Grecia: cavia del fallimentare neo-liberismo

Martedì, Maggio 8th / 2012

- di Silvia Laporta -

Unione Europea / Grecia / Crisi / Governi Ue / Neo-liberismo / Nuova Democrazia / Pasok / Vassilis Primikiris / Syrizia / Berlinguer / Fallimento dei tecnocrati / Troika / Eurozona / Fallimento del dogmatismo neo-liberal / Abolizione del piano di Salvataggio / Austerity / Rinazionalizzazione della Banca Centrale Greca /  Cambiamento del fisco / Fine dell'Eurozona  / Scandalo comunitario / Commissione europea / Parlamento europeo  / Aiuti solo per le banche  

Il dogmatismo neo-liberale ha fallito

Grecia: laboratorio dell'esperimento liberista

L'intervista a Vassilis Primikiris de "Il Sole 24Ore"

Atene - Stamane, dalle pagine de "Il Sole 24Ore" (dove potete leggere un interessantissimo articolo che vi segnaliamo)  parla Vassilis Primikiris, membro del comitato centrale della segreteria di Syriza, il partito delle sinistra radicale che è diventata la seconda formazione Greca, con il 16,8% dei voti e 52 deputati dal 4,6% del 2009, decretando la fine del bipolarismo che fin ora ha visto alternarsi Neo Dimokratia (Nuova Democrazia) e Pasok.

   Grecia: cavia da laboratorio    

Numeri che fanno pensare a un vero e proprio cambiamento nella politica Greca. "Il dogmatismo neo-liberale ha fallito e la Grecia è stata  un laboratorio di questo esperimento – ha esordito Primikiris – il peso della crisi è stato trasferito dai mercati sulle spalle del mondo del lavoro e dello Stato Sociale, per smantellare le conquiste ottenute nei paesi mediterranei con le lotte operaie. La Grecia ha svolto un ruolo di cavia in questo esperimento!Ed è proprio per questo che la Syrizia, parla di un progetto di alternativa di sinistra, un programma molto diverso da quello dei governi precedenti.

  Le prerogative di Syrizia  e lo "Scandalo comunitario"   

Nelle loro prerogative essenziali ed urgenti vi sarebbe dunque: non rispettare il piano di salvataggio e le misure di austerità volute da Bruxelles  e Fmi; nazionalizzare le banche e, infine, cambiare il fisco  per mettere fine all’evasione fiscale di massa. Primikiris trova scandaloso che né la Commissione Europea, né il Parlamento Europeo abbiano  mai trovato il tempo di dedicarsi seriamente al problema della crisi economica, occupandosi direttamente del problema. Praticamente convinto di una vittoria alle elezioni, ricorda di avere un partito comunista ellenico Kke e la sinistra democratica con più del 33% dei consensi, più di quanti il segretario del Pci, Enrico Berlinguer – si legge – ottenne con il partito comunista italiano.

  La speranza ellenica   

Alle urne  domenica, il popolo greco, qualora decidesse di scegliere la Syrizia – secondo il politico – darà il suo appoggio al "rovesciamento immediato delle politiche di austerità" e "una revisione sul piano selvaggio per la cancellazione di una grande parte del debito nazionale,che dovrà avere condizioni simili alla regolazione per la cancellazione del debito tedesco nel 1953, dove era prevista una clausola di sviluppo per il saldo del debito rimanente." 

  La fine dell'Eurozona  e dello strapotere della Troika?   

Altri provvedimenti toccheranno problemi forse “meno caldi” ma sicuramente importanti e non secondari. A partire  dalla (già annunciata) fine del progetto Eurozona, che deve avvenire – secondo Primikiris – prima possibile, dal momento in cui ha reso la Grecia "un paese senza industria e per sole vacanze". Per finire con la questione Ue-Fmi e i suoi 185 miliardi, di cui neanche un euro è finito nell’economia reale, ma tutti i fondi sono stati utilizzati per sanare le banche che un tempo avevano conquistato i Balcani. 

Silvia Laporta (Copyright © 2012 Qui Europa)

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

2 Responses to Grecia: cavia del fallimentare neo-liberismo

  1. Deeann Unterman 29 maggio 2012 at 03:00

    Definitely believe that that you said. Your favorite justification appeared to be on the net the easiest factor to understand of. I say to you, I definitely get irked whilst other people consider worries that they plainly do not realize about. You managed to hit the nail upon the top and also outlined out the entire thing with no need side effect , other people can take a signal. Will likely be back to get more. Thank you

  2. Sanford Groch 17 maggio 2012 at 13:39

    I simply want to mention I am newbie to blogs and really liked your blog. Probably I’m going to bookmark your site . You absolutely come with beneficial stories. With thanks for sharing your web page.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa