Balfour e il sionismo – Origini e obiettivi delle politiche imperialiste del Regno Unito e d’Israele

Sabato, 19 agosto / 2017  

- di Don Curzio Nitoglia -

 Redazione Quieuropa, Don Curzio Nitoglia, Sionismo, Ebraismo, Dichiarazione Balfour 

Balfour e il sionismo 

Origini e obiettivi delle politiche imperialiste

del Regno Unito e d'Israele

Video in allegato

 

di Don Curzio Nitoglia

con integrazioni a cura della Redazione di Qui Europa

balfour-e-il-sionismo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Il 2017 e il sionismo                                                  

Romadi Don Curzio NitogliaQuest’anno cadono svariate ricorrenze per la storia del sionismo e dello Stato d’Israele: 120 anni dal 1° Congresso di Basilea (29-31 agosto 1897); 100 anni dalla Dichiarazione Balfour (2 novembre 1917); 70 anni dalla Risoluzione 181 della Nazioni Unite (29 novembre 1947) a favore della fondazione dello Stato d’Israele (15 maggio 1948) e 50 anni dalla guerra dei 6 giorni (giugno 1967; cfr. M. Oren, La guerra dei sei giorni. Giugno 1967: alle origini del conflitto arabo-israeliano, Milano, Mondolibri, 2004) (1).

(1)  Vi sono anche altre ricorrenze della storia sionista collimanti col 2017: 40 anni dal 1977, la vittoria dell’estrema destra del Likud di Menachem  Begin in Israele; 30 anni dal 9 dicembre 1987, quando scoppia la prima intifada palestinese; 20 anni dal 15 gennaio 1997, quando Netanyahu firma con Arafat il Protocollo che prevedeva la divisione di Hebron in due parti; 10 anni dall’ottobre del 2007, quando ad  Annapolis negli Sati Uniti d’America, sotto il patrocino del Presidente George W. Bush, il governo palestinese di Arafat e quello israeliano di Olmert si riuniscono per accordarsi sulla formula “due popoli, due Stati”. “Nella Kabbalah il 7 è il numero beneamato in quanto rappresenta la parte inferiore dell’Albero della Vita. […]. Il 17 rappresenta il Diluvio” (L. TROISI, Dizionario della Kabbalah, Foggia, Bastogi, 1998, p. 229 e p. 85, voce Sette e voce Diciassette).
 

 Herzl e Weizmann                                                   

Chaim Weizmann (1874-1952) nel 1907 – 110 anni or sono – riuscì a realizzare il sogno che aveva coltivato (senza poterlo vedere) Theodor Herzl (1860-1904), il fondatore del sionismo: ottenere l’appoggio di una potenza europea per la nascita dello Stato d’Israele in Palestina, sostenendo l’immigrazione progressiva di coloni ebrei in Palestina e la creazione di colonie ebraiche. Weizmann era nato in Polonia, ma ben presto si era trasferito a Manchester in Inghilterra ove, nel 1906, aveva stretto amicizia con l’allora Primo Ministro britannico Arthur James Balfour (1848-1930) e con David Lloyd George (1863-1945), che furono i primi ad appoggiare il progetto sionista.

                            Per cui se Herzl ha ideato il sionismo,

                              Weizmann lo ha calato nella realtà.

Perciò si può dire che tra loro due intercorre lo stesso rapporto che ha legato Marx e Lenin: il primo ha concepito il marxismo nel 1848 e il secondo gli ha dato vita con la Rivoluzione bolscevica nel 1917. Addirittura Weizmann riuscì ad ottenere l’appoggio della Gran Bretagna, che allora era la super-potenza mondiale (cfr. A. Foa, Diaspora. Storia degli ebrei nel Novecento, Bari, Laterza, 2009, p. 113).

 La Dichiarazione Balfour                                         

La Dichiarazione che l’allora Ministro degli Esteri britannico lord Arthur Balfour rilasciò al Presidente della Federazione Sionistica Britannica lord Lionel Walter Rothschild (2 novembre 1917), durante il governo inglese guidato da lord Benjamin Disraeli (1804-1881), con cui si concedeva la “creazione” (non la “ricostruzione”, come avevano chiesto i sionisti) di un “focolare nazionale per il popolo ebraico in Palestina”, fu ottenuta dall’abilità di Weizmann. Vediamo come.

  Dal Kenia alla Palestina                                           

Theodor Herzl accettò l’idea proposta dall’Uganda di dare una nuova terra agli ebrei in Kenya e nel 6° Congresso Sionista di Basilea (1903) la presentò all’assemblea, ottenendo il 63% dei voti a favore del progetto. Londra era d’accordo, ma dopo qualche mese Herzl morì a soli 44 anni nel 1904 e la proposta Kenya fu rimessa in discussione.

                  Nel 1905 al 7° Congresso Sionista di Basilea

                                 si optò per la Palestina,

        in cui la finanza ebraica, con lungimiranza impressionante,

      aveva comperato molte terre senza dare troppo nell’occhio.

 Il problema arabo                                                       

Nessuno voleva dire chiaramente cosa pensasse del “problema arabo”, anche se il 92% della popolazione palestinese era araba e ciò avrebbe creato un problema alla futura fondazione di uno Stato ebraico in Palestina, che al 92% era… araba (cfr. A. Marzano, Storia dei sionismi, Roma, Carocci, 2017, p. 85). Gli arabi nel testo della Dichiarazione Balfour non venivano neppure nominati;

    tuttavia (gli arabi e i cristiani – Ndr) successivamente furono ritenuti

                  titolari di diritti civili e religiosi, ma non nazionali

                                  (cfr. A. Marzano, cit., p. 85),

                        come invece era avvenuto per gli ebrei.

Oggi su 11 milioni di abitanti che vivono in Palestina, circa 6 milioni sono palestinesi e circa 5 milioni ebrei, ma la terra appartiene all’80% agli ebrei e al solo 20% ai palestinesi, che continuano ad essere un “popolo senza uno Stato” (cfr. X. Baron, I Palestinesi. Genesi di una nazione, Milano, Baldini & Castoldi, 2002).

 Protestantesimo filosionista                                    

I protestanti inglesi nell’Ottocento avevano lanciato l’idea del ritorno degli ebrei in Palestina in vista della loro conversione (cfr. A. Marzano, cit., p. 75). Essi avevano incrementato i pellegrinaggi in Palestina e la loro percezione del problema dei luoghi della Terra Santa si faceva sempre più favorevole ad un ritorno degli ebrei in Palestina. Invece l’opinione dei cattolici era molto diversa poiché temevano che tale ritorno potesse dare una preponderanza al mondo ebraico in Terra Santa a scapito dei cristiani e degli arabi nativi, che da centinaia di anni abitavano in Palestina e ne formavano il 92% della popolazione.

           “Fu soprattutto la Gran Bretagna ad ospitare associazioni

       che spingevano per un ritorno degli ebrei nella Terra d’Israele”

                                        (A. Marzano, cit., p. 76)

ed in cambio il 24 luglio 1922 ottenne il Protettorato sulla Palestina dall'ONU.

(Ndr): Sui motivi di questo appoggio abbiamo detto e scritto molto, ma per comprendere a fondo bisogna conoscere l'ideologia dell'anglo-israelismo (vedi link di seguito) base del Nuovo Ordine Mondiale targato Commonwealth (nota di Sergio Basile)

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 1

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 2

  Motivazioni politico/economiche britanniche   

L’Inghilterra (patria dell'Anglo-israelismo di stampo sionista – Ndr) come Nazione sposò l’idea sionista anche per motivi politico/economici: il Mediterraneo, con il Canale di Suez, era ritenuto dal Regno Unito una delle zone più strategiche dal punto di vista militare e commerciale e di conseguenza la Palestina (assieme all’Egitto) era una delle regioni da tenere particolarmente sotto controllo, in vista della rotta delle navi commerciali inglesi verso l’India. “Proprio dall’intreccio di questi elementi sarebbe progressivamente nato il sodalizio tra governo britannico e movimento sionista, concretizzatosi con la Dichiarazione Balfour del 2 novembre 1917” (A. Marzano, cit., p. 76). Inoltre Londra mirava, grazie all’appoggio della Comunità ebraica statunitense, a spingere gli Usa a partecipare alla Prima Guerra Mondiale con uno maggiore dispiego di capitali e di forze belliche (cfr. A. Marzano, cit., p. 83). Infine voleva anticipare la Germania che avrebbe potuto fare per prima la mossa filosionista, essendo nato e vissuto – il sionismo – anche in ambiente germanico (Basilea, Vienna, Colonia e Berlino) prima di trasferirsi in Inghilterra (in maniera ancor più sistematica) con Weizmann, ed avrebbe ottenuto essa l’appoggio della potente Comunità ebraica, ribaltando probabilmente, così, le sorti della Grande Guerra.

(Nota della Redazione) Non bisogna scordare, però, che da tre secoli a questa parte tutti i sovrani inglesi sono ebrei circoncisi, secondo la dottrina anglo-israelita: quindi l'Uk è stata la vera culla dell'Angloisraelismo  e del sionismo (Ndr) 

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 1

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 2

  Latente antisemitismo                                           

Il diplomatico britannico Mark Sykes diceva allora pubblicamente che “se l’ebraismo influente si fosse schierato contro l’Inghilterra, non ci sarebbe stata alcuna possibilità di vincere la guerra” (A. Marzano, cit., p. 82; cfr. E. Rogan, La Grande Guerra nel Medio Oriente, Milano, Bompiani, 2016). Lord Lloyd George riteneva “necessario fare un contratto con l’ebraismo vista la vasta influenza internazionale esercitata dal popolo ebraico” (A. Marzano, ivi). Oggi ciò verrebbe considerato politicamente scorretto e ai limiti dell’antisemitismo. In breve Londra appoggiava il ritorno degli ebrei in Terra Santa e il mondo ebraico, in cambio, le dava delle garanzie circa la propria presenza nell’area, che era disputata allora dalla Francia, la quale avrebbe potuto mettere in pericolo il primato del commercio britannico qualora si fosse impadronita dell’area palestinese.  Il colonnello Charles Henry Churchill nel suo libro Mount Lebanon del 1853 aveva già sostenuto il

                  ruolo fondamentale dell’ebraismo internazionale

  per permettere all’Inghilterra di impossessarsi, a scapito della Francia,

                                              della Palestina.

Egli “fu dunque in qualche modo il primo a teorizzare la nascita di uno Stato ebraico, anticipando di 50 anni il sionismo politico” (A. Marzano, cit., p. 77; cfr. G. Bensoussan, Il sionismo, Torino, Einaudi, 2007; D. Bidussa, Il sionismo politico, Milano, Unicopli, 1993).

  Il Canale di Suez                                                      

Nel 1869 venne aperto il Canale di Suez e ciò rese l’area egiziana/palestinese ancora più appetibile per la Gran Bretagna, la quale temeva la potenza francese che era già presente in maniera preponderante in Egitto. Sennonché quando nel 1876 il governo egiziano dichiarò il fallimento e mise in vendita la Compagnia del Canale di Suez, il governo inglese comprò immediatamente, grazie ad un prestito della Banca Rothschild, il 44% delle azioni della Compagnia per 4 milioni di sterline (cfr. A. Marzano, cit., p. 79). Fu così che l’Inghilterra pian piano entrò sempre di più in Egitto, arrivando ad occuparlo nel 1882 e ad averne il Protettorato nel 1914. A partire da ciò l’idea di assorbire la Palestina nella propria orbita divenne sempre più forte e con essa il legame col sionismo (cfr. I. Pappé, Storia della Palestina moderna, Torino, Einaudi, 2005).

 Grandi conseguenze della breve Dichiarazione 

Arturo Marzano scrive che la Dichiarazione Balfour piccolissima nella mole (una decina di righe) ha avuto delle conseguenze grandissime nella storia di un’intera area e di due popoli (cit., p. 86). In realtà si può dire che le conseguenze della Dichiarazione Balfour si fanno ancora sentire e a livello mondiale, poiché è dalla crisi palestinese/israeliana che son nate le guerre statunitensi contro l’Iraq di Saddam (1990/2003) sino all’attuale guerra contro la Siria di Assad (2010-2107) e quest’ultima ha fatto scendere in campo gli Usa contro la Russia ed ha creato il fenomeno Isis, che sta spargendo il terrore nel mondo intero.

  Conclusione                                                              

Leggendo il libro di Marzano si resta sorpresi dall’abilità con cui Chaim Weizmann ha ottenuto la nascita pratica e concreta del sionismo, grazie ad una fitta rete di amicizie, intessute da lui, con il mondo politico britannico (Arthur Balfour/Lloyd George) e grazie all’appoggio pratico e “contante” ricevuto dalla Banca ebraica Rothschild. (Anche se non sembra esserci alcun riferimento alla dottrina dell'anglo-israelismo – Ndr). Infatti la Dichiarazione Balfour (2 novembre 1917), con cui l’Inghilterra si impegnava a concedere la “creazione di un focolare nazionale ebraico” in Palestina, fu ottenuta da Weizmann tramite il banchiere Lionel Rothschild dopo alcuni incontri intercorsi tra lui e l’allora Ministro degli Esteri britannico Balfour. Già nel 1876 l’Inghilterra aveva potuto comprare il 44% delle azioni della Compagnia del canale di Suez mediante il prestito di 4 milioni di sterline ottenuto dalla Banca Rothschild. Ciò la rendeva particolarmente sensibile al territorio palestinese e al fatto che esso tornasse in mano agli ebrei, che lo avevano dovuto lasciare nel 70 d. C. 

              Lo sforzo sempre più generoso degli Usa nella Prima Guerra Mondiale

                  e probabilmente anche la sconfitta dell’Impero Austro-Ungarico

                   son stati dovuti all’impegno dell’ambiente ebraico “che conta”

             a favore dell’Inghilterra, che gli aveva appena concesso la Palestina.

Infatti, come diceva il diplomatico britannico Mark Sykes, “se l’ebraismo influente si fosse schierato contro l’Inghilterra, non ci sarebbe stata alcuna possibilità di vincere la Prima Guerra Mondiale” (Ndr: ma ciò sarebbe stato impossibile ed improbabile, visto che l'Inghilterra era la patria dell'anglo-israelismo). Il 92% della popolazione araba che viveva da centinaia di anni in Palestina, in un sol tratto, col 2 novembre 1917, non ebbe più diritti nazionali, divenne “nazionalmente” insistente.

                                      La creazione dello Stato di Israele

                       è stata la prosecuzione di questa ingiustizia iniziale,

                        che ha comportato una catena di azioni e reazioni,

le quali ci stanno portando sulle soglie di una probabile Terza Guerra Mondiale.

Questo è il peccato originale dello Stato d’Israele, che ne sta pagando ancora le conseguenze. Il sionismo come si è venuto sviluppando, dopo la morte di Rabin e specialmente con l’attuale governo Netanyahu, è scivolato sempre di più verso il separazionismo sciovinista. Anche l’Onu il 23 dicembre 2016 (Risoluzione n. 2334) ha condannato la costruzione dei nuovi insediamenti israeliani nei territori palestinesi. Israele è sempre di più isolato, nonostante i mezzi di cui dispone (Weizmann e Rothschild docet). Questa “deriva”, come molti la chiamano, non è un incidente di percorso come dice qualcuno, ma mi sembra connaturale alla storia e alla mentalità del sionismo, che sin dal 1917 si è mostrato esclusivo, escludente e isolazionista, e che inoltre a partire dal 1948 “si è basato su una discriminazione de jure dei cittadini non-ebrei rispetto a quelli ebrei” (A. Marzano, cit., p. 218). L’uccisione di Rabin e quella di Arafat hanno segnato un punto di non-ritorno da questo stato di super-nazionalismo esasperato ebraico. In Cisgiordania, nel 20% della terra per lo più desertica che ancora resta ai palestinesi,

                                             esiste uno stato di apartheid:

“Vi sono individui, distinti su base etnica, soggetti a due sistemi giuridici differenti,

                        civile per i coloni israeliani e militare per i palestinesi”

                                                (A. Marzano, cit., p. 219).

 Tre ipotesi finali                                                        

Come andrà a finire? Solo Dio lo sa. Si possono fare tre ipotesi. 1°) continua l’apartheid e il sionismo è totalmente squalificato; 2°) si concede un solo Stato per tutti i cittadini e il sionismo muore; 3°) si creano due Stati per due popoli, cosa molto improbabile, ed allora può succedere di tutto.  Il nazionalismo esasperato del sionismo non è un fenomeno recente, ma è contenuto virtualmente nella Letteratura Apocalittica, che è il «complesso di scritti pseudonimi giudaici, sorti tra il sec. II a. C. e il sec.

 Apocalittica giudaica e glorificazione d'Israele   

II d.C. (2) Monsignor Antonino Romeo (uno dei maggiori esegeti biblici del Novecento) scrive che la materia dell’Apocalittica è ideologica, politica ed escatologica, essa tratta « della vendetta sulle Genti e della restaurazione gloriosa di Israele. […]. Il Regno di Dio riveste generalmente l’aspetto nazionalistico-terreno: schiacciante rivincita di Israele, colmo per sempre di prosperità e di dominio»(3). Il regno di Israele o del Messia, che coincide con la Nazione giudaica, “sarà di questo mondo, […], e riporterà l’Eden quaggiù. In tale concezione giudaica, la persona umana conta ben poco: Israele diventa realtà assoluta e trascendente, la redenzione è collettiva anziché individuale, anzi cosmica più che antropologica. […]. Il Messia è rappresentato come un re ed un eroe militante. […]. Mai il Messia è intravisto come redentore spirituale, espiatore dei peccati del mondo” (4). In breve «il tema supremo appare in funzione esclusiva della glorificazione di Israele, la ‘fede’ è l’impaziente attesa della bramata vendetta sulle Genti. Questi scritti Apocalittici fomentano la passione di rivincita e di dominio mondiale. […].

                      Verso le Genti gli Apocalittici sono implacabili:

     ogni compassione per loro passerebbe per debolezza di fede. […].

           I ‘veggenti’ dell’Apocalittica infieriscono, con voluttà feroce,

                                           con odio insaziabile.

Le “apocalissi” assumono un posto decisivo nell’astiosa propaganda contro le Genti; sono ordigni di guerra […]; la religione apocalittica ha un solo cruccio e ansia: l’Avvenire […] gli Imperi delle Genti si annienteranno a vicenda finché il dominio universale non passerà a Israele»(5). Ne consegue «il particolarismo giudaico, condannato dal Vangelo. Il più ambizioso nazionalismo vi rincara le sue pretese. Le Genti vi sono più disprezzate ed odiate che mai: il fosso tra Israele ed esse si trasforma in abisso»(6). Presentando un Messia che ridona a Israele l’indipendenza politica e gli procura il dominio universale, l’Apocalittica accentuò il particolarismo nazionalistico e spinse Israele alla ribellione contro Cristo e contro Roma, quindi al disastro»(7). Disastro destinato a perpetuarsi sino a che Israele rimarrà ancorato a quest’ideologia imperialista e dominatrice del mondo intero.

(2)  A. ROMEO, voce “Apocalittica”, in “Enciclopedia Cattolica”, Città del Vaticano, 1948, I vol., col. 1615.
(3)A. ROMEO, cit., col. 1617.
(4) A. ROMEO, cit., col., 1618.
(5) A. ROMEO, cit., col. 1619.
(6) A. ROMEO, cit., col. 1620.
(7) A. ROMEO, cit., col. 1624.

Don Curzio Nitoglia – / fonte don Curzio Nitoglia

con integrazioni a cura della Redazione di Qui Europa

partecipa al dibattito – infounicz.europa@gmail.com

____________________________________________________________________________________________

 Video correlati                                                            

 Articoli consigliati                                                     

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 1

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 1

Martedì,  Aprile 14th/ 2015 – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa,  Nuovo Ordine Mondiale, British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo,  Giudeo-Massoneria, minando la cultura cristiana, unità "spirituale" delle chiese a livello mondiale, ecumenica, Fratellanza Mondiale, messaggio eucaristico e salvifico del Cristo, regno di Dio sulla terra, Richard Brothers, John Wilson, Lady Diana, Royal Family, Principe di Galles,  Rabbi Jacob Snowman, comunità giudeo-britannica, re britannici, Stato di Israele. La madre della [...]

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 2

Conoscere il Nuovo Ordine Mondiale – British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo – 2

Giovedì,  Aprile 30th/ 2015 – di Sergio Basile - Redazione Quieuropa,  Nuovo Ordine Mondiale, British Israel, Ecumenismo e Protestantesimo,  Giudeo-Massoneria, minando la cultura cristiana, unità "spirituale" delle chiese a livello mondiale, ecumenica, Fratellanza Mondiale, messaggio eucaristico e salvifico del Cristo, regno di Dio sulla terra, visione razzista ed élitaria del popolo di Dio, William Smith, Epiphanius, la Provvidenza ha scelto come guida il popolo nordico, falsa e strumentale filantropia, falce [...]

Shoah e Vaticano II – Cosa c’è da sapere?

Shoah e Vaticano II – Cosa c’è da sapere?Domenica, 23 luglio / 2017   – di Don Curzio Nitoglia –  Redazione Quieuropa, Don Curzio Nitoglia, Conciclio Vaticano II, Chiesa Cattolica, Novus Ordo Missae, Chiesa Conciliare,  Bergoglio, Ebraismo , Fraternità  San Pio X  Shoah e Vaticano II – Cosa c'è da sapere? Dal caso Williamson (2009) all'accordo olocaustico/modernista (2017) ►Video in allegato               [...] 23 luglio

 

I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza ebraica – Prima Parte

I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza ebraica – Prima Parte

Lunedì,  Agosto 25th/ 2014  - di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Padre Pio, Sergio Basile, Mario Palmaro, Concilio Ecumenico Vaticano II, Messianicità e divinità, accusa di deicidio, Nostra Aetate, Giovanni XXIII, padri conciliari, ebraismo, Cardinal Antonio Bacci, Padre Carmelo da Sessano, Paolo VI, ebraismo, bolscevismo, San Francesco d'Assisin Fratellanza Universale, Fratellanza massonica, Fraternità cristiana, ebraismo talmudico, eretico Lutero, Padre [...]

I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza ebraica – Seconda Parte

I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza ebraica – Seconda Parte

Martedì,  Agosto 26th/ 2014  - di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Padre Pio, Sergio Basile, Mario Palmaro, Concilio Ecumenico Vaticano II, Messianicità e divinità, accusa di deicidio, Nostra Aetate, Giovanni XXIII, padri conciliari, ebraismo, Cardinal Antonio Bacci, Padre Carmelo da Sessano, Paolo VI, ebraismo, bolscevismo, San Francesco d'Assisin Fratellanza Universale, Fratellanza massonica, Fraternità cristiana, ebraismo talmudico, eretico Lutero, Padre [...]

I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza ebraica – Terza Parte

I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza  ebraica – Terza Parte

Mercoledì,  Agosto 26th/ 2014  - di Sergio Basile - Redazione Quieuropa, Padre Pio, Sergio Basile,  Jules Isaacn Paolo VI, rivoluzione bolscevica, Madonna a Fatima,  Rabbi Harry Waton, Accordo di Metz,  Eugène Tisserant, disastrosi e profetici presagi sulla Chiesa, Giovanni Paolo II, Commissione bilaterale di lavoro permanente, Giovanni XXIII, fratellanza ebraica, Cremlino  I Misteri del Concilio e il problema della fratellanza ebraica - Terza Parte La fratellanza ebraica, il Cremlino e il silenzio [...]

L’ignoranza sul Mondialismo – Il Fenomeno Bergoglio come sintomo del declino del Mondo Moderno

L’ignoranza sul Mondialismo – Il Fenomeno Bergoglio come sintomo del declino del Mondo Moderno

Sabato, 30 Luglio/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia e Sergio Basile - Redazione quieuropa, guerra di religione, Polonia, GMG, Don Curzio Nitoglia, Sergio Basile, Mario Palmaro e Alessandro Gnocchi, Chesterton, Papa Bergoglio, Rivoluzione culturale, Richard Wagner, Francesco I, John Lennon, gesto del dio cornuto, musica pop, musica rock, Scuola di Francoforte,Yellow Submarine, Adorno, Marcuse, Sant'Ambrogio, Albert Pike, moneta debito, [...]

La duplice strategia dei nemici di Cristo per la dissoluzione: ecumenismo e scisma nella Chiesa

La duplice strategia dei nemici di Cristo per la dissoluzione: ecumenismo e scisma nella Chiesa

  Venerdì, 5 Agosto/ 2016     - di  Sergio Basile  -  Redazione Quieuropa, Sergio Basile, Michael Snyder, Mondialismo, Massoneria, guerra di religione, Bergoglio, apostasia nella  Chiesa, Roma, ecumenismo, unica religione mondiale, unico tempio di preghiera, The House of One, Berlino, San Giovanni Bosco,  Il Cattolico istruito nella sua religione   La duplice strategia dei nemici di Cristo per   la dissoluzione: ecumenismo [...]

E’ possibile un Accordo Pratico tra Cattolici e Modernisti? No!

E’ possibile un Accordo Pratico tra Cattolici e Modernisti? No!

Mercoledì, 2 Giugno/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia / Premessa di Sergio Basile – Redazione quieuropa, Don Curzio Nitoglia, modernisti, Chiesa cattolica, Roma, Lutero, Rousseau, Locke, ebraismo, Bergoglio, eresie ebraiche, protestantizzazione della Chiesa, clero comunista e clero massonico, soggettivismo e relativismo, inconciliabilità tra ebraismo e cattolicesimo, Massoneria e Nuovo Ordine Mondiale   E' possibile un [...]

Libertà, Uguaglianza e Fratellanza: significato occulto secondo lo spirito massonico

Libertà, Uguaglianza e Fratellanza: significato occulto secondo lo spirito massonico

Venerdì,  29 Luglio/ 2016  - di Sergio Basile – Redazione Quieuropa, Talmud, Mons. Leone Meurin, Don Isidore Bertrand, Clotilde Bersone, Epiphanius, San massimiliano Kolbe o San Giovanni Bosco, massoneria, logge massoniche, rivoluzione, sovversione sociale, Albert Pike, Eliphas Levi, Giuseppe Mazzini,  ideali rivoluzionari, Libertà, Uguaglianza, Fratellanza, Grand'Oriente d'Italia, Gustavo Raffi, RAI, Humanum Genus, Leone XIII  Libertà, Uguaglianza e Fratellanza: significato occulto [...]

Deificazione dello Stato e profetica venuta dell’anticristo

Deificazione dello Stato e profetica venuta dell’anticristo

   Domenica, 14 Agosto/ 2016     - di  Redazione Qui Europa / Centro Culturale San Giorgio  Redazione Quieuropa, Gesù Cristo, deificazione dello Stato, Stato senza dio, San Paolo, Sacre Scritture, Padre Joseph Lemann,  Mons. von Ketteler, anticristo, Magonza, Leone XIII, San Michele Arcangelo, Centro Culturale San Giorgio, Mons. Von Ketteler,  Stato, San Gottardo, Messa nera Oklahoma   Deificazione dello Stato [...]

Giovani fedeli all’ebraismo: siamo destinati a dominare il mondo – Risposta ideale di due grandi santi

Giovani fedeli all’ebraismo: siamo destinati a dominare il mondo – Risposta ideale di due grandi santi

Mercoledì, 10 Agosto/ 2016    - di Redazione Qui Europa / Premessa Redazione Antimassoneria - /  Redazione Quieuropa, Redazione Antimassoneria, Nuovo Ordine Mondiale, ebrei, Talmud, San Giovanni Bosco, San Massimiliano Kolbe    Giovani fedeli all'ebraismo: siamo destinati   a dominare il mondo    La confessione: i goym saranno nostri schiavi!  Parlano i protagonisti del New World Order  La risposta ideale della Chiesa, [...]

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Prima Parte

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Prima Parte

Mercoledì, Dicembre 24th / 2014     - A cura di Massimo Mancinelli / Redazione "Qui Europa" - Tratto da Maurice Pinay, Complotto contro la Chiesa – Roma 1962 Redazione Quieuropa, Massimok, Ebraismo, guerra contro la Chiesa Cattolica, Nuovo Ordine Mondiale, complotto contro la Chiesa di Cristo, Messia, Terra Promessa, Massoneria, Rivoluzioni, Rivoluzione bolscevica, Carlo Marx, Rivoluzione Francese, [...]

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Seconda Parte

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Seconda Parte

Mercoledì, Dicembre 31st / 2014     - A cura di Massimo Mancinelli / Redazione "Qui Europa" - Tratto da Maurice Pinay, Complotto contro la Chiesa – Roma 1962 Redazione Quieuropa, Ebraismo, guerra contro la Chiesa Cattolica, Nuovo Ordine Mondiale, complotto contro la Chiesa di Cristo, Messia, Terra Promessa, Massoneria, Rivoluzioni, Rivoluzione bolscevica, Carlo Marx, socialismo, talmud, Cabala, Adan Kadmon, [...]

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Terza Parte

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Terza Parte

Martedì, Gennaio 6th / 2015     - A cura di Massimo Mancinelli / Redazione "Qui Europa" - Tratto da Maurice Pinay, Complotto contro la Chiesa – Roma 1962 Redazione Quieuropa, Ebraismo, guerra contro la Chiesa Cattolica, Nuovo Ordine Mondiale Ebraico-comunista, complotto contro la Chiesa di Cristo, dominio assoluto, antitesi con il Cristianesimo, iniziati del giudaismo, marxismo, verso il precipizio, cultura [...]

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Quarta Parte

Ebraismo e complotto contro la Chiesa di Cristo – Quarta Parte

Lunedì, Gennaio 12nd / 2015     - A cura di Massimo Mancinelli / Redazione "Qui Europa" - Tratto da Maurice Pinay, Complotto contro la Chiesa – Roma 1962 Redazione Quieuropa, Ebraismo, guerra contro la Chiesa Cattolica, Nuovo Ordine Mondiale Ebraico-comunista, complotto contro la Chiesa di Cristo, dominio assoluto, antitesi con il Cristianesimo, iniziati del giudaismo, marxismo, verso il precipizio, [...]

Ebraicizzazione della società mondiale: delitti e castighi nella testimonianza di Joseph Lemann

Ebraicizzazione della società mondiale: delitti e castighi nella testimonianza di Joseph Lemann

Lunedì,  Dicembre 15th/ 2014     - di Massimo Mancinelli - Redazione Quieuropa, Massimo Mancinelli, Giuseppe Lemann, tesdtimonianza, ebrei, Giacinto Auriti, castigo, zimbello e favola dei popoli, I Farisei e le umiliazioni a Gesù, Gesù Cristo, L'entrata degli Israeliti nella società francese, Mosè, Re Davide, diaspora, ebraizzazione della società, Nuovo Ordine Mondiale, mondialismo, comunismo, liberalismo, socialismo, schiavitù della [...]

San Pio X – Sugli errori del Modernismo – 1

San Pio X – Sugli errori del Modernismo – 1

 Giovedì,  Marzo 5th/ 2015 – A cura della Redazione  - Redazione Quieuropa, San Pio X, Concilio, errori del modernismo, Pascendi Dominici Gregis  San Pio X – Sugli errori del Modernismo – 1 Pascendi Dominici Gregis – Lettera enciclica del sommo Pontefice Pio X, anti-modernista – Prima Parte LETTERA ENCICLICA - PASCENDI DOMINICI GREGIS DEL SOMMO PONTEFICE PIO X AI VENERABILI FRATELLI [...]

Tremendi Castighi sull’Italia e sul Mondo: coincidenza delle profezie sugli ultimi tempi

Tremendi Castighi sull’Italia e sul Mondo: coincidenza delle profezie sugli ultimi tempi

Martedì, 2 Agosto/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia - Redazione quieuropa, guerra di religione, Don Curzio Nitoglia, tremendi castighi sull'Italia e sul mondo, Fatima, Civitavecchia, Tre Fontane, apostasia nella Chiesa, Roma,  Punizione del cielo, ultimi rimedi contro il male, Rosario, devozione al Cuore Immacolato di Maria, profezie sugli ultimi tempi  Tremendi Castighi sull’Italia e sul Mondo: coincidenza delle [...]

Padre Kramer: il Terzo Segreto di Fatima rivela il Grande Castigo

Padre Kramer: il Terzo Segreto di Fatima rivela il Grande Castigo

Lunedì, 1 Agosto/ 2016     - di Padre Paul Kramer - Redazione Qui Europa, Padre Paul Kramer, Padre Malachi Martin, Madonna di Fatima, Gesù Cristo, Suor Lucia, Terzo Segreto di Fatima, verità non dette Giovanni Paolo II, Papa Pio XII,  Giovanni XXIII, Papa Ratzinger, Benedetto XVI, Wall Street Journal, Stati Uniti, Art Bell Show, Grande Castigo, ecumenismo, [...]

Non è lo stesso Dio!

Non è lo stesso Dio!

Domenica, 31 Luglio/ 2016     - di Patrizia Stella - Redazione Qui Europa, Patrizia Stella, Gesù Cristo, Maometto, Allah, CEI, Galantino, Santissima Trinità, Santa Messa, Rosario, Celebrazione eucaristica, messa comune, Bergoglio   Tutti a Messa! Ma non è lo stesso Dio! Cosa c'entra Gesù con Maometto? La Cei plaude alla strana iniziativa di qualche Iman, di  invitare i musulmani a partecipare, in segno di pace [...]

Galantino salva Sodoma (e tifa Kalergi)

Galantino salva Sodoma (e tifa Kalergi)

Domenica, 31 Luglio/ 2016     - di Riccardo Cascioli / La Nuova Bussola Quotidiana - Redazione quieuropa, Riccardo Cascioli, Nunzio Galantino, Sodoma, GMG, Cracovia, Giornata Mondiale della Gioventù, Piano Kalergi, Genesi Bibbia, Galantino salva Sodoma   Galantino salva Sodoma (e tifa Kalergi) Titolo originale: "Galantino e il mistero di Sodoma"   di Riccardo Cascioli / La Nuova Bussola Quotidiana [...]

Le Forze Occulte della Sovversione: Giudaismo, Massoneria, Liberalismo & Bolscevismo

Le Forze Occulte della Sovversione: Giudaismo, Massoneria, Liberalismo & Bolscevismo

Lunedì, 9 Maggio/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia - Redazione quieuropa, Don Curzio Nitoglia, Le Forze Occulte della Sovversione: Giudaismo, Massoneria, Liberalismo & Bolscevismo, millenarismo «gioachimita», Gioacchino da Fiore, ecclesiologia della Nuovissima Alleanza, San Tommaso d’Aquino, Somma Teologica, Vangelo e Gesù, Puritanesimo, negazione della Santissima Trinità e la Divinità di Cristo, origine ebraica di Gioacchino,  Goffredo d’Auxerre, San Bernardo di Chiaravalle, Giudaismo padre della Massoneria, Massoneria anglo-americana, Rivoluzioni, Liberismo calvinista, Americanismo teo-conservatore, Plutocrazia dell’alta finanza apolide, vera Economia, Millenarismo gioachimita, Giudaismo, [...]

Le tre religioni monoteiste hanno lo stesso Dio?

Le tre religioni monoteiste hanno lo stesso Dio?

 Venerdì, Gennaio 22th, 2016 - di Patrizia Stella - Redazione Quieuropa,  Gesù Cristo, Patrizia Stella, Ebraismo, Cristianesimo, Islam, ebrei, cristiani, musulmani, investitura divina, errore dell'ecumenismo, jihad, Abramo, Isacco, Giacobbe, deicidio, errori del popolo eletto, Novus Israel, Santissima Trinità, San Tommaso d'Aquino  Le tre religioni monoteiste hanno lo stesso Dio? Ebrei, Cristiani e Musulmani, sono tutti figli dello stesso Dio? [...]

1870 – I congressi e la risposta dei cattolici alle persecuzioni dello stato giudaico-massonico liberale

1870 – I congressi e la risposta dei cattolici alle persecuzioni dello stato giudaico-massonico liberale

Martedì, Giugno 16th, 2015 – Redazione "Qui Europa" e Giuseppe Federici  –  tratto dal seminario di studi di Don Francesco Ricossa "i cattolici contro lo stato massonico: l'opera dei congressi (1870 – 1904)" Redazione Quieuropa, Giuseppe Federici, Don Francesco Ricossa, i cattolici contro lo stato massonico, l'opera dei congressi, liberalismo e massoneria, Giordano Bruno filosofo di riferimento della Massoneria, movimento [...]

 

Mons. Umberto Benigni – Il grande contributo della Chiesa di Cristo, all’umana civiltà

Mons. Umberto Benigni – Il grande contributo della Chiesa di Cristo, all’umana civiltà

Martedì,  31 Maggio / 2016       - di Elia Menta - Redazione Quieuropa, Elia Menta, Storia della Chiesa, Mons. Umberto Benigni, San Pio X, Contributo della Chiesa alla civiltà umana, Don Francesco Ricossa  Mons. Umberto Benigni - Il grande contributo della Chiesa di Cristo, all'umana civiltà  Ristampa della Storia Sociale della Chiesa: l'opera del principale collaboratore di San Pio X, [...]

Eucaristia: come riceverla correttamente, seguendo gli insegnamenti di Cristo, dei mistici, dei papi e della Chiesa

Eucaristia: come riceverla correttamente, seguendo gli insegnamenti di Cristo, dei mistici, dei papi e della Chiesa

Domenica, 29 Maggio / 2016 – Festa del Corpus Domini – di Claudio Prandini  -  – integrazioni e note a cura della Redazione di "Qui Europa" – Redazione Quieuropa, Redazione Parrocchie.it, Claudio Prandini, Gesù Cristo, Sacrificio Eucaristico, Festa del Corpus Domini, Comunione nelle mani, importanza del Corpo e Sangue di Cristo, Comunione in bocca, protestantizzazione dell'Eucaristia, insegnamento dei [...]

Nuovo Ordine Mondiale – Sinarchia satanica che si vince con le armi dello Spirito

Nuovo Ordine Mondiale – Sinarchia satanica che si vince con le armi dello Spirito

Giovedì, Maggio 28th, 2015 – di Sergio Basile e Massimo Mancinelli  -  Redazione Quieuropa, Madonna di Fatima, Terzo Segreto di Fatima, Massimo Mancinelli, Sergio Basile, San Pio da Pietrelcina, San Giovanni Paolo II, Conciclio Vaticano II, Benedetto XV, Benedetto XVI, Popolo eletto, apostasia, tradimento di Dio, Giudeo-Massoneria, Ebraismo, Giusta interpretazione della Bibbia, nemici di Cristo, Ecumenismo, 13 Maggio 1981, Mehmet Ali Agca, [...]

Piano Massonico del 1995 – Eliminazione del Sacrificio Eucaristico

Piano Massonico del 1995 – Eliminazione del Sacrificio Eucaristico

Mercoledì,  Marzo 30th/ 2016  - Redazione Qui Europa  - Traduzione della rivista spagnola Roca viva, Febbraio 1997, José Abascal, Madrid Redazione Qui Europa, direttiva massonica, lotta costante e metodica per far scomparire la Chiesa cattolica, presenza reale di Cristo nell’Eucaristia, vergintà di Maria, Stato di scisma e di apostasia, Contestazione del Papa e della sua dottrina; Controllo delle edizioni [...]

Direttive del Gran Maestro della Massoneria ai Vescovi cattolici massoni, per distruggere la chiesa cattolica

Direttive del Gran Maestro della Massoneria ai Vescovi cattolici massoni, per distruggere la chiesa cattolica

Giovedì,  Aprile 23rd/ 2015       – Don Luigi Villa - Tratto da "La Massoneria e la Chiesa Cattolica" - Redazione Quieuropa, Din Luigi Villa, Massoneria, Chiesa Cattolica, Piano massonico, Satana, Direttive del Gran Maestro ai vescovi cattolici massoni, Ecumenismo e dissacrazione dell'Eucarestia, Divieto per liturgia latine e velo per le donne, Liturgia: vietate di inginocchiarsi e introducete chitarre, tamburi, Desacralizzazione dei canti [...]

La consegna di Dio nell’Eucaristia: il sigillo massimo della Nuova Alleanza

La consegna di Dio nell’Eucaristia: il sigillo massimo della Nuova Alleanza

Domenica, Giugno 7th, 2015 – di Rev. Antoni Carol i Hostench –  Redazione Quieuropa,  Antoni Carol i Hostench, Festa del Corpus Domini, Sigillo della Nuova Alleanza, Io sono, Mosè, manna dal cielo, Gesù Eucaristia, moltiplicazione dei pesci e dei pani, Presenza reale di Gesù Cristo, Nuovo Israele, San Giovanni Paolo II  Cristianesimo - Festa del Corpus Domini La [...]

Il Segreto delle Tre Fontane rivelato a Bruno Cornacchiola

Il Segreto delle Tre Fontane rivelato a Bruno Cornacchiola

 Domenica, 8 Maggio/ 2016     - di Don Curzio Nitoglia - Redazione quieuropa, Don Curzio Nitoglia, Saverio Gaeta, Bruno Cornacchiola, Pio XII, apparizioni delle tre Fontane, satana, Gesù Cristo Nostro Signore, Maria, San Paolo, Basilica delle Tre Fontane, ecumenismo, apostasia nella Chiesa, inferno, fine dei tempi, punizione divina  Il Segreto delle Tre Fontane rivelato a  Bruno Cornacchiola Pio XII incoraggiò Cornacchiola a [...]

Gli hanno tolto la Croce… e il gelido vento protestantizzante soffia

Gli hanno tolto la Croce… e il gelido vento protestantizzante soffia

Giovedi, Maggio 21st, 2015 - di Pierfrancesco Nardini -  Confederazione Civiltà Cristiana / Sez. Teramo Redazione Quieuropa,  Teramo, Pierfrancesco Nardini, Croce, Crocifisso, protestantesimo, ebraicizzazione della società, modernismo, ecumenismo, errori, distorcere la fede, potere delle immagini  Presa di coscienza verso i pericoli della protestantizzazione Gli hanno tolto la Croce… e il gelido vento protestantizzante soffia La responsabilità principale è di [...]

Misericordismo, male moderno – Dio è Giustizia, non solo Misericordia

Misericordismo, male moderno – Dio è Giustizia, non solo Misericordia

Mercoledi, Maggio 20th, 2015 - di Pierfrancesco Nardini -  Confederazione Civiltà Cristiana / Sez. Teramo Redazione Quieuropa,  Teramo, Pierfrancesco Nardini, Dio, Giustizia, Misericordia, Morte, Giudizio, Infero, Novissimi, Confederazione Civiltà Cattolica, salvezza e dannazione eterna, Corrado Gnerre, Corpo e Sangue di Nostro Signore Gesù Cristo, Misericordismo  Il Giudizio di Dio - In un mondo dove tutto sembra permesso e lecito, [...]

L’élite integrazionista del “Piano Kalergi” premia Bergoglio?

L’élite integrazionista del “Piano Kalergi” premia Bergoglio?

Mercoledì, 5 Maggio/ 2016     - di Sergio Basile - Redazione quieuropa, Sergio Basile, Premio Carlo Magno, Papa Francesco, Aquisgrana, Herman Van Rompuy, gabbia europea del debito e della moneta dell'usura legalizzata, monometallismo argenteo, Piano Kalergi, integrazionismo, giudeo-massoneria  L'élite integrazionista del "Piano Kalergi"  premia Bergoglio? UE – Il premio internazionale "Carlo Magno" a Bergoglio. Strategie mondialiste e paradossi – L'antitesi del [...]

Il Nuovo Ordine, la moda e l’errore dell’ecumenismo

Il Nuovo Ordine, la moda e l’errore dell’ecumenismo

Mercoledì,  Settembre 10th/ 2014  – di Don Floriano Pellegrini - Redazione Quieuropa,  Belluno, Roma, Don Floriano Pellegrini, Ecumenismo, Belgio, moda dell'ecumenismo, errori dell'ecumenismo, Anversa, Nuovo Ordine mondiale, a braccetto con i sommi sacerdoti, cattolicesimo modaiolo, veri testimoni, fraternità cristiana e fratellanza mondialista, Gesù non ha fatto ecumenismo, morte in croce per la verità  Il Nuovo Ordine, [...]

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS
ICO APPDavide Veraldi logo

Login

Share This Post

DeliciousDiggGoogleStumbleuponRedditTechnoratiYahooBloggerMyspaceRSS

Archivio Qui Europa