Dal metal al gay – Padre James Martin: chi è costui?

Domenica, 9 luglio/ 2017  

Sergio Basile

 Redazione Quieuropa,  Sergio Basile,  Vaticano, Padre James Martin, Satanismo, Metallica, Gay, Poteri forti, gesuiti, Sant'Ignazio di Loyola  

Dal metal al gay – Padre James Martin:

chi è costui?

Tendenze e gravissime esternazioni del nuovo responsabile

del settore mediatico e della comunicazione del Vaticano

 

                      “Probabilmente alcuni santi erano gay“

                                      Padre James Martin

 

di Sergio Basile

PADRE JAMES MARTIN

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 San Paolo e James Martin, due mondi antitetici

          Perciò Dio li ha abbandonati all'impurità secondo i desideri del loro cuore,

                                   sì da disonorare fra di loro i propri corpi,

                 poiché essi hanno cambiato la verità di Dio con la menzogna

                e hanno venerato e adorato la creatura al posto del creatore,

                                        che è benedetto nei secoli. Amen.

                          Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami;

        le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura.

         Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna,

                              si sono accesi di passione gli uni per gli altri,

                        commettendo atti ignominiosi uomini con uomini,

     ricevendo così in se stessi la punizione che s'addiceva al loro traviamento.

                                  Lettera di S.Paolo ai Romani, 1, 24-27

Roma, Catanzaro di Sergio Basile - Alla luce di questo chiarissimo e famossissimo brano del Nuovo Testamento tratto dalla lettera di San Paolo ai Romani (1, 24-27) ed in considerazione alle ultime uscite di "illustri" rappresentanti del "nuovo" apparato gerarchico del Vaticano (citiamo fra tutte le dichiarazioni espresse nell'articolo di Mons. Ravasi "Cari fratelli massoni" vedi qui "Cari fratelli massoni" del Cardinal Ravasi) qualche riflessione appare d'obbligo, specie se a rendersi protagonista di queste "uscite" antitetiche alla Scrittura è addirittura il nuovo responsabile del settore mediatico e della comunicazione della Santa Sede.

             “La Chiesa dovrebbe riconoscere che la comunità LGBT esiste (…)

                                e che essa porta doni unici alla Chiesa. (…)

                                Le implicazioni pastorali sono le seguenti:

                             celebrare messe con la comunità LGBT. (…)

                Che le persone LGBT sono figlie predilette del Signore. (…)

               Infine, dire che una delle parti più profonde di una persona

                                      – la parte che dà e riceve amore –

                        è ‘disordinata’ è in sé stesso inutilmente crudele”.

                                           Padre James Martin SJ.

L'ex persecutore di cristiani, l'apostolo delle genti, morto martire per annunciare al mondo la Verità sulla Resurrezione e divinità di Gesù Cristo, rivoluzionario alla rovescia e noto "omofobo" (qualcuno direbbe.. associando a questa nuova categoria socio-ideologica, per proprietà transitiva, tutti i santi di Dio e gli apostoli di Gesù da duemila anni a questa parte) probabilmente avrebbe chiesto prima le dimissioni immediate e poi la conversione di Padre James Martin SJ., stando almeno ai principi cristiani immutabili che la saggezza della Scrittura ci offre con semplicità e potenza da duemila anni. In merito al passo sopracitato ci piacerebbe ascoltare in diretta un'omelia del gesuita, nominato da Papa Bergoglio, lo scorso 12 aprile del 2017, responsabile per le “Consulenze e per la Comunicazione Vaticana” (consultore del Segretariato per le Comunicazioni) cioé sovraintendente alla gestione di tutti i mezzi di comunicazione della Santa Sede (televisione, radio, stampa, internet, ecc.). Insomma, sembra che da qualche tempo in Vaticano gli uomini di responsabilità li vadano a selezioare (scovare) proprio con il lanternino! Qualcuno disse che troppe coincidenze fanno una certezza! Forse non aveva tutti i torti!           

 Chi è "padre" James Martin?                                

Ma chi è padre James Martin? Si tratta di uno dei più famosi gesuiti degli Stati Uniti, giornalista di casa presso la redazione della rivista “America”, il più importante organo di stampa dei "nuovi" gesuiti negli Usa. Egli è, a quanto pare, un punto di riferimento delle comunità dei "cattolici LGBT".  James Martin SJ, per comprenderci senza troppi giri di parole, è lo stesso "sacerdote cattolico" che levò una clamorosa protesta quando Donald Trump abrogò la legge di Obama che istituiva il “bagno transgender”, vietando ai "maschi che si sentissero femmine" di frequentare i bagni, le docce e gli spogliatoi delle ragazze (e viceversa). Il gesuita per l'occasione scrisse un tweet di protesta a 100.000 "seguaci", in difesa del mondo trans-gay:

                          “Gli studenti trans patiscono già tante offese.

                        Non fa male a nessuno che si consenta ai ragazzi

                          di utilizzare il bagno delle ragazze e viceversa.

                          È un affronto alla loro dignità di esseri umani”.

                                        Padre James Martin SJ.

Alla luce di queste dichiarazioni che di certo avranno fatto venire un terribile mal di pancia a Sant'Ignazio di Loyola, pio fondatore dei gesuiti, ci chiediamo:

                         se Padre James non condivide la morale cattolica

                                           e l'immutabile Paola di Dio

        perché non entra nelle chiese protestanti e non dismette il suo abito?

                         Perché non rinuncia ai suoi incarichi in Vaticano

                     e dimostra maggior coerenza alle sue dichiarazioni?

                                   A chi giova questa doppiezza?

             Perché professarsi cattolico e rivestire un abito cattolico,

  se poi si crede in qualcosa di completamente antitetico al cattolicesimo?

  Uno strategico copione mediatico                       

Per essere cattolici non è sufficiente indossare il colletto e l'abito! Molti nemici di Cristo ed eretici di ogni sorta, infatti, nei secoli hanno fatto ricorso alla strategia dell'infiltrazione, per minare dall'interno le fondamenta della Chiesa Cattolica (Universale). Evidentemente la bizzarra strategia mediatica messa in campo da James Martindecisamente autolesionista e deleteria per il mondo cattolico – gioverà a qualcuno, certo, ma non ai credenti cattolici e alla Chiesa di Cristo.

                      Perché, dunque, premiare il ribelle James Martin

                 con un incarico in Vaticano di così alta responsabilità?

Chi lo ha nominato può forse permettersi di non conoscere la sua vita e le sue tendenze? Se a qualcuno queste critiche potrebbero apparire esagerate, aspetti con pazienza di leggere di seguito e potrà cogliere la bontà e genuinità evangelica di altre perle di saggezza dello pseudo-gesuita. Nello scorso mese di novembre, ad esempio, l'alto prelato ha accettato con gratitudine un premio dall'associazione New Ways Ministry (co-fondata da suor Jeannine Gramick, una suora pro-aborto, pro-matrimonio omosessuale), ente già condannato sia dalla Congregazione per la Dottrina della Fede che dalla Conferenza Episcopale degli Usa. Con tale azione James Martin non ha fatto altro che porsi ancora una volta fuori dal seno di madre Chiesa, ostentando una ribellione eretica che non si addice assolutamente ad un pastore e custode spirituale del gregge di Dio. Che ne sarà di questo passo, mi chiedo, delle ultime tv filo-cattoliche rimaste? Come potranno opporsi, conduttori e direttori cattolici rimasti fedeli al Vangelo, alla linea del pensiero unico mondialista – pro-gay – se questa si sposa palesemente con le credenze e tendenze dello stesso prelato-controllore dei media cattolici? Un incredibile paradosso!

                   Beato l’uomo che non resta nella via dei peccatori (…)

                           ma nella legge del Signore trova la sua gioia.

                                                       Salmo 1

 Gay a immagine di Dio?                                       

Ma non è finita qui: nei giorni scorsi il gesuita, neo-consultore del Segretariato per le Comunicazioni del Vaticano, ha lanciato un nuovo folle Twitt, assolutamente antitetico alla fede cattolica, cioé alla fede professata con i segni dell'esteriorità e con l'accettazione di un ruolo così delicato all'interno della struttura gerarchica vaticana. Il messaggio indirizzato agli amici del prossimo gay pride non ha lasciato ai lettori, alcuna possibilità di equivoci interpretativi:

            “Il gay è bello, siate orgogliosi e pieni di gioia nell’essere gay,

          perchè i gay sono figli prediletti di Dio e sono fatti a sua immagine”

                                     Padre James Martin SJ.

Il gesuita, evidentemente promosso dai veritci del Vaticano (Bergoglio in testa) per "meriti" sul campo, anche in questa occasione non ha mancato di offrire altri segni di una fede matura. Come fece in tv, dinanzi a milioni di telespettatori statunitensi, il 24 settembre del 2013, durante la trasmissione "The Colbert Report", programma televisivo statunitense andato in onda fino al 2014, presentato dal comico Stephen Colbert. Egli fu ospite d'eccezione del format assieme alla band "Metallica", uno dei gruppi heavy metal più noti nel panorama internazionale di settore, nato negli States nel 1981. Prima di andare oltre, apriamo una piccolissima parentesi sulla band metallara.

 Salta nel fuoco dell'inferno                                 

La musica dei Metallica, definita thrash metal, è caratterizzata da un sound che eccita gli animi, suscita sentimenti di ribellione ed è notoriamente caratterizzata da testi irriverenti, ribelli per statuto e carichi di messaggi anti-cristiani se non addrittura satanici. Nel pezzo Jump in the Fire («Salta nel fuoco» tratto dall'album Kill 'Em All «Uccidili tutti») la band invita i giovani a saltare nel fuoco dell'inferno: «Follow me now my child [...] O just as I say [...] Jump by your will or be taken by force/ I’ll get you either way [...] So reach down grab my hand walk with me through the land/ Come home were you belong/ So come on jump in the fire»

               «Ora seguimi piccolo mio [...] O semplicemente come dico [...]

Salta di tua volontà o verrai preso con la forza/ Ti avrò in entrambi i modi [...]

            Quindi prendimi per mano e cammina con me attraverso la terra

            Torna alla casa che ti appartiene/ Dunque vieni, salta nel fuoco»).

                                         Jump in the Fire – Metallica

Nella cover dei Diamond Head, The Prince («Il Principe») la band dichiara candidamente di voler vendere la propria anima al diavolo: «Angel from below [...] I wish to sell my soul [...] Devil take my soul/ With diamonds you repay/ I don't care for heaven/ So don't you look for me to cry/ And I will burn in Hell from the day I die». Insomma, un vero e proprio inno (ed invito) al satanismo.

            «Angelo che vieni da laggiù [...] Desidero vendere la mia anima [...]

                    Diavolo prendi la mia anima/ Tu ripaghi con diamanti/

             Non gradirei il paradiso/ Quindi non cercare di farmi piangere/

                        E io brucerò all'inferno dal giorno in cui morirò»

                                                The Prince – Metallica

black-album

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Simpatia per il diavolo                                            

Ma la familiarità e simpatia con Satana non è un mistero per i supporters dei Metallica. L'emblema di questo felice idillio compare a lettere di fuoco sulla copertina di "The Black Album" (vedi foto sopra) dove appare un serpente attorcigliato su sè stesso, in tre spire che riflesse formano curiosamente un numero molto caro ai satanisti, il 666, il numero biblico dell'Anticristo (Ap 21, 8): distintivo per adepti di sette sataniche e seguaci di numerosi gruppi metal. In The God That Failed Il Dio che ha fallito») così cantano i Metallica, raggiungendo livelli di blasfemia davvero inarrivabili.:

              «Decidi quello a cui credere/ Vedo la fede nei tuoi occhi/

 Non ascoltare mai le menzogne scoraggianti/ Sento la fede nelle tue grida/

                           La promessa è infranta, tradimento/

         La mano che lenisce è trattenuta dal chiodo in profondità/

                                   Segui il Dio che ha fallito».

                             The God That Failed – Metallica

Un chiaro, vergognoso attacco a Gesù Cristo e al Cristianesimo; un invito chiaro a non ascoltare «le menzogne scoraggianti» del «Dio che ha fallito». Peccato per loro… ma Gesù Cristo è anche l'unico vero Dio a risorgere dai morti: buona notizia, questa, che sembra non interessare a James Alan Hetfield e soci. Interesserà a Padre James Martin?

PADRE JAMES MARTIN

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Vergogna, blasfemia, dimissioni                           

Il ritratto fin qui tratteggiato non ci meraviglia più di tanto, essendo il metal notoriamente, in gran parte, filo-satanico ed anti-cristiano per genesi. Quel che ci meraviglia è invece la reazione del nostro caro Padre James Martin, nell'introdurre, con enfasi, grinta e trasporto, la metal band, pochi istanti prima dell'esibizione in diretta tv a "The Colbert Report" (vedi foto in copertina e vedi qui il video The Colbert Report 2013.09.24 – Metallica, Fr. Jim Martin). Non volendo credere alle foto rintracciate su internet – pensavo fosse un fake – ho cercato direttamente il video in rete, passandone in rassegna ogni singolo fotogramma. Effettivamente ciò che accade al minuto 16:53, ha dell'incredibile (vedi qui il video The Colbert Report 2013.09.24 – Metallica, Fr. Jim Martin). Padre James non solo presenta i Metallica con uno strano ghigno e con gli occhi da ossesso - che non si addicono né a un cristiano né tantomeno ad un prelato del suo calibro - ma addirittura accompagna il gesto con entrambe le braccia, sfoggiando un doppio "simbolo delle mani con le corna" (altro segno distintivo dei satanisti dal significato inequivocabile, specie per gli studiosi delle religioni e dei culti satanici: secondo la bibbia satanica di Anton LaVey, infatti, il simbolo sta a significare è che il Padre e il Figliuolo e lo Spirito Santo sono soggetti al diavolo). Insomma, mi domando, con sconcerto e meraviglia, era proprio necessario nominare un soggetto simile, tanto ambiguo, a sovraintendente alla gestione di tutti i mezzi di comunicazione vaticana? Se l'obiettivo ero quello di scandalizzare i fedeli e autodistruggere la Chiesa dall'interno, penso che il tentativo sia ampliamente fallito: il vero credete, infatti, sa riconoscere un vero prelato da un impostore! Certo il caos e il senso di smarrimento restano. Se l'obiettivo era invece diverso, chiediamo a Padre James di illuminarci su questo dilemma e sulle sue strane esternazioni e tendenze, visto che seguire Cristo impone precise scelte morali e di costume. Tuttavia forse sarebbe meglio che dall'incarico in Vaticano Padre James passasse ad un incarico presso l'ufficio marketing dei Metallica e/o del Gay Pride. Sarebbe meglio per tutti!  Amen! Intanto chiediamo e attendiamo con ansia le provvidenziali dimissioni del prelato.

Sergio Basile (Copyright © 2017 Qui Europa)

partecipa al dibattito – infounicz.europa@gmail.com

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

Vedi anche  www.simec.org e Sete di Giustizia

________________________________________________________________________________________________________________

 Il video – The Colbert Report – 2013                     

The Colbert Report 2013.09.24 (Metallica, Fr. Jim Martin) – Video

________________________________________________________________________________________________________________

 Articoli correlati                                                         

L’apostasia delle nazioni: le unioni civili

L’apostasia delle nazioni: le unioni civili

Martedì, 4 Ottobre/ 2016    di Don Francesco Ricossa  Redazione Quieuropa, Don Francesco Ricossa, Apostasia delle Nazioni, unioni civili, Bergoglio   L'apostasia delle nazioni: le unioni civili Perversione legis: instaurazione del regno sociale di satana   di Don Francesco Ricossa                        Unioni Civili: l'apostasia delle nazioni   [...]

Henry Delassus: “L’Americanismo e la Congiura Anticristiana”

Henry Delassus: “L’Americanismo e la Congiura Anticristiana”

 Sabato, 25 Giugno/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia - Redazione quieuropa, Mons. Henry Delassus, Don Curzio Nitoglia, Le Forze Occulte della Sovversione, Giudaismo, Massoneria, Liberalismo, millenarismo gioachimita, Israele, America, esoterismo, massoneria, ecumenismo e mondialismo, Adolfo Crémieux, Magistero della Chiesa, condanna dello spirito americanista, Bergoglio, Pio VI, libertà assoluta della persona umana, libertà di pensiero, Gregorio XVI, Pio IX, separatismo tra stato e Chiesa, Leone XIII, liberalismo largo, tolleranza dogmatica, cosmopolitismo, mondialismo, globalizzazione,  infiltrandosi in ogni nazione, [...]

La duplice strategia dei nemici di Cristo per la dissoluzione: ecumenismo e scisma nella Chiesa

La duplice strategia dei nemici di Cristo per la dissoluzione: ecumenismo e scisma nella Chiesa

  Venerdì, 5 Agosto/ 2016     - di  Sergio Basile  -  Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Michael Snyder, Mondialismo, Massoneria, guerra di religione, Bergoglio, apostasia nella  Chiesa, Roma, ecumenismo, unica religione mondiale, unico tempio di preghiera, The House of One, Berlino, San Giovanni Bosco,  Il Cattolico istruito nella sua religione   La duplice strategia dei nemici di Cristo per   la dissoluzione: ecumenismo [...]

Riflessioni fuori dal coro sui cosiddetti “diritti civili” – Prima Parte

Riflessioni fuori dal coro sui cosiddetti “diritti civili” – Prima Parte

Giovedì, Gennaio 4th, 2016 – di Federico Michielan  -  Redazione Quieuropa, Redazione Qui Europa, Federico Michielan, Dittatura del relativismo, ddl Cirinnà, Family Day 2016, Matrimonio gay, organi mainstream, associazioni gay, Voting Rights Act, diritto di voto, matrimonium, mater e munus, compito,  generare i figli, sostenere economicamente la famiglia, Il fine del matrimonio, liberorum procreandorum causa, procreazione, Modestino, coniunctio maris et feminae et consortium omnis vitae, divini [...]

Riflessioni fuori dal coro sui cosiddetti “diritti civili” – Seconda Parte

Riflessioni fuori dal coro sui cosiddetti “diritti civili” – Seconda Parte

Venerdì, Febbraio 5th, 2016 - di Federico Michielan  -  Redazione Qui Europa, Federico Michielan, Dittatura del relativismo, ddl Cirinnà, matrimonio, non è un diritto, omosessuali, principali obiezioni,  omofobi, seconda obiezione, il matrimonio è una cosa che ha senso solo tra un uomo e una donna, maternità surrogata, adozione semplice, adottare, discriminazione basata non sulla natura dell’istituto, sesso dei coniugi, Luciano Mola, Avvenire, regolamento anagrafico del 30 maggio 1989, legge n.91 del 1 [...]

I poteri forti dietro l’omosessualizzazione della società

I poteri forti dietro l’omosessualizzazione della società

Sabato, Febbraio 6th, 2016 - di Floriana Castro  – Redazione Qui Europa, Floriana Castro, Poteri forti, Massoneria, Antimassoneria, Nuovo Ordine Mondiale, Luca di Tolve, non esiste alcun gene gay   I poteri forti dietro l’omosessualizzazione della società Giudeo-Massoneria e omosessualizzazione pilotata: il modello gay proposto scientificamente alle società dei goym       di Floriana Castro  Poteri forti, Giudeo-Massoneria e omosessualizzazione della [...]

Bergoglio-Unioni Civili: quel sottile confine tra bianco e nero

Bergoglio-Unioni Civili: quel sottile confine tra bianco e nero

Venerdì, Febbraio 19th, 2016 - di Arrigo Muscio  – Redazione Qui Europa, Arrigo Muscio, Bergoglio, Unioni Civili, matrimonio sodomitico, politica, Donald Trump, muri   Bergoglio-Unioni Civili: quel sottile confine tra bianco e nero La curiosa frase a poche ore dalla decisione parlamentare che potrebbe sdoganare nella patria del Cattolicesimo, la famiglia sodomitica: "Il Papa è per tutti … e non può mettersi in [...]

Cirinnà – La dittatura, imposta a tutti i costi

Cirinnà – La dittatura, imposta a tutti i costi

Lunedì, Febbraio 15th, 2016 - di Patrizia Stella - Redazione Quieuropa,  Gesù Cristo, Patrizia Stella, Mons. Antonio Livi , prof. Alessandro Beghini, dittatura del relativismo, Ddl Cirinnà, Dittatura imposta a tutti i costi, Famiglia, Family Day, lobby gay, 58 tipologie di unioni, porte del Paradiso  Cirinnà – La dittatura, imposta a tutti i costi Malgrado milioni di cittadini in piazza, migliaia di [...]

Oltre il matrimonio sodomitico – Porte aperte alle adozioni gay

Oltre il matrimonio sodomitico – Porte aperte alle adozioni gay

Lunedì,  Febbraio 29th/ 2016 - di Danilo Quinto - Redazione Quieuropa, Danilo Quinto, Cirinnà, Matrimonio sodomitico, porte aperte alle adozioni gay, Alfano, Renzi, Corte Europea, Corte Costituzionale, Festival di San Remo   Oltre il matrimonio sodomitico – Porte aperte alle adozioni gay  Verso le adozioni gay?  Un esito quasi inevitabile, viste le  preesistenti pronunce di Corte europea e Corte Costituzionale…   di Danilo [...]

Deificazione dello Stato e profetica venuta dell’anticristo

Deificazione dello Stato e profetica venuta dell’anticristo

   Domenica, 14 Agosto/ 2016     - di  Redazione Qui Europa / Centro Culturale San Giorgio  Redazione Quieuropa, Gesù Cristo, deificazione dello Stato, Stato senza dio, San Paolo, Sacre Scritture, Padre Joseph Lemann,  Mons. von Ketteler, anticristo, Magonza, Leone XIII, San Michele Arcangelo, Centro Culturale San Giorgio, Mons. Von Ketteler,  Stato, San Gottardo, Messa nera Oklahoma   Deificazione dello Stato [...]

Usa: nozze gay imposte in tutti gli stati

Usa: nozze gay imposte in tutti gli stati

Venerdì,  Giugno 26th/ 2015       – Redazione Qui Europa - Redazione Quieuropa, Barack Obama, Matrimoni gay in tutti gli stati, Usa, massoneria, piano massonico, sovversione sociale, Usa, Corte Suprema: nozze gay sono diritto costituzionale  Massoneria – Dittatura gender e Nuovo Disordine Mondiale Usa: nozze gay imposte in tutti gli stati La soddisfazione di Obama e delle [...]

Il Fratello Obama e il piano massonico sull’omosessualità

Il Fratello Obama e il piano massonico sull’omosessualità

Venerdì,  Aprile 10th/ 2015 - di Arrigo Muscio, Presidente Associazione "Genitori Cattolici" - Redazione Quieuropa, Arrigo Muscio, Genitori Cattolici, Massoneria, Usa, fratello Barack Obama, Omosessualità, memorie di un ex-massone, piano massonico, liberalizzazione droghe leggere, contraccezione, relativismo sessuale  Barack Obama – No alle teorie riparative verso gli omosessuali Il Fratello Obama e il piano massonico sull'omosessualità Ecco perchè [...]

Ecco Perchè L’Europa Rema Contro la Famiglia – Un Piano Perseguito da Secoli

Ecco Perchè L’Europa Rema Contro la Famiglia – Un Piano Perseguito da Secoli

Lunedì, 25th Febbraio/ 2013 – di Maria Laura Barbuto e Sergio Basile – Famiglia Tradizionale / Unione Europea / Corte dei diritti umani / Strasburgo / Vienna / Coppie gay / Adozioni / Rispetto diritti umani / Discriminazione ed uguaglianza / Sentenza / Stati europei / Vita / Natura / madre e padre / Sionismo [...]

I figli di Caino, il tempo del grande esodo e i cultori del facile

I figli di Caino, il tempo del grande esodo e i cultori del facile

Giovedì, 23 Giugno/ 2016 – di Guliyeva Konul e Sergio Basile / Redazione Qui Europa - Quieuropa, Guliyeva Konul, Sergio Basile, Adamo ed Eva, germe di eternita e trascendenza, figli di Caino, sangue di Abele, Isis, Iside, Ishtar, Gezebel, Diana, Venere, tolleranza, vera Chiesa di Cristo, Santa Comunione  I figli di Caino, il tempo del grande esodo e i cultori del facile Stiamo vivendo il tempo del Grande Esodo, l'ultimo Esodo, [...]

Renzi, Merkel, Hollande e la consacrazione satanica del tunnel del Gottardo

Renzi, Merkel, Hollande e la consacrazione satanica del tunnel del Gottardo

Martedì, 7 Giugno/ 2016 – Redazione Qui Europa  -  Redazione Quieuropa, Svizzera, Tunnel del Gottardo, riti satanici, Renzi, Merkel, Hollande, uomo capra, angelo decaduto mostruoso, operai morti, inaugurazione del tunnel più lungo al mondo, consacrazione a satana, Nuovo Ordine Mondiale, élite occulta, massoneria, servitori di satana, rituali diabolici  Nuovo Ordine Mondiale / Inaugurazione Tunnel del Gottardo Renzi, [...]

Ex-massone: le leggi contro la famiglia sono promosse dalle logge massoniche

Ex-massone: le leggi contro la famiglia sono promosse dalle logge massoniche

Martedì,  Marzo 1st/ 2016 - di Redazione Nomassoneriamacerata.blogspot.it - Redazione Quieuropa, Nomassoneriamacerata, Testimonianza, Actuall,  aborto, eutanasia, divorzio, matrimonio gay, logge di diritto umano, perché ho smesso di essere massone, Lourdes, Conversione al Cattolicesimo, intervista, Serge Abad-Gallard, leggi contro la famiglia, logge massoniche, Parigi, Francia, Massoneria, influenza della massoneria sull apolitica, fratellanza parlamentare, Jacques attali, Bilderberg Club, L'homme nomade, Jean-Marc Ayrault, [...]

Piano Massonico del 1995 – Eliminazione del Sacrificio Eucaristico

Piano Massonico del 1995 – Eliminazione del Sacrificio Eucaristico

Mercoledì,  Marzo 30th/ 2016  - Redazione Qui Europa  - Traduzione della rivista spagnola Roca viva, Febbraio 1997, José Abascal, Madrid Redazione Qui Europa, direttiva massonica, lotta costante e metodica per far scomparire la Chiesa cattolica, presenza reale di Cristo nell’Eucaristia, vergintà di Maria, Stato di scisma e di apostasia, Contestazione del Papa e della sua dottrina; Controllo delle edizioni [...]

Direttive del Gran Maestro della Massoneria ai Vescovi cattolici massoni, per distruggere la chiesa cattolica

Direttive del Gran Maestro della Massoneria ai Vescovi cattolici massoni, per distruggere la chiesa cattolica

Giovedì,  Aprile 23rd/ 2015       – Don Luigi Villa - Tratto da "La Massoneria e la Chiesa Cattolica" - Redazione Quieuropa, Din Luigi Villa, Massoneria, Chiesa Cattolica, Piano massonico, Satana, Direttive del Gran Maestro ai vescovi cattolici massoni, Ecumenismo e dissacrazione dell'Eucarestia, Divieto per liturgia latine e velo per le donne, Liturgia: vietate di inginocchiarsi e introducete chitarre, tamburi, Desacralizzazione dei canti [...]

Massoneria, Comunismo e Corruzione della gioventù: Piano per un Nuovo Ordine Mondiale – 1

Massoneria, Comunismo e Corruzione della gioventù: Piano per un Nuovo Ordine Mondiale – 1

Giovedì, Febbraio 18th, 2016 - di Paolo Baroni, Centro San Giorgio  – Redazione Qui Europa, Paolo Baroni, Centro San Giorgio, Comunismo, Massoneria,  filiazione massonica dell'ideologia comunista, sesso, droga e rock'n'roll, Nuovo Ordine Mondiale, filiazione massonica dell'ideologia comunista, satanismo, corruzione della società, teosofia, George Harrison,  Jerry Rubin,   Willy Münzenberg, Tempio di Salomone, Papa Leone XIII, Mons Delassus, massone Lafargue, Congresso massonico di Liegi del 1865, Madame Helena Petrovna Blavatsky, Annie Besant, occultista John Symonds, Aleister [...]

Massoneria, Comunismo e Corruzione della gioventù: direttive marxiste per il Nuovo Ordine – 2

Massoneria, Comunismo e Corruzione della gioventù: direttive marxiste per il Nuovo Ordine – 2

Sabato, Febbraio 20th, 2016 - di Paolo Baroni, Centro San Giorgio  – Redazione Qui Europa, Paolo Baroni, Centro San Giorgio, Comunismo, Massoneria,  filiazione massonica dell'ideologia comunista, sesso, droga e rock'n'roll, Nuovo Ordine Mondiale, filiazione massonica dell'ideologia comunista, satanismo, corruzione della società, Adorno, Marcuse, Scuola di Francoforte, Distruzione di una nazione, distruzione del senso morale, degenerazioni sessuali, divorzio, distruzione della famiglia, [...]

La Scuola di Francoforte: la congiura della corruzione – Prima Parte

La Scuola di Francoforte: la congiura della corruzione – Prima Parte

Martedì,  Maggio 5th/ 2015       - di Timothy Matthews - Redazione Quieuropa, Centro San Giorgio, Timothy Matthews, Scuola di Francoforte, Paolo Baroni, società comunista, Satana lavora nell'ombra, Satana lavora nel silenzio, Joseph de Maistre, Hegel, da Marx, da Nietzsche, da Freud e da Weber, Istituto Marx-Engels di Mosca, Lenin, György Lukács, Willi Münzenberg, Felix Weil, Università di Tübingen e di Francoforte, Martin Jay, Carl Grünberg, Max Horkheimer, Adolf Hitler, Columbia, [...]

La Scuola di Francoforte: dalle droghe al gender – Seconda Parte

La Scuola di Francoforte: dalle droghe al gender – Seconda Parte

Giovedì,  Giugno 25th/ 2015       - di Timothy Matthews - Redazione Quieuropa, Centro San Giorgio, Timothy Matthews, Scuola di Francoforte, Paolo Baroni, società comunista, Satana lavora nell'ombra, Satana lavora nel silenzio, Università di Tübingen e di Francoforte, Martin Jay, Carl Grünberg, Max Horkheimer, Adolf Hitler, Columbia, Princeton, Brandeis, California, Bibbia, Famiglie, Corruzione programmata, Università, Nevitt Sanford, Aldous Huxley, L'impatto della scienza sulla società, uso delle droghe psichedeliche, Joseph Califano [...]

Non solo matrimoni gay. La deriva nichilista dei “diritti umani”

Non solo matrimoni gay. La deriva nichilista dei “diritti umani”

Giovedì, 19 Gennaio/ 2017   di Roberto Pecchioli  Redazione Quieuropa, Roberto Pecchioli, matrimoni gay, diritti, religione dei diritti umani  Non solo matrimoni gay. La deriva nichilista dei "diritti umani" Gli aberranti limiti degli adoratori della "religione dei diritti umani"… in viaggio verso il nulla   di Roberto Pecchioli                   [...]

Come si è preparata la Rivoluzione Modernista nella Chiesa

Come si è preparata la Rivoluzione Modernista nella Chiesa

Sabato, 14 Gennaio/ 2017     - di  Don Curzio Nitoglia  Redazione Quieuropa, Don Curzio Nitoglia, Chiesa Cattolica, rivoluzione silenziosa, Modernismo  Come si è preparata la Rivoluzione Modernista nella Chiesa  I modernizzanti hanno difeso nascostamente il modernismo e lo hanno reso accettabile ai neo-tradizionalisti   di Don Curzio Nitoglia                     [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa