Ecologisti ed animalisti: schiavi di una nuova religione panteista

Lunedì, 21 Agosto/ 2017 

di Patrizia Stella e  Sergio Basile

 Redazione Quieuropa,  Patrizia Stella, Ecologisti, Animalisti, panteismo, politica  

Ecologisti ed animalisti: schiavi di una

nuova religione panteista

Quando la difesa della pianta e della bestia, precede e

supera la difesa  della vita e della dignità umana

 

di Patrizia Stella e  Sergio Basile

 ECOLOGISTI ED ANIMALISTI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Paradossi della pietà ecologista ed animalista    

Verona, Catanzaro di Patrizia Stella e Sergio Basile - L'Italia versa da anni – tra l'indifferenza generale degli uomini di responsabilità, diritto e legge – in uno stato di guerra grave e permanente, posta sotto l'assedio della grande usura monetaria e dell'iper immigrazione di massa, fenomeni indotti e voluti trasversalmente dall'intera classe politica, malgrado pseudo siparietti di dissenso controllato che ogni tanto infiammano i noiosi talk show di seconda serata. Si tratta di un'élite politica statalizzata ormai ben cristallizzata, collusa sempre più con i vertici del sistema bancario e ossequiosa verso i vertici dei poteri forti/occulti mondialisti, che dettano diabolici copioni sia ai primi che ai secondi.

     D'improvviso, però, la coscienza addormentata e paralizzata dei nostri politici

           sembra umanizzarsi e ridestarsi dinanzi al richiamo di bestie e alberi,

                           che per strani equilibri e scale di valori sballate,

    sembrano ormai aver guadagnato una dignità superiore a quella degli uomini.

E’ davvero incredibile come, a causa dello strepitio di quattro “gatti” di animalisti ed ecologisti, che difendono più le bestie che gli uomini, l’opinione pubblica e l'intera classe politica (con rarissime eccezioni) si sentano in dovere di privilegiare animali o piante piuttosto che la sicurezza e la dignità degli uomini, sempre più esposti all'usura di Stato, alla precarietà e a forme violente di neo-colonialismo razziale indotto. Il tutto assume i contorni del grottesco! Una volta qui in Italia e anche in Europa la natura era ancora ordinata e le bestie pericolose (umane e non) vivevano nei loro habitat normali e spaziosi senza problemi né per loro né per noi "esseri umani". Ma adesso tutto il mondo è capovolto: l’uomo sta perdendo il ben dell’intelletto e neppure sa chi è, accecato da oscure religiosità neo-pagane. Allora, nel tentativo di trovare il bandolo della matassa, cerchiamo di chiamare a raccolta almeno quegli uomini che si sforzano di usare ancora il ben dell’intelletto per far capire al resto dell’umanità, in preda al panteismo più deleterio, che innanzitutto si deve tutelare la persona (il cittadino e anche i suoi beni) dall’assalto di “invasori”, siano essi predatori umani o animali. Tutti coloro che si introducono abusivamente dentro il nostro territorio a nostro danno, i cosiddetti “predatori”, vanno tempestivamente cacciati. E ciò vale anche per l'attualissimo, equivoco ed ambiguo tema dello Ius Soli esteso a tutti… per "dovere cristiano". Niente di più falso! Se si tratta poi di animali feroci, certo che vanno ammazzati, ci mancherebbe altro! E’ ovvio. Ci sono ormai migliaia di cinghiali pericolosi e lupi feroci che scendono puntualmente sempre più a valle, arrivando perfino in città e creando problemi enormi: distruggendo e ammazzando tutto quello che passa sul loro cammino, animali domestici, bambini e uomini. Che si fa? Perché privilegiare dunque il lupo piuttosto che la capretta che lui azzanna? Figuriamoci quando ci si chiede se è meglio privilegiare il lupo o l’orso piuttosto che l’uomo!

              Per molti animalisti che venga pure ammazzato l’uomo…

                                       purchè non tocchi a loro!

E giù manifestazioni di urla che lasciano spesso e volentieri compiaciuti sia parlamentari che uomini di governo. Beh, è ora di smetterla cari politici con questa follia di privilegiare tutti meno che noi uomini, meno che noi cittadini, meno che noi italiani: indotti addirittura a subire un colonialismo forzato dall'Africa e dalla Cina; indotti in uno stato di povertà anche estrema, corroborata da politiche votate all'usura monetaria legalizzata; forzati a vaccinazioni inique; indotti al suicidio, all'aborto e all'eutanasia. Avete ancora dei dubbi? Rimboccatevi le mani e datevi una mossa con coraggio e determinazione se ancora vi rimane un pizzico di quel coscenzioso “ben dell’intelletto” tale da discernere la scala dei valori, il bene dal male, il meglio dal peggio, il dovere dal diritto e la benevola e rispettosa supremazia dell’uomo su tutto il resto del creato. A voi, cari politici, un consiglio: pensate innanzitutto all'incolumità dei vostri cittadini, invertite rotta con coscienza e coraggio, preoccupandovi dei veri problemi della nazione: difesa della famiglia e della vita, contrasto all'iper-immigrazione di massa e sovranità monetaria in primis.  Anche se queste "priorità" non sembrano impensierirvi. Ezra Pound diceva, d'altronde, che voi politici siete i camerieri dei banchieri.. e, probabilmente, per usare un eufemismo, "non aveva tutti i torti..". Quanto ad ecologisti ed animalisti, profeti di una vera e propria nuova religione panteista, meglio sintonizzarsi su un altro canale: altrimenti tra poco ci ritroveremo trasformati tutti in un branco di affettuose bestie.

Patrizia Stella, Sergio Basile (Copyright © 2017 Qui Europa)

partecipa al dibattito:

infounicz.europa@gmail.com / redazione.quieuropa@gmail.com

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

________________________________________________________________________________________________________________

 Articoli correlati                                                         

Come per gli ultimi giorni di Costantinopoli – Ius soli e altri accidenti

Come per gli ultimi giorni di Costantinopoli – Ius soli e altri accidenti

Mercoledì, 12 luglio/ 2017  Roberto Pecchioli  Redazione Quieuropa,  Roberto Pecchioli,  Gli ultimi giorni di Costantinopoli,  rivoluzione , Ius soli  Come per gli ultimi giorni di Costantinopoli – Ius soli e altri accidenti La nazione probabilmente capitolerà come avvenne per Costantinopoli, ma la civilizzazione della morte, presto, si spegnerà inevitabilmente e sarà il giorno di un'alba [...]

12 luglio 2017

 

La Divina Creazione non ha bisogno di una autorità globale umana, mondialista – 2

La Divina Creazione non ha bisogno di una autorità globale umana, mondialista – 2

Mercoledì, Giugno 24th, 2015 – di A.B. / Lettera alla Redazione / Seconda Parte -  Redazione Quieuropa, Laudato Si, Enciclica, San Francesco d'Assisi, visione panteistica, madre natura, dominate su tutte le creature, flora e fauna, Rimanete nel mio nome, Era messianica, creazione divina  Religione – Riflessioni sull'enciclica "Laudato Si", alla luce delle Scritture La Divina Creazione non ha [...]

La Divina Creazione non ha bisogno di una autorità globale umana, mondialista – 1

La Divina Creazione non ha bisogno di una autorità globale umana, mondialista – 1

Martedì, Giugno 23rd, 2015 – di A.B. / Lettera alla Redazione -  Redazione Quieuropa, Lettera alla redazione, Enciclica Laudato Si, geoingegneria, Sacre Scritture, clima e controllo globale, OGM, Libro della Genesi, Mondialismo e Gaia, falsi profeti del mondialismo contemporaneo  Religione – Riflessioni sull'enciclica "Laudato Si", alla luce delle Scritture La Divina Creazione non ha bisogno di una autorità [...]

Papa Bergoglio, Laudato Sì: un’enciclica laica e laicizzante

Papa Bergoglio, Laudato Sì: un’enciclica laica e laicizzante

Venerdì, Giugno 19th, 2015 – di Don Floriano Pellegrini -  Redazione Quieuropa, Don Floriano Pellegrini, Enciclica Laudato Sì, Papa Bergoglio, Mondialismo, Ecologismo, laica, redenzione, sacrificio espiatorio, anima, paradigma tecnocratico  Laudato Sì: una breve riflessione sulla nuova enciclica di Bergoglio Papa Bergoglio, Laudato Sì: un'enciclica laica e laicizzante Laudato Sì – abbondante uso di termini laici da parte del "vescovo [...]

Papa Bergoglio – Svolta Ecologica o Ecologista? Come leggerla? – Seconda Parte

Papa Bergoglio – Svolta Ecologica o Ecologista? Come leggerla? – Seconda Parte

Venerdì, Giugno 19th, 2015 – di Sergio Basile, Direttore "Qui Europa" -  Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Papa Francesco, enciclica ecologista, Riscaldamento Globale, Mondialismo, Governance Mondiale, Malthusianesimo, Papa Bergoglio, Laudato Si, Enciclica ecologista, Agenda 21, Club di Roma, balle ecologiste, Riccardo Cascioli, Table Round, Barack Obama, Gaia, Benedetto XVI, Land Grabbing, Massoneria, Messia satanico, ONU, Club di Roma [...]

Papa Bergoglio – Svolta Ecologica o Ecologista? Come leggerla? – Prima Parte

Papa Bergoglio – Svolta Ecologica o Ecologista? Come leggerla? – Prima Parte

Giovedì, Giugno 18th, 2015 – di Sergio Basile, Direttore "Qui Europa" -  Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Papa Francesco, enciclica ecologista, Riscaldamento Globale, Mondialismo, Governance Mondiale, Malthusianesimo, Papa Bergoglio, Laudato Si, Enciclica ecologista, Agenda 21, Club di Roma, balle ecologiste, Riccardo Cascioli, Table Round, Barack Obama, Gaia, Benedetto XVI, Land Grabbing, Massoneria, Messia satanico, ONU, Club di [...]

La fabbrica dell’ipocrisia – E’ ora di dire basta!

La fabbrica dell’ipocrisia – E’ ora di dire basta!

Martedì, 25 luglio/ 2017  di Patrizia Stella  Redazione Quieuropa,  Patrizia Stella, ipocrisia, Talmud, Chiesa, Benedetto XVI, Bergoglio   La fabbrica dell'ipocrisia – E' ora di dire basta! Pedofilia – La strategia ipocrita dei nemici della Chiesa per distruggere la credibilità di tutto il clero   di Patrizia Stella, con contributi di Sergio Basile     [...]

 

 

Un anticristiano inno all’occupazione dell’Europa

Un anticristiano inno all’occupazione dell’Europa

Martedì, 17 Gennaio/ 2017   di Roberto Pecchioli  Redazione Quieuropa, Roberto Pecchioli, Germania, Merkel, popolazione europea   La mia patria? Si chiama Quilandia Un anticristiano inno all'occupazione dell'Europa   di Roberto Pecchioli                        La grande sostituzione                       [...]

Il Piano Kalergi e la dura parte del cattivo. Non salvare i bambini?

Il Piano Kalergi e la dura parte del cattivo. Non salvare i bambini?

Mercoledì, 2 Novembre/ 2016    di Roberto Pecchioli  Redazione Quieuropa, Roberto Pecchioli, Piano Kalergi, Immigrazionismo, Save the Children  Il Piano Kalergi e la dura parte del cattivo. Non salvare i bambini? Siamo dinanzi all'ennesima, volgare, mistificazione della verità che sfrutta il punto debole del "buonista globale"   di Roberto Pecchioli                 [...]

Speciale Immigrazionismo – Piano Kalergi: nuovi scandali e dati agghiaccianti

Speciale Immigrazionismo – Piano Kalergi: nuovi scandali e dati agghiaccianti

Venerdì, 28 Ottobre/ 2016    di Carlo Di Pietro  Redazione Quieuropa, Carlo Di Pietro, Prefettura, Piano Kalergi, Matteo Renzi, Scandalo passaporti falsi, immigrazionismo, terzomondializzazione dell'Italia  Speciale Immigrazionismo - Piano Kalergi: verso sequestri statali e nuovi scandali.  Dati agghiaccianti dell’invasione Scandali, boom di reati e passaporti falsi: ecco come i clandestini diventano tutti "siriani"   di Carlo Di Pietro Iniziativa di Libero Confronto / Dossier [...]

Il Piano strategico per destabilizzare l’Europa

Il Piano strategico per destabilizzare l’Europa

Domenica, 23 Ottobre/ 2016    – di Patrizia Stella –  Redazione Quieuropa, Patrizia Stella, Europa, Piano per destabilizzare l'Europa, Gender, Nobel  Il Piano strategico per destabilizzare l'Europa Lo stolto pensa che non c'è Dio (Salmo 13), ma…   di Patrizia Stella / Redazione Qui Europa                       [...]

23 ottobre 2016

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa