Discorso del fratello Freud alla loggia B’nai B’rith

Domenica, 1 luglio / 2018

di Emmanuel Ratier -

 Redazione Quieuropa,  Emmanuel Ratier, Sigmund Freud,  B'nai B'rith, Massoneria, Psicoanalisi  

Discorso del fratello Freud alla loggia B'nai B'rith

Tratto da "Misteri e Segreti del B'nai B'rith. La più importante

organizzazione ebraica internazionale", di Emmanuel Ratier,

Ed. Sadalitium 2014

di Emmanuel Ratier

Tratto da "Misteri e Segreti del B'nai B'rith. La più importante organizzazione

ebraica internazionale", Ed. Sadalitium 2014

DISCORSO DEL FRATELLO FREUD AL B’NAI B’RITH

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Discorso del fratello Freud, al B'nai B'rith           

Vienna - Tratto da "Misteri e Segreti del B'nai B'rith, di Emmanuel Ratier Discorso di Sigmund Freud al B'nai B'rith - “Venerabile Gran Presidente, distinti Presidenti, cari Fratelli. grazie per gli onori che mi avete tributato oggi! Voi sapete perché non posso rispondere a viva voce. Voi avete inteso uno dei miei amici e discepoli parlare dei miei lavori scientifici, ma il giudizio è difficile e forse per molto tempo ancora non formulabile con certezza assoluta. Permettetemi un'aggiunta al discorso di quel Fratello, che è anche mio amico e un medico attento (Dottor Hitschmann).

        Vorrei comunicarvi brevemente come sono divenuto un Fratello del B'nai B'rith

                                                    e cosa ho cercato in voi.

E’ avvenuto negli anni successivi al 1895, quando due forti sentimenti si combinarono in me per determinare lo stesso effetto. Da una parte avevo acquisito le prime scoperte sulla profondità della vita sensuale dell'uomo ed avevo visto numerosi elementi che potevano essere deludenti, che potevano addirittura spaventare molti al primo approccio. D'altra parte, la pubblicazione delle mie spiacevoli ricerche ebbe come effetto la perdita della maggior parte delle mie relazioni personali; mi sentivo messo al bando, evitato da tutti. In questa solitudine si svegliò in me il desiderio di frequentare una cerchia di uomini scelti e d'intelligenza superiore, che mi potessero accogliere amichevolmente, a dispetto della mia temerarietà. La vostra associazione mi è stata presentata come quella nella quale si trovavano uomini siffatti. Il fatto che voi foste ebrei non poteva che essermi gradito, dal momento che pure io lo sono, e il negarlo mi è sempre parso non solo indegno ma pure insensato. Devo ammettere che quello che mi legava al giudaismo non era la fede, dal momento che sono sempre stato un agnostico (sono cresciuto senza religione, anche se non senza rispetto delle ragioni etiche della natura umana). Quale che sia il mio orgoglio nazionale, mi sono sforzato di sopprimerlo considerandolo disastroso e parziale, reso inquieto e attento all'esempio di ciò che l'orgoglio nazionale ha portato ai paesi nei quali vivono gli ebrei.

                                                     Ma vi erano altre cose

                che rendevano irresistibile l'attrazione verso il giudaismo e gli ebrei:

      molte forze di sentimenti oscuri, tanto più potenti in quanto non riducibili a parole

come la limpida coscienza dell'identità interiore, della struttura spirituale simile. Inoltre mi convinsi ben presto che dovevo solo alla mia natura di ebreo le due qualità che mi erano diventate indispensabili nel corso della mia vita difficile. Essendo ebreo mi trovavo libero da molti di quel pregiudizi che limitano gli altri uomini nell'uso del proprio intelletto e, in quanto ebreo, mi trovavo pronto a passare all'opposizione e a rinunciare a un accordo con la "maggioranza silenziosa". Così divenni uno dei vostri; partecipai ai vostri interessi umanitari e nazionali, mi feci degli amici tra di voi e in seguito convinsi i pochi amici che mi restavano (il Dr. Hitschmarm e il Dr. Rie) ad associarsi a voi. Non è che volessi conquistarvi ai miei insegnamenti, ma

                            in un'epoca in cui in Europa nessuno mi ascoltava,

          voi mi accordaste una benevola attenzione. Voi foste il mio primo uditorio.

Dopo la mia adesione, durante i primi due terzi di tale periodo, fui assiduo alle vostre riunioni e ne trassi un incoraggiamento a frequentarvi. Oggi siete stati tanto amabili da non rimproverarmi di essere stato lontano durante l'ultimo terzo di questo tempo. Il lavoro mi ha sommerso, non riuscivo a prolungare la giornata per venire alla riunione; il corpo stesso, più tardi, rifiutò di ritardare i pasti. Alla fine vennero gli anni della malattia che ancora oggi mi impediscono di essere con voi. Non so se sono un vero Figlio dell'Alleanza, nel senso che voi intendete. Ne ho quasi dubitato, nel mio caso erano troppe le resistenze. Ma vi posso assicurare che avete significato molto per me, che avete realizzato molto negli anni in cui vi ho frequentato. Ricevete dunque, per ieri come per oggi, il mio più caloroso grazie".
Vostro, Sigmund Freud.

 

Emmanuel Ratier

Tratto da "Misteri e Segreti del B'nai B'rith. La più importante organizzazione

ebraica internazionale", Ed. Sadalitium 2014

partecipa al dibattito: infounicz.europa@gmail.com 

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

_____________________________________________________________________________________________________________

 Articoli correlati – approfondimenti                    

Sigmund Freud: un ciarlatano smascherato / 1

Sigmund Freud: un ciarlatano smascherato / 1

Sabato, 30 giugno / 2018 - di Godeleine Lafargue –  Redazione Quieuropa,  Sigmund Freud,  Ciarlatano smascherato, Psicologia, Centro San Giorgio  Sigmund Freud: un ciarlatano smascherato / 1 Tratto da "Freud, un charlatan démasqué" di G. Lafargue (prima parte di due)   di Godeleine Lafargue (1) (1) Traduzione dall'originale francese Freud, un charlatan démasqué («Freud, un ciarlatano smascherato»), [...]

Satanismo nella Psicologia Analitica di Jung: peggio della Psicanalisi di Freud

Satanismo nella Psicologia Analitica di Jung: peggio della Psiacanalisi di Freud

Lunedì, 4 Luglio/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia - Redazione quieuropa, Don Curzio Nitoglia,  Jumg, Freud, satanismo, Carl Gustav Jung, spiritualismo gnostico, spiritualismo alchemico, spiritualismo esoterico, Hegel, teologia cattolica, protestante, psiche umana, filosofia kantiana, dottrina modernista. dogmi della Chiesa romana, fondamento oggettivo, relativismo metafisico, relativismo teologico assoluto, Antonio Fogazzaro, kantismo, buddismo,  SS. Trinità, Quaternità,  Figlio di Dio, Satana sarebbe il primo Figlio di Dio, salute psichica, apocatastasi di Origene, Jacques Maritain, Biographie, Spirito Santo, Lucifero, Redenzione, Paolo VI, Raïssa Maritain, Léon [...]

“Spiritualità contro psicoterapia. La Vera Pace dell’anima” – di Don Curzio Nitoglia

“Spiritualità contro psicoterapia. La Vera Pace dell’anima” –  di Don Curzio Nitoglia

Domenica, 25 giugno / 2017    - di  Don Curzio Nitoglia / introduzione di Antonio De Angelis  Redazione Quieuropa, Don Curzio Nitoglia, Pace dell'anima, Gesù Cristo, Spiritualità, Psicoanalisi, Confessione, Sacramenti, Jung, Freud  "Spiritualità contro psicoterapia. La Vera Pace dell'anima"  di Don Curzio Nitoglia Introduzione a cura di Antonio De Angelis   L’editore Effedieffe ha pubblicato recentemente il [...]

25 giugno 2017Commenti disabilitatiRead More

Pedagogia della vergogna – L’età del regresso: dalla Scuola di Francoforte alla psicoanalisi

Pedagogia della vergogna – L’età del regresso: dalla Scuola di Francoforte alla psicoanalisi

Mercoledì, 14 gennaio/ 2018  – di Roberto Pecchioli -  Redazione Quieuropa, Roberto Pecchioli, Sessantotto, Pedagogia della vergogna, Scuola di Francoforte  Pedagogia della vergogna – L'età del regresso: dalla Scuola di Francoforte alla psicoanalisi L'abolizione della frontiera tra bene e male: svalutazione dei doveri e finto progresso   di Roberto Pecchioli                  [...]

14 febbraio 2018Commenti disabilitatiRead More

Cabala, Sessualità e natura demoniaca dello schema partitico: elementi della Rivoluzione

Cabala, Sessualità e natura demoniaca dello schema partitico: elementi della Rivoluzione

Venerdì, 16 febbraio / 2018  - di Carlo Alberto Agnoli - Articolo estratto  dall'opera AA.VV., La Massoneria oggi: verso il compimento della Grande Opera, Atti del 4º Convegno di Studi Cattolici, Rimini 1986  Redazione Quieuropa, Carlo Alberto Agnoli, destra e sinistra, cosmogonia massonico-cabalistica  Cabala, Sessualità e natura demoniaca dello schema partitico: elementi della Rivoluzione Effetti distruttivi e rivoluzionari del modello filosofico dell'ebraismo talmudico-cabalistico – quarta [...]

16 febbraio 2018Commenti disabilitatiRead More

La Scuola di Francoforte: la congiura della corruzione – Prima Parte

La Scuola di Francoforte: la congiura della corruzione – Prima Parte

Martedì,  Maggio 5th/ 2015       - di Timothy Matthews - Redazione Quieuropa, Centro San Giorgio, Timothy Matthews, Scuola di Francoforte, Paolo Baroni, società comunista, Satana lavora nell'ombra, Satana lavora nel silenzio, Joseph de Maistre, Hegel, da Marx, da Nietzsche, da Freud e da Weber, Istituto Marx-Engels di Mosca, Lenin, György Lukács, Willi Münzenberg, Felix Weil, Università di Tübingen e di Francoforte, Martin Jay, Carl Grünberg, Max Horkheimer, Adolf Hitler, Columbia, [...]

La Scuola di Francoforte: dalle droghe al gender – Seconda Parte

La Scuola di Francoforte: dalle droghe al gender – Seconda Parte

Giovedì,  Giugno 25th/ 2015       - di Timothy Matthews - Redazione Quieuropa, Centro San Giorgio, Timothy Matthews, Scuola di Francoforte, Paolo Baroni, società comunista, Satana lavora nell'ombra, Satana lavora nel silenzio, Università di Tübingen e di Francoforte, Martin Jay, Carl Grünberg, Max Horkheimer, Adolf Hitler, Columbia, Princeton, Brandeis, California, Bibbia, Famiglie, Corruzione programmata, Università, Nevitt Sanford, Aldous Huxley, L'impatto della scienza sulla società, uso delle droghe psichedeliche, Joseph Califano [...]

25 giugno 2015Commenti disabilitatiRead More

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 7 – La Bibbia Satanica del Nuovo Ordine Mondiale e i suoi comandamenti

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 7 – La Bibbia Satanica del Nuovo Ordine Mondiale e i suoi comandamenti

Sabato,  Settembre 27th/ 2014  - di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Nuovo Ordine Mondiale, Kabbalah, Bibbia Satanica, Georgia Guidestone, Depopolamento mondiale, mondialismo, Protocolli dei Savi di Sion, rituali e sacrifici, Sigmund Freud, Scuola diFrancoforte, Zevi Shabbatai, mille e 666, numerologia, Mosè, Salvezza in Gesù Cristo  Kabbalah e Nuovo Ordine Mondiale  Gli oscuri misteri della Kabbalah [...]

27 settembre 2014Commenti disabilitatiRead More

Unione Europea, Onu e origini dell’esoterismo pubblico contemporaneo

Unione Europea, Onu e origini dell’esoterismo pubblico contemporaneo

Venerdì, 1 Luglio/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia - Redazione quieuropa, Don Curzio Nitoglia, esoterismo, ONU, UE, yoga, Forze Occulte della Sovversione, Giudaismo, Massoneria, Liberalismo, millenarismo gioachimita, Israele, America, esoterismo, mondialismo, Freud, Jung, De Chardin, Fogazzaro, Blavatsky, Eliphas Levi, Magia, massoneria   Unione Europea, Onu e origini dell'esoterismo pubblico contemporaneo: Eranos, Esalen e dintorni Il volto nascosto dell’Onu e dell'Unione europea: relativismo cabalistico-massonico contro Dio, ragione [...]

1 luglio 2016Commenti disabilitatiRead More

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa