Come si è preparata la Rivoluzione Modernista nella Chiesa

Sabato, 14 Gennaio/ 2017   

 - di  Don Curzio Nitoglia

 Redazione Quieuropa, Don Curzio Nitoglia, Chiesa Cattolica, rivoluzione silenziosa, Modernismo 

Come si è preparata la Rivoluzione Modernista

nella Chiesa 

I modernizzanti hanno difeso nascostamente il modernismo

e lo hanno reso accettabile ai neo-tradizionalisti

 

di Don Curzio Nitoglia

 Redazione Quieuropa, Don Curzio Nitoglia, Chiesa Cattolica, rivoluzione silenziosa, Modernismo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Come si prepara la rivoluzione religiosa             

Roma di Don Curzio Nitoglia – La Rivoluzione, specialmente religiosa, non è mai spontanea e nascente dal basso, ma è il frutto di una profonda preparazione ideologica, che pian piano giunge alla completa empietà: essa è

                             il modernismo, il quale può essere definito

                                     il punto omega di tutte le eresie. 

Fin verso l’Ottocento la Chiesa era attaccata apertamente da un insieme sette dichiaratamente empie e posizionatesi al di fuori della Chiesa: la massoneria, l’illuminismo, il liberalismo, che messe assieme costituiscono una sorta di “contro-chiesa”. Tuttavia, a partire dall’Ottocento, la “contro-chiesa” o la “sinagoga di satana” (Apoc., II, 9) non era schierata unicamente nelle sette esplicitamente eterodosse; essa aveva anche infiltrato all’interno delle file cattoliche e del clero alcuni suoi “elementi coperti”: i cosiddetti “cattolici liberali”, che son stati definiti da Pio IX

                               “più pericolosi della Comune di Parigi”

proprio per il loro modo di fare ambiguo e non apertamente eretico, che inganna più facilmente gli spiriti dei semplici fedeli.

 La 5a colonna nemica all'interno della Chiesa    

L’obiettivo di questa “quinta colonna nemica” composta di “membri coperti” all’interno della Chiesa, che inizialmente (Ottocento) era il catto/liberalismo diventato poi modernismo esplicito (Novecento), aveva una duplice missione: 1°) quella di diffondere alla chetichella, sotto veste di cattolicesimo genuino, sistemi teologici e morali erronei2°) quella di introdursi nei posti chiave della Chiesa: cattedre universitarie, direzione dei seminari, parrocchie importanti, e, soprattutto, sogli episcopali. In questo modo l’eresia modernista (alla quale il catto/liberalismo aveva preparata la strada) cercava di

       infiltrarsi il più profondamente possibile nelle viscere stesse della Chiesa

                                               per disorientare i fedeli,

                   insegnando loro quasi con l’autorità della Chiesa stessa

                                       gli errori da questa condannati.

Questo è stato il colpo maestro di satana nel Vaticano IIPrima del cattolicesimo liberale (Ottocento) e del modernismo (Novecento) il giansenismo, nel Settecento, cercò di mantenersi nel seno del cattolicesimo per corromperne le fonti vitali. I giansenisti, come i catto/liberali e i modernisti, hanno tentato di restare apparentemente nel seno della Chiesa. La critica sofistica a cui sottoponevano le decisioni pontificie ha dato origine all’ “opinionismo” (teoria secondo cui tutto è opinabile e non certo), al liberalismo cattolico, alla libertà per ciascuno di pensare come vuole, poiché anche in teologia si tratta soltanto di opinioni che possono essere vere, come possono essere false; l’esaltazione della Patristica e della Chiesa primitiva, scuotendo la fiducia nella Scolastica specialmente tomistica, (che è la forma di teologia più chiara, più precisa, più definita) ha dato origine alle incertezze dell’intelligenza operando in un campo ancora in fieri e non perfettamente sistematizzato come la Scolastica ed ha confermato profondamente gli spiriti nella convinzione che nella dottrina cattolica non vi sono certezze, ma si tratta sempre di opinioni ugualmente rispettabili. 

     Si comprende facilmente che questa “setta segreta” o “foedus clandestinum”

                                             come lo chiama S. Pio X

                           (Sacrorum Antistitum, 1° settembre 1910),

                            la quale è il “compendio di tutte le eresie”,

                                   avrebbe realizzato la sua impresa,

                    se fosse riuscita a rimanere completamente occulta

                                  all’interno degli ambienti cattolici.

Tuttavia questa “quinta colonna nemica” è stata scoperta e condannata vigorosamente da San Pio X (Pascendi, 1907) sino a Pio XII (Humani generis, 1950), però ha continuato a lavorare segretamente, grazie l’appoggio datole dai “modernizzanti” e con Giovanni XXIII è arrivata ad occupare il vertice della ChiesaIl suo obiettivo essenziale è restato così, almeno inizialmente ed in parte, frustrato sino a Pio XII. Roma, messa in allarme già sotto il Pontificato di Leone XIII, aveva condannato il sistema in maniera vigorosa e ripetuta soprattutto con San Pio X ed aveva preso provvedimenti disciplinari contro i modernisti, poiché non si può sconfiggere l’errore senza attaccare l’errante. I fedeli erano quindi premuniti.

                             I modernisti che si dicevano cattolici,

                        ormai non potevano più agire nell’ombra,

         come una “quinta colonna nemica” all’interno della Chiesa,

                                        ma erano stati scoperti.

 La 5a colonna coperta dai modernizzanti              

Restava tuttavia ai modernisti da costituire (mediante i “modernizzanti”, che mantenevano l’apparenza di cattolici a differenza della “quinta colonna” oramai scoperta) una specie di “contro-chiesa dentro la Chiesa”, un “terzo partito” o una “terza forza”, come lo chiama monsignor Antonio de Castro Mayer

                           raccogliendo gli spiriti più orgogliosi 

                            per combattere i cattolici autentici, 

in un’incessante guerriglia di cavilli e di sofismi per restare nella Chiesa e guastarla dal di dentro.

 Una giudeo-massoneria pseudo-cristiana              

Purtroppo il modernismo, individuato, condannato, perseguitato, ma sempre radicato segretamente come una sorta di “massoneria cristiana” negli ambienti cattolici, ha prodotto a sua volta quasi un “terzo partito” (i modernizzanti), che ha svolto il compito di fornire alla “quinta colonna scoperta”, (ossia ai modernisti) delle condizioni di sussistenza in seno alla Chiesa. In primo luogo, gli ecclesiastici modernizzanti non si dichiaravano modernisti. Anzi, in linea generale il loro modo di agire in pubblico dava l’illusione che fossero d’accordo con Roma.

                                      In realtà e segretamente, però,

                                   non combattevano il modernismo,

 non lo appoggiavano esplicitamente, ma lo favorivano tacitamente e praticamente.

 Era il primato marxista della prassi sulla dottrina spostato nel campo della teologia.

           Come si vede la “teologia della liberazione” non ha inventato nulla.

 Trionfo della tattica della 3a forza modernizzante  

A partire dal momento in cui questa insidiosa tattica “terzo/forzista” ha trionfato, nelle file cattoliche si son manifestati tre atteggiamenti1°) quello dei modernisti in lotta aperta contro i seguaci di Roma2°) quello della “terzo partito” (i “modernizzanti”) anch’esso opposto mellifluamente ai seguaci di Roma, che erano accusati di essere esagerati, intransigenti, integralisti, intolleranti, fomentatori di lotte, nemici della carità; infine 3°) quello dei cattolici integrali veramente soggetti a Roma, che, pur se appoggiati da San Pio X, vennero resi da molti sacerdoti ed anche da alcuni Vescovi degli isolati e degli incompresi perché contro di loro si volgevano non solo i modernisti, ma anche molte persone della gerarchia arruolate nel “terzo partito”.

 Neutrali per principio… o devoti al modernismo?   

   Né modernisti né integralmente cattolici: la “terza posizione” neutrale per principio. 

                                          Gli uomini della “terza posizione”

                 (né modernisti, né cattolici integrali, ma “modernizzanti”),

                                     sotto veste di neutralità per principio, 

                                      erano praticamente e occultamente 

               agenti devoti della causa modernista e prestavano alla setta 

                                                il più prezioso dei servizi. 

 San Pio X condanna il modernismo                            

San Pio X condannò ripetutamente il modernismo con svariate Encicliche, ma tali condanne papali non ottennero l’obbedienza pacifica di tutta la gerarchia della Chiesa; di fronte ad esse i fedeli e specialmente il clero si divisero in tre gruppi. 1°) Una parte accolse pienamente la parola di Roma, e applicò con ardore tutte le disposizioni delle Encicliche di San Pio X; li si chiama “integristi, ossia integralmente cattolici” (per esempio, Umberto Benigni e il “Sodalitium Pianum”); 2°) Un’altra parte, dichiaratamente modernista, rifiutò di sottomettersi alla decisione della Santa Sede e fu scomunicata (ad esempio, Tyrrell, Buonaiuti, Loisy)3°) Un’ultima parte scelse una posizione intermedia, sottoscrisse le condanne papali, ma non fece nulla per applicarle: questa è la “terza forza”, la più insidiosa di tutte (per esempio, Bonomelli, Ferrari, Roncalli e Montini).

 "Pace e unità" a tutti i costi.. anche contro la verità 

La ragione invocata da questo ultimo gruppo di prelati cripto-modernisti o modernizzanti, figli dei catto/liberali è il mantenimento della pace tra i fedeli e della carità con tutti tranne che con i cattolici integrali. 

               Però una pace e una carità senza la verità e la giustizia non sono virtù, 

                                                         ma parodie di esse. 

Così, costoro non hanno preso partito, non si son schierati e non si son preoccupati di sapere se nelle loro diocesi vi fossero dei modernisti e siccome “i neutrali per principio fanno scoppiare le guerre” hanno favorito la nascita e il trionfo pro tempore del modernismo.

                               La “pace” e le “mezza verità” sono il valore sommo

 Campo aperto ai propagatori dell'errore                    

La “terza forza” in senso proprio è costituita da coloro che sono mossi da un problema di falsa dottrina, ossia dal principio che la pace è un valore sommo ed è quindi desiderabile conservarla a ogni costo, anche quando così facendo si indeboliscono le forze dei difensori della verità

                                   si apre così il campo ai propagatori dell’errore, 

                                       mediante l’affermazione di “mezze verità” 

                                       che son più pericolose dell’errore aperto. 

Il catto/liberalismo e il modernismo, invece, confondono volutamente e scientificamente principì e pratica, così formulano delle “mezze verità”, che sono più pericolose dell’errore manifesto poiché esse sono nascoste e segrete. Tali “mezze verità” vengono applicate non solo alla filosofia, al dogma e alla morale, ma anche alla dottrina sociale e politica della Chiesa e soprattutto alla collaborazione gerarchizzata tra Stato e ChiesaInvece per il catto-liberalismo e per il modernismo a-dogmatico il principio o il valore massimo è che "non bisogna esagerare nella affermazione della verità", ma occorre sfumarla e renderla accettabile all’uomo moderno.

 Compromesso teoretico tra verità e falsità               

Coloro che di fronte all’errore, invece di condannarlo, smascherarlo o disapprovarlo apertamente, cercano un accomodamento, un compromesso teoretico tra verità e falsità, negano implicitamente il principio per sé noto di identità e non-contraddizione, sotto apparenza di apostolato, di discrezionalità, di pastoralità, di prudenzialità e sono più pericolosi di chi professa apertamente l’errore. Perciò

                       le “mezze-verità”, la vaghezza, l’imprecisione, l’indecisione,

                                  il pressappochismo o l’indefinibilità dottrinale

     sono la “quinta colonna” o il nemico che si presenta da amico, il Cavallo di Troia,

               il lupo vestito da agnello che penetra – grazie al suo camuffamento –

                           nel cuore della Chiesa e la vuole cambiare dal di dentro

come dice il “Programma dei Modernisti” (1906) attribuito ad Antonio Fogazzaro ed Ernesto Buonaiuti.

  L'iniquo "falso mezzo di mediocrità" …                   

I modernizzanti mantenendo tra loro rapporti molto cordiali formano un autentico “partito intermedio” tra i “modernisti” e i loro avversari (i “cattolici integrali”). Essi possono esser qualificati come coloro che non cercano il “giusto mezzo di altezza” tra i due opposti errori per difetto e per eccesso (“non sunt in medio et in culmine altitudinis”), ma perseguono una falsa medietà di mediocrità tra di essi (“sunt in herronea medietate mediocritatis”) (R. Garrigou-Lagrange). Senza ricorrere a un futuro Concilio contro il Papa (per non cadere nell’eresia conciliarista) e affermando sempre, “con la bocca e non col cuore”, la loro sottomissione alle condanne di Pio X, tali Prelati rifiutano, ciononostante, di allinearsi tra i cattolici integralmente docili alle condanne di Roma. Come i giansenisti ieri e Francesco I oggi, anch’essi aspirano alla fine delle discussioni teologiche per “amore della pace e odio alla disputa teologica”. Costoro non vogliono considerare i modernisti come sospetti di eresia, quali realmente erano. In questo modo tali Vescovi vogliono semplicemente mettere una pietra tombale sul problema, che invece continua a sussistere e a lavorare sotterraneamente. I sostenitori di questo “terzo partito” aspirano a restaurare l’unità della Chiesa, non attraverso la ritrattazione dei modernisti, ma attraverso l’instaurazione di una tolleranza per principio della quale costoro sarebbero stati i beneficiari. È la stessa situazione che si ripresenta oggi con la “mano tesa” di Bergoglio agli anti-modernisti.

 Equilibrismo squilibrato                                              

Costoro si comportano in guisa tale di fare una dichiarazione di deferenza nei confronti della Santa Sede e di parlare in termini commoventi del rispetto e della sottomissione che dobbiamo a Pietro, dichiarando che intendono conservare una posizione equilibrata tra i due gruppi avversari: 1°) i Prelati che hanno ritenuto di doversi appellare contro il Papa regnante ad un futuro e ideale Papa tollerante (v. il romanzo Il Santo di Antonio Fogazzaro); 2°)  altri Prelati che hanno condannato il modernismo e lo hanno dichiarato eretico e scismatico3°) il “terzo partito” che per amore di pace si mantiene fuori dalle dispute e agisce coerentemente con questo proposito, desidera soltanto la “pace” e la falsa “carità” o meglio la “pece” e l’ignavia, lascia ad altri la cura di chiarire e difendere la verità oscurata o attaccata dalle discussioni che guastano la carità.

                                È l’apoteosi della carità senza la verità e la giustizia,

                                                 dell’irenica contro la polemica,

                                        che ha toccato l’apice con papa Bergoglio. 

                                         L’americanismo è il modernismo ascetico,

                              che riduce la religione a sentimentalismo soggettivo

                    e vuol sostituire la polemica (polemikòs = la disputa dottrinale)

     con l’irenica (eirenikòs = il pacifismo, la tolleranza e la conciliazione ad oltranza).

 Utilità del "terzo partito" all'eresia modernista       

Non meraviglia quindi che i Vescovi ostili a papa Sarto conservino rapporti di grande cordialità con gli uomini del “partito intermedio”. Quanto fosse utile alla causa modernista questo partito intermedio, è evidente per chi considera le eccezionali possibilità a disposizione dei Prelati a essa affiliati di diffondere tutta una mentalità di inazione di fronte all’errore e all’eresia.

 Accettazione della "Pascendi" solo pro-forma         

È necessario sottolineare che i sacerdoti e i Prelati del “terzo partito” non favorivano il modernismo soltanto con il loro atteggiamento pacifista, non facendo nulla per reprimere la setta o di eseguire le severe misure pratiche imposte dalla Santa Sede; essi erano preziosi soldati del “collettore di tutte le eresie” per tutto il loro modo di agire. Infatti favorivano tutte quelle cose che manifestavano simpatia per la setta modernista e ne diffondevano lo spirito. Anche la sincerità nell’accettazione dell’Encicliche papali da parte dei Prelati della “terza forza” può essere messa in dubbio. Esteriormente le accolsero tutti, ma con “un silenzio ossequioso” e senza calarle nella pratica. Non andavano oltre. Si trattava di una “obbedienza” pro forma e di pura facciata.

 "Conciliazione ad ogni costo"…                                   

                         La “conciliazione ad ogni costo” anche a scapito della verità

Queste osservazioni dimostrano quanto sono nefaste le conseguenze di una politica di “mezze verità”, di “pace da palude”, di “conciliazione per principio” anche con l’errore.

                                                    La pace è reale soltanto

                                 quando è alimentata dalla linfa della verità.

In caso contrario, è una superficie di tenue vernice sotto la quale la divisione delle intelligenze alimenta e ravviva convulsioni talora vulcaniche. Per mantenere la pace una parte del clero “modernizzante” evitò il più possibile il trionfo della verità sull’errore, con una politica di pseudo-equilibrio (oggi si direbbe “equi-distanza”) tra l’una e l’altro.

 Da Roncalli alla "mano tesa" di Bergoglio                 

Questa tattica ha portato all’immane tragedia del Vaticano II e del post-concilio ed oggi rischia di farlo “inghiottire”, anche se mal volentieri (come si inghiottisce un rospo), agli stessi tradizionalisti “in herronea medietate mediocritatis” con “un silenzio ossequioso”, lasciando ad altri la cura di chiarire e di difendere la verità, che secondo costoro verrebbe oscurata dalle discussioni, le quali guastano la carità, sacrificando tutto alla “pace”, che è diventata il sommo valore del “tradizionalista” odierno. Preghiamo che i sacerdoti antimodernisti non seguano un cattivo capo se questi li conduce de facto verso il neo-modernismo.

Don Curzio Nitoglia  

partecipa al dibattito – infounicz.europa@gmail.com

http://doncurzionitoglia.net/2016/12/05/rivoluzione-modernista/

____________________________________________________________________________________________

 Articoli correlati                                                        

San Pio X – Sugli errori del Modernismo – 1

San Pio X – Sugli errori del Modernismo – 1

 Giovedì,  Marzo 5th/ 2015 – A cura della Redazione  - Redazione Quieuropa, San Pio X, Concilio, errori del modernismo, Pascendi Dominici Gregis  San Pio X – Sugli errori del Modernismo – 1 Pascendi Dominici Gregis – Lettera enciclica del sommo Pontefice Pio X, anti-modernista – Prima Parte LETTERA ENCICLICA - PASCENDI DOMINICI GREGIS DEL SOMMO PONTEFICE PIO X AI VENERABILI FRATELLI [...]


E’ lecito Parlare di “Chiesa Conciliare” Sostanzialmente Diversa dalla Chiesa Cattolica?

E’ lecito Parlare di “Chiesa Conciliare” Sostanzialmente Diversa dalla Chiesa Cattolica?

Venerdì, 19 Agosto/ 2016    – di Don Curzio Nitogliad -i    Redazione Quieuropa, Don Curzio Nitoglia, Cardinal Bacci, Cardinal Ottaviani, Conciclio Vaticano II, Chiesa Cattolica, Novus Ordo Missae, Chiesa Conciliare, Cardinal Benelli, Cardinal Koch, arianesimo, eresie anti-trinitarie, Don Francesco Putti, Albert Lang  E' lecito Parlare di “Chiesa Conciliare”  Sostanzialmente Diversa  dalla Chiesa Cattolica?   Verità e principi [...]

Lettera aperta a Padre Livio: il disorientamento dei cattolici dinanzi all’ennesima gravissima strumentalizzazione

Lettera aperta a Padre Livio: il disorientamento dei cattolici dinanzi all’ennesima gravissima strumentalizzazione

Giovedì, 10 Novembre/ 2016    di Anna e Luigi Lonati  Redazione Quieuropa, Radio Mario, Lettera Aperta, Padre Giovanni Cavalcoli, Anna e Luigi Lonati  Lettera aperta a Padre Livio: il disorientamento  dei cattolici dinanzi all'ennesima gravissima strumentalizzazione Lettera aperta a Padre Livio, in difesa di Padre Cavalcoli   di Anna e Luigi Lonati               [...]

Il Modernismo è intrinsecamente perverso e non è lecita nessuna cooperazione con esso

Il Modernismo è intrinsecamente perverso e non è lecita nessuna cooperazione con esso

Giovedì, 27 Ottobre/ 2016    – di Don Curzio Nitoglia –  Redazione Quieuropa, Don Curzio Nitoglia, Modernismo, San Pio X, Comunismo, Bergoglio   Il Modernismo è intrinsecamente perverso e non è lecita nessuna cooperazione con esso Quali sono i rischi che minacciano i cattolici?                   "Siate forti! No si deve cedere dove [...]

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 1

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 1

Martedì,  Aprile 14th/ 2015 – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa,  Nuovo Ordine Mondiale, British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo,  Giudeo-Massoneria, minando la cultura cristiana, unità "spirituale" delle chiese a livello mondiale, ecumenica, Fratellanza Mondiale, messaggio eucaristico e salvifico del Cristo, regno di Dio sulla terra, Richard Brothers, John Wilson, Lady Diana, Royal Family, Principe di Galles,  Rabbi Jacob Snowman, comunità giudeo-britannica, re britannici, Stato di Israele. La madre della [...]

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 2

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 2

Giovedì,  Aprile 30th/ 2015 – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa,  Nuovo Ordine Mondiale, British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo,  Giudeo-Massoneria, minando la cultura cristiana, unità "spirituale" delle chiese a livello mondiale, ecumenica, Fratellanza Mondiale, messaggio eucaristico e salvifico del Cristo, regno di Dio sulla terra, visione razzista ed élitaria del popolo di Dio, William Smith, Epiphanius, la Provvidenza ha scelto come guida il popolo nordico, falsa e strumentale filantropia, falce [...]

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Prima Parte

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Prima Parte

Mercoledì, Dicembre 24th / 2014     - A cura di Massimo Mancinelli / Redazione "Qui Europa" - Tratto da Maurice Pinay, Complotto contro la Chiesa – Roma 1962 Redazione Quieuropa, Massimok, Ebraismo, guerra contro la Chiesa Cattolica, Nuovo Ordine Mondiale, complotto contro la Chiesa di Cristo, Messia, Terra Promessa, Massoneria, Rivoluzioni, Rivoluzione bolscevica, Carlo Marx, Rivoluzione Francese, [...]

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Seconda Parte

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Seconda Parte

Mercoledì, Dicembre 31st / 2014     - A cura di Massimo Mancinelli / Redazione "Qui Europa" - Tratto da Maurice Pinay, Complotto contro la Chiesa – Roma 1962 Redazione Quieuropa, Ebraismo, guerra contro la Chiesa Cattolica, Nuovo Ordine Mondiale, complotto contro la Chiesa di Cristo, Messia, Terra Promessa, Massoneria, Rivoluzioni, Rivoluzione bolscevica, Carlo Marx, socialismo, talmud, Cabala, Adan Kadmon, [...]

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Terza Parte

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Terza Parte

Martedì, Gennaio 6th / 2015     - A cura di Massimo Mancinelli / Redazione "Qui Europa" - Tratto da Maurice Pinay, Complotto contro la Chiesa – Roma 1962 Redazione Quieuropa, Ebraismo, guerra contro la Chiesa Cattolica, Nuovo Ordine Mondiale Ebraico-comunista, complotto contro la Chiesa di Cristo, dominio assoluto, antitesi con il Cristianesimo, iniziati del giudaismo, marxismo, verso il precipizio, cultura [...]

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Quarta Parte

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Quarta Parte

Lunedì, Gennaio 12nd / 2015     - A cura di Massimo Mancinelli / Redazione "Qui Europa" - Tratto da Maurice Pinay, Complotto contro la Chiesa – Roma 1962 Redazione Quieuropa, Ebraismo, guerra contro la Chiesa Cattolica, Nuovo Ordine Mondiale Ebraico-comunista, complotto contro la Chiesa di Cristo, dominio assoluto, antitesi con il Cristianesimo, iniziati del giudaismo, marxismo, verso il precipizio, [...]

Nuovo Ordine Mondiale – Sinarchia satanica che si vince con le armi dello Spirito

Nuovo Ordine Mondiale – Sinarchia satanica che si vince con le armi dello Spirito

Giovedì, Maggio 28th, 2015 – di Sergio Basile e Massimo Mancinelli  -  Redazione Quieuropa, Madonna di Fatima, Terzo Segreto di Fatima, Massimo Mancinelli, Sergio Basile, San Pio da Pietrelcina, San Giovanni Paolo II, Conciclio Vaticano II, Benedetto XV, Benedetto XVI, Popolo eletto, apostasia, tradimento di Dio, Giudeo-Massoneria, Ebraismo, Giusta interpretazione della Bibbia, nemici di Cristo, Ecumenismo, 13 Maggio 1981, Mehmet Ali Agca, [...]

E’ possibile un Accordo Pratico tra Cattolici e Modernisti? No!

E’ possibile un Accordo Pratico tra Cattolici e Modernisti? No!

Mercoledì, 2 Giugno/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia / Premessa di Sergio Basile – Redazione quieuropa, Don Curzio Nitoglia, modernisti, Chiesa cattolica, Roma, Lutero, Rousseau, Locke, ebraismo, Bergoglio, eresie ebraiche, protestantizzazione della Chiesa, clero comunista e clero massonico, soggettivismo e relativismo, inconciliabilità tra ebraismo e cattolicesimo, Massoneria e Nuovo Ordine Mondiale   E' possibile un [...]

Protestantesimo & Co – La falsa gnosi, da Lutero a Hegel

Protestantesimo & Co – La falsa gnosi, da Lutero a Hegel

Mercoledì, Giugno 24th, 2015 – di Piero Vassallo -  Redazione Quieuropa, Falsa gnosi, Piero Vassallo, protestantesimo, luteranesimo, gnosi, Karl Rosenkranz, Alma von Stockhausen, Alexandre Kojève, Jacques Lacan, Pierre Klossowski, Jean Paul Sartre, Georges Bataille e André Breton, Alexandre Kojève, Lutero, filosofia della morte  Religione – Riflessioni su gnosi, luteranesimo, protestantesimo e modernismo Protestantesimo & Co – La falsa gnosi, da Lutero a [...]

1870 – I congressi e la risposta dei cattolici alle persecuzioni dello stato giudaico-massonico liberale

1870 – I congressi e la risposta dei cattolici alle persecuzioni dello stato giudaico-massonico liberale

Martedì, Giugno 16th, 2015 – Redazione "Qui Europa" e Giuseppe Federici  –  tratto dal seminario di studi di Don Francesco Ricossa "i cattolici contro lo stato massonico: l'opera dei congressi (1870 – 1904)" Redazione Quieuropa, Giuseppe Federici, Don Francesco Ricossa, i cattolici contro lo stato massonico, l'opera dei congressi, liberalismo e massoneria, Giordano Bruno filosofo di riferimento della Massoneria, movimento [...]

Piano Massonico del 1995 – Eliminazione del Sacrificio Eucaristico

Piano Massonico del 1995 – Eliminazione del Sacrificio Eucaristico

Mercoledì,  Marzo 30th/ 2016  - Redazione Qui Europa  - Traduzione della rivista spagnola Roca viva, Febbraio 1997, José Abascal, Madrid Redazione Qui Europa, direttiva massonica, lotta costante e metodica per far scomparire la Chiesa cattolica, presenza reale di Cristo nell’Eucaristia, vergintà di Maria, Stato di scisma e di apostasia, Contestazione del Papa e della sua dottrina; Controllo delle edizioni [...]

Schema temporale di scristianizzazione della società

Schema temporale di scristianizzazione della società

 Domenica, Febbraio 7th, 2016 - Redazione Qui Europa  – Redazione Qui Europa, Schema della scristianizzazione della società temporale, Rivoluzione nella Chiesa, Rivoluzione Umanista, Rivoluzione Protestante, Rivoluzione Bancaria, Rivoluzione Monetaria, Rivoluzione Socialista, rivoluzione Liberale, Nuova Rivoluzione, Nuovo Ordine Mondiale, satanismo pratico, satanismo scientifico    Schema temporale di scristianizzazione della società  La Cristianità non è un ordine qualsiasi, ma l'unico vero [...]

Ex-massone: le leggi contro la famiglia sono promosse dalle logge massoniche

Ex-massone: le leggi contro la famiglia sono promosse dalle logge massoniche

Martedì,  Marzo 1st/ 2016 - di Redazione Nomassoneriamacerata.blogspot.it - Redazione Quieuropa, Nomassoneriamacerata, Testimonianza, Actuall,  aborto, eutanasia, divorzio, matrimonio gay, logge di diritto umano, perché ho smesso di essere massone, Lourdes, Conversione al Cattolicesimo, intervista, Serge Abad-Gallard, leggi contro la famiglia, logge massoniche, Parigi, Francia, Massoneria, influenza della massoneria sull apolitica, fratellanza parlamentare, Jacques attali, Bilderberg Club, L'homme nomade, Jean-Marc Ayrault, [...]

Mons. Umberto Benigni – Il grande contributo della Chiesa di Cristo, all’umana civiltà

Mons. Umberto Benigni – Il grande contributo della Chiesa di Cristo, all’umana civiltà

Martedì,  31 Maggio / 2016       - di Elia Menta - Redazione Quieuropa, Elia Menta, Storia della Chiesa, Mons. Umberto Benigni, San Pio X, Contributo della Chiesa alla civiltà umana, Don Francesco Ricossa  Mons. Umberto Benigni - Il grande contributo della Chiesa di Cristo, all'umana civiltà  Ristampa della Storia Sociale della Chiesa: l'opera del principale collaboratore di San Pio X, [...]

I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza ebraica – Prima Parte

I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza ebraica – Prima Parte

Lunedì,  Agosto 25th/ 2014  - di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Padre Pio, Sergio Basile, Mario Palmaro, Concilio Ecumenico Vaticano II, Messianicità e divinità, accusa di deicidio, Nostra Aetate, Giovanni XXIII, padri conciliari, ebraismo, Cardinal Antonio Bacci, Padre Carmelo da Sessano, Paolo VI, ebraismo, bolscevismo, San Francesco d'Assisin Fratellanza Universale, Fratellanza massonica, Fraternità cristiana, ebraismo talmudico, eretico Lutero, Padre [...]

I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza ebraica – Seconda Parte

I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza ebraica – Seconda Parte

Martedì,  Agosto 26th/ 2014  - di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Padre Pio, Sergio Basile, Mario Palmaro, Concilio Ecumenico Vaticano II, Messianicità e divinità, accusa di deicidio, Nostra Aetate, Giovanni XXIII, padri conciliari, ebraismo, Cardinal Antonio Bacci, Padre Carmelo da Sessano, Paolo VI, ebraismo, bolscevismo, San Francesco d'Assisin Fratellanza Universale, Fratellanza massonica, Fraternità cristiana, ebraismo talmudico, eretico Lutero, Padre [...]

I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza ebraica – Terza Parte

I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza  ebraica – Terza Parte

Mercoledì,  Agosto 26th/ 2014  - di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Padre Pio, Sergio Basile,  Jules Isaacn Paolo VI, rivoluzione bolscevica, Madonna a Fatima,  Rabbi Harry Waton, Accordo di Metz,  Eugène Tisserant, disastrosi e profetici presagi sulla Chiesa, Giovanni Paolo II, Commissione bilaterale di lavoro permanente, Giovanni XXIII, fratellanza ebraica, Cremlino  I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza ebraica - Terza Parte La fratellanza ebraica, il Cremlino e il silenzio [...]

L’ignoranza sul Mondialismo – Il Fenomeno Bergoglio come sintomo del declino del Mondo Moderno

L’ignoranza sul Mondialismo – Il Fenomeno Bergoglio come sintomo del declino del Mondo Moderno

Sabato, 30 Luglio/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia e Sergio Basile - Redazione quieuropa, guerra di religione, Polonia, GMG, Don Curzio Nitoglia, Sergio Basile, Mario Palmaro e Alessandro Gnocchi, Chesterton, Papa Bergoglio, Rivoluzione culturale, Richard Wagner, Francesco I, John Lennon, gesto del dio cornuto, musica pop, musica rock, Scuola di Francoforte,Yellow Submarine, Adorno, Marcuse, Sant'Ambrogio, Albert Pike, moneta debito, [...]

La duplice strategia dei nemici di Cristo per la dissoluzione: ecumenismo e scisma nella Chiesa

La duplice strategia dei nemici di Cristo per la dissoluzione: ecumenismo e scisma nella Chiesa

  Venerdì, 5 Agosto/ 2016     - di  Sergio Basile  -  Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Michael Snyder, Mondialismo, Massoneria, guerra di religione, Bergoglio, apostasia nella  Chiesa, Roma, ecumenismo, unica religione mondiale, unico tempio di preghiera, The House of One, Berlino, San Giovanni Bosco,  Il Cattolico istruito nella sua religione   La duplice strategia dei nemici di Cristo per   la dissoluzione: ecumenismo [...]

Siamo in Guerra e dobbiamo combattere!

Siamo in Guerra e dobbiamo combattere!

Mercoledì,  Luglio 15th/ 2015       - di Massimo Mancinelli – Redazione Quieuropa, Massimo Mancinelli, Guerra, Dottrina sociale della Chiesa, San Basilio in Grande, San Pio X, dottrina tradizionale della Chiesa,  Cardinale Miloslav Vlk,Padre Agostino Fuentes, Madonna a Fatima, San Pio da Pietrelcina, Nuovo Ordine Mondiale, Protestantesimo, Pascendo Dominici Gregis, Notre Charge Apostolique, lettera apostolica, tradizione cattolica  Società, Religione e [...]

Da Babilonia a Gerusalemme – Qual è la divinità dell’ebraismo e della Cabala? / 1

Da Babilonia a Gerusalemme – Qual è la divinità dell’ebraismo e della Cabala? / 1

 Martedì, 15 Novembre/ 2016    – di Elizabeth Dilling -  Redazione Quieuropa, Elizabeth Dilling, Piero Pisani, Centro Sa Giorgio, esoterismo, Cabala, Kabbalah, origini occulte, Massoneria, Governo Globale, Ebraismo, Satanismo, Zohar   Da Babilonia a Gerusalemme – Qual è la divinità dell'ebraismo e della Cabala? / 1  Panteismo, magia, paganesimo: la rottamazione del Vecchio Testamento   di Elizabeth Dilling  (1)  [...]

Da Babilonia a Gerusalemme – Cabala ebraica, culla di gnosticismo, sincretismo, darwinismo, marxismo / 2

Da Babilonia a Gerusalemme – Cabala ebraica, culla di gnosticismo, sincretismo, darwinismo, marxismo / 2

Mercoledì, 16 Novembre/ 2016    - di Elizabeth Dilling (1894-1966)  -  Redazione Quieuropa, Elizabeth Dilling, Piero Pisani, Centro Sa Giorgio, esoterismo, Cabala, Kabbalah, Ebraismo, Satanismo, Zohar, Spinoza, Marx, Darwin, Induismo, Gnosticismo, Panteismo, Sefirot, National Conference of Christians and Jews  Da Babilonia a Gerusalemme – Cabala ebraica, culla di gnosticismo, sincretismo, darwinismo, marxismo / 2 Cabala: alienazione e detronizzazione di Dio: glorificazione luciferina [...]

Da Babilonia a Gerusalemme – Cabala ebraica, spiritismo, paganesimo e panteismo anti-cristiano / 3

Da Babilonia a Gerusalemme – Cabala ebraica, spiritismo, paganesimo e panteismo anti-cristiano / 3

Sabato, 31 Dicembre/ 2016    - di Elizabeth Dilling (1894-1966)  -  Redazione Quieuropa, Elizabeth Dilling, Piero Pisani, Centro Sa Giorgio, esoterismo, Cabala, Sefirot, Sefer Raziel, Kabbalah, Ebraismo, Satanismo, Zohar, Metatron, Mithra, Dio Sole, Teorie luciferine, evocazione degli spiriti, amuleti, La Rosa di Sharon  Da Babilonia a Gerusalemme – Cabala ebraica, spiritismo, paganesimo e panteismo anti-cristiano / 3 Chi è Metatron, il [...]

Deificazione dello Stato e profetica venuta dell’anticristo

Deificazione dello Stato e profetica venuta dell’anticristo

   Domenica, 14 Agosto/ 2016     - di  Redazione Qui Europa / Centro Culturale San Giorgio  Redazione Quieuropa, Gesù Cristo, deificazione dello Stato, Stato senza dio, San Paolo, Sacre Scritture, Padre Joseph Lemann,  Mons. von Ketteler, anticristo, Magonza, Leone XIII, San Michele Arcangelo, Centro Culturale San Giorgio, Mons. Von Ketteler,  Stato, San Gottardo, Messa nera Oklahoma   Deificazione dello Stato [...]

Giovani fedeli all’ebraismo: siamo destinati a dominare il mondo – Risposta ideale di due grandi santi

Giovani fedeli all’ebraismo: siamo destinati a dominare il mondo – Risposta ideale di due grandi santi

Mercoledì, 10 Agosto/ 2016    - di Redazione Qui Europa / Premessa Redazione Antimassoneria - /  Redazione Quieuropa, Redazione Antimassoneria, Nuovo Ordine Mondiale, ebrei, Talmud, San Giovanni Bosco, San Massimiliano Kolbe    Giovani fedeli all'ebraismo: siamo destinati   a dominare il mondo    La confessione: i goym saranno nostri schiavi!  Parlano i protagonisti del New World Order  La risposta ideale della Chiesa, [...]

Libertà, Uguaglianza e Fratellanza: significato occulto secondo lo spirito massonico

Libertà, Uguaglianza e Fratellanza: significato occulto secondo lo spirito massonico

Venerdì,  29 Luglio/ 2016  - di Sergio Basile – Redazione Quieuropa, Talmud, Mons. Leone Meurin, Don Isidore Bertrand, Clotilde Bersone, Epiphanius, San massimiliano Kolbe o San Giovanni Bosco, massoneria, logge massoniche, rivoluzione, sovversione sociale, Albert Pike, Eliphas Levi, Giuseppe Mazzini,  ideali rivoluzionari, Libertà, Uguaglianza, Fratellanza, Grand'Oriente d'Italia, Gustavo Raffi, RAI, Humanum Genus, Leone XIII  Libertà, Uguaglianza e Fratellanza: significato occulto [...]

Satanismo nella Psicologia Analitica di Jung: peggio della Psiacanalisi di Freud

Satanismo nella Psicologia Analitica di Jung: peggio della Psiacanalisi di Freud

Lunedì, 4 Luglio/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia - Redazione quieuropa, Don Curzio Nitoglia,  Jumg, Freud, satanismo, Carl Gustav Jung, spiritualismo gnostico, spiritualismo alchemico, spiritualismo esoterico, Hegel, teologia cattolica, protestante, psiche umana, filosofia kantiana, dottrina modernista. dogmi della Chiesa romana, fondamento oggettivo, relativismo metafisico, relativismo teologico assoluto, Antonio Fogazzaro, kantismo, buddismo,  SS. Trinità, Quaternità,  Figlio di Dio, Satana sarebbe il primo Figlio di Dio, salute psichica, apocatastasi di Origene, Jacques Maritain, Biographie, Spirito Santo, Lucifero, Redenzione, Paolo VI, Raïssa Maritain, Léon [...]

Unione Europea, Onu e origini dell’esoterismo pubblico contemporaneo

Unione Europea, Onu e origini dell’esoterismo pubblico contemporaneo

Venerdì, 1 Luglio/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia - Redazione quieuropa, Don Curzio Nitoglia, esoterismo, ONU, UE, yoga, Forze Occulte della Sovversione, Giudaismo, Massoneria, Liberalismo, millenarismo gioachimita, Israele, America, esoterismo, mondialismo, Freud, Jung, De Chardin, Fogazzaro, Blavatsky, Eliphas Levi, Magia, massoneria   Unione Europea, Onu e origini dell'esoterismo pubblico contemporaneo: Eranos, Esalen e dintorni Il volto nascosto dell’Onu e dell'Unione europea: relativismo cabalistico-massonico contro Dio, ragione [...]

Disastri e crimini compiuti dalla Massoneria nell’Italia Meridionale dopo la conquista del potere (1860) – 1

Disastri e crimini compiuti dalla Massoneria nell’Italia Meridionale dopo la conquista del potere (1860) – 1

Mercoledì, Giugno 10th, 2015 – di Don Floriano Pellegrini –  Redazione Quieuropa,  Don Floriano Pellegrini,  Massoneria, Unità d'Italia, Giuseppe Garibaldi, Massone Boggio, i panni sporchi dei mille, Pier Carlo Boggio, Boggio si rivolge a Garibaldi, Crispi, Bertani, Depretis  Storia e Controstoria – Massoneria e unità d'Italia Disastri e crimini compiuti dalla Massoneria nell'Italia Meridionale dopo la conquista del [...]

Disastri e crimini compiuti dalla Massoneria nell’Italia Meridionale dopo la conquista del potere (1860) / 2

Disastri e crimini compiuti dalla Massoneria nell’Italia Meridionale dopo la conquista del potere (1860) / 2

Giovedì, Giugno 11st, 2015 – di Don Floriano Pellegrini / 2a parte –  Redazione Quieuropa,  Don Floriano Pellegrini,  Giuseppe Garibaldi, razzie e soprusi dei mille, Giuseppe Mazzini, Massoneria, Unità d'Italia, Giuseppe Garibaldi, Massone Boggio, i panni sporchi dei mille, Pier Carlo Boggio, Boggio si rivolge a Garibaldi, Crispi, Bertani, Depretis, Seconda Parte, Pontelandolfo, massoneria inglese, arsi vivi nei [...]

Affinità Elettive tra Ebraismo e Massoneria

Affinità Elettive tra Ebraismo e Massoneria

Lunedì,  Settembre 1st/ 2014 – A cura di Paolo Baroni, Centro San Giorgio e Redazione Quieuropa - Iniziativa di Libero Confronto, Pensa e Scrivi di Quieuropa Redazione Quieuropa, Paolo Baroni, Centro San Giorgio, Ebraismo, Massoneria, Affinità elettive, Léon de Poncis, bolscevismo, socialismo, Abramo Lincoln, Adam Weishaupt, diede vita alla "Setta degli Illuminati", in data 1° Maggio 1776), guerra civile americana, Padre Massimiliano [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa