Cabala, Parlamentarismo e manipolazione delle masse

Lunedì, 12 febbraio / 2018 

- di Carlo Alberto Agnoli - Articolo estratto 

dall'opera AA.VV., La Massoneria oggi: verso il compimento della Grande Opera,

Atti del 4º Convegno di Studi Cattolici, Rimini 1986

 Redazione Quieuropa, Carlo Alberto Agnoli, Kabbalah, Sigiza, Jachin, Boaz, Tempio, Dialettica 

Cabala, Parlamentarismo e manipolazione

delle masse

Effetti distruttivi e rivoluzionari del modello filosofico dell'ebraismo

talmudico-cabalistico – terza parte

 

di Carlo Alberto Agnoli (*)

(*) Estratto dall'opera AA.VV., La Massoneria oggi: verso il compimento della Grande Opera,

Atti del 4º Convegno di Studi Cattolici, Rimini 1986 (pagg. 65-92).

DALLA CABALA AL PARLAMENTARISMO MASSONICO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Premessa – La sizigia per gli occultisti                 

Rimini La nostra esposizione non sarebbe completa  (vedi qui Cabala e origini della filosofia moderna: la filosofia di Fichte e qui Destra, Sinistra, Centro: dialettica massonica e applicazioni cabalistichese, sia pure in termini il più possibile riassuntivi, non ci richiamassimo espressamente alla Kabbalah. Per entrare in questo argomento debbo peraltro previamente introdurre un concetto particolarmente importante per la sua comprensione: quello cioè di «sizigia», dal greco sun zeugnumi, ossia «congiungo a coppia». Non fatevi spaventare dal parolone perché l'idea che esso esprime è semplicissima:

                 nell'Universo – osservano gli occultisti richiamandosi al Talmud (1) - 

                           esistono delle sizigie, coppie di realtà complementari:

                                     vita e morte, giorno e notte, luce e tenebre,

                                monte e valle, bianco e nero, maschio e femmina. 

All'interno di ognuno di questi binomi notiamo che i due termini, in apparenza opposti, 

                                  in realtà si richiamano integrandosi l'un l'altro.

A queste coppie i cabalisti ne aggiungono altre tre, che sono poi quelle che qualificano il loro sistema: bene-male, vero-falso, essere-nulla.

(1) Ecco uno dei passi che insegna questa dottrina: «Il Santo, che benedetto sia, disse a Israele: "Figli miei, tutte le cose che lo ho creato nell'Universo sono a coppia. Il cielo e la terra, il sole e la luna, Adamo ed Eva, questo mondo e il mondo avvenire"» (cfr. A. Cohen, Il Talmud, Forni, 1979, pag. 29).

 L'equivoco di base e il principio di esclusione       

L'equivoco di base è evidente: mentre le sizigie precedentemente elencate sono realtà di natura, paragonabili a due facce della stessa moneta o dello stesso foglio,

                           vero e falso sono due giudizi espressi dall'osservatore

            e l'affermazione vera non richiama affatto quella falsa, ma la esclude.

Così, se uno dice che ieri qui c'è stata una battaglia e un altro dice che non c'è stata, non abbiamo due proposizioni opposte e complementari, ma due proposizioni contrarie ed escludentisi.

 Abissale differenza tra opposto e contrario            

Vi è gran differenza fra opposto e contrario. Similmente, come fà il nulla, che per definizione è non essere, vale a dire non esiste, è un'astrazione della mente, a essere, accanto all'essere assoluto di cui costituirebbe il corrispondente, uno dei termini della prima e più importante delle sizigie? Del resto, se vera è una proposizione o una rappresentazione della realtà conforme all'essere, e falsa una proposizione non conforme all'essere, anche la sizigia vero-falso si risolve in quella essere-non essere, restando al falso solo la tenue realtà della parola o del pensiero ingannevole, simile a quella delle fantasie o dei sogni. 

                    Quanto al male, come ha dimostrato Sant'Agostino (354-430),

           esso non è essere, ma privazione di essere, pratica di falsità e di errore.

        Quindi, anche la presunta sizigia bene-male, si risolve in quella vero-falso,

                 onde anche in essa i due termini non sono opposti, ma contrari:

                                  si tratta insomma di un'altra falsa sizigia.

Ciò premesso eccovi, alla Fig. nº 1 (seconda foto grande da sinistra) dell'albero sefirotico, e cioè lo schema che rappresenta visivamente la dottrina cabalistica. Esso, come vedete, si compone di dieci cerchi detti Sephirot collegati fra loro da una serie di linee o sentieri che, dicono gli occultisti, dovrebbero essere ventidue: tanti quante le lettere dell'alfabeto ebraico (2) .

(2) Cfr. W. E. Butler, Cabala e magia, Hermes, 1984, pag. 79; G. Scholem, La Cabala, Mediterranee, 1982, pag. 31.

 Sephirot e albero sefirotico (albero della vita)       

Cosa siano esattamente queste Sephirot (al singolare Sephira) è questione che dalla stessa letteratura cabalistica programmaticamente confusa ed evanescente come tutto ciò che attiene al mondo dell'irrazionale e del magico, non risulta in maniera chiara. Si insegna, comunque (3), che esse sarebbero «i dieci numeri primordiali» attraverso cui la divinità avrebbe emanato l'Universo, manifestazioni impersonali della divinità stessa. Quello che qui ci importa sottolineare ai nostri fini è che l'albero sefirotico, come vedete, risulta composto di tre colonne: una di destra, una di sinistra e una di centro. Orbene, l'insegnamento cabalistico, che parte dal presupposto del dio bisessuato e androgino, e cioè che riunisce in sé, tanto il principio maschile quanto quello femminile, espressione della sua autosufficienza e onnipotenza generativa, afferma che la colonna di destra ha natura maschile e quella di sinistra natura femminile.

(3) Cfr. G. Scholem, Le origini della Cabala, Il Mulino, 1973, pag. 33.

 L'escamotage della Cabala                                           

Ora, mentre la prima, che rappresenta l'energia, la forza, la conservazione, la clemenza, la misericordia, la benignità, ha una valenza positiva e costituisce quindi, in sostanza, il principio del bene, la seconda, che rappresenta il rigore e l'attività produttrice delle forme, e quindi il non-io, la natura, ha valenza negativa e costituisce il principio del male. Ne consegue che

                                                  nell'albero sefirotico

                   - pur essendo manifestazione di una medesima divinità -

                           si fronteggiano, in base alla regola delle sizigie,

                                  il principio maschile e quello femminile,

      corrispondenti rispettivamente al principio del bene e a quello del male 

(4). Anche le singole Sephiroth fronteggiantisi in linea retta sulle due colonne, rappresentano altrettanti sistemi di sizigie minori. Alla luce di quanto si è detto risulta chiaro che

                        l'escamotage cabalistico consiste nell'identificare 

            due termini opposti e complementari (maschile e femminile)

       in due termini contrari ed escludentisi (vero e falso; bene e male).

(4) Cfr. Raphael, La via del fuoco secondo la Qabbalah, Asram Vydia, 1983, pag. 32.

 La colonna mediana: la sintesi tra gli opposti     

Tali principî, tra loro in apparenza opposti e contrastanti, per quanto si è detto circa la complementarietà dei due termini di ogni sizigia, non rappresentano – affermano sempre i cabalisti – dualità assolute, ma semplici polarità che si risolvono e si conciliano nella colonna centrale, mediana, che opera in termini di sintesi (5) esprimendo l'equilibrio raggiunto fra i due pilastri opposti (6)La colonna di mezzo, inoltre, rappresenta l'elemento della coscienza nell'Universo manifestato (7). Va altresì aggiunto che dalla prima delle Sephiroth, Kether, quella somma (la prima in cui il dio cabalistico inesprimibile comincia a discendere e manifestarsi, e che, essendo appunto la prima, ancora non appartiene al regno delle sizigie ed è pertanto isolata, senza una Sephira corrispondente), l'energia creatrice (8) passa alla prima Sephira della colonna di destra, maschile, Chockmah, che la rimbalza sulla prima femminile, Binah.

(5) Ibid., pagg. 30 e 32. (6) Cfr. W. E. Butler, op. cit., pag. 80. (7) Ibid., pag. 80; Raphael, op. cit., pag. 30. (8) Ma si noti che la parola «creatrice» va qui intesa in senso molto diverso da quello proprio, che presuppone una volontà cosciente produttiva. Qui, invece, la personalità non è ancora nata.

 Corrispondenza con la dialettica fichtiana           

Vedete dunque come lo schema sia identico a quello fichtiano: la colonna di destra, maschile, attiva, della forza e del bene, rappresenta la tesi, l'Io universale e ancora non cosciente, ma attivo, che pone, mentre quella di sinistra, femminile, passiva, della natura e delle forme, rappresenta l'antitesi, il non-io, che è posto. Al centro, sintesi, nasce la coscienza che si esprime nella Sephira TipheretLa corrispondenza col pensiero fichtiano, e cioè con la dialettica romantica e rivoluzionaria, non potrebbe essere più evidente. Infatti, i cabalisti insistono nello spiegare che (proprio come avviene nel mondo della politica)

                      destra e sinistra costituiscono «unità operative»,

                colonne distinte, ma appartenenti alla stessa struttura,

              quella del dio cabalistico, onde una ha bisogno dell'altra.

Scrive al riguardo il F\ Luigi Troisi in un capitolo dedicato alla Kabbalah: «L'albero della vita (e cioè l'albero sefirotico; N.d.A.) è costituito da tre pilastri verticali e paralleli lungo i quali sono sistemate le Sephirot: tre a sinistra, tre a destra, quattro al centro. Tali pilastri corrispondono alle tre Vie iniziatiche: quella di Destra (agevole), quella di Sinistra (ardua), quella di Centro (regale); quest'ultima concilia e armonizza gli opposti. Dio governa con il suo "braccio destro" o "lato destro", il lato della benignità e della vita, nonché, con il suo "braccio sinistro" o "lato sinistro" quello della severità e della morte; governa, infine, con la Colonna del centro, che compone gli opposti armonizzandoli e infine annullandoli nella sua Unità» (9).

(9) Cfr. L. Troisi, Itinerari esoterici, Bastogi, 1981, pag. 298.

DALLA CABALA AL PARLAMENTARISMO MASSONICO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Le colonne del tempio e i moderni parlamenti   

Trovate qui spiegata la conformazione del tempio massonico, al cui ingresso stanno due colonne, denominate rispettivamente Jachin, quella di destra, che secondo tutti i trattati di iniziazione alla Massoneria corrisponde al Sole e al principio maschile, e Boaz, quella di sinistra, corrispondente alla Luna, che brilla di luce riflessa, e quindi passiva, e rappresenta pertanto il principio femminile. La sala del tempio, dove si radunano i Fratelli tre puntini, resta al centro, e corrisponde quindi alla colonna centrale. Il suo pavimento, a scacchi bianchi e neri alternati, simboleggia appunto la commistione e la sintesi fra i due principî maschile e femminile, e quindi, come si è visto, fra il bene e il male.

                      Ciò dimostra, una volta di più, come la Massoneria

         non sia che una imitazione riservata ai goym, e cioè ai non-ebrei,

                              dell'ebraismo talmudico e cabalistico.

Scopriamo inoltre che i moderni parlamenti ripartiti in destra, sinistra e centro,

          costituiscono altrettante rappresentazioni dell'albero sefirotico,

                          e sono quindi centri di magia illusionistica

                               (la apparenza delle contrapposizioni

               occulta in realtà una unitarietà funzionale e operativa)

                         destinati alla manipolazione delle masse.

 Corrispondenza tra Cabala e pensiero fichtiano 

Questa seconda e più espressiva rappresentazione dell'albero sefirotico (vedi in copertina: prima foto grande da sinistra) illustra ancor meglio la corrispondenza del pensiero fichtiano con quello cabalistico.

                                Al centro, infatti, col cuore in Tipheret,

   e cioè in corrispondenza della prima Sephira della colonna della coscienza,

                         poggiato con le mani alle due colonne laterali,

compare l'Adam Kadmon, l'uomo primigenio e celeste, la coscienza manifestata,

                    l'Io assoluto fichtiano, creatore del mondo visibile.

L'inconveniente di questa figura, su cui molto altro vi sarebbe da dire e su cui, comunque, ritorneremo, è che essa, deviando dalla opinione generale dei cabalisti e in conformità alla sola Massoneria di rito Francese, inverte la posizione delle colonne, mettendo a destra il principio femminile e a sinistra quello maschile (10) .

 (10)  Cfr. J. Boucher, La simbologia massonica, Atanòr, 1990, pag. 142.

 Distorta interpretazione della Bibbia                     

È importante rilevare che all'origine di tutte queste sconcertanti teorie c'è una distorta interpretazione del testo biblico: Adamo ­ argomentano i cabalisti – fu creato per primo, quindi da principio era solo ed autosufficiente. Soltanto in un secondo momento Eva fu tratta fuori da lui, creata da una sua costola. Dunque Eva era in lui, il principio femminile era in lui: nella sua originaria perfezione egli era ermafrodito, androgino. La grande caduta, poi, è stata causata dal desiderio di conoscenza, simboleggiato dall'albero proibito della scienza (conoscenza) del bene e del male. Dunque, la conoscenza, la ragione, è stata quella che lo ha perduto. Questa interpretazione agli occhi dei cabalisti, la cui sincretistica dottrina è tutta protesa alla fusione e confusione di tutte le religioni, ha il grande merito di accordarsi con Platone e col suo mito dell'androgino originario e della caduta dell'anima dalle regioni celesti al mondo materiale. Tale mondo, quindi, appare come un luogo di punizione, una specie di prigione cosmica per l'anima divina, eterna e increata.

Carlo Alberto Agnoli

Articolo estratto dall'opera AA.VV., La Massoneria oggi: verso il compimento della Grande Opera,

Atti del 4º Convegno di Studi Cattolici, Rimini 1986

partecipa al dibattito:
 

infounicz.europa@gmail.com / redazione.quieuropa@gmail.com

Segui su Facebook la nuova pagina - Qui Europa news | Facebook

________________________________________________________________________________________________________________

 Articoli correlati – Prima e Seconda parte             

Cabala e origini della filosofia moderna: la filosofia di Fichte

Cabala e origini della filosofia moderna: la filosofia di Fichte

Sabato, 10 febbraio / 2018  - di Carlo Alberto Agnoli - Articolo estratto  dall'opera AA.VV., La Massoneria oggi: verso il compimento della Grande Opera, Atti del 4º Convegno di Studi Cattolici, Rimini 1986  Redazione Quieuropa, Carlo Alberto Agnoli, Kabbalah, Cabala, Adam Kadmon, Fichte, Spinoza  Cabala e origini della filosofia moderna: la filosofia di Fichte Effetti distruttivi e rivoluzionari del modello filosofico dell'ebraismo talmudico-cabalistico dall'epoca romantica [...]

Destra, Sinistra, Centro: dialettica massonica e applicazioni cabalistiche

Destra, Sinistra, Centro: dialettica massonica e applicazioni cabalistiche

Domenica, 11 febbraio / 2018  - di Carlo Alberto Agnoli - Articolo estratto  dall'opera AA.VV., La Massoneria oggi: verso il compimento della Grande Opera, Atti del 4º Convegno di Studi Cattolici, Rimini 1986  Redazione Quieuropa, Carlo Alberto Agnoli, Kabbalah, Rivoluzione Francese, destra, sinistra, centro  Destra, Sinistra, Centro: dialettica massonica  e applicazioni cabalistiche Effetti distruttivi e rivoluzionari del modello filosofico dell'ebraismo talmudico-cabalistico – seconda parte   di Carlo [...]

________________________________________________________________________________________________________________

 Altri articoli correlati                                                  

Massoneria, Comunismo e Corruzione della gioventù: Piano per un Nuovo Ordine Mondiale – 1

Massoneria, Comunismo e Corruzione della gioventù: Piano per un Nuovo Ordine Mondiale – 1

Giovedì, Febbraio 18th, 2016 - di Paolo Baroni, Centro San Giorgio  – Redazione Qui Europa, Paolo Baroni, Centro San Giorgio, Comunismo, Massoneria,  filiazione massonica dell'ideologia comunista, sesso, droga e rock'n'roll, Nuovo Ordine Mondiale, filiazione massonica dell'ideologia comunista, satanismo, corruzione della società, teosofia, George Harrison,  Jerry Rubin,   Willy Münzenberg, Tempio di Salomone, Papa Leone XIII, Mons Delassus, massone Lafargue, Congresso massonico di Liegi del 1865, Madame Helena Petrovna Blavatsky, Annie Besant, occultista John Symonds, Aleister [...]

Massoneria, Comunismo e Corruzione della gioventù: direttive marxiste per il Nuovo Ordine – 2

Massoneria, Comunismo e Corruzione della gioventù: direttive marxiste per il Nuovo Ordine – 2

Sabato, Febbraio 20th, 2016 - di Paolo Baroni, Centro San Giorgio  – Redazione Qui Europa, Paolo Baroni, Centro San Giorgio, Comunismo, Massoneria,  filiazione massonica dell'ideologia comunista, sesso, droga e rock'n'roll, Nuovo Ordine Mondiale, filiazione massonica dell'ideologia comunista, satanismo, corruzione della società, Adorno, Marcuse, Scuola di Francoforte, Distruzione di una nazione, distruzione del senso morale, degenerazioni sessuali, divorzio, distruzione della famiglia, [...]

Le origini ebraiche della Massoneria – 1

Le origini ebraiche della Massoneria

Mercoledì, Febbraio 10th, 2016 – di Don Isidore Bertrand (1829-1914) - Redazione Quieuropa,  Massoneria, Gesù Cristo, Lucifero,  gnosticismo, Don Isidore Bertrand,  Mons. Ernest Jouin, Revue Internationale des Sociétés Secrètes, Giudeo-Massoneria, Padre Enrico De Rosa,  La Civiltà Cattolica, Monsignor Umberto Benigni,  La Franc-maçonnerie, secte juive née du Talmud , Kabbalah, Talmud, Grand'Oriente di Francia, Kahal, Sinedrio, insegnamento orale farisaico,  Eliphas Levi, patriarca dell'occultismo moderno, Gran Kahal  Le origini ebraiche della Massoneria  Ebrei talmudisti, [...]

Le origini ebraiche della Massoneria – 2 – Riti, termini, simboli

Le origini ebraiche della Massoneria – 2 – Riti, termini, simboli

Venerdì, Febbraio 12th, 2016 - di Don Isidore Bertrand (1829-1914) - Redazione Quieuropa,  Massoneria, Gesù Cristo, Lucifero,  gnosticismo, Don Isidore Bertrand, Kabbalah, Talmud, Grand'Oriente di Francia, Kahal, Terminologia massonica, Boaz, Joachin, Tempio di Salomone, Hiram, Alleanza Israelita Universale, Zippora, Sefora, Sem, Cam, Iafet, Nijan, Jiar, Sivan, Thamous, Ab, Aloul, Thisch'ri, Marhheschvan, Chisler, Tebeth, Sliebat e Adar, Cavalieri Rosa-Croce, Menorah, Salomone regna  Le origini ebraiche della Massoneria – 2 Riferimenti all'ebraismo nei diversi riti massonici:  terminologie, simbolismi, parole d'ordine Relazione [...]

Le origini ebraiche della Massoneria – 3 – Nemici irriducibili di Dio e dei Cattolici

Le origini ebraiche della Massoneria – 3 – Nemici irriducibili di Dio e dei Cattolici

Martedì, Febbraio 16th, 2016 - di Don Isidore Bertrand (1829-1914) - Redazione Quieuropa,  Massoneria, Gesù Cristo, Lucifero,  Eblis, Caino, Lilith, Eva, Satana, gnosticismo, Don Isidore Bertrand, Kabbalah, Talmud, Cavalieri Kadosh, Geometria, Generazione e Gnosi, tutti i tesori dei popoli passeranno nelle loro mani  Le origini ebraiche della Massoneria – 3 Fratelli irriducibili nemici di Dio e dei Goyim (Cattolici) Massoni ed ebrei talmudisti, accomunati dalla fede anti-cristiana ►Video in [...]

Le origini ebraiche della Massoneria – 4 – Ricostituzione del potere ebraico sulle rovine del cattolicesimo

Le origini ebraiche della Massoneria – 4 – Ricostituzione del potere ebraico sulle rovine del cattolicesimo

Sabato, Marzo 19th, 2016 - di Don Isidore Bertrand (1829-1914) - Quieuropa,  Massoneria, Satana, gnosticismo, Don Isidore Bertrand, Kabbalah, Talmud, Cavalieri Kadosh, Ricostituzione del potere ebraico sulle rovine del cattolicesimo Eresie ebraiche e nascita della setta massonica. Obiettivo: rivoluzionare e repubblicanizzare i popoli nell'interesse del giudaismo, distruggere il Cristianesimo, isolare l'uomo dalla sua famiglia, Louis Blanc, Adam Weißhaupt  Le origini ebraiche della Massoneria – 4 – Ricostituzione del potere ebraico sulle rovine del cattolicesimo Eresie [...]

Le origini ebraiche della Massoneria – 5 – I seguaci dell’ebraismo si sono tolti la maschera

Le origini ebraiche della Massoneria – 5 – I seguaci dell’ebraismo si sono tolti la maschera

Martedì, Marzo 29th, 2016 - di Don Isidore Bertrand (1829-1914) - Quieuropa,  Massoneria, Satana, gnosticismo, Don Isidore Bertrand, Kabbalah, Talmud, Karl Marx, Ferdinand Lassalle, Outine, Internazionale, Cahen, Isaac-Adolphe Crémieux, Alleanza Israelita Universale, massoni, liberi pensatori, Partito RadicaleFrancese,nichilismo,Convegno di Wilhelmsbad,  L'ebreo Hertzen, Hartmann, Geldenbourg e Madetzki, giudaismo, Piccolo Tigre, 3 giugno 1842, Vergine Maria, Alphonse Ratisbone, Sant'Andrea delle Fratte, Padre Marie-Alphonse Ratisbonne, Missionari di Nostra Signora di Sion, ordine religioso votato alla conversione degli ebrei, Alphonse Toussenel, scribi e farisei ipocriti, Consiglio Supremo della Massoneria, parola d'ordine, logge massoniche. insegnamento obbligatorio, Sottrazione del figlio [...]

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – Prima Parte – Le Origini

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – Prima Parte – Le Origini

Giovedì,  Settembre 4th/ 2014  – Redazione Watch.pair / Centrosangiorgio / Quieuropa - Traduzioni a cura di Paolo Baroni, Centrosangiorgio Iniziativa di Libero Confronto, "Pensa e Scrivi" di Quieuropa Redazione Quieuropa, Cabala ebraica, Kabbalah, nucleo dottrinale di ogni sètta massonica, sette luciferice, umanesimo e rinascimento, Hollywood, Elizabeth Taylor (1932-2011) Britney Spears, Lindsay Lohan, Gwyneth Paltrow, Paris Hilton, Sharon Osbourne (figlia di Ozzy Osbourne) Winona Ryder, [...]

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 2 – L’opera rinascimentale dei cabalisti

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 2 – L’opera rinascimentale dei cabalisti

Venerdì,  Settembre 5th/ 2014  – Redazione Watch.pair / Centrosangiorgio / Quieuropa - Traduzioni a cura di Paolo Baroni, Centrosangiorgio Iniziativa di Libero Confronto, "Pensa e Scrivi" di Quieuropa Redazione Quieuropa, Cabala ebraica, Kabbalah, nucleo dottrinale di ogni sètta massonica, sette luciferine, umanesimo e rinascimento, Talmud e giuridismo, Kabbalah e misticismo, contro lo spirito vetero-testamentario, l'opera del Rinascimento, i cabalisti rinascimentali, Pico della [...]

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 3 – Cabalizzazione dell’ebraismo e inconciliabilità con la Torah

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 3 – Cabalizzazione dell’ebraismo e inconciliabilità con la Torah

Lunedì,  Settembre 8th/ 2014  – Redazione Watch.pair / Centrosangiorgio / Quieuropa - Traduzioni a cura di Paolo Baroni, Centrosangiorgio Iniziativa di Libero Confronto, "Pensa e Scrivi" di Quieuropa Redazione Quieuropa, Cabala ebraica, Kabbalah, nucleo dottrinale di ogni sètta massonica, sette luciferine, Talmud e giuridismo, Kabbalah e misticismo, contro lo spirito vetero-testamentario, giudaismo chassidico,  Michael Sidlofsky, I Maestri della Luce Accecante, Zohar, misticismo New Age, la Kabbalah è [...]

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 4 – Contraddizioni cabalistiche e Verità bibliche

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 4 – Contraddizioni cabalistiche e Verità bibliche

Giovedì,  Settembre 11st/ 2014  – Redazione Watch.pair / Centrosangiorgio / Quieuropa - Traduzioni a cura di Paolo Baroni, Centrosangiorgio Iniziativa di Libero Confronto, "Pensa e Scrivi" di Quieuropa Redazione Quieuropa, Cabala ebraica, Kabbalah, ebraismo, dottrina esoterica, Sepher Yetzirah, contemplazioni di Abramo, Zohar, Adamo, Libro della Creazione, Adolphe Franck, Libro della Luce, Sepher-Ha-Zohar, Adolphe Franck, Misteri della Saggezza, impartiti ad Adamo da Dio, Giardino dell'Eden, angelo Razael, Seth, Enoch, Noè, Abramo, Mosè, Monte [...]

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 5 – Attacco alla Genesi e divine alterazioni

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 5 – Attacco alla Genesi e divine alterazioni

Venerdì,  Settembre 12nd/ 2014  – Redazione Watch.pair / Centrosangiorgio / Quieuropa - Traduzioni a cura di Paolo Baroni, Centrosangiorgio Iniziativa di Libero Confronto, "Pensa e Scrivi" di Quieuropa Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Paolo Baroni, Cabala ebraica, Kabbalah, ebraismo, dottrina esoterica, The Hebrew Goddess, Hebrew Myths: The Book of Genesis, Robert Graves, Raphael Patai I, Claudius, oggetto di studio da parte di chi è coinvolto nell’occulto e [...]

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 6 – Gnosticismo, idolatria del nulla e ateismo pratico

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 6 – Gnosticismo, idolatria del nulla e ateismo pratico

Sabato,  Settembre 13rd/ 2014  – di Pietro Ferrari, premessa di Sergio Basile – Redazione Agerecontra / Redazione Quieuropa Iniziativa di Libero Confronto, "Pensa e Scrivi" di Quieuropa Redazione Quieuropa, Redazione Agerecontra, Pietro Ferrari, Sergio Basile, Gnosticismo, Ateismo pratico, idolatria del nulla, ideologie totalitaristiche, mimosa e simbologia massonica, cremazione, la costatazione dell’imperfezione umana e del mondo contrasta con la perfezione [...]

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 7 – La Bibbia Satanica del Nuovo Ordine Mondiale e i suoi comandamenti

Gli oscuri misteri della Kabbalah ebraica – 7 – La Bibbia Satanica del Nuovo Ordine Mondiale e i suoi comandamenti

Sabato,  Settembre 27th/ 2014  - di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Nuovo Ordine Mondiale, Kabbalah, Bibbia Satanica, Georgia Guidestone, Depopolamento mondiale, mondialismo, Protocolli dei Savi di Sion, rituali e sacrifici, Sigmund Freud, Scuola diFrancoforte, Zevi Shabbatai, mille e 666, numerologia, Mosè, Salvezza in Gesù Cristo  Kabbalah e Nuovo Ordine Mondiale  Gli oscuri misteri della Kabbalah [...]

Massoneria e Satanismo – Prima Parte

Massoneria e Satanismo – Prima Parte

Sabato, 18 Giugno/ 2016 - Centro Orientamenti e Tradizione e Forza Nuova Osservatorio Antisette Pavia - Quieuropa,  Centro San Giorgio, Massoneria, Satana, gnosticismo, Centro Orientamenti e Tradizione e Forza Nuova Osservatorio Antisette Pavia, Cecilia Gatto Trocchi, Banca Mondiale,  Fondo Monetario Internazionale, Banca Centrale Europea, NATO, Council on Foreign Relations, Royal Institute of International Affairs, origine della Gnosi, ONU, CFR, Perché gli gnostici venerano il Serpente, Massoneria, Gnosticismo, New Age, Ecumenismo, fondamenta [...]

Massoneria e Satanismo – Seconda Parte

Massoneria e Satanismo – Seconda Parte

Mercoledì, 22 Giugno/ 2016 - Centro Orientamenti e Tradizione e Forza Nuova Osservatorio Antisette Pavia - Quieuropa,  Centro San Giorgio, Massoneria, Satana, gnosticismo, Centro Orientamenti e Tradizione e Forza Nuova Osservatorio Antisette Pavia, ONU,  Helena Petrovna Blavatsky,  Annie Besant,  Rito Egiziano di Memphis-Misraim, Alice Bailey, Seconda Guerra Mondiale,  guerra di religione combattuta in gran parte con armi mentaliinvocazione ed evocazione dei demoni,  Satana, Palazzo di Vetro dell'ONU, [...]

Apparizioni di satana nelle logge massoniche

Apparizioni di satana nelle logge massoniche

Sabato, 25 Giugno/ 2016     - di Redazione Qui Europa – Redazione quieuropa, Leone Maurin, Duca di Frontignan, Abate Giord, satana, apparizioni di satana, Frammassoneria sinagoga di Satana, Blackwood Magazine  Apparizioni di satana nelle logge massoniche "Era costui un giovane di una ventina d'anni… il suo sguardo era di una tristezza infinita, di una disperazione profonda" La Massoneria [...]

Unione Europea, Onu e origini dell’esoterismo pubblico contemporaneo

Unione Europea, Onu e origini dell’esoterismo pubblico contemporaneo

Venerdì, 1 Luglio/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia - Redazione quieuropa, Don Curzio Nitoglia, esoterismo, ONU, UE, yoga, Forze Occulte della Sovversione, Giudaismo, Massoneria, Liberalismo, millenarismo gioachimita, Israele, America, esoterismo, mondialismo, Freud, Jung, De Chardin, Fogazzaro, Blavatsky, Eliphas Levi, Magia, massoneria   Unione Europea, Onu e origini dell'esoterismo pubblico contemporaneo: Eranos, Esalen e dintorni Il volto nascosto dell’Onu e dell'Unione europea: relativismo cabalistico-massonico contro Dio, ragione [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa