Caccia all’uomo bianco – Alle origini del vero razzismo odierno contro europei e italiani

Martedì, 20 marzo / 2018 

- di Francesca C. Europa -

 Redazione Quieuropa, Francesca C., Vero razzismo, europei e italiani, sterminare la razza bianca 

Caccia all'uomo bianco – Alle origini del vero

razzismo odierno contro europei e italiani

Il piano giudeo-massonico per distruggere l'identità dei popoli

europei e dell'Italia: una precisa strategia di dominio

 

di Francesca C. Europa

CACCIA ALL’UOMO BIANCO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 La caccia all'uomo bianco                                        

Roma, Bruxelles di Francesca C. Europa - Noel Ignatiev (copertina: primo in foto grande da sinistra), sionista satanico,  sosteneva che per risolvere ogni problema fosse necessario sterminare la razza bianca. Questo signore esprimeva quella che era diventata l’esigenza di una setta ispirata niente di meno che a Lucifero. Se fosse stato un piccolo gruppo di pazzi a delirare in modo simile, sarebbero stati facilmente calmati dietro le sbarre di qualche manicomio criminale. Purtroppo però, questa idea sconcertante era quella di un membro della massoneria rotschildiana, quella, che, per capirci, possiede il potere finanziario, politico e direi anche sociale, dato che con il possesso dei mass media può facilmente orientare le masse, anche fosse verso il baratro morale.  La volontà di Ignatiev ebbe un’eco che risuonò fino ai vertici della piramide politica. Sembrava un progetto allucinato, distante, irrealizzabile ma quando si fa un patto con il diavolo, anche l’aberrazione più inconcepibile assume i chiari contorni di una prossima realtà. 

 Il passaggio: nazionalismo e nazional-socialismo 

Individuato il nemico si cercò dove sai annidasse, soprattutto in Europa, o meglio, in quelle che erano nazioni sovranee europee. I geni del male (ferma restando la natura massonica e sovversiva del socialismo - sia internazionale che nazional-socialismo – e il contributo della squadra e del compasso alla stessa ascesa del fascismo - 1) sapevano che finchè questi paesi avessero avuto dei governi votati all’amor di patria, il loro piano non sarebbe decollato. Con la guerra avevano dissolto i capi patrioti, i vedenti, quelli che perseguitavano il satanismo massonico, quelli che avevano capito chi comanda il mondo e si erano cristallizzati nei valori che piacevano poco ai Rotschild: Dio, patria, famiglia. Prima di tutto si procedette alla damnatio memorie che, non potendo cancellare scomodi filantropi, li sfregiò come mostri. Ora le elite finanziarie sospiravano di sollievo, chi avrebbe potuto impedire lo scempio dei popoli europei era sotto terra. Era necessario smembrare la pluralità in un’unità di dominio che imponesse le sue leggi nel nome della fratellanza dei popoli. Fondere le molteplicità culturali non sarebbe stato facile, sarebbe stato possibile solo nel nome di un bene superiore al quale tutti, avrebbero dovuto supinamente, cedere il passo. Si rispolverarono gli slogan massonici, libertà, uguaglianza, fratellanza, (2) del  primo capolavoro sionista, la Rivoluzione Francese.

(1) vedi qui Le radici occulte del Socialismo e qui 2 Giugno nella Terra di Nessuno: una grande festa Massonica (2) vedi qui Libertà, Uguaglianza e Fratellanza: significato occulto secondo lo spirito massonico

 Popoli burattini, non protagonisti                              

Questa rivoluzione pseudo popolare era stata da sempre elogiata come il trionfo dei popoli.

                   Era necessario dare una parvenza di protagonismo alle genti,

                            che dovevano credersi artigiani della costruzione

                                              della fratellanza europea.

                      Monnet fu il padre spirituale della grande beffa ai popoli

                                            chiamata Unione europea.

Di fatto era un’imposizione ma ai più parve una libera scelta, frutto del progressismo che era chiamato ad unire invece che dividere (secondo il motto massonico solve et coagula - Ndr). Una moneta, un parlamento europeo, leggi comuni, ed i mass media per elogiare la creazione del secolo, facendo entrare in tutte le case la bontà di quello che era, in realtà, una cospirazione malata. La bestia finalmente prendeva forma, caratterizzata da un vessillo esplicitamente narcisista, infatti i signori del potere, amano, come alcuni assassini, lasciare le tracce del loro delitto. Questi amano disseminare i loro prodotti del loro marchio simbolico. Il tempio massonico è infatti caratterizzato da una volta celeste, da dodici stelle, come le dodici famiglie sioniste che comandano il mondo. Avete mai guardato la bandiera europea? (le dodici stelle rappresentano le 12 tribù d'Israele – Ndr)

 Fatta l'Europa.. facciamo gli europei                         

Fatta l’Europa, si devono fare gli europei. Dovete sapere che all’aristocrazia finanziaria piacciono le persone acefale. Son gusti, non me ne chiedete la ragione. Posso solo ipotizzare che servano meglio i loro padroni. Quindi i nuovi scultori del genere umano avevano il compito di manipolare eugeneticamente i loro schiavi (3). Si rivolsero al più satanico ordigno, la televisione (4), perché avrebbe potuto diffondere collettivamente i nuovi dogmi. L’obiettivo era che le folle considerassero superati i valori precedenti per accettarne di nuovi, quelli che sin dall’inizio la mano talmudica aveva disegnato per i suoi sottoposti.

                        Era in pratica un capovolgimento di tutti i presupposti

                                 che avevano reso grandi i popoli europei.

L’enorme passione dei legati di Lucifero è il capovolgimento che egli stesso gli insegnò disobbedendo al Padre. Dio doveva essere calpestato affinchè l’uomo divenisse dio di se stesso, soprattutto erano molestati dai cristiani, troppo bigotti per accettare l’illuminazione che Dio fosse ormai da relegare in soffitta. La patria doveva essere ritenuta un’angusta cella soffocante, rispetto ai vantaggi di uno spazioso cosmopolitismo. Chi avesse creduto che ogni paese avesse, in primis, il dovere di difendere i suoi cittadini, sarebbe stato considerato razzista allo stesso modo di quello che anni prima avesse privilegiato lo straniero. Restava la famiglia, un nucleo troppo forte e solido da abbattere, una microsocietà basata sull’amore, lo stesso che si sarebbe usato come pretesto per abbatterla. Tutto ciò che è amore, naturale o perverso, si sarebbe chiamato famiglia (5).

(3) vedi qui La cospirazione eugenetica – 1 – L’ideologia della cultura della morte (4) vedi qui Modello The Ring, Sovversione Satanica e TV – Il Piano Massonico del 53 (5) vedi qui Ex-massone: le leggi contro la famiglia sono promosse dalle logge massoniche Riflessioni fuori dal coro sui cosiddetti “diritti civili” – Prima Parte Riflessioni fuori dal coro sui cosiddetti “diritti civili” – Seconda Parte / Oltre il matrimonio sodomitico – Porte aperte alle adozioni gay / Indissolubilità del Matrimonio e Famiglia: esiste un antico Piano Massonico Sovversivo

 Elogio alla disobbedienza                                              

Da anni queste elite del male avevano iniziato battaglie contro l’unione più sacra, i due cavalli di troia (dietro la diabolica regia della Scuola di Francoforte – Ndr) erano stati il ’68 ed il femminismo (6). Il primo movimento era stato l’elogio della disobbedienza, della ribellione, di una libertà che si auto fagocita nella droga e nell’eccesso. Il secondo si era rivolto esclusivamente alla donna e manifestava contro la sottomissione all’uomo ed al patriarcato. Queste pioniere, che sbraitavano contro gli uomini  ed il patriarcato, probabilmente

               erano contro tutti i rappresentanti del sesso forte e contro tutti i patriarchi,

                                         fuorchè quelli di Cia, Rockefeller, Kissinger,

                          che le avevano finanziate per fare la "marcia della liberazione". 

Mi chiedo, liberazione da cosa? Dalla femminilità, dal decoro, dalla dignità, e tante se ne potrebbero aggiungere. Dunque queste attiviste reputavano che una donna sposata, madre di famiglia, seria, fosse sottomessa, mentre una che si mostrasse volgare, poco vestita, si concedesse a tutti, facesse la maschia, fosse una donna emancipata. In parole povere, una donna che si fa rispettare è sbagliata, quella che non si rispetta è evoluta.  Ancora mi chiedo quanto abbia giovato quest’isteria femminile collettiva.  Di certo non ha beneficiato la famiglia,

                                               gli uomini vengono scoraggiati

                               ed allontanati dall’aggressività delle amazzoni,

                       al matrimonio si è sostituita la ben più labile convivenza,

        quella che le ‘sottomesse’ di una volta avrebbero dignitosamente rifiutato,

non ci hanno guadagnato i figli, che, sempre che nascano, vengono abbandonati alla tv perché la mamma deve far carriera,  le guerriere invece hanno ottenuto oltre al lavoro domestico, quello d’ufficio. Qualcosa in più hanno avuto. Quelli che veramente ci hanno guadagnato sono alcuni uomini, che non devono più spendere tempo, parole e soldi per divertirsi. 

(6) vedi qui La Scuola di Francoforte: la congiura della corruzione – Prima Parte , qui La Scuola di Francoforte: dalle droghe al gender – Seconda Parte e qui Pedagogia della vergogna – L’età del regresso: dalla Scuola di Francoforte alla psicoanalisi

 L'eliminazione del maschio                                          

Tornando al presente, l’ultimo gradino per la soppressione delle pulci bianche prevede l’eliminazione del maschio. Dato che gli uomini sono in genere molto svegli per fare autogol, a differenza delle femministe, i dominatori del mondo

                        hanno elaborato una diabolica strategia esterna per abbatterli.

                                                  Essa consiste in tre mostruosità:

                                     gender, omosessualizzazione, immigrazionismo.

Non mi soffermo sui primi due, che sono già stati ampiamente affrontati. Il primo, portato avanti da femministe e Scuola di Francoforte, sempre sotto la cappa comunista massonica, pretende di poter scegliere il sesso infischiandosene della sola certezza che è fornita dalla natura. L’omosessualizzazione, che giova anche all’affossamento della famiglia,  è promossa attualmente attraverso tre metodi:

                                                                       1

                    divulgando come normale, attraverso film, canzoni, programmi, 

                              un disturbo che è stato tolto dalle patologie nel ’73

                                                 su pressioni rotschildiane,

                                                                        2

                                   accettando l’unione fra due dello stesso sesso,

             permettendo l’adozione a chi non può fornire un sano modello ai bambini

                                                                        3

                                            convertendo i dissidenti in omofobi

(altro frutto marcio della neolingua da associare a maschilismo, sessismo, sindaca, ministra ed altri orrori).

 La truffa del femminicidio                                            

Il secondo livello della terminazione del maschio, o si ottiene con la truffa del femminicidio (7), ovvero l’enfatizzazione mediatica di episodi isolati, che in realtà andrebbero chiamati familicidi, conditi dalle scuse di Grasso, che, invece che da parte degli uomini, dovrebbe scusarsi in nome dei traditori come lui.

                                     Con la trovata del cosiddetto femminicidio

                    si colpevolizza la virilità come aggressiva, violenta, dominatrice.

Ai semplici viene fuori una deduzione simile: l’uomo bianco è cattivo in quanto uomo quindi va devirilizzato. Così andiamo verso la società sorosiana eunucoidale. L’autorità dell’uomo, del padre, è ciò che regge la famiglia, criminalizzando questa figura l’edificio familiare crolla.

(7) Femminicidio: un reato inventato dal nulla, dai sostenitori del diabolos

 La nuova religione immigrazionista                            

La ciliegina sulla torta dei massoni è la religione immigrazionista.

         Finanziare l’importazione di uomini africani, con credo, usi , costumi diversi,

                                        che non scappano da alcuna guerra,

      mantenerli a spese nostre, permettergli tutto, anche atti disturbanti o criminali,

                                 non è un atto di solidarietà ma di stupidità.

Qualcuno mi dirà che sono razzista, che paura! Da persona che ha viaggiato, vissuto all’estero ed ha amici in tutto il mondo, sono l’ultima da apostrofare così. Posso comunque rispondere con le parole di

                                          un amico africano che mi ha chiesto

              il perché l’Europa accolga giovani africani che non hanno problemi,

                                                togliendo il futuro all’Africa,

                           mi ha domandato perché accolga criminali nigeriani,

                         invece di aiutare in Africa gli africani che stanno male.

Unire nello stesso paese due culture diverse, una purtroppo, indebolita dal post ’68, un’altra forte delle sue convinzioni, non significa solo creare odio, rabbia, caos, ma vuol dire anche la distruzione della cultura della civiltà più debole, quella che non viene tutelata da nessuno dei suoi politici né religios(8)Si sa che con pretesti umanitari anche gli oppositori di certe pratiche buoniste retrocederanno, soprattutto se esse verranno dipinte come filantropiche, non solo da esponenti di organismi internazionali talmudici, ma anche da parte di politici e di parte dell'élite vaticana corrotta: tutti affiliati agli stessi padroni. E’ sempre la famosa storia dell’una fava per prendere più piccioni.

(8) Islam e Scontro tra civiltà – Mazzini, Pike e la Pianificazione Massonica del terzo caos mondiale

 La strategia "dell'immigrazia"                                    

                     Attraverso "l’immigrazia" si impoveriscono gli europei,

                si diffonde la religione islamica che soffoca il Cristianesimo,

               ricordo, principale nemico dell’organizzazione delle tenebre,

                                  si dà il colpo di grazia all’uomo bianco.

Se non vi è chiaro il come ve lo spiego: l’uomo islamico, non è stato influenzato da dottrine comuniste, l’uomo è uomo e la donna è donna, quindi questo tipo di uomo non ha alcun rispetto per l’europeo bonaccione, che pur di non farsi chiamare razzista gli darebbe pure la moglie, anzi lo disprezza. I pilastri del musulmano sono  Dio, la famiglia, tutto ciò che rese invincibile l’antico uomo europeo. I giovani africani sono autoritari e sanno di poter pretendere tutto. Hanno visto che gli italiani muoiono al freddo mentre loro sono in hotel, i ladri vengono risarciti, l’assassinio di Pamela, crimine atroce come pochi, è stato oscurato dall’antirazzismo. Gli italiani vengono impoveriti da disoccupazione e bassi salari (sotto il fuoco incrociato della moneta-debito e del signoraggio bancario figlio della grande usura: la più grande mafia – legalizzata – al mondo – Ndr) mentre i migranti, ai profughi non crede più nessuno, ingrassati e stipendiati.

 Il vero razzismo                                                               

Qual è il vero razzismo? Quale emigrato europeo non ha morso pane duro e non ha dormito in una bettola prima di sistemarsi? Come si può paragonare il calvario dei migranti europei con la manna degli africani?  Inoltre gli emigrati vedono donne europee troppo libere, che considerano alla stregua di prostitute, mentre le loro (in linea di massima – Ndr) non hanno dimenticato il pudore (almeno quelle non dedite alla prostituzione – Ndr). Pretendere che non avvengano altri stupri avrebbe del miracoloso. Mi auguro che abbiate visto su riviste abominevoli sorosiane, come Focus e National Geographic, che non fanno altro che suggerire un mondo senza uomini bianchi e mostrare immagini di donne avvinghiate a uomini di colore, mentre gli pseudo politici e l’ultimo burattino del partito democratico inneggia al meticciato. Vi sono cooperative in tutt’Europa in cui si insegna ai neri a conquistare le bianche. Bello figo cantava le aspettative di questi giovani uomini africani spregiudicati: mantenimento, cibo, donne bianche.

                          Anch’essi sono strumenti dei signori della piramide,

            ma sono i privilegiati, quelli che sostituiranno i malcapitati italiani.

          Quale considerazione possono avere i musulmani arrivati di un’Italia

              nella quale lo straniero fa il padrone e gli uomini non reagiscono

                                         per non essere chiamati fascisti?

I pochi, che vedranno saranno tacciati, dall’Establishment venduto,  di razzisti, fascisti, omofobi, ed ogni altra cosa che verrà loro in mente. Ricapitolando, quale resistenza attiva potrà fornire all’invasione nera, forte, prepotente una mandria di europei effeminati, passivi, "antirazzisti" ?

 Francesca C. Europa (Copyright © 2018 Qui Europa)

partecipa al dibattito:

infounicz.europa@gmail.com / redazione.quieuropa@gmail.com

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

_____________________________________________________________________________________________________________

 Articoli correlati                                                         

Piano Kalergi e convergenza tra europeismo e comunismo

Piano Kalergi e convergenza tra europeismo e comunismo

Martedì, 26 settembre/ 2017  di Sergio Basile  Redazione Quieuropa,  Sergio Basile, Piano Kalergi, Comunismo, Europeismo, Massoneria  Piano Kalergi e convergenza tra europeismo e comunismo  Kalergi, Lenin e Trotsky: stessa anima, stessi obiettivi                               “Esiste anche un'altra alleanza               [...]

Il Piano Kalergi – Origini, intrecci, retroscena e panacee alla disintegrazione dell’Europa

Il Piano Kalergi – Origini, intrecci, retroscena e panacee alla disintegrazione dell’Europa

Domenica, 24 settembre/ 2017  di Sergio Basile  Redazione Quieuropa,  Sergio Basile, Piano Kalergi, Lionel George Curtis, Mondialismo, Europa  Il Piano Kalergi - Origini, intrecci, retroscena e panacee alla disintegrazione dell'Europa Analisi logica del complotto per la Paneuropa e dei suoi uomini chiave   di Sergio Basile                          [...]

La sostituzione etnica in Basilicata: Frammassoneria e Mondialismo / 2

La sostituzione etnica in Basilicata: Frammassoneria e Mondialismo / 2

Sabato, 15 Ottobre/ 2016    di Carlo Di Pietro  Redazione Quieuropa, Carlo Di Pietro, Basilicata, Kalergi, Marcello Pittella, Gianni Pittella  La sostituzione etnica in Basilicata: Frammassoneria e Mondialismo / 2 Sostituzione etnica - La "Nuova Basilicata" e la "Nuova Italia" ( a-cattolica) sognata dai fedeli continuatori del Piano Kalergi:  analisi del piano rivoluzionario, punto per punto   di Carlo Di Pietro / [...]

La sostituzione etnica in Basilicata: Frammassoneria e Mondialismo / 1

La sostituzione etnica in Basilicata: Frammassoneria e Mondialismo / 1

Venerdì, 14 Ottobre/ 2016    di Carlo Di Pietro  Redazione Quieuropa, Carlo Di Pietro, massoneria, Basilicata, Kalergi, Marcello Pittella  La sostituzione etnica in Basilicata: Frammassoneria e Mondialismo / 1 Gli intrecci sinarchico-mondialisti dietro il  piano massonico-integrazionista pensato per la Basilicata (e non solo…)   di Carlo Di Pietro / Prima Parte (di due)           [...]

Il Piano Kalergi – Quello che Nessuno ti ha mai detto sull’Europa - Prima Parte

Il Piano Kalergi – Quello che Nessuno ti ha mai detto sull’Europa

Venerdì,  Marzo 8th/ 2013 – L'editoriale di Giovanni Antonio Fois e Sergio Basile -  Il Piano Kalergi, Unione Europea, Ue, Richard Coudenhove Kalergi, Politiche europeiste, Nuovo Ordine Mondiale, Mondialismo, Messia, Capitalismo internazionale, Multiculturaismo, Premio Carlo Magno, Gli Stati uniti e l'Unità Europea, Wiston Crurchill, Loggia B'nai B'rith, Usa, Stati uniti, Teoria delle Razze, Teorie dei [...]

Il Piano Kalergi – La Terzomondializzazione dell’Europa e l’Eurocasta -Seconda Parte

Il Piano Kalergi – La Terzomondializzazione dell’Europa e l’Eurocasta

Sabato,  Marzo 9th/ 2013 – L'editoriale Sergio Basile e Giovanni Antonio Fois -  Il Piano Kalergi, Unione Europea, Ue, Richard Coudenhove Kalergi, Politiche europeiste, Multiculturalismo, Premio Carlo Magno, Premio Kalergi, Mescolanza razziale, Terzomondializzazione dell'Europa, Gerd Honsik, Mondialismo, NWO, Angela Merkel, Herman van Rompuy, Denuncia, Coppia tedesca, Crimini contro l'umanità, primavera araba, Robert Schuman, Mediterraneo, G.Brock Chisholm, OMS, [...]

L’accoglienza secondo San Tommaso d’Aquino

L’accoglienza secondo San Tommaso d’Aquino

  Mercoledì, 8 Giugno/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia - Redazione quieuropa, Don Curzio Nitoglia, San Tommaso d'Aquino, Aristotele, Kalergi, Comenius, Saint-Yves, Nuovo Disordine Europeo, precetti morali, Legge naturale, precetti cerimoniali, Vecchio Testamento, nascita del sacerdozio, Nuova ed Eterna Alleanza, precetti legali o giudiziali, Somma Teologica, cardinal Biffim, accolgienza indiscriminata, integrazionismo, religione conquistatrice con la spada, Corano, Mazzini e la Terza Guerra Mondiale, scontro con l'Islam  L’accoglienza secondo [...]

Marx, Kalergi e la vicenda catalana: menzogne, manipolazioni e verità

Marx, Kalergi e la vicenda catalana: menzogne, manipolazioni e verità

Mercoledì, 11 ottobre/ 2017  – di Roberto Pecchioli, con integrazioni di Sergio Basile –  Redazione Quieuropa, Roberto Pecchioli, Separatismo catalano, Europa, Piano Kalergi, mondialismo  La verità sulla vicenda separatista catalana - menzogne  e manipolazioni: Kalergi, Marx ed élite rivoluzionarie Dietro il separatismo? Mondialismo, Piano Kalergi, propaganda e rivoluzionari marxisti   di Roberto Pecchioli, con integrazioni di Sergio Basile   [...]

L’Olocausto del popolo italiano e la parabola evangelica che non esiste

L’Olocausto del popolo italiano e la parabola evangelica che non esiste

Giovedì, 26 ottobre / 2017  di Francesca Cappanna  Redazione Quieuropa,  Francesca Cappanna, Piano Kalergi, Bergoglio, Iper-immigrazione, Bruxelles  L'Olocausto del popolo italiano e la parabola evangelica che non esiste Apoteosi dell'ospitalità, paradigma dell'idiozia      di Francesca Cappanna                        Il venticello della carità, da Roma a Bruxelles     Roma - di Francesca [...]

Le radici occulte del Socialismo

Le radici occulte del Socialismo

Lunedì, 10 Ottobre/ 2016    di Jean Vandamme  Redazione Quieuropa, Jean Vandamme, Paolo Baroni, Centro Sa Giorgio, Socialismo, origini occulte, Massoneria, Governo Globale  Le radici occulte del Socialismo Gli iniziati detro ogni ideologia: apparentemente si combattono, ma il fine è lo stesso, la creazione di un unico governo mondiale, la Repubblica Massonica Universale. Il regno dell'anticristo da contrapporre [...]

2 Giugno nella Terra di Nessuno: una grande festa Massonica

2 Giugno nella Terra di Nessuno: una grande festa Massonica

Mercoledì, Giugno 3rd, 2015 – di Sergio Basile –  Redazione Quieuropa,  mondialismo, massoneria, Italia, repubblica Italiana, Festa della Repubblica, Massoneria Internazionale, poteri Forti, James Gregor, Nuovo Ordine Mondiale, Garibaldi, Spedizione dei Mille, Distruzione dell'identità nazionale, Affossamento del Sud Italia, Regno Sabaudo, Privatizzazione della Banca d'Italia, Svendita della Sovranità Nazionale, Sovranità Monetaria, BCE, Colonialismo anglofono, Benito Mussolino, gerarchi nazisti, [...]

La cospirazione eugenetica – 5 – Corrispondenza tra Eutanasia ed Eugenetica

La cospirazione eugenetica – 5 – Corrispondenza tra Eutanasia ed Eugenetica

Sabato, 10 marzo / 2018  - di Thierry Lefévre -   Redazione Quieuropa, Eugenetica, Adolf hitler, Nasismo, socialismo, Eutanasia, Genocisio, Vita   La cospirazione eugenetica – 5 – Corrispondenza tra Eutanasia ed Eugenetica L'ideologia della cultura della morte. Dagli esperimenti del Terzo Reich ai giorni nostri: attori e idee a giustificazione del genocidio eugenetico   di Thierry Lefévre / La connexion eugéniste           [...]

La cospirazione eugenetica – 4 – Eredità eugenetica, razzismo, pianificazione familiare

La cospirazione eugenetica – 4 – Eredità eugenetica, razzismo, pianificazione familiare

Venerdì, 23 febbraio / 2018  - di Thierry Lefévre -   Redazione Quieuropa, Eugenetica, Adolf hitler, Thierry Lefevre, Margaret sanger, nazismo           La cospirazione eugenetica – 3 – Eredità eugenetica, razzismo, pianificazione familiare L'ideologia della cultura della morte: eugenetica e strategia trasversale, da destra a sinistra   di Thierry Lefévre / La connexion eugéniste                 [...]

La cospirazione eugenetica – 3 – La strategia della cripto-eugenetica

La cospirazione eugenetica – 3 – La strategia della cripto-eugenetica

Martedì, 20 febbraio / 2018  - di Thierry Lefévre -   Redazione Quieuropa, Eugenetica, eugenisti,International Planned Parenthood, Birth Control       La cospirazione eugenetica – 3 - La strategia della cripto-eugenetica L'ideologia della cultura della morte: "La Società (eugenetica) dovrebbe inseguire scopi eugenetici utilizzando mezzi meno vistosi, ossia mediante una politica cripto-eugenetica"   di Thierry Lefévre / La connexion eugéniste         [...]

La cospirazione eugenetica – 2 – Chi sono gli eugenisti?

La cospirazione eugenetica – 2 – Chi sono gli eugenisti?

Lunedì, 19 febbraio / 2018  - di Thierry Lefévre -   Redazione Quieuropa, Eugenetica, eugenisti,International Planned Parenthood Federation, ONU   La cospirazione eugenetica - 2 - Chi sono gli eugenisti? L'ideologia della cultura della morte: identità, organizzazioni e politiche degli eugenisti   di Thierry Lefévre / La connexion eugéniste                        Chi sono gli eugenisti?    [...]

La cospirazione eugenetica – 1 – L’ideologia della cultura della morte

La cospirazione eugenetica – L’ideologia della cultura della morte

Domenica, 18 febbraio / 2018  - di Thierry Lefévre -   Redazione Quieuropa, Eugenetica, cultura, ideologia della morte, Darwin, Massoneria, New Age  La cospirazione eugenetica L'ideologia della cultura della morte e i suoi mentori occulti e manifesti                   Do what thou wilt («Fa ciò che vuoi»)                   [...]

Il Piano Morgenthau: La decimazione pianificata del popolo tedesco

Il Piano Morgenthau: La decimazione pianificata del popolo tedesco

Venerdì, 9 febbraio / 2018   – di Don Curzio Nitoglia –  Redazione Quieuropa, Don Curzio Nitoglia, Piano Morgenthau, David Mongenthau, Germania, Usa  Il Piano Morgenthau La decimazione pianificata del popolo tedesco nei piani del ministro del tesoro statunitense membro della B'nai B'rith   di Don Curzio Nitoglia                   [...]

Rivoluzione d’Ottobre e supercapitalismo

Rivoluzione d’Ottobre e supercapitalismo

 Domenica, 4 febbraio / 2018  - Articolo estratto dalla rivista Cristianità, Anno V, nº 24, aprile 1977, pagg. 7-9  Redazione Quieuropa, Comunismo, Capitalismo, Sistema bancario, rivoluzione bolscevica  Rivoluzione d'Ottobre e supercapitalismo Chi finanziò la rivoluzione giudeo-bolscevica anti-cristiana del 1917? Ruolo del sistema bancario internazionalista e dell'élite  anglo-americana e tedesca nell'ascesa del comunismo   Articolo estratto dalla rivista Cristianità, Anno V, nº 24, aprile [...]

 

Libertà, Uguaglianza e Fratellanza: significato occulto secondo lo spirito massonico

Libertà, Uguaglianza e Fratellanza: significato occulto secondo lo spirito massonico

Venerdì,  29 Luglio/ 2016  - di Sergio Basile – Redazione Quieuropa, Talmud, Mons. Leone Meurin, Don Isidore Bertrand, Clotilde Bersone, Epiphanius, San massimiliano Kolbe o San Giovanni Bosco, massoneria, logge massoniche, rivoluzione, sovversione sociale, Albert Pike, Eliphas Levi, Giuseppe Mazzini,  ideali rivoluzionari, Libertà, Uguaglianza, Fratellanza, Grand'Oriente d'Italia, Gustavo Raffi, RAI, Humanum Genus, Leone XIII  Libertà, Uguaglianza e Fratellanza: significato occulto [...]

Islam e Scontro tra civiltà – Mazzini, Pike e la Pianificazione Massonica del terzo caos mondiale

Islam e Scontro tra civiltà – Mazzini, Pike e la Pianificazione Massonica del terzo caos mondiale

Sabato, Febbraio 21st / 2015     – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Albert Pike, Giuseppe Mazzini, Massoneria, Lucifero, Scontro tra civiltà, Jacob Bohme, Swedenborg, Saint-Martin, Epiphanius, William Guy Carr, Sistema Bancario Internazionale, Cabala, Satana, sterco del demonio, moneta-debito, Giudeo massoneria e Nuovo Ordine Mondiale  L'attuale scontro fomentato tra civiltà e religioni pianificato in 2 lettere del 187o e '71 La confessione [...]

Ex-massone: le leggi contro la famiglia sono promosse dalle logge massoniche

Ex-massone: le leggi contro la famiglia sono promosse dalle logge massoniche

Martedì,  Marzo 1st/ 2016 - di Redazione Nomassoneriamacerata.blogspot.it - Redazione Quieuropa, Nomassoneriamacerata, Testimonianza, Actuall,  aborto, eutanasia, divorzio, matrimonio gay, logge di diritto umano, perché ho smesso di essere massone, Lourdes, Conversione al Cattolicesimo, intervista, Serge Abad-Gallard, leggi contro la famiglia, logge massoniche, Parigi, Francia, Massoneria, influenza della massoneria sull apolitica, fratellanza parlamentare, Jacques attali, Bilderberg Club, L'homme nomade, Jean-Marc Ayrault, [...]

Unioni civili: la prevalenza del cretino

Unioni civili: la prevalenza del cretino

Sabato, 14 Maggio/ 2016    – di Roberto Pecchioli - Redazione Quieuropa, Roberto Pecchioli, Unioni civili, prevalenza del cretino, cretinismo progressista, Commissione Trilterale, Monica Cirinnà, stupidi al poterem legge sulle unioni civili, Matteo Renzi, Monsignor Galantino, asse Bergoglio-Galantino, quelli che non s'immischiano, Unione europea, Luncek   Unioni civili: la prevalenza del cretino Il circo del cretinismo progressista esulta: il [...]

Se tutto questo è il bene, noi siamo il male!

Se tutto questo è il bene, noi siamo il male!

Venerdì, 13 Maggio/ 2016    – di Roberto Pecchioli - Redazione Quieuropa, Roberto Pecchioli, Controrivoluzione culturale, Maria Elena Boschi,  Banca Popolare dell’Etruria, Il bene restano sempre loro, Unioni Civili, il giorno dopo il via libera della Camera, Tutto è permesso all’interno del cerchio, non allineati con la chiesa modernista, avanguardia mondialista ed immigrazionista  Se tutto questo è il bene, noi siamo il male! Tutto è "bene", [...]

Oltre il matrimonio sodomitico – Porte aperte alle adozioni gay

Oltre il matrimonio sodomitico – Porte aperte alle adozioni gay

Lunedì,  Febbraio 29th/ 2016 - di Danilo Quinto - Redazione Quieuropa, Danilo Quinto, Cirinnà, Matrimonio sodomitico, porte aperte alle adozioni gay, Alfano, Renzi, Corte Europea, Corte Costituzionale, Festival di San Remo   Oltre il matrimonio sodomitico – Porte aperte alle adozioni gay  Verso le adozioni gay?  Un esito quasi inevitabile, viste le  preesistenti pronunce di Corte europea e Corte Costituzionale…   di Danilo [...]

I poteri forti dietro l’omosessualizzazione della società

I poteri forti dietro l’omosessualizzazione della società

Sabato, Febbraio 6th, 2016 - di Floriana Castro  – Redazione Qui Europa, Floriana Castro, Poteri forti, Massoneria, Antimassoneria, Nuovo Ordine Mondiale, Luca di Tolve, non esiste alcun gene gay   I poteri forti dietro l’omosessualizzazione della società Giudeo-Massoneria e omosessualizzazione pilotata: il modello gay proposto scientificamente alle società dei goym       di Floriana Castro  Poteri forti, Giudeo-Massoneria e omosessualizzazione della [...]

Riflessioni fuori dal coro sui cosiddetti “diritti civili” – Seconda Parte

Riflessioni fuori dal coro sui cosiddetti “diritti civili” – Seconda Parte

Venerdì, Febbraio 5th, 2016 - di Federico Michielan  -  Redazione Qui Europa, Federico Michielan, Dittatura del relativismo, ddl Cirinnà, matrimonio, non è un diritto, omosessuali, principali obiezioni,  omofobi, seconda obiezione, il matrimonio è una cosa che ha senso solo tra un uomo e una donna, maternità surrogata, adozione semplice, adottare, discriminazione basata non sulla natura dell’istituto, sesso dei coniugi, Luciano Mola, Avvenire, regolamento anagrafico del 30 maggio 1989, legge n.91 del 1 [...]

Riflessioni fuori dal coro sui cosiddetti “diritti civili” – Prima Parte

Riflessioni fuori dal coro sui cosiddetti “diritti civili” – Prima Parte

Giovedì, Febbraio 4th, 2016 – di Federico Michielan  -  Redazione Quieuropa, Redazione Qui Europa, Federico Michielan, Dittatura del relativismo, ddl Cirinnà, Family Day 2016, Matrimonio gay, organi mainstream, associazioni gay, Voting Rights Act, diritto di voto, matrimonium, mater e munus, compito,  generare i figli, sostenere economicamente la famiglia, Il fine del matrimonio, liberorum procreandorum causa, procreazione, Modestino, coniunctio maris et feminae et consortium omnis vitae, divini [...]

Indissolubilità del Matrimonio e Famiglia: esiste un antico Piano Massonico Sovversivo

Indissolubilità del Matrimonio e Famiglia: esiste un antico Piano Massonico Sovversivo

Venerdì, Febbraio 28th/ 2014 - di Padre Piotr Anzulewicz e Sergio Basile  -  Padre Piotr Anzulewicz, Sergio Basile, Circolo Culturale San Francesco, Papa Francesco, Francescani del Sacro Cuore Catanzaro, Ofm, Illuminati, Distruzione programmata della famiglia, Illuminati di baviera, Derive Gender, Farisei, Sklerokardia, matrimonio buona notizia dell'Amore di Dio, la distruzione della famiglia nella circolare massonica del 1905  [...]

Modello The Ring, Sovversione Satanica e TV – Il Piano Massonico del 53

Modello The Ring, Sovversione Satanica e TV – Il Piano Massonico del 53

Lunedì, Febbraio 24th/ 2014 - di Arrigo Muscio, Sergio Basile e Redazione Quieuropa – Iniziativa di Libero Confronto, "Pensa e Scrivi" di "Qui Europa" The Ring, Italia, Sistema, TV, Benedetto XVI, Papa Giovanni Paolo II, Satanismo e TV, Pornografia e TV, Il Piano massonico del 1953 e gli Usa, Il Piano massonico del 1953 e la Televisione, [...]

Pedagogia della vergogna – L’età del regresso: dalla Scuola di Francoforte alla psicoanalisi

Pedagogia della vergogna – L’età del regresso: dalla Scuola di Francoforte alla psicoanalisi

Mercoledì, 14 gennaio/ 2018  – di Roberto Pecchioli -  Redazione Quieuropa, Roberto Pecchioli, Sessantotto, Pedagogia della vergogna, Scuola di Francoforte  Pedagogia della vergogna – L'età del regresso: dalla Scuola di Francoforte alla psicoanalisi L'abolizione della frontiera tra bene e male: svalutazione dei doveri e finto progresso   di Roberto Pecchioli                  [...]

La Scuola di Francoforte: la congiura della corruzione – Prima Parte

La Scuola di Francoforte: la congiura della corruzione – Prima Parte

Martedì,  Maggio 5th/ 2015       - di Timothy Matthews - Redazione Quieuropa, Centro San Giorgio, Timothy Matthews, Scuola di Francoforte, Paolo Baroni, società comunista, Satana lavora nell'ombra, Satana lavora nel silenzio, Joseph de Maistre, Hegel, da Marx, da Nietzsche, da Freud e da Weber, Istituto Marx-Engels di Mosca, Lenin, György Lukács, Willi Münzenberg, Felix Weil, Università di Tübingen e di Francoforte, Martin Jay, Carl Grünberg, Max Horkheimer, Adolf Hitler, Columbia, [...]

La Scuola di Francoforte: dalle droghe al gender – Seconda Parte

La Scuola di Francoforte: dalle droghe al gender – Seconda Parte

Giovedì,  Giugno 25th/ 2015       - di Timothy Matthews - Redazione Quieuropa, Centro San Giorgio, Timothy Matthews, Scuola di Francoforte, Paolo Baroni, società comunista, Satana lavora nell'ombra, Satana lavora nel silenzio, Università di Tübingen e di Francoforte, Martin Jay, Carl Grünberg, Max Horkheimer, Adolf Hitler, Columbia, Princeton, Brandeis, California, Bibbia, Famiglie, Corruzione programmata, Università, Nevitt Sanford, Aldous Huxley, L'impatto della scienza sulla società, uso delle droghe psichedeliche, Joseph Califano [...]

Femminicidio: un reato inventato dal nulla, dai sostenitori del diabolos

Femminicidio: un reato inventato dal nulla, dai sostenitori del diabolos

Venerdì, 17 Giugno/ 2016 - Guliyeva Konul / Redazione Qui Europa  -  Redazione Quieuropa, Femminicidio, Scuola di Francoforte, Laura Pausini, maschicidio,Emmanuel Goldstein, Ministero dell’Interno, diabolos, colui che divide  Femminicidio: un reato inventato dal nulla, dai sostenitori del diabolos Le vittime di omicidio sono sempre più frequentemente di sesso maschile.  Le donne commettono omicidio soprattutto verso i maschi.  Eppure nessuno osa parlare di “maschicidio”. Perché?   di Guliyeva Konul  Eppure… nessuno [...]

Lettera aperta di alcuni ex musulmani divenuti cattolici a Papa Francesco, circa il suo atteggiamento sull’Islam

Lettera aperta di alcuni ex musulmani divenuti cattolici a Papa Francesco, circa il suo atteggiamento sull’Islam

Lunedì, 8 gennaio / 2018  – Redazione Qui Europa -  Redazione Quieuropa, ex musulmani, lettera a Papa Francesco, Islam, Lettera aperta, Conversione  Lettera aperta di alcuni ex musulmani ora cattolici a Papa Francesco, circa il suo atteggiamento sull'Islam   Redazione Qui Europa / a cura di exmusulmanschretiens.fr                        Premessa  [...]

Islam e Scontro tra civiltà – Mazzini, Pike e la Pianificazione Massonica del terzo caos mondiale

Islam e Scontro tra civiltà – Mazzini, Pike e la Pianificazione Massonica del terzo caos mondiale

Sabato, Febbraio 21st / 2015     – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Albert Pike, Giuseppe Mazzini, Massoneria, Lucifero, Scontro tra civiltà, Jacob Bohme, Swedenborg, Saint-Martin, Epiphanius, William Guy Carr, Sistema Bancario Internazionale, Cabala, Satana, sterco del demonio, moneta-debito, Giudeo massoneria e Nuovo Ordine Mondiale  L'attuale scontro fomentato tra civiltà e religioni pianificato in 2 lettere del 187o e '71 La confessione [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa