La cospirazione eugenetica – 4 – Eredità eugenetica, razzismo, pianificazione familiare

Venerdì, 23 febbraio / 2018 

- di Thierry Lefévre 

 Redazione Quieuropa, Eugenetica, Adolf hitler, Thierry Lefevre, Margaret sanger, nazismo          

La cospirazione eugenetica – 3  Eredità eugenetica,

razzismo, pianificazione familiare

L'ideologia della cultura della morte: eugenetica e strategia

trasversale, da destra a sinistra

 

di Thierry Lefévre / La connexion eugéniste

razzismo e pianificazione familiare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 La Pianificazione                                                       

Parigi In Francia, quando si ascoltano le persone, si sente parlare di «pianificazione». La «pianificazione» sembra essere entrata a far parte delle istituzioni accettate e ufficiali. Tuttavia, se si osserva più da vicino, si fanno alcune sconcertanti scoperte.

                                           In Francia, la pianificazione

                       è il Mouvement Français pour le Planning Familial;

si tratta di un movimento militante. Negli anni 1973-1974, nei primi numeri di Liberation, a quel tempo un giornale apertamente di estrema sinistra, la «pianificazione» era presente in tutte le campagne della sinistra, firmataria di molteplici petizioni, e particolarmente di tutta la campagna che mirava ad imporre l'abortoÈ nella stessa epoca e negli stessi ambienti di estrema sinistra che si ritrova l'esaltazione di Wilhelm Reich (1897-1957), teorico marxista della Rivoluzione Sessuale (medico, psichiatra e psicoanalista austriaco naturalizzato statunitense. Allievo di Sigmund Freud, divenne noto per le sue ricerche sul ruolo sociale della sessualità - Ndr), e Le Petit Livre Rouge des écoliers et des Lycéens («il Piccolo Libro Rosso degli studenti e dei liceali») che, tra i consigli su come fumare l'hashish e la marijuana, aveva inserito anche le ricette per

                            praticare una sessualità in tutte le direzioni

                        al di fuori dei deprecabili legami del matrimonio,

                                   con tutta la frottola contraccettiva.

 Pianificazione: "normalizzazione" del fenomeno 

Oggi, l'estrema sinistra di quell'epoca si è installata nelle stanze del potere politico e nei media. Le sue idee, un tempo strampalate ed estremiste, sono sparse un po' ovunque nei mezzi di comunicazione come se fossero la normalità; così,

                                 ora la «pianificazione» è riconosciuta

      come un'istituzione utile alla società e rispettabile nei suoi fondamenti.

Questa osservazione su un passato recente è tuttavia solamente la parte emersa dell'iceberg. Per ben comprendere la natura della «pianificazione familiare», occorre risalire all'inizio del XX secolo, e particolarmente alla sua celebre ed onorata fondatrice, Margaret Sanger (foto piccola in basso a sinistra), che un uomo come il Dr. Étienne-Émile Baulieu, (prima foto grande da sinistra) l'israelita inventore della pillola RU-486 (pesticida per esserti umani – Ndr), glorifica alla televisione. La creazione della «pianificazione» in Francia, negli anni '50, verrà riportata nel capitolo successivo. Ora parleremo della fondatrice del movimento (negli Stati Uniti) e del suo spirito. Utilizzeremo dunque più volentieri i termini Planned Parenthood Federation of America («Federazione Americana per la Paternità Pianificata»), e International Planned Parenthood FederationLa Planned Parenthood Federation of America. è stata creata nel 1942. L'International Planned Parenthood Federation è stata fondata nel 1952 e raggruppa tutte le associazioni di «pianificazione» animate dallo stesso spirito (tra cui il Mouvement Français pour le Planning Familial francese). In realtà, la Planned Parenthood Federation of America non è nata nel 1942. Essa è solamente la continuazione dell'American Birth Control League (1), fondata nel 1919 dalla stessa Margaret Sanger.

(1) Nel linguaggio corrente, il vocabolo «birth control» è diventato il sinonimo di «contraccezione». Oggi, un nuovo vocabolo, più asettico, designa il «controllo delle nascite»: il controllo della fertilità.

 Ritratto di Sanger: socialista-rivoluzionaria        

                              Non si tratta di una qualsiasi suffragetta,

     ma di una donna intelligente, completamente orientata verso il male,

                                un genio satanico, sia allora che oggi,

                           che progettò massacri su scala industriale

(forse a causa della suo appartenenza alla sètta dei Rosacroce e alla Società Teosofica? (2)). La Sanger era una donna ribelle, formatasi vicino a socialisti rivoluzionari come Eugène Victor Debs (1855-1926), l'agitatrice femminista ebrea Emma Goldman (1869-1940 – seconda foto grande da sinistra)Francisco Ferrer (1891-1969), ecc…, la cui «teologia» si basava sugli scritti di Ellen Key (1849-1926), una femminista svedese, su Friedrich Nietzsche (1844-1900), con la sua moralità soggettivista (oggi si direbbe su un'etica situazionale) e sull'eugenetica.

Per lei, «il letto matrimoniale è l'influenza più deleteria per l'ordine sociale»,

                                       la maternità una schiavitù,

                 e la sessualità fuori dal matrimonio un «imperativo».

Ella mandò all'aria il suo primo matrimonio tradendo il marito con il sessuologo Havelock Ellis (1868-1935). Ebbe per amici, amanti o compagni ogni tipo di socialista e eugenista: Havelock Ellis, discepolo di Galton, i leninisti Herbert George Wells (1866-1946), George Bernard Shaw (1856-1950), il massone Friedrich Julius Hammer (1810-1862) e i nazionalsocialisti Ernst Rüdin (1874-1952), Leon Whitney ed Harry H. Laughlin (1880-1943).

(2) Esattamente come Annie Besant, fondatrice in Gran Bretagna della «Lega Malthusiana». Notiamo inoltre che la Besant era succeduta al comando della Società Teosofica con lo spirito di Helena Petrovna Blavatsky, autrice de La Dottrina Segreta(1888), il manuale base del movimento pagano-induista chiamato attualmente «New Age»; questo libro è notoriamente all'origine della teoria della superiorità della razza ariana.

 Dio non esiste, Stato "principe supremo"              

                                    Per essi Dio non esiste;

                               è lo Stato, principe supremo,

che decide al di sopra di ogni considerazione di morale intangibile.

Occorre distruggere la famiglia, considerata un'istituzione «borghese», per sostituirla con un controllo statale della riproduzione e dell'educazione (che i nazisti definirono Lebensborn). In questo modo lo Stato potrà esercitare il suo controllo sulla «produzione» degli individui del futuro, sia sul piano quantitativo, che «qualitativo» (3).

(3) Il regime comunista cinese lo pratica anche ai nostri giorni: alle donne occorre un permesso di gravidanza per rimanere incinte: ogni gravidanza illegale viene minacciata di aborto. Il numero dei bambini per coppia è limitato ad una unità e due nelle campagne. Si stima di 60 milioni il numero dei bambini illegali. Inoltre, un vasto programma eugenetico è stato applicato sterilizzando gli handicappati ed eliminando gli anziani.

 Ideologia razzista ed eugenetica                               

La dottrina eugenetica di Francis Galton causò la nascita di una corrente di pensiero molto alla moda all'inizio del XX secolo, dagli anni '20 agli anni '40. Una cattedra di eugenetica venne creata all'Università di Londra fin dal 1904.

                                  L'adesione all'eugenetica

       si sparse molto velocemente negli ambienti universitari,

 e particolarmente in Germania, in Inghilterra e negli Stati Uniti.

Una delle motivazioni principali di Margaret Sanger, durante tutta la sua vita, fu l'ossessione del ritorno alla «selezione naturale» delle popolazioni che vivevano nei tuguri e«che a causa della loro natura animale si riproducono come i conigli e oltrepasserebbero presto i limiti del loro tugurio o del loro paese, e contaminerebbero allora i migliori elementi della società con le malattie e con geni inferiori» (4).

          «L'atto più caritatevole che una famiglia numerosa

   possa fare per uno dei suoi bambini in tenera età, è ucciderlo»

                                                  (1920).

«I servizi di maternità per le donne dei bassi fondi sono nocivi alla società e alla razza. La carità prolungherà solamente la miseria degli inadatti» (1922). «Nessuna donna e nessuno uomo avranno il diritto di diventare genitori senza un permesso di paternità» (1934). Un manifesto propagandistico del movimento eugenetico inglese recitava: «Solo il seme sano dev'essere seminato! Individua i semi della malattia ereditaria inidonei per l'eugenetica».

(4) Cfr. M. Sanger, The Pivot of Civilization («Il cardine della civiltà»), 1922, pagg. 80, 179.

 Politica razzista                                                            

Nella Birth Control Review, nel maggio del 1919 (5), la Sanger scrisse:«

              "Più nascite dalle persone idonee e meno dagli inadatti",

                  ecco lo scopo principale del controllo delle nascite».

Il numero di novembre del 1921 riportava in prima pagina: «Il controllo delle nascite per creare una razza di purosangue». I legami tra il movimento eugenetico e i movimenti di birth control sono numerosi e visibili fin dal 1942. Margaret Sanger lo spiega: 

«Il controllo delle nascite, che è stato criticato come se fosse negativo e nocivo, è veramente il più grande e autentico metodo eugenetico, e la sua integrazione con il programma eugenista conferisce immediatamente un potere concreto e realistico a questa scienza. In effetti, il controllo delle nascite è stato accettato già dai più lucidi e più lungimiranti eugenisti stessi, come la più costruttiva e la più necessaria delle misure per la salute razziale» (6).

«Prima che gli eugenisti e tutti quelli che lavorano al miglioramento della razza possano riuscire nei loro intenti, hanno il dovere di facilitare innanzitutto il controllo delle nascite. Esattamente come i promotori del controllo delle nascite, gli eugenisti, ad esempio, cercano di aiutare la razza mediante l'eliminazione dei non-idonei. Entrambi inseguono lo stesso obiettivo, ma utilizzano metodi diversi» (7).

(5) Cfr. Birth Control Review. Margaret Sanger fu la direttrice di questa pubblicazione dal 1917 al 1928. (6) Cfr. M. Sanger, op. cit. (7) Cfr. «Controllo delle nascite e miglioramento della razza», in Birth Control Review, febbraio 1919.

razzismo e pianificazione familiare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Il sostegno ai nazisti                                                 

La Birth Control Review pullulava di scritti elitari che provenivano dagli eugenisti più famosi e rispettati (scienziati, medici e psicologi). Uno di essi, il Dr. Lothrop Stoddard (1883-1950 – prima foto grande da destra), laureato ad Harvard, direttore dell'American Birth Control League, scrisse nel 1940 un libro (8) in cui, in un capitolo intitolato «Al tribunale eugenetico»,

                                 esprimeva la sua ammirazione

           per il modo in cui i tedeschi purificavano la loro razza

                         mediante la sterilizzazione degli inabili:

                               «La legge per la sterilizzazione

         estirpa i peggiori tratti genetici dalla razza germanica

                  in modo scientifico e veramente umanitario».

 Genesi dei campi di concentramento                    

Nell'editoriale della Birth Control Review, di aprile del 1932, si trova un «Piano per la pace», e tra le misure raccomandate c'è la seguente:«Applicare una politica seria e ferma di sterilizzazione e di segregazione a questa fetta della società [...], la cui eredità è tale che essi possono trasmettere alcuni tratti contestabili alla loro discendenza. Preparare dei campi agricoli e degli edifici per queste persone separate dalla società, dove si insegnerebbe loro a lavorare, sotto la supervisione di istruttori competenti, per il resto della loro vita». Ecco il progetto del campo di concentramento! Del tutto simile è questo testo della stessa epoca:«Coloro che sono fisicamente e mentalmente malati non devono perpetuare le loro sofferenze nei corpi dei loro figli. Lo Stato deve porre la razza al centro di tutta la vita sociale».

(8) Cfr. Into the Darkness. Nazi Germany Today («Nelle tenebre. La germania nazista oggi»).

 Adolf Hitler e il Mein Kampf                                   

Solo l'autore è diverso: è Adolf Hitler (1889-1945) nel Mein KampfDel resto,

                     fu proprio il regime nazista che legalizzò e incoraggiò

   la contraccezione e l'aborto tra certe etnie, considerate come razze inferiori.

Non c'è dunque nulla di stupefacente nel fatto che si sia stabilita una connivenza tra i movimenti del birth control e i nazisti. Questa connessione appare ancor più chiaramente negli articoli della Birth Control Review. Nel 1933: «La sterilizzazione eugenetica: un bisogno urgente», di Ernst Rüdin, Direttore della Sterilizzazione Genetica sotto Hitler, poi fondatore della Società Nazionalsocialista per l'Igiene Razziale; sempre nel 1933, «La sterilizzazione selettiva», di Leon Whitney, che lodava e difendeva la politica razziale attuata dal Terzo Reich. Nel numero di novembre del 1939 della apparve uno studio comparativo della politica di controllo delle nascite applicata dall'Italia e dalla Germania (9), che approvava il programma tedesco perché era stato «portato avanti più accuratamente. Il bisogno di qualità vi è riconosciuto tanto quello della quantità». Sulla copertina della Birth Control Review (novembre 1923) apparve una donna con una palla al piede su cui era scritto: «Figli non desiderati».

(9) Cfr. R. C. Cook, art. «Birth Rates in Fascist Countries» («Il tasso delle nascite nei Paesi fascisti»).

 Legge di sterilizzazione eugenetica di Hitler        

Harry Laughlin, uno dei militanti più attivi nell'American Birth Control League, fu l'autore di una legge-quadro di sterilizzazione eugenetica che fu adottata direttamente da Hitler e valse a Laughlin la laurea honoris causa della Facoltà di Medicina dell'Università di Heidelberg, a quel tempo centro del razzismo «scientifico». Esistono altre relazioni di questo genere – ancora oggi – con i movimenti razzisti che si battono per la supremazia della razza bianca.

Thierry Lefévre - La connexion eugéniste

partecipa al dibattito:
 

infounicz.europa@gmail.com / redazione.quieuropa@gmail.com

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

________________________________________________________________________________________________________________

 Articoli correlati                                                           

La cospirazione eugenetica – L’ideologia della cultura della morte

La cospirazione eugenetica – L’ideologia della cultura della morte

Domenica, 18 febbraio / 2018  - di Thierry Lefévre -   Redazione Quieuropa, Eugenetica, cultura, ideologia della morte, Darwin, Massoneria, New Age  La cospirazione eugenetica L'ideologia della cultura della morte e i suoi mentori occulti e manifesti                   Do what thou wilt («Fa ciò che vuoi»)                   [...]

La cospirazione eugenetica – 2 – Chi sono gli eugenisti?

La cospirazione eugenetica – 2 – Chi sono gli eugenisti?

Lunedì, 19 febbraio / 2018  - di Thierry Lefévre -   Redazione Quieuropa, Eugenetica, eugenisti,International Planned Parenthood Federation, ONU   La cospirazione eugenetica - 2 - Chi sono gli eugenisti? L'ideologia della cultura della morte: identità, organizzazioni e politiche degli eugenisti   di Thierry Lefévre / La connexion eugéniste                        Chi sono gli eugenisti?    [...]

La cospirazione eugenetica – 3 – La strategia della cripto-eugenetica

La cospirazione eugenetica – 3 – La strategia della cripto-eugenetica

Martedì, 20 febbraio / 2018  - di Thierry Lefévre -   Redazione Quieuropa, Eugenetica, eugenisti,International Planned Parenthood, Birth Control       La cospirazione eugenetica – 3 - La strategia della cripto-eugenetica L'ideologia della cultura della morte: "La Società (eugenetica) dovrebbe inseguire scopi eugenetici utilizzando mezzi meno vistosi, ossia mediante una politica cripto-eugenetica"   di Thierry Lefévre / La connexion eugéniste         [...]

Agenda 21: i piani degli illuminati per sterminare l’umanità

Agenda 21: i piani degli illuminati per sterminare l’umanità

Venerdì,  6 Maggio/ 2016  - a cura di Floriana Castro Agnello / Antimassoneria  - Redazione Qui Europa, Redazione Antimassoneria, Floriana Castro, Agenda 21, Henry Kissinger, Signoria di Gesu’ Cristo, terrarealtime, ritornare alla nostra fede, microchip, Apostasia, Venuta Finale di Gesu’ Cristo sulla Terra, consumatori inutili, campi di concentramento FEMA, Rockefeller, Zbigniew Brzezinski, preghiera, conversione e penitenza, risveglio globale, modello di genocidio , citazioni malthusiane, Theodore Roosevelt, Paul Ehrlich, The Population Bomb, Mikhail Gorbachev, Henry Kissinger  Agenda 21: i [...]

Speciale. Aborto Procurato: la Crisi-Truffa e i Signori della Morte – 1

Speciale. Aborto Procurato: la Crisi-Truffa e i Signori della Morte – 1

Venerdì, Agosto 16th/ 2013 – QE Speciale - Aborto Procurato: La crisi-truffa e i Signori della Morte -  – di Luca Campanotto, Avv. in Rivignano (Ud) – Aborto, Aborto Procurato, IVG, Interruzione di Gravidanza, Luca Campanotto, Madre Teresa di Calcutta, crisi indotta dell'Eurozona, aborti e suicidi massificati, femminicidio, omicidio pluriaggravato prenatale, Aborto e Principi Costituzionali lesi, L.194/78 e IVG, La spirale uccide i bambini, Le abortiste [...]

Aborto, i Signori della Morte – Seconda Parte

Aborto, i Signori della Morte – Seconda Parte

Martedì, Ottobre 1st/ 2013  - Avv. Luca Campanotto, Rivignano (Ud) – Aborto, Aborto Procurato, IVG, Interruzione di Gravidanza, Luca Campanotto, aborti e suicidi massificati, omicidio pluriaggravato prenatale, Aborto e Principi Costituzionali lesi, L.194/78 e IVG, Eugenetica, Osservatorio nazionale sulle Politiche comunitarie, QuiEuropa    Speciale Aborto: i Signori della Morte – 2 Italia-Cina – Aborti "Terapeutici": Omicidi Eugenetici, Progetto per l'autodistruzione  [...]

I segreti della pillola anticoncezionale – dalla nascita ai veri obiettivi occulti – 2

I segreti della pillola anticoncezionale – dalla nascita ai veri obiettivi occulti – 2

Lunedì,  Aprile 27th/ 2015       - di Chiara Comini - Redazione Quieuropa, Chiara Comini, Pillola, anticoncezionali, Erin Brockovich, Michelle Garcia, Tim Byers, universita' del Colorado, Denver, betacarotene, tumore dei polmoni, selenio, tumori della pelle, vitamina E, tumore della prostata, Acido folico e vitamina B , cancro del colon, Essure, Bayer, Enovid, Club di Roma, la Corte Costituzionale abroga l’art. 533 del codice penale, Rockefeller, controllo della popolazione, NichoLas Rockefeller, Hugh Hefner, premio Nobel Frederick Robbins, Richard Nixon, Rapporto Kissinger  NSSM 200 del [...]

I segreti della pillola anticoncezionale, la morte in pastiglia – 1

I segreti della pillola anticoncezionale, la morte in pastiglia – 1

Venerdì,  Aprile 24th/ 2015       - di Chiara Comini - Redazione Quieuropa, Chiara Comini, Pillola, anticoncezionali, Erin Brockovich, Michelle Garcia, Tim Byers, universita' del Colorado, Denver, betacarotene, tumore dei polmoni, selenio, tumori della pelle, vitamina E, tumore della prostata, Acido folico e vitamina B , cancro del colon, Essure, Bayer, Yaz e Yasmine, Erin Brockovich. Michelle Garcia, trombosi e embolie polmonari, Marion, Meliane, Jane Bennett e Alexandra Pope, La Pillola. È la scelta giusta per te?, fonti scientifiche indipendenti , testimonianze, prodotto [...]

La Scuola di Francoforte: la congiura della corruzione – Prima Parte

La Scuola di Francoforte: la congiura della corruzione – Prima Parte

Martedì,  Maggio 5th/ 2015       - di Timothy Matthews - Redazione Quieuropa, Centro San Giorgio, Timothy Matthews, Scuola di Francoforte, Paolo Baroni, società comunista, Satana lavora nell'ombra, Satana lavora nel silenzio, Joseph de Maistre, Hegel, da Marx, da Nietzsche, da Freud e da Weber, Istituto Marx-Engels di Mosca, Lenin, György Lukács, Willi Münzenberg, Felix Weil, Università di Tübingen e di Francoforte, Martin Jay, Carl Grünberg, Max Horkheimer, Adolf Hitler, Columbia, [...]

La Scuola di Francoforte: dalle droghe al gender – Seconda Parte

La Scuola di Francoforte: dalle droghe al gender – Seconda Parte

Giovedì,  Giugno 25th/ 2015       - di Timothy Matthews - Redazione Quieuropa, Centro San Giorgio, Timothy Matthews, Scuola di Francoforte, Paolo Baroni, società comunista, Satana lavora nell'ombra, Satana lavora nel silenzio, Università di Tübingen e di Francoforte, Martin Jay, Carl Grünberg, Max Horkheimer, Adolf Hitler, Columbia, Princeton, Brandeis, California, Bibbia, Famiglie, Corruzione programmata, Università, Nevitt Sanford, Aldous Huxley, L'impatto della scienza sulla società, uso delle droghe psichedeliche, Joseph Califano [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa