanica che si vince con le armi dello Spirito

Giovedì, Maggio 28th, 2015 – di Sergio Basile e Massimo Mancinelli  -  Redazione Quieuropa, Madonna di Fatima, Terzo Segreto di Fatima, Massimo Mancinelli, Sergio Basile, San Pio da Pietrelcina, San Giovanni Paolo II, Conciclio Vaticano II, Benedetto XV, Benedetto XVI, Popolo eletto, apostasia, tradimento di Dio, Giudeo-Massoneria, Ebraismo, Giusta interpretazione della Bibbia, nemici di Cristo, Ecumenismo, 13 Maggio 1981, Mehmet Ali Agca, [...]

28 maggio 2015Commenti disabilitatiRead More

La Scuola di Francoforte: la congiura della corruzione – Prima Parte

La Scuola di Francoforte: la congiura della corruzione – Prima Parte

Martedì,  Maggio 5th/ 2015       - di Timothy Matthews - Redazione Quieuropa, Centro San Giorgio, Timothy Matthews, Scuola di Francoforte, Paolo Baroni, società comunista, Satana lavora nell'ombra, Satana lavora nel silenzio, Joseph de Maistre, Hegel, da Marx, da Nietzsche, da Freud e da Weber, Istituto Marx-Engels di Mosca, Lenin, György Lukács, Willi Münzenberg, Felix Weil, Università di Tübingen e di Francoforte, Martin Jay, Carl Grünberg, Max Horkheimer, Adolf Hitler, Columbia, [...]

La Scuola di Francoforte: dalle droghe al gender – Seconda Parte

La Scuola di Francoforte: dalle droghe al gender – Seconda Parte

Giovedì,  Giugno 25th/ 2015       - di Timothy Matthews - Redazione Quieuropa, Centro San Giorgio, Timothy Matthews, Scuola di Francoforte, Paolo Baroni, società comunista, Satana lavora nell'ombra, Satana lavora nel silenzio, Università di Tübingen e di Francoforte, Martin Jay, Carl Grünberg, Max Horkheimer, Adolf Hitler, Columbia, Princeton, Brandeis, California, Bibbia, Famiglie, Corruzione programmata, Università, Nevitt Sanford, Aldous Huxley, L'impatto della scienza sulla società, uso delle droghe psichedeliche, Joseph Califano [...]

25 giugno 2015Commenti disabilitatiRead More

 

Protestantesimo & Co – La falsa gnosi, da Lutero a Hegel

Protestantesimo & Co – La falsa gnosi, da Lutero a Hegel

Mercoledì, Giugno 24th, 2015 – di Piero Vassallo -  Redazione Quieuropa, Falsa gnosi, Piero Vassallo, protestantesimo, luteranesimo, gnosi, Karl Rosenkranz, Alma von Stockhausen, Alexandre Kojève, Jacques Lacan, Pierre Klossowski, Jean Paul Sartre, Georges Bataille e André Breton, Alexandre Kojève, Lutero, filosofia della morte  Religione – Riflessioni su gnosi, luteranesimo, protestantesimo e modernismo Protestantesimo & Co – La falsa gnosi, da Lutero a [...]

L’uomo Moderno ha perduto se stesso perché ha Sostituito Dio con il Ciarpame

L’uomo Moderno ha perduto se stesso perché ha Sostituito Dio con il Ciarpame

Lunedì,  Gennaio 27th/ 2014 – di  Cinzia Casalino / Grupponovelty – Cinzia Casalino, Grupponovelty, Giacinto Auriti, Monismo, immanentismo, soggettivismo, relativismo, L’uomo moderno ha perduto se stesso, L'uomo ha sostituito Dio con il ciarpame, Giacinto Auriti, La morale è immutabile,  Trasgredendo la legge morale si trasgredisce alla legge naturale, L'Errore di Hegel, Soggettivismo che annienta la Verità, L'ispirazione illuminista e sciamanica, Istituzionalizzazione Banca d'Inghilterra, Liberi Muratori, Il [...]

 

Sessualità biologica o immaginaria? Siamo alla follia!

Sessualità biologica o immaginaria? Siamo alla follia!

Martedì, 31 luglio / 2018 - di Patrizia Stella –  Redazione Quieuropa, Patrizia Stella, Disforia di genere, Comitato Nazionale per la Bioetica, Gender   Sessualità biologica o immaginaria? Siamo alla follia! L'ultima trovata dei profeti della teoria gender: "curare" la "disforia di genere" (patologia inventata)   di Patrizia Stella               [...]

30 luglio 2018Commenti disabilitatiRead More

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa